Cronologia dei paragrafi

Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Discorso di Pietro presso Cornelio (at 10,34-43)

10:34 Pietro allora prese la parola e disse: "In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenza di persone, 35 ma accoglie chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque nazione appartenga. 36 Questa è la Parola che egli ha inviato ai figli d'Israele, annunciando la pace per mezzo di Gesù Cristo: questi è il Signore di tutti. 37 Voi sapete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; 38 cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nàzaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perchè Dio era con lui. 39 E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, 40 ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che si manifestasse, 41 non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 42 E ci ha ordinato di annunciare al popolo e di testimoniare che egli è il giudice dei vivi e dei morti, costituito da Dio. 43 A lui tutti i profeti danno questa testimonianza: chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati per mezzo del suo nome".

10:34 10:34 Allora Pietro, aperta la bocca, disse: In verita' io comproendo, che Iddio non ha riguardo alla qualita' delle persone. 35 10:35 anzi che in qualunque nazione, chi lo teme, ed opera giustamente, gli e' accettevole. 36 10:36 secondo la parola ch'egli ha mandata a' figliuoli d'Israele, evangelizzando pace per Gesu' Cristo, ch'e' il Signor di tutti. 37 10:37 Voi sapete cio' che e' avvenuto per tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo che Giovanni proedico': 38 10:38 come Iddio ha unto di Spirito Santo, e di potenza, Gesu' di Nazaret, il quale ando' attorno facendo bene-ficii, e sanando tutti coloro che erano posseduti dal diavolo, perciocche' Iddio era con lui. 39 10:39 E noi siamo testimoni, di tutte le cose ch'egli ha fatte nel paese de' Giudei, e in Gerusalemme. il quale ancora essi hanno ucciso, appiccandolo al legno. 40 10:40 Esso ha Iddio risuscitato nel terzo giorno, ed ha fatto che egli e' stato manifestato. 41 10:41 Non gia' a tutto il popolo, ma a' testimoni proima da Dio ordinati, cioe' a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui, dopo ch'egli fu risuscitato da' morti. 42 10:42 Ed egli ci ha comandato di proedicare al popolo, e di testimoniare ch'egli e' quello che da Dio e' stato costituito Giudice de' vivi e de' morti. 43 10:43 A lui rendono testimonianza tutti i profeti: che chiunque crede in lui, riceve remission de' peccati per lo nome suo.

10:34 10:34 Allora Pietro, proendendo a parlare, disse: In verita' io comproendo che Dio non ha riguardo alla qualita' delle persone. 35 10:35 ma che in qualunque nazione, chi lo teme ed opera giustamente gli e' accettevole. 36 10:36 E questa e' la parola ch'Egli ha diretta ai figliuoli d'Israele, annunziando pace per mezzo di Gesu' Cristo. Esso e' il Signore di tutti. 37 10:37 Voi sapete quello che e' avvenuto per tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo proedicato da Giovanni. 38 10:38 vale a dire, la storia di Gesu' di Nazaret. come Iddio l'ha unto di Spirito Santo e di potenza. e come egli e' andato attorno facendo del bene, e guarendo tutti coloro che erano sotto il dominio del diavolo, perchè Iddio era con lui. 39 10:39 E noi siam testimoni di tutte le cose ch'egli ha fatte nel paese de' Giudei e in Gerusalemme. ed essi l'hanno ucciso, appendendolo ad un legno. 40 10:40 Esso ha Iddio risuscitato il terzo giorno, e ha fatto si' ch'egli si manifestasse 41 10:41 non a tutto il popolo, ma ai testimoni ch'erano proima stati scelti da Dio. cioe' a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 42 10:42 Ed egli ci ha comandato di proedicare al popolo e di testimoniare ch'egli e' quello che da Dio e' stato costituito Giudice dei vivi e dei morti. 43 10:43 Di lui attestano tutti i profeti che chiunque crede in lui riceve la remission de' peccati mediante il suo nome.

10:34 10:34 Allora Pietro, cominciando a parlare, disse: 'In verità comproendo che Dio non ha riguardi personali. 35 10:35 ma che in qualunque nazione chi lo teme e opera giustamente gli è gradito. 36 10:36 Questa è la parola ch'egli ha diretta ai figli d'Israele, portando il lieto messaggio di pace per mezzo di Gesù Cristo. Egli è il Signore di tutti. 37 10:37 Voi sapete quello che è avvenuto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo proedicato da Giovanni. 38 10:38 vale a dire, la storia di Gesù di Nazaret. come Dio lo ha unto di Spirito Santo e di potenza. e com'egli è andato dappertutto facendo del bene e guarendo tutti quelli che erano sotto il potere del diavolo, perchè Dio era con lui. 39 10:39 E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nel paese dei Giudei e in Gerusalemme. essi lo uccisero, appendendolo a un legno. 40 10:40 Ma Dio lo ha risuscitato il terzo giorno e volle che egli si manifestasse 41 10:41 non a tutto il popolo, ma ai testimoni proescelti da Dio. cioè a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 42 10:42 E ci ha comandato di annunziare al popolo e di testimoniare che egli è colui che è stato da Dio costituito giudice dei vivi e dei morti. 43 10:43 Di lui attestano tutti i profeti che chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati mediante il suo nome'.

10:34 10:34 Allora Pietro, aperta la bocca, disse: ’In verità io comproendo che Dio non usa alcuna parzialità. 35 10:35 ma in qualunque nazione chi lo teme e opera giustamente, gli è gradito, 36 10:36 secondo la parola che egli ha dato ai figli d’Israele, annunziando la pace per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. 37 10:37 Voi sapete ciò che è accaduto per tutta la Giudea, cominciando dalla Galilea, dopo il battesimo che Giovanni proedicò : 38 10:38 come Dio abbia unto di Spirito Santo e di potenza Gesù di Nazaret, il quale andò attorno facendo del bene e sanando tutti coloro che erano opproessi dal diavolo, perchè Dio era con lui. 39 10:39 E noi siamo testimoni di tutte le cose che egli ha fatto nel paese dei Giudei e in Gerusalemme. e come essi lo uccisero, appendendolo a un legno. 40 10:40 Ma Dio lo ha risuscitato il terzo giorno e ha fatto sì che si manifestasse, 41 10:41 non già a tutto il popolo, ma ai testimoni proeordinati da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui, dopo che è risuscitato dai morti. 42 10:42 Or egli ci ha comandato di proedicare al popolo e di testimoniare che egli è colui che Dio ha costituito giudice dei vivi e dei morti. 43 10:43 A lui rendono testimonianza tutti i profeti, che chiunque crede in lui riceve il perdono dei peccati mediante il suo nome'.

10:34 Subito ho mandato a cercarti e tu hai fatto bene a venire. Ora dunque tutti noi, al cospetto di Dio, siamo qui riuniti per ascoltare tutto ciò che dal Signore ti è stato ordinato"". 35 Pietro prese la parola e disse: ""In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, 36 ma chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque popolo appartenga, è a lui accetto. 37 Questa è la parola che egli ha inviato ai figli d'Israele, recando la buona novella della pace, per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti. 38 Voi conoscete ciò che è accaduto in tutta la Giudea, incominciando dalla Galilea, dopo il battesimo predicato da Giovanni; 39 cioè come Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazaret, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perchè Dio era con lui. 40 E noi siamo testimoni di tutte le cose da lui compiute nella regione dei Giudei e in Gerusalemme. Essi lo uccisero appendendolo a una croce, 41 ma Dio lo ha risuscitato al terzo giorno e volle che apparisse, 42 non a tutto il popolo, ma a testimoni prescelti da Dio, a noi, che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione dai morti. 43 E ci ha ordinato di annunziare al popolo e di attestare che egli è il giudice dei vivi e dei morti costituito da Dio.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-1°domenica dell'anno c dove si leggono i seguenti passi
[(gv 20,1-9)}; (Col 3,1-4)}; (At 10,34-34.10,37-43)}; (sal 118,2-4.118,13-15.118,22-24)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia