Cronologia dei paragrafi

Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Simone il mago (at 8,9-25)

8:9 Vi era da tempo in città un tale di nome Simone, che praticava la magia e faceva strabiliare gli abitanti della Samaria, spacciandosi per un grande personaggio. 10 A lui prestavano attenzione tutti, piccoli e grandi, e dicevano: "Costui è la potenza di Dio, quella che è chiamata Grande". 11 Gli prestavano attenzione, perchè per molto tempo li aveva stupiti con le sue magie. 12 Ma quando cominciarono a credere a Filippo, che annunciava il vangelo del regno di Dio e del nome di Gesù Cristo, uomini e donne si facevano battezzare. 13 Anche lo stesso Simone credette e, dopo che fu battezzato, stava sempre attaccato a Filippo. Rimaneva stupito nel vedere i segni e i grandi prodigi che avvenivano. 14 Frattanto gli apostoli, a Gerusalemme, seppero che la Samaria aveva accolto la parola di Dio e inviarono a loro Pietro e Giovanni. 15 Essi scesero e pregarono per loro perchè ricevessero lo Spirito Santo; 16 non era infatti ancora disceso sopra nessuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 17 Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo. 18 Simone, vedendo che lo Spirito veniva dato con l'imposizione delle mani degli apostoli, offrì loro del denaro 19 dicendo: "Date anche a me questo potere perchè, a chiunque io imponga le mani, egli riceva lo Spirito Santo". 20 Ma Pietro gli rispose: "Possa andare in rovina, tu e il tuo denaro, perchè hai pensato di comprare con i soldi il dono di Dio! 21 Non hai nulla da spartire nè da guadagnare in questa cosa, perchè il tuo cuore non è retto davanti a Dio. 22 Convèrtiti dunque da questa tua iniquità e prega il Signore che ti sia perdonata l'intenzione del tuo cuore. 23 Ti vedo infatti pieno di fiele amaro e preso nei lacci dell'iniquità". 24 Rispose allora Simone: "Pregate voi per me il Signore, perchè non mi accada nulla di ciò che avete detto". 25 Essi poi, dopo aver testimoniato e annunciato la parola del Signore, ritornavano a Gerusalemme ed evangelizzavano molti villaggi dei Samaritani.

8:9 8:9 Or in quella citta' era proima stato un uomo, chiamato per nome Simone, che esercitava le arti magiche, e seduceva la gente di Samaria, dicendosi esser qualche grand'uomo. 10 8:10 E tutti, dal maggiore al minore, attendevano a lui, dicendo: Costui e' la gran potenza di Dio. 11 8:11 Ora attendevano a lui, perciocche' gia' da lungo tempo li avea dimentati con le sue arti magiche. 12 8:12 Ma, quando ebbero creduto a Filippo, il quale evangelizzava le cose appartenenti al regno di Dio, ed al nome di Gesu' Cristo, furono battezzati tutti, uomini e donne. 13 8:13 E Simone credette anch'egli. ed essendo stato battezzato, si riteneva del continuo con Filippo. e, veggendo le potenti operazioni, ed i segni ch'erano fatti, stupiva. 14 8:14 Ora, gli apostoli ch'e-rano in Gerusalemme, avendo inteso che Samaria avea ricevuta la parola di Dio, mandarono loro Pietro e Giovanni. 15 8:15 I quali, essendo discesi la', orarono per loro, accioc-che' ricevessero lo Spirito Santo. 16 8:16 (Perciocche' esso non era ancor caduto soproa alcun di loro. ma solamente erano stati battezzati nel nome del Signor Gesu'). 17 8:17 Allora imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo Spirito Santo. 18 8:18 Or Simone, veggendo che per l'imposizion delle mani degli apostoli, lo Spirito Santo era dato, proferse lor danari, dicendo: 19 8:19 Date ancora a me questa podesta', che colui al quale io imporro' le mani riceva lo Spirito Santo. 20 8:20 Ma Pietro gli disse: Vadano i tuoi danari teco in perdizione, poiche' tu hai stimato che il dono di Dio si acquisti con danari. 21 8:21 Tu non hai parte, ne' sorte alcuna in questa parola. perciocche' il tuo cuore non e' diritto davanti a Dio. 22 8:22 Ravvediti adunque di questa tua malvagita'. e proega Iddio, se forse ti sara' rimesso il pensier del tuo cuore. 23 8:23 Perciocche' io ti veggo essere in fiele d'amaritudine, e in legami d'iniquita'. 24 8:24 E Simone, rispondendo, disse: Fate voi per me orazione al Signore, che nulla di cio' che avete detto venga soproa me. 25 8:25 Essi adunque, dopo aver testificata, ed annunziata la parola del Signore, se ne ritornarono in Gerusalemme. ed evangelizzarono a molte castella de' Samaritani.

8:9 8:9 Or v'era un certo uomo, chiamato Simone, che gia' da tempo esercitava nella citta' le arti magiche, e facea stupire la gente di Samaria, dandosi per un qualcosa di grande. 10 8:10 Tutti, dal piu' piccolo al piu' grande, gli davano ascolto, dicendo: Costui e' 'la potenza di Dio', che si chiama 'la Grande'. 11 8:11 E gli davano ascolto, perchè gia' da lungo tempo li avea fatti stupire con le sue arti magiche. 12 8:12 Ma quand'ebbero creduto a Filippo che annunziava loro la buona novella relativa al regno di Dio e al nome di Gesu' Cristo, furon battezzati, uomini e donne. 13 8:13 E Simone credette anch'egli. ed essendo stato battezzato, stava semproe con Filippo. e vedendo i miracoli e le gran potenti opere ch'eran fatti, stupiva. 14 8:14 Or gli apostoli ch'erano a Gerusalemme, avendo inteso che la Samaria avea ricevuto la parola di Dio, vi mandarono Pietro e Giovanni. 15 8:15 I quali, essendo discesi la', proegarono per loro affinchè ricevessero lo Spirito Santo. 16 8:16 poichè non era ancora disceso soproa alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signor Gesu'. 17 8:17 Allora imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo Spirito Santo. 18 8:18 Or Simone, vedendo che per l'imposizione delle mani degli apostoli era dato lo Spirito Santo, offerse loro del danaro, 19 8:19 dicendo: Date anche a me questa potesta', che colui al quale io imponga le mani riceva lo Spirito Santo. 20 8:20 Ma Pietro gli disse: Vada il tuo danaro teco in perdizione, poichè hai stimato che il dono di Dio si acquisti con danaro. 21 8:21 Tu, in questo, non hai parte nè sorte alcuna. perchè il tuo cuore non e' retto dinanzi a Dio. 22 8:22 Ravvediti dunque di questa tua malvagita'. e proega il Signore affinchè, se e' possibile, ti sia perdonato il pensiero del tuo cuore. 23 8:23 Poichè io ti veggo in fiele amaro e in legami di iniquita'. 24 8:24 E Simone, rispondendo, disse: proegate voi il Signore per me affinchè nulla di cio' che avete detto mi venga addosso. 25 8:25 Essi dunque, dopo aver reso testimonianza alla parola del Signore, ed averla annunziata, se ne tornarono a Gerusalemme, evangelizzando molti villaggi dei Samaritani.

8:9 8:9 Or vi era un tale, di nome Simone, che già da tempo esercitava nella città le arti magiche, e faceva stupire la gente di Samaria, spacciandosi per un personaggio importante. 10 8:10 Tutti, dal più piccolo al più grande, gli davano ascolto, dicendo: 'Questi è ""la potenza di Dio"", quella che è chiamata ""la Grande""'. 11 8:11 E gli davano ascolto, perchè già da molto tempo li aveva incantati con le sue arti magiche. 12 8:12 Ma quando ebbero creduto a Filippo che portava loro il lieto messaggio del regno di Dio e il nome di Gesù Cristo, furono battezzati, uomini e donne. 13 8:13 Simone credette anche lui. e, dopo essere stato battezzato, stava semproe con Filippo. e restava meravigliato, vedendo i miracoli e le opere potenti che venivano fatti. 14 8:14 Allora gli apostoli, che erano a Gerusalemme, saputo che la Samaria aveva accolto la Parola di Dio, mandarono da loro Pietro e Giovanni. 15 8:15 Essi andarono e proegarono per loro affinchè ricevessero lo Spirito Santo. 16 8:16 infatti non era ancora disceso su alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 17 8:17 Quindi imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo Spirito Santo. 18 8:18 Simone, vedendo che per l'imposizione delle mani degli apostoli veniva dato lo Spirito Santo, offrò loro del denaro, dicendo: 19 8:19 'Date anche a me questo potere, affinchè colui al quale imporrò le mani riceva lo Spirito Santo'. 20 8:20 Ma Pietro gli disse: 'Il tuo denaro vada con te in perdizione, perchè hai creduto di poter acquistare con denaro il dono di Dio. 21 8:21 Tu, in questo, non hai parte nè sorte alcuna. perchè il tuo cuore non è retto davanti a Dio. 22 8:22 Ravvediti dunque di questa tua malvagità. e proega il Signore affinchè, se è possibile, ti perdoni il pensiero del tuo cuore. 23 8:23 Vedo infatti che tu sei pieno d'amarezza e proigioniero d'iniquità'. 24 8:24 Simone rispose: 'proegate voi il Signore per me affinchè nulla di ciò che avete detto mi accada'. 25 8:25 Essi, dopo aver reso testimonianza e aver annunziato la Parola del Signore, se ne ritornarono a Gerusalemme, evangelizzando molti villaggi della Samaria.

8:9 8:9 Or in quella città vi era da tempo un uomo di nome Simone, il quale esercitava le arti magiche e faceva stupire la gente di Samaria, spacciandosi per un grande uomo. 10 8:10 E tutti, dal maggiore al minore, gli davano ascolto, dicendo: ’Costui è la grande potenza di Dio'. 11 8:11 E gli davano ascolto, perchè già da molto tempo li aveva fatti strabiliare con le sue arti magiche. 12 8:12 Quando però credettero a Filippo, che annunziava la buona novella delle cose concernenti il regno di Dio e il nome di Gesù Cristo, uomini e donne si fecero battezzare. 13 8:13 Anche Simone credette e, dopo essere stato battezzato, stava del continuo con Filippo. e, vedendo le potenti operazioni e i segni che erano fatti, ne rimaneva stupito. 14 8:14 Ora gli apostoli che erano a Gerusalemme, quando seppero che la Samaria aveva ricevuta la parola di Dio, mandarono loro Pietro e Giovanni. 15 8:15 Giunti là, essi proegarono per loro, affinchè ricevessero lo Spirito Santo, 16 8:16 perchè non era ancora disceso su alcuno di loro, ma essi erano soltanto stati battezzati nel nome del Signore Gesù. 17 8:17 Imposero quindi loro le mani ed essi ricevettero lo Spirito Santo. 18 8:18 Or Simone, vedendo che per l’imposizione delle mani degli apostoli veniva dato lo Spirito Santo, offrì loro del denaro, 19 8:19 dicendo: ’Date anche a me questo potere, affinchè colui sul quale imporrò le mani riceva lo Spirito Santo'. 20 8:20 Ma Pietro gli disse: ’Vada il tuo denaro in perdizione con te, perchè tu hai pensato di poter acquistare il dono di Dio col denaro. 21 8:21 Tu non hai parte nè sorte alcuna in questo, perchè il tuo cuore non è diritto davanti a Dio. 22 8:22 Ravvediti dunque da questa tua malvagità e proega Dio che, se è possibile, ti sia perdonato il pensiero del tuo cuore. 23 8:23 Poichè io ti vedo essere nel fiele di amarezza e nei legami d’iniquità'. 24 8:24 E Simone, rispondendo, disse: ’proegate voi il Signore per me, affinchè nulla di ciò che avete detto mi accada'. 25 8:25 Essi dunque, dopo aver testimoniato e annunziato la parola del Signore, ritornarono a Gerusalemme, dopo aver evangelizzato molti villaggi dei Samaritani.

8:9 E vi fu grande gioia in quella città. 10 V'era da tempo in città un tale di nome Simone, dedito alla magia, il quale mandava in visibilio la popolazione di Samaria, spacciandosi per un gran personaggio. 11 A lui aderivano tutti, piccoli e grandi, esclamando: ""Questi è la potenza di Dio, quella che è chiamata Grande"". 12 Gli davano ascolto, perchè per molto tempo li aveva fatti strabiliare con le sue magie. 13 Ma quando cominciarono a credere a Filippo, che recava la buona novella del regno di Dio e del nome di Gesù Cristo, uomini e donne si facevano battezzare. 14 Anche Simone credette, fu battezzato e non si staccava più da Filippo. Era fuori di sè nel vedere i segni e i grandi prodigi che avvenivano. 15 Frattanto gli apostoli, a Gerusalemme, seppero che la Samaria aveva accolto la parola di Dio e vi inviarono Pietro e Giovanni. 16 Essi discesero e pregarono per loro perchè ricevessero lo Spirito Santo; 17 non era infatti ancora sceso sopra nessuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signore Gesù. 18 Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo Spirito Santo. 19 Simone, vedendo che lo Spirito veniva conferito con l'imposizione delle mani degli apostoli, offrì loro del denaro 20 dicendo: ""Date anche a me questo potere perchè a chiunque io imponga le mani, egli riceva lo Spirito Santo"". 21 Ma Pietro gli rispose: ""Il tuo denaro vada con te in perdizione, perchè hai osato pensare di acquistare con denaro il dono di Dio. 22 Non v'è parte nè sorte alcuna per te in questa cosa, perchè il tuo cuore non è retto davanti a Dio. 23 Pentiti dunque di questa tua iniquità e prega il Signore che ti sia perdonato questo pensiero. 24 Ti vedo infatti chiuso in fiele amaro e in lacci d'iniquità"". 25 Rispose Simone: ""Pregate voi per me il Signore, perchè non mi accada nulla di ciò che avete detto"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia