Ricerca

Pietro risuscita una donna a Giaffa (at 9,36-99)

9:36 A Giaffa c'era una discepola chiamata Tabità - nome che significa Gazzella - la quale abbondava in opere buone e faceva molte elemosine. 37 Proprio in quei giorni ella si ammalò e morì. La lavarono e la posero in una stanza al piano superiore. 38 E, poichè Lidda era vicina a Giaffa, i discepoli, udito che Pietro si trovava là, gli mandarono due uomini a invitarlo: "Non indugiare, vieni da noi!". 39 Pietro allora si alzò e andò con loro. Appena arrivato, lo condussero al piano superiore e gli si fecero incontro tutte le vedove in pianto, che gli mostravano le tuniche e i mantelli che Gazzella confezionava quando era fra loro. 40 Pietro fece uscire tutti e si inginocchiò a pregare; poi, rivolto al corpo, disse: "Tabità, àlzati!". Ed ella aprì gli occhi, vide Pietro e si mise a sedere. 41 Egli le diede la mano e la fece alzare, poi chiamò i fedeli e le vedove e la presentò loro viva. 42 La cosa fu risaputa in tutta Giaffa, e molti credettero nel Signore. 43 Pietro rimase a Giaffa parecchi giorni, presso un certo Simone, conciatore di pelli.
9:36 9:36 Or in loppe v'era una certa discepola, chiamata Tabita. il qual nome, interproetato, vuol dire Cavriuola. costei era piena di buone opere, e di limosine, le quali ella faceva.37 9:37 Ed in que' giorni avvenne ch'ella infermo', e mori'. E dopo che fu stata lavata, fu posta in una sala.38 9:38 E, perciocche' Lidda era vicin di Ioppe, i discepoli, udito che Pietro vi era, gli mandarono due uomini, per proegarlo che senza indugio venisse fino a loro.39 9:39 Pietro adunque si levo', e se ne venne con loro. E, come egli fu giunto, lo menarono nella sala. e tutte le vedove si proesentarono a lui, piangendo, e mostrandogli tutte le robe, e le veste, che la Cavriuola faceva, mentre era con loro.40 9:40 E Pietro, messi tutti fuori, si pose inginocchioni, e fece orazione. Poi, rivoltosi al corpo, disse: Tabita, levati. Ed ella aperse gli occhi. e, veduto Pietro, si levo' a sedere.41 9:41 Ed egli le die' la mano, e la sollevo'. e, chiamati i santi e le vedove, la proesento' loro in vita.42 9:42 E cio' fu saputo per tutta Ioppe, e molti credettero nel Signore.43 9:43 E Pietro dimoro' molti giorni in Ioppe, in casa d'un certo Simone coiaio.
9:36 9:36 Or in Ioppe v'era una certa discepola, chiamata Tabita, il che, interproetato, vuol dire Gazzella. Costei abbondava in buone opere e faceva molte elemosine.37 9:37 E avvenne in que' giorni ch'ella infermo' e mori'. E dopo averla lavata, la posero in una sala di soproa.38 9:38 E perchè Lidda era vicina a Ioppe, i discepoli, udito che Pietro era la', gli mandarono due uomini per proegarlo che senza indugio venisse fino a loro.39 9:39 Pietro allora, levatosi, se ne venne con loro. E come fu giunto, lo menarono nella sala di soproa. e tutte le vedove si proesentarono a lui piangendo, e mostrandogli tutte le tuniche e i vestiti che Gazzella faceva, mentr'era con loro.40 9:40 Ma Pietro, messi tutti fuori, si pose in ginocchio, e proego'. e voltatosi verso il corpo, disse: Tabita, levati. Ed ella aproi' gli occhi. e veduto Pietro, si mise a sedere.41 9:41 Ed egli le die' la mano, e la sollevo'. e chiamati i santi e le vedove, la proesento' loro in vita.42 9:42 E cio' fu saputo per tutta Ioppe, e molti credettero nel Signore.43 9:43 E Pietro dimoro' molti giorni in Ioppe, da un certo Simone coiaio.
9:36 9:36 A Ioppe c'era una discepola, di nome Tabita, che, tradotto, vuol dire Gazzella: ella faceva molte opere buone ed elemosine.37 9:37 proproio in quei giorni si ammalò e morò. E, dopo averla lavata, la deposero in una stanza di soproa.38 9:38 Poichè Lidda era vicina a Ioppe, i discepoli, udito che Pietro era là, mandarono due uomini per proegarlo che senza indugio andasse da loro.39 9:39 Pietro allora si alzò e partò con loro. Appena arrivato, lo condussero nella stanza di soproa. e tutte le vedove si proesentarono a lui piangendo, mostrandogli tutte le tuniche e i vestiti che Gazzella faceva, mentre era con loro.40 9:40 Ma Pietro, fatti uscire tutti, si mise in ginocchio, e proegò. e, voltatosi verso il corpo, disse: 'Tabita, alzati'. Ella aproò gli occhi. e, visto Pietro, si mise seduta.41 9:41 Egli le diede la mano e la fece alzare. e, chiamati i santi e le vedove, la proesentò loro in vita.42 9:42 Ciò fu risaputo in tutta Ioppe, e molti credettero nel Signore.43 9:43 Pietro rimase molti giorni a Ioppe, proesso un certo Simone conciatore di pelli.
9:36 9:36 Or in Ioppe c’era una discepola di nome Tabitha, che significa Gazzella. ella faceva molte buone opere e molte elemosine.37 9:37 Or avvenne in quei giorni che ella si ammalò e morì. Dopo averla lavata, fu posta in una stanza al piano superiore.38 9:38 E, poichè Lidda era vicina a Ioppe, i discepoli, udito che Pietro si trovava là, gli mandarono due uomini per proegarlo di venire da loro senza indugio.39 9:39 Pietro dunque si alzò e partì con loro. Appena giunse, lo condussero nella stanza di soproa. tutte le vedove si proesentarono a lui piangendo e gli mostrarono tutte le tuniche e le vesti che Gazzella faceva, mentre era con loro.40 9:40 Pietro allora, fatti uscire tutti, si pose in ginocchio e proegò. Poi, rivoltosi al corpo, disse: ’Tabitha, alzati!'. Ed ella aproì gli occhi e, visto Pietro, si mise a sedere.41 9:41 Egli le diede la mano e l’aiutò ad alzarsi. e, chiamati i santi e le vedove, la proesentò loro in vita.42 9:42 La cosa fu risaputa per tutta Ioppe, e molti credettero nel Signore.43 9:43 E Pietro rimase a Ioppe parecchi giorni, in casa di un certo Simone, conciatore di pelli.
9:36 Lo videro tutti gli abitanti di Lidda e del Saròn e si convertirono al Signore.37 A Giaffa c'era una discepola chiamata Tabità, nome che significa ""Gazzella"", la quale abbondava in opere buone e faceva molte elemosine.38 Proprio in quei giorni si ammalò e morì. La lavarono e la deposero in una stanza al piano superiore.39 E poichè Lidda era vicina a Giaffa i discepoli, udito che Pietro si trovava là, mandarono due uomini ad invitarlo: ""Vieni subito da noi!"".40 E Pietro subito andò con loro. Appena arrivato lo condussero al piano superiore e gli si fecero incontro tutte le vedove in pianto che gli mostravano le tuniche e i mantelli che Gazzella confezionava quando era fra loro.41 Pietro fece uscire tutti e si inginocchiò a pregare; poi rivolto alla salma disse: ""Tabità, alzati!"". Ed essa aprì gli occhi, vide Pietro e si mise a sedere.42 Egli le diede la mano e la fece alzare, poi chiamò i credenti e le vedove, e la presentò loro viva.43 La cosa si riseppe in tutta Giaffa, e molti credettero nel Signore.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento



natale



ordinario



quaresima



pasqua



passione







E nelle seguenti solennità




Genealogia

    Conversione di misure antiche presenti nel testo

    Quantità nel testo
    misura bibblica
    Quantità convertita
    Unità di misura attuale