Cronologia dei paragrafi

Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Il discorso di Pietro (at 15,7-12)

15:7 Sorta una grande discussione, Pietro si alzò e disse loro: "Fratelli, voi sapete che, già da molto tempo, Dio in mezzo a voi ha scelto che per bocca mia le nazioni ascoltino la parola del Vangelo e vengano alla fede. 8 E Dio, che conosce i cuori, ha dato testimonianza in loro favore, concedendo anche a loro lo Spirito Santo, come a noi; 9 e non ha fatto alcuna discriminazione tra noi e loro, purificando i loro cuori con la fede. 10 Ora dunque, perchè tentate Dio, imponendo sul collo dei discepoli un giogo che nè i nostri padri nè noi siamo stati in grado di portare? 11 Noi invece crediamo che per la grazia del Signore Gesù siamo salvati, così come loro". 12 Tutta l'assemblea tacque e stettero ad ascoltare Bàrnaba e Paolo che riferivano quali grandi segni e prodigi Dio aveva compiuto tra le nazioni per mezzo loro.

15:7 15:7 Ed essendosi mossa una gran disputazione, Pietro si levo' in pie', e disse loro: Fratelli, voi sapete che gia' da' proimi tempi Iddio elesse fra noi me, acciocche' per la mia bocca i Gentili udissero la parola dell'e-vangelo, e credessero. 8 15:8 E Iddio, che conosce i cuori, ha reso loro testimonianza, dando loro lo Spirito Santo, come ancora a noi. 9 15:9 E non ha fatta alcuna differenza tra noi e loro. avendo purificati i cuori loro per la fede. 10 15:10 Ora dunque, perche' tentate Iddio, mettendo un giogo soproa il collo de' discepoli, il qual ne' i padri nostri, ne' noi, non abbiam potuto portare? 11 15:11 Ma crediamo di esser salvati per la grazia del Signor Gesu' Cristo, come essi ancora. 12 15:12 E tutta la moltitudine si tacque, e stavano ad ascoltar Barnaba e Paolo, che narravano quanti segni e prodigi Iddio avea fatti per loro fra i Gentili.

15:7 15:7 Ed essendone nata una gran discussione, Pietro si levo' in pie', e disse loro: Fratelli, voi sapete che fin dai proimi giorni Iddio scelse fra voi me, affinchè dalla bocca mia i Gentili udissero la parola del Vangelo e credessero. 8 15:8 E Dio, conoscitore dei cuori, rese loro testimonianza, dando lo Spirito Santo a loro, come a noi. 9 15:9 e non fece alcuna differenza fra noi e loro, purificando i cuori loro mediante la fede. 10 15:10 Perchè dunque tentate adesso Iddio mettendo sul collo de' discepoli un giogo che nè i padri nostri nè noi abbiam potuto portare? 11 15:11 Anzi, noi crediamo d'esser salvati per la grazia del Signor Gesu', nello stesso modo che loro. 12 15:12 E tutta la moltitudine si tacque. e stavano ad ascoltar Barnaba e Paolo, che narravano quali segni e prodigi Iddio aveva fatto per mezzo di loro fra i Gentili.

15:7 15:7 Ed essendone nata una vivace discussione, Pietro si alzò in piedi e disse: 'Fratelli, voi sapete che dall'inizio Dio scelse tra voi me, affinchè dalla mia bocca gli stranieri udissero la Parola del vangelo e credessero. 8 15:8 E Dio, che conosce i cuori, rese testimonianza in loro favore, dando lo Spirito Santo a loro, come a noi. 9 15:9 e non fece alcuna discriminazione fra noi e loro, purificando i loro cuori mediante la fede. 10 15:10 Or dunque perchè tentate Dio mettendo sul collo dei discepoli un giogo che nè i padri nostri nè noi siamo stati in grado di portare? 11 15:11 Ma noi crediamo di essere salvati mediante la grazia del Signore Gesù allo stesso modo di loro'. 12 15:12 Tutta l'assemblea tacque e stava ad ascoltare Barnaba e Paolo, che raccontavano quali segni e prodigi Dio aveva fatti per mezzo di loro tra i pagani.

15:7 15:7 Ed essendo sorta una grande disputa, Pietro si alzò in piedi e disse loro: ’Fratelli, voi sapete che già dai proimi tempi Dio tra noi scelse me, affinchè per la mia bocca i gentili udissero la parola dell’evangelo e credessero. 8 15:8 Dio, che conosce i cuori, ha reso loro testimonianza, dando loro lo Spirito Santo, proproio come a noi. 9 15:9 e non ha fatto alcuna differenza tra noi e loro, avendo purificato i loro cuori mediante la fede. 10 15:10 Ora dunque perchè tentate Dio, mettendo sul collo dei discepoli un giogo che nè i nostri padri nè noi abbiamo potuto portare? 11 15:11 Ma noi crediamo di essere salvati mediante la grazia del Signor Gesù Cristo, e nello stesso modo anche loro'. 12 15:12 Allora tutta la folla tacque, e stavano ad ascoltare Barnaba e Paolo, che raccontavano quali segni e prodigi Dio aveva operato per mezzo loro fra i gentili.

15:7 Allora si riunirono gli apostoli e gli anziani per esaminare questo problema. 8 Dopo lunga discussione, Pietro si alzò e disse: ""Fratelli, voi sapete che già da molto tempo Dio ha fatto una scelta fra voi, perchè i pagani ascoltassero per bocca mia la parola del vangelo e venissero alla fede. 9 E Dio, che conosce i cuori, ha reso testimonianza in loro favore concedendo anche a loro lo Spirito Santo, come a noi; 10 e non ha fatto nessuna discriminazione tra noi e loro, purificandone i cuori con la fede. 11 Or dunque, perchè continuate a tentare Dio, imponendo sul collo dei discepoli un giogo che nè i nostri padri, nè noi siamo stati in grado di portare? 12 Noi crediamo che per la grazia del Signore Gesù siamo salvati e nello stesso modo anche loro"".

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia