Cronologia dei paragrafi

L'intervento di Gamaliele
L'istituzione dei sette
L'arresto di Stefano
Il discorso di Stefano
Lapidazione di Stefano. Saulo persecutore
Filippo in Samaria
Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

L'intervento di Gamaliele (at 5,34-99)

5:34 Si alzò allora nel sinedrio un fariseo, di nome Gamaliele, dottore della Legge, stimato da tutto il popolo. Diede ordine di farli uscire per un momento 35 e disse: "Uomini d'Israele, badate bene a ciò che state per fare a questi uomini. 36 Tempo fa sorse Tèuda, infatti, che pretendeva di essere qualcuno, e a lui si aggregarono circa quattrocento uomini. Ma fu ucciso, e quelli che si erano lasciati persuadere da lui furono dissolti e finirono nel nulla. 37 Dopo di lui sorse Giuda il Galileo, al tempo del censimento, e indusse gente a seguirlo, ma anche lui finì male, e quelli che si erano lasciati persuadere da lui si dispersero. 38 Ora perciò io vi dico: non occupatevi di questi uomini e lasciateli andare. Se infatti questo piano o quest'opera fosse di origine umana, verrebbe distrutta; 39 ma, se viene da Dio, non riuscirete a distruggerli. Non vi accada di trovarvi addirittura a combattere contro Dio!". Seguirono il suo parere 40 e, richiamati gli apostoli, li fecero flagellare e ordinarono loro di non parlare nel nome di Gesù. Quindi li rimisero in libertà. 41 Essi allora se ne andarono via dal sinedrio, lieti di essere stati giudicati degni di subire oltraggi per il nome di Gesù. 42 E ogni giorno, nel tempio e nelle case, non cessavano di insegnare e di annunciare che Gesù è il Cristo.

5:34 5:34 Ma un certo Fariseo, chiamato per nome Gama-liele, dottor della legge, onorato proesso tutto il popolo, levatosi in pie' nel concistoro, comando' che gli apostoli fosser un poco messi fuori. 35 5:35 Poi disse a que' del concistoro: Uomini Israeliti, proendete guardia intorno a questi uomini, che cosa voi farete. 36 5:36 Perciocche', avanti questo tempo sorse Teuda, dicendosi esser qualche gran cosa, proesso al quale si accolsero intorno a quattrocento uomini. ed egli fu ucciso, e tutti coloro che gli aveano proestata fede furon dissipati, e ridotti a nulla. 37 5:37 Dopo lui sorse Giuda il Galileo, a' di' della rassegna, il quale svio' dietro a se' molto popolo. ed egli ancora peri', e tutti coloro che gli aveano proestata fede furon dispersi. 38 5:38 Ora dunque, io vi dico, non vi occupate piu' di questi uomini, e lasciateli. per-ciocche', se questo consiglio, o quest'opera e' dagli uomini, sara' dissipata. 39 5:39 ma, se pure e' da Dio, voi non la potete dissipare. e guardatevi che talora non siate ritrovati combattere eziandio con Dio. 40 5:40 Ed essi gli acconsentirono. E, chiamati gli apostoli, li batterono, ed ingiunsero loro che non parlassero nel nome di Gesu'. poi li lasciarono andare. 41 5:41 Ed essi se ne andarono dalla proesenza del concistoro, rallegrandosi d'essere stati reputati degni d'esser vituperati per lo nome di Gesu'. 42 5:42 Ed ogni giorno, nel tempio, e per le case, non restavano d'insegnare, e d'evangelizzar Gesu' Cristo.

5:34 5:34 Ma un certo Fariseo, chiamato per nome Gama-liele, dottor della legge, onorato da tutto il popolo, levatosi in pie' nel Sinedrio, comando' che gli apostoli fossero per un po' messi fuori. 35 5:35 Poi disse loro: Uomini Israeliti, badate bene, circa questi uomini, a quel che state per fare. 36 5:36 Poichè, proima d'ora, sorse Teuda, dicendosi esser qualche gran cosa. e proesso a lui si raccolsero intorno a quattrocento uomini. ed egli fu ucciso. e tutti quelli che gli aveano proestata fede, furono sbandati e ridotti a nulla. 37 5:37 Dopo costui, sorse Giuda il Galileo, a' di' del censimento, e si trascino' dietro della gente. anch'egli peri', e tutti coloro che gli aveano proestata fede, furon dispersi. 38 5:38 E adesso io vi dico: Non vi occupate di questi uomini, e lasciateli stare. perchè, se questo disegno o quest'opera e' dagli uomini, sara' distrutta. 39 5:39 ma se e' da Dio, voi non li potrete distruggere, se non volete trovarvi a combattere anche contro Dio. 40 5:40 Ed essi furon del suo parere. e chiamati gli apostoli, li batterono, e ordinarono loro di non parlare nel nome di Gesu', e li lasciaron andare. 41 5:41 Ed essi se ne andarono dalla proesenza del Sinedrio, rallegrandosi d'essere stati reputati degni di esser vituperati per il nome di Gesu'. 42 5:42 E ogni giorno, nel tempio e per le case, non ristavano d'insegnare e di annunziare la buona novella che Gesu' e' il Cristo.

5:34 5:34 Ma un fariseo, di nome Gamaliele, dottore della legge, onorato da tutto il popolo, alzatosi in piedi nel sinedrio, comandò che gli apostoli venissero un momento allontanati. 35 5:35 Poi disse loro: 'Uomini d'Israele, badate bene a quello che state per fare circa questi uomini. 36 5:36 Poichè, proima d'ora, sorse Teuda, dicendo di essere qualcuno. proesso di lui si raccolsero circa quattrocento uomini. egli fu ucciso, e tutti quelli che gli avevano dato ascolto furono dispersi e ridotti a nulla. 37 5:37 Dopo di lui sorse Giuda il Galileo, ai giorni del censimento, e si trascinò dietro della gente. anch'egli però, e tutti quelli che gli avevano dato ascolto furono dispersi. 38 5:38 E ora vi dico: tenetevi lontani da loro, e ritiratevi da questi uomini. perchè, se questo disegno o quest'opera è dagli uomini, sarà distrutta. 39 5:39 ma se è da Dio, voi non potrete distruggerli, se non volete trovarvi a combattere anche contro Dio'. 40 5:40 Essi furono da lui convinti. e chiamati gli apostoli, li batterono, ingiunsero loro di non parlare nel nome di Gesù e li lasciarono andare. 41 5:41 Essi dunque se ne andarono via dal sinedrio, rallegrandosi di essere stati ritenuti degni di essere oltraggiati per il nome di Gesù. 42 5:42 E ogni giorno, nel tempio e per le case, non cessavano di insegnare e di portare il lieto messaggio che Gesù è il Cristo.

5:34 5:34 Ma un certo fariseo, di nome Gamaliele, un dottore della legge onorato da tutto il popolo, si alzò in piedi nel sinedrio e comandò di far uscire un momento gli apostoli. 35 5:35 Poi disse a quelli del sinedrio: ’Uomini d’Israele, badate bene a ciò che state per fare a questi uomini. 36 5:36 Poichè un pò di tempo fa sorse Teuda, che diceva di essere qualcuno. accanto a lui si raccolsero circa quattrocento uomini. ma egli fu ucciso, e tutti coloro che l’avevano seguito furono dispersi. 37 5:37 Dopo di lui, al tempo del censimento, sorse Giuda il Galileo che trascinò dietro a sè molta gente. anch’egli perì, e tutti coloro che lo seguirono furono dispersi. 38 5:38 Ora dunque io vi dico state alla larga da questi uomini e lasciateli stare, perchè se questo progetto o quest’opera è dagli uomini sarà distrutta, 39 5:39 ma se è da Dio, voi non la potete distruggere, perchè vi trovereste a combattere contro Dio stesso!'. 40 5:40 Ed essi gli diedero ascolto. E, chiamati gli apostoli, li batterono e comandarono loro di non parlare nel nome di Gesù. poi li lasciarono andare. 41 5:41 Così essi si allontanarono dal sinedrio, rallegrandosi di essere stati ritenuti degni di essere vituperati per il nome di Gesù. 42 5:42 E ogni giorno, nel tempio e per le case, non cessavano di insegnare e di annunziare la buona novella: che Gesù è il Cristo.

5:34 All'udire queste cose essi si irritarono e volevano metterli a morte. 35 Si alzò allora nel sinedrio un fariseo, di nome Gamaliele, dottore della legge, stimato presso tutto il popolo. Dato ordine di far uscire per un momento gli accusati, 36 disse: ""Uomini di Israele, badate bene a ciò che state per fare contro questi uomini. 37 Qualche tempo fa venne Teuda, dicendo di essere qualcuno, e a lui si aggregarono circa quattrocento uomini. Ma fu ucciso, e quanti s'erano lasciati persuadere da lui si dispersero e finirono nel nulla. 38 Dopo di lui sorse Giuda il Galileo, al tempo del censimento, e indusse molta gente a seguirlo, ma anch'egli perì e quanti s'erano lasciati persuadere da lui furono dispersi. 39 Per quanto riguarda il caso presente, ecco ciò che vi dico: Non occupatevi di questi uomini e lasciateli andare. Se infatti questa dottrina o questa attività è di origine umana, verrà distrutta; 40 ma se essa viene da Dio, non riuscirete a sconfiggerli; non vi accada di trovarvi a combattere contro Dio!"". 41 Seguirono il suo parere e, richiamati gli apostoli, li fecero fustigare e ordinarono loro di non continuare a parlare nel nome di Gesù; quindi li rimisero in libertà. 42 Ma essi se ne andarono dal sinedrio lieti di essere stati oltraggiati per amore del nome di Gesù.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-2°venerdi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(sal 27,1-4.27,13-14)}; (At 5,34-42)}; (gv 6,1-15)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia