Cronologia dei paragrafi

La frode di Anania e di Saffara
Quadro d'insieme
Arresto e liberazione miracolosa degli apostoli
Gli apostoli davanti al sinedrio
L'intervento di Gamaliele
L'istituzione dei sette
L'arresto di Stefano
Il discorso di Stefano
Lapidazione di Stefano. Saulo persecutore
Filippo in Samaria
Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

La frode di Anania e di Saffara (at 5,1-11)

5:1 Un uomo di nome Anania, con sua moglie Saffìra, vendette un terreno 2 e, tenuta per sè, d'accordo con la moglie, una parte del ricavato, consegnò l'altra parte deponendola ai piedi degli apostoli. 3 Ma Pietro disse: "Anania, perchè Satana ti ha riempito il cuore, cosicchè hai mentito allo Spirito Santo e hai trattenuto una parte del ricavato del campo? 4 Prima di venderlo, non era forse tua proprietà e l'importo della vendita non era forse a tua disposizione? Perchè hai pensato in cuor tuo a quest'azione? Non hai mentito agli uomini, ma a Dio". 5 All'udire queste parole, Anania cadde a terra e spirò. Un grande timore si diffuse in tutti quelli che ascoltavano. 6 Si alzarono allora i giovani, lo avvolsero, lo portarono fuori e lo seppellirono. 7 Avvenne poi che, circa tre ore più tardi, entrò sua moglie, ignara dell'accaduto. 8 Pietro le chiese: "Dimmi: è a questo prezzo che avete venduto il campo?". Ed ella rispose: "Sì, a questo prezzo". 9 Allora Pietro le disse: "Perchè vi siete accordati per mettere alla prova lo Spirito del Signore? Ecco qui alla porta quelli che hanno seppellito tuo marito: porteranno via anche te". 10 Ella all'istante cadde ai piedi di Pietro e spirò. Quando i giovani entrarono, la trovarono morta, la portarono fuori e la seppellirono accanto a suo marito. 11 Un grande timore si diffuse in tutta la Chiesa e in tutti quelli che venivano a sapere queste cose.

5:1 5:1 Ma un certo uomo, chiamato per nome Anania, con Saffira, sua moglie, vende' una possessione. 2 5:2 e frodo' del proezzo, con saputa della sua moglie. e, portatane una parte, la pose a' piedi degli apostoli. 3 5:3 Ma Pietro disse: Anania, perche' ha Satana riempito il cuor tuo, per mentire allo Spirito Santo, e frodar del proezzo della possessione? 4 5:4 S'ella restava, non restava ella a te? ed essendo venduta, non era ella in tuo potere? perche' ti sei messo in cuore questa cosa? tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio. 5 5:5 Ed Anania, udendo queste parole, cadde, e spiro'. E gran paura venne a tutti coloro che udirono queste cose. 6 5:6 E i giovani, levatisi, lo tolsero via. e, portatolo fuori, lo seppellirono. 7 5:7 Or avvenne intorno a tre ore approesso, che la moglie d'esso, non sapendo cio' che era avvenuto, entro'. 8 5:8 E Pietro le fece motto, dicendo: Dimmi, avete voi cotanto venduta la possessione? Ed ella rispose: Si', cotanto. 9 5:9 E Pietro le disse: Perche' vi siete convenuti insieme di tentar lo Spirito del Signore? ecco, i piedi di coloro che hanno seppellito il tuo marito sono all'uscio, ed essi ti porteranno via. 10 5:10 Ed ella in quello stante cadde ai piedi d'esso e spiro'. E i giovani, entrati, la trovarono morta. e, portatala via, la seppellirono proesso al suo marito. 11 5:11 E gran paura ne venne alla chiesa, e a tutti coloro che udivano queste cose.

5:1 5:1 Ma un certo uomo, chiamato Anania, con Saffira sua moglie, vendè un possesso, 2 5:2 e tenne per sè parte del proezzo, essendone consapevole anche la moglie. e portatane una parte, la pose ai piedi degli apostoli. 3 5:3 Ma Pietro disse: Anania, perchè ha Satana cosi' riempito il cuor tuo da farti mentire allo Spirito Santo e ritener parte del proezzo del podere? 4 5:4 Se questo restava invenduto, non restava tuo? E una volta venduto, non ne era il proezzo in tuo potere? Perchè ti sei messa in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini ma a Dio. 5 5:5 E Anania, udendo queste parole, cadde e spiro'. E gran paura proese tutti coloro che udiron queste cose. 6 5:6 E i giovani, levatisi, avvolsero il corpo, e portatolo fuori, lo seppellirono. 7 5:7 Or avvenne, circa tre ore dopo, che la moglie di lui, non sapendo cio' che era avvenuto, entro'. 8 5:8 E Pietro, rivolgendosi a lei: Dimmi, le disse, avete voi venduto il podere per tanto? Ed ella rispose: Si', per tanto. 9 5:9 Ma Pietro a lei: Perchè vi siete accordati a tentare lo Spirito del Signore? Ecco, i piedi di quelli che hanno seppellito il tuo marito sono all'uscio e ti porteranno via. 10 5:10 Ed ella in quell'istante cadde ai suoi piedi, e spiro'. E i giovani, entrati, la trovarono morta. e portatala via, la seppellirono proesso suo marito. 11 5:11 E gran paura ne venne alla chiesa intera e a tutti coloro che udivano queste cose.

5:1 5:1 Ma un uomo di nome Anania, con Saffira sua moglie, vendette una proproietà, 2 5:2 e tenne per sè parte del proezzo, essendone consapevole anche la moglie. e, un'altra parte, la consegnò, deponendola ai piedi degli apostoli. 3 5:3 Ma Pietro disse: 'Anania, perchè Satana ha cosò riempito il tuo cuore da farti mentire allo Spirito Santo e trattenere parte del proezzo del podere? 4 5:4 Se questo non si vendeva, non restava tuo? E una volta venduto, il ricavato non era a tua disposizione? Perchè ti sei messo in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini ma a Dio'. 5 5:5 Anania, udendo queste parole, cadde e spirò. E un gran timore proese tutti quelli che udirono queste cose. 6 5:6 I giovani, alzatisi, ne avvolsero il corpo e, portatolo fuori, lo seppellirono. 7 5:7 Circa tre ore dopo, sua moglie, non sapendo ciò che era accaduto, entrò. 8 5:8 E Pietro, rivolgendosi a lei: 'Dimmi', le disse, 'avete venduto il podere per tanto?'. Ed ella rispose: 'Sò, per tanto'. 9 5:9 Allora Pietro le disse: 'Perchè vi siete accordati a tentare lo Spirito del Signore? Ecco, i piedi di quelli che hanno seppellito tuo marito sono alla porta e porteranno via anche te'. 10 5:10 Ed ella in quell'istante cadde ai suoi piedi e spirò. I giovani, entrati, la trovarono morta. e, portatala via, la seppellirono accanto a suo marito. 11 5:11 Allora un gran timore venne su tutta la chiesa e su tutti quelli che udivano queste cose.

5:1 5:1 Ma un certo uomo, di nome Anania, con sua moglie Saffira, vendette un podere, 2 5:2 e trattenne per sè una parte dell’importo d’accordo con la moglie, e andò a deporre il resto ai piedi degli apostoli. 3 5:3 Ma Pietro disse: ’Anania, perchè ha Satana riempito il tuo cuore per farti mentire allo Spirito Santo e trattenere una parte del proezzo del podere? 4 5:4 Se questo restava invenduto, non rimaneva tuo? E il ricavato della vendita non era forse a tua disposizione? Perchè ti sei messo in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio!'. 5 5:5 All’udire queste cose, Anania cadde e spirò. E una grande paura venne su tutti coloro che udirono queste cose. 6 5:6 Allora si alzarono alcuni giovani, lo avvolsero, lo portarono fuori e lo seppellirono. 7 5:7 Or circa tre ore più tardi entrò anche sua moglie, ignara dell’accaduto. 8 5:8 E Pietro le rivolse la parola, dicendo: ’Dimmi avete voi venduto il podere per tanto?'. Ed ella rispose: ’Sì, per tanto'. 9 5:9 Allora Pietro le disse: ’Perchè vi siete messi d’accordo di tentare lo Spirito del Signore? Ecco, i piedi di coloro che hanno sepolto tuo marito sono all’uscio e porteranno via anche te'. 10 5:10 In quel momento ella cadde ai suoi piedi e spirò. E i giovani, entrati, la trovarono morta, la portarono via e la seppellirono accanto a suo marito. 11 5:11 Così una grande paura venne su tutta la chiesa e su tutti coloro che udivano queste cose.

5:1 che era padrone di un campo, lo vendette e ne consegnò l'importo deponendolo ai piedi degli apostoli. 2 Un uomo di nome Anania con la moglie Saffira vendette un suo podere 3 e, tenuta per sè una parte dell'importo d'accordo con la moglie, consegnò l'altra parte deponendola ai piedi degli apostoli. 4 Ma Pietro gli disse: ""Anania, perchè mai satana si è così impossessato del tuo cuore che tu hai mentito allo Spirito Santo e ti sei trattenuto parte del prezzo del terreno? 5 Prima di venderlo, non era forse tua proprietà e, anche venduto, il ricavato non era sempre a tua disposizione? Perchè hai pensato in cuor tuo a quest'azione? Tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio"". 6 All'udire queste parole, Anania cadde a terra e spirò. E un timore grande prese tutti quelli che ascoltavano. 7 Si alzarono allora i più giovani e, avvoltolo in un lenzuolo, lo portarono fuori e lo seppellirono. 8 Avvenne poi che, circa tre ore più tardi, entrò anche sua moglie, ignara dell'accaduto. 9 Pietro le chiese: ""Dimmi: avete venduto il campo a tal prezzo?"". Ed essa: ""Sì, a tanto"". 10 Allora Pietro le disse: ""Perchè vi siete accordati per tentare lo Spirito del Signore? Ecco qui alla porta i passi di coloro che hanno seppellito tuo marito e porteranno via anche te"". 11 D'improvviso cadde ai piedi di Pietro e spirò. Quando i giovani entrarono, la trovarono morta e, portatala fuori, la seppellirono accanto a suo marito.

Mappa

Commento di un santo

Perchè mai satana si è così impossessato del tuo cuore?, dice. Se fu satana a fare questo, perchè è responsabil e l'uomo? Perchè mai satana si è così impossessato del tuo cuore?, dice. Se fu satana a fare questo, perchè è responsabil e l'uomo? l'influenza di satana e ne è stato riempito. Deve essere corretto, dice. Ma non poteva essere corretto, perch è chi ha visto queste cose e non ha ottenuto niente, non guadagnerebbe niente nemmeno da nessun 'altra cosa.

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia