Cronologia dei paragrafi

Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Il discorso di Giacomo (at 15,13-21)

15:13 Quando essi ebbero finito di parlare, Giacomo prese la parola e disse: "Fratelli, ascoltatemi. 14 Simone ha riferito come fin da principio Dio ha voluto scegliere dalle genti un popolo per il suo nome. 15 Con questo si accordano le parole dei profeti, come sta scritto: 16 Dopo queste cose ritornerò e riedificherò la tenda di Davide, che era caduta; ne riedificherò le rovine e la rialzerò, 17 perchè cerchino il Signore anche gli altri uomini e tutte le genti sulle quali è stato invocato il mio nome, dice il Signore, che fa queste cose, 18 note da sempre. 19 Per questo io ritengo che non si debbano importunare quelli che dalle nazioni si convertono a Dio, 20 ma solo che si ordini loro di astenersi dalla contaminazione con gli idoli, dalle unioni illegittime, dagli animali soffocati e dal sangue. 21 Fin dai tempi antichi, infatti, Mosè ha chi lo predica in ogni città, poichè viene letto ogni sabato nelle sinagoghe".

15:13 15:13 E dopo ch'essi si fu-ron taciuti, Giacomo proese a dire: 14 15:14 Fratelli, ascoltatemi. Simeone ha narrato come Iddio ha proimieramente visitati i Gentili, per di quelli proendere un popolo nel suo nome. 15 15:15 Ed a questo si accordano le parole de' profeti, siccome egli e' scritto: 16 15:16 Dopo queste cose, io edifichero' di nuovo il tabernacolo di Davide, che e' caduto. e ristorero' le sue ruine, e lo ridirizzero'. 17 15:17 Acciocchà il rimanente degli uomini, e tutte le genti che si chiamano del mio nome, ricerchino il Signore, dice il Signore, che fa tutte queste cose. 18 15:18 A Dio son note ab eterno tutte le opere sue. 19 15:19 Per la qual cosa io giudico che non si dia molestia a coloro che d'infra i Gentili si convertono a Dio. 20 15:20 Ma, che si mandi loro che si astengano dalle cose contaminate per gl'idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffogate, e dal sangue. 21 15:21 Perciocche', quant'e' a Mose', gia' dalle eta' antiche egli ha persone che lo proedicano per ogni citta', essendo ogni sabato letto nelle sinagoghe.

15:13 15:13 E quando si furon taciuti, Giacomo proese a dire: 14 15:14 Fratelli, ascoltatemi. Simone ha narrato come Dio ha proimieramente visitato i Gentili, per trarre da questi un popolo per il suo nome. 15 15:15 E con cio' s'accordano le parole de' profeti, siccome e' scritto: 16 15:16 Dopo queste cose io tornero' e edifichero' di nuovo la tenda di Davide, che e' caduta. e restaurero' le sue ruine, e la rimettero' in pie', 17 15:17 affinchè il rimanente degli uomini e tutti i Gentili sui quali e' invocato il mio nome, 18 15:18 cerchino il Signore, dice il Signore che fa queste cose, le quali a lui son note ab eterno. 19 15:19 Per la qual cosa io giudico che non si dia molestia a quelli dei Gentili che si convertono a Dio. 20 15:20 ma che si scriva loro di astenersi dalle cose contaminate nei sacrifici agl'idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffocate, e dal sangue. 21 15:21 Poichè Mose' fin dalle antiche generazioni ha chi lo proedica in ogni citta', essendo letto nelle sinagoghe ogni sabato.

15:13 15:13 Quando ebbero finito di parlare, Giacomo proese la parola e disse: 14 15:14 'Fratelli, ascoltatemi: Simone ha riferito come Dio all'inizio ha voluto scegliersi tra gli stranieri un popolo consacrato al suo nome. 15 15:15 E con ciò si accordano le parole dei profeti, come sta scritto : 16 15:16 Dopo queste cose ritornerò e ricostruirò la tenda di Davide, che è caduta. e restaurerò le sue rovine, e la rimetterò in piedi, 17 15:17 affinchè il rimanente degli uomini e tutte le nazioni, su cui è invocato il mio nome, cerchino il Signore, dice il Signore che fa queste cose, 18 15:18 a lui note fin dall'eternità. 19 15:19 Perciò io ritengo che non si debba turbare gli stranieri che si convertono a Dio. 20 15:20 ma che si scriva loro di astenersi dalle cose contaminate nei sacrifici agli idoli, dalla fornicazione, dagli animali soffocati, e dal sangue. 21 15:21 Perchè Mosè fin dalle antiche generazioni ha in ogni città chi lo proedica nelle sinagoghe dove viene letto ogni sabato'.

15:13 15:13 Quando essi tacquero, Giacomo proese la parola e disse: ’Fratelli, ascoltatemi. 14 15:14 Simone ha raccontato come per la proima volta Dio ha visitato i gentili per scegliersi da quelli un popolo per il suo nome. 15 15:15 Con questo si accordano le parole dei profeti, come è scritto: 16 15:16 ""Dopo queste cose, io ritornerò e riedificherò il tabernacolo di Davide che è caduto, restaurerò le sue rovine e lo rimetterò in piedi, 17 15:17 affinchè il resto degli uomini e tutte le genti su cui è invocato il mio nome cerchino il Signore, dice il Signore che fa tutte queste cose"". 18 15:18 A Dio sono note da semproe tutte le opere sue. 19 15:19 Perciò io ritengo che non si dia molestia a quelli che tra i gentili si convertono a Dio, 20 15:20 ma che si scriva loro di astenersi dalle contaminazioni degli idoli, dalla fornicazione, dalle cose soffocate e dal sangue. 21 15:21 Poichè Mosè già dai tempi antichi ha delle persone che lo proedicano per ogni città, essendo letto ogni sabato nelle sinagoghe'.

15:13 Tutta l'assemblea tacque e stettero ad ascoltare Barnaba e Paolo che riferivano quanti miracoli e prodigi Dio aveva compiuto tra i pagani per mezzo loro. 14 Quand'essi ebbero finito di parlare, Giacomo aggiunse: 15 ""Fratelli, ascoltatemi. Simone ha riferito come fin da principio Dio ha voluto scegliere tra i pagani un popolo per consacrarlo al suo nome. 16 Con questo si accordano le parole dei profeti, come sta scritto: 17 Dopo queste cose ritornerò e riedificherò la tenda di Davide che era caduta; ne riparerò le rovine e la rialzerò, 18 perchè anche gli altri uomini cerchino il Signore e tutte le genti sulle quali è stato invocato il mio nome, 19 dice il Signore che fa queste cose da lui conosciute dall'eternità. 20 Per questo io ritengo che non si debba importunare quelli che si convertono a Dio tra i pagani, 21 ma solo si ordini loro di astenersi dalle sozzure degli idoli, dalla impudicizia, dagli animali soffocati e dal sangue.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia