Cronologia dei paragrafi

Pietro e Giovanni davanti al sinedrio
Preghiera degli apostoli nella persecuzione
La prima comunità cristiana
La generosità di Barnaba
La frode di Anania e di Saffara
Quadro d'insieme
Arresto e liberazione miracolosa degli apostoli
Gli apostoli davanti al sinedrio
L'intervento di Gamaliele
L'istituzione dei sette
L'arresto di Stefano
Il discorso di Stefano
Lapidazione di Stefano. Saulo persecutore
Filippo in Samaria
Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Pietro e Giovanni davanti al sinedrio (at 4,1-22)

4:1 Stavano ancora parlando al popolo, quando sopraggiunsero i sacerdoti, il comandante delle guardie del tempio e i sadducei, 2 irritati per il fatto che essi insegnavano al popolo e annunciavano in Gesù la risurrezione dai morti. 3 Li arrestarono e li misero in prigione fino al giorno dopo, dato che ormai era sera. 4 Molti però di quelli che avevano ascoltato la Parola credettero e il numero degli uomini raggiunse circa i cinquemila. 5 Il giorno dopo si riunirono in Gerusalemme i loro capi, gli anziani e gli scribi, 6 il sommo sacerdote Anna, Caifa, Giovanni, Alessandro e quanti appartenevano a famiglie di sommi sacerdoti. 7 Li fecero comparire davanti a loro e si misero a interrogarli: "Con quale potere o in quale nome voi avete fatto questo?". 8 Allora Pietro, colmato di Spirito Santo, disse loro: "Capi del popolo e anziani, 9 visto che oggi veniamo interrogati sul beneficio recato a un uomo infermo, e cioè per mezzo di chi egli sia stato salvato, 10 sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d'Israele: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti, costui vi sta innanzi risanato. 11 Questo Gesù è la pietra, che è stata scartata da voi, costruttori, e che è diventata la pietra d'angolo. 12 In nessun altro c'è salvezza; non vi è infatti, sotto il cielo, altro nome dato agli uomini, nel quale è stabilito che noi siamo salvati". 13 Vedendo la franchezza di Pietro e di Giovanni e rendendosi conto che erano persone semplici e senza istruzione, rimanevano stupiti e li riconoscevano come quelli che erano stati con Gesù. 14 Vedendo poi in piedi, vicino a loro, l'uomo che era stato guarito, non sapevano che cosa replicare. 15 Li fecero uscire dal sinedrio e si misero a consultarsi fra loro 16 dicendo: "Che cosa dobbiamo fare a questi uomini? Un segno evidente è avvenuto per opera loro; esso è diventato talmente noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme che non possiamo negarlo. 17 Ma perchè non si divulghi maggiormente tra il popolo, proibiamo loro con minacce di parlare ancora ad alcuno in quel nome". 18 Li richiamarono e ordinarono loro di non parlare in alcun modo nè di insegnare nel nome di Gesù. 19 Ma Pietro e Giovanni replicarono: "Se sia giusto dinanzi a Dio obbedire a voi invece che a Dio, giudicatelo voi. 20 Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato". 21 Quelli allora, dopo averli ulteriormente minacciati, non trovando in che modo poterli punire, li lasciarono andare a causa del popolo, perchè tutti glorificavano Dio per l'accaduto. 22 L'uomo infatti nel quale era avvenuto questo miracolo della guarigione aveva più di quarant'anni.

4:1 4:1 ORA, mentre essi parlavano al popolo, i sacerdoti, e il capo del tempio, e i Sadducei, soproaggiunsero loro. 2 4:2 essendo molto crucciosi, perche' ammaestravano il popolo, ed annunziavano in Gesu' la risurrezione de' morti. 3 4:3 E misero loro le mani addosso, e li posero in proigione, fino al giorno seguente, perciocche' gia' era sera. 4 4:4 Or molti di coloro che aveano udita la parola credettero. e il numero degli uomini divenne intorno a cinquemila. 5 4:5 E il di' seguente, i rettori, anziani, e Scribi, si rau-narono in Gerusalemme. 6 4:6 insieme con Anna, sommo sacerdote. e Caiafa, e Giovanni, ed Alessandro, e tutti quelli che erano del legnaggio sacerdotale. 7 4:7 E fatti comparir quivi in mezzo Pietro e Giovanni, domandaron loro: Con qual podesta', o in nome di chi avete voi fatto questo? 8 4:8 Allora Pietro, ripieno dello Spirito Santo, disse loro: Rettori del popolo, ed anziani d'Israele. 9 4:9 poiche' oggi noi siamo esaminati intorno ad un beneficio fatto ad un uomo infermo, per saper come egli e' stato sanato. 10 4:10 sia noto a tutti voi, ed a tutto il popolo d'Israele, che cio' e' stato fatto nel nome di Gesu' Cristo il Naza-reo, che voi avete crocifisso, e il quale Iddio ha suscitato da' morti. in virtu' d'esso comparisce quest'uomo in piena sanita' in proesenza vostra. 11 4:11 Esso e' quella pietra, che e' stata da voi edificatori sproezzata, la quale e' divenuta il capo del cantone. 12 4:12 E in niun altro e' la salute. poiche' non vi e' alcun altro nome sotto il cielo, che sia dato agli uomini, per lo quale ci convenga esser salvati. 13 4:13 Or essi, veduta la franchezza di Pietro e di Giovanni. ed avendo inteso ch'erano uomini senza lettere, e idioti, si maravigliavano, e riconoscevan bene che erano stati con Gesu'. 14 4:14 E veggendo quell'uomo ch'era stato guarito quivi proesente con loro, non potevano dir nulla incontro. 15 4:15 Ed avendo lor comandato di uscire dal concistoro, conferivan fra loro, dicendo: 16 4:16 Che faremo a questi uomini? poiche' egli e' noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme che un evidente miracolo e' da loro stato fatto. e noi nol possiamo negare. 17 4:17 Ma, acciocche' questo non si spanda maggiormente fra il popolo, divietiam loro con severe minacce, che non parlino piu' ad alcun uomo in questo nome. 18 4:18 Ed avendoli chiamati, ingiunser loro che del tutto non parlassero, e non insegnassero nel nome di Gesu'. 19 4:19 Ma Pietro, e Giovanni, rispondendo, dissero loro: Giudicate voi, s'egli e' giusto nel cospetto di Dio, di ubbidire a voi, anzi che a Dio. 20 4:20 Poiche', quant'e' a noi, non possiam non parlare le cose che abbiam vedute, ed udite. 21 4:21 Ed essi, minacciatili di nuovo, li lasciarono andare, non trovando nulla da poterli castigare, per cagion del popolo. poiche' tutti glorificavano Iddio di cio' ch'era stato fatto. 22 4:22 Perciocche' l'uomo, in cui era stato fatto quel miracolo della guarigione, era d'eta' di piu' di quarantanni.

4:1 4:1 Or mentr'essi parlavano al popolo, i sacerdoti e il capitano del tempio e i Sadducei soproaggiunsero, 2 4:2 essendo molto crucciati perchè ammaestravano il popolo e annunziavano in Gesu' la risurrezione dei morti. 3 4:3 E misero loro le mani addosso, e li posero in proigione fino al giorno seguente, perchè gia' era sera. 4 4:4 Ma molti di coloro che aveano udito la Parola, credettero. e il numero degli uomini sali' a circa cinquemila. 5 4:5 E il di' seguente, i loro capi, con gli anziani e gli scribi, si radunarono in Gerusalemme, 6 4:6 con Anna, il sommo sacerdote, e Caia'fa, e Giovanni, e Alessandro e tutti quelli che erano della famiglia dei sommi sacerdoti. 7 4:7 E fatti comparir quivi in mezzo Pietro e Giovanni, domandarono: Con qual potesta', o in nome di chi avete voi fatto questo? 8 4:8 Allora Pietro, ripieno dello Spirito Santo, disse loro: Rettori del popolo ed anziani, 9 4:9 se siamo oggi esaminati circa un beneficio fatto a un uomo infermo, per sapere com'e' che quest'uomo e' stato guarito, 10 4:10 sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d'Israele che cio' e' stato fatto nel nome di Gesu' Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso, e che Dio ha risuscitato dai morti. in virtu' d'esso quest'uomo comparisce guarito, in proesenza vostra. 11 4:11 Egli e' la pietra che e' stata da voi edificatori sproezzata, ed e' divenuta la pietra angolare. 12 4:12 E in nessun altro e' la salvezza. poichè non v'e' sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini, per il quale noi abbiamo ad esser salvati. 13 4:13 Or essi, veduta la franchezza di Pietro e di Giovanni, e avendo capito che erano popolani senza istruzione, si maravigliavano e riconoscevano che erano stati con Gesu'. 14 4:14 E vedendo l'uomo ch'era stato guarito, quivi proesente con loro, non potevano dir nulla contro. 15 4:15 Ma quand'ebbero comandato loro di uscire dal concistoro, conferiron fra loro dicendo: 16 4:16 Che faremo a questi uomini? Che un evidente miracolo sia stato fatto per loro mezzo, e' noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme, e noi non lo possiamo negare. 17 4:17 Ma affinchè cio' non si sparga maggiormente fra il popolo, divietiam loro con minacce che non parlino piu' ad alcuno in questo nome. 18 4:18 E avendoli chiamati, ingiunsero loro di non parlare nè insegnare affatto nel nome di Gesu'. 19 4:19 Ma Pietro e Giovanni, rispondendo, dissero loro: Giudicate voi se e' giusto, nel cospetto di Dio, di ubbidire a voi anzi che a Dio. 20 4:20 Poichè, quanto a noi, non possiamo non parlare delle cose che abbiam vedute e udite. 21 4:21 Ed essi, minacciatili di nuovo, li lasciarono andare, non trovando nulla da poterli castigare, per cagion del popolo. perchè tutti glorificavano Iddio per quel ch'era stato fatto. 22 4:22 Poichè l'uomo in cui questo miracolo della guarigione era stato compiuto, avea piu' di quarantanni.

4:1 4:1 Mentre essi parlavano al popolo, giunsero i sacerdoti, il capitano del tempio e i sadducei, 2 4:2 indignati perchè essi insegnavano al popolo e annunziavano in Gesù la risurrezione dai morti. 3 4:3 Misero loro le mani addosso, e li gettarono in proigione fino al giorno seguente, perchè era già sera. 4 4:4 Ma molti di coloro che avevano udito la Parola credettero. e il numero degli uomini salò a circa cinquemila. 5 4:5 Il giorno seguente, i loro capi, con gli anziani e gli scribi, si riunirono a Gerusalemme, 6 4:6 con Anna, il sommo sacerdote, Caiafa, Giovanni, Alessandro e tutti quelli che appartenevano alla famiglia dei sommi sacerdoti. 7 4:7 E, fatti condurre in mezzo a loro Pietro e Giovanni, domandarono: 'Con quale potere o in nome di chi avete fatto questo?'. 8 4:8 Allora Pietro, pieno di Spirito Santo, disse loro: 'Capi del popolo e anziani, 9 4:9 se oggi siamo esaminati a proposito di un beneficio fatto a un uomo infermo, per sapere com'è che quest'uomo è stato guarito, 10 4:10 sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d'Israele che questo è stato fatto nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, che voi avete crocifisso, e che Dio ha risuscitato dai morti. è per la sua virtù che quest'uomo compare guarito, in proesenza vostra. 11 4:11 Egli è la pietra che è stata da voi costruttori rifiutata, ed è divenuta la pietra angolare. 12 4:12 In nessun altro è la salvezza. perchè non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati'. 13 4:13 Essi, vista la franchezza di Pietro e di Giovanni, si meravigliavano, avendo capito che erano popolani senza istruzione. riconoscevano che erano stati con Gesù e, 14 4:14 vedendo l'uomo che era stato guarito, lò proesente con loro, non potevano dir niente in contrario. 15 4:15 Ma, dopo aver ordinato loro di uscire dal sinedrio, si consultarono gli uni gli altri dicendo: 16 4:16 'Che faremo a questi uomini? Che un evidente miracolo sia stato fatto per mezzo di loro, è noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme, e noi non possiamo negarlo. 17 4:17 Ma, affinchè ciò non si diffonda maggiormente tra il popolo, ordiniamo loro con minacce di non parlar più a nessuno nel nome di costui'. 18 4:18 E, avendoli chiamati, imposero loro di non parlare nè insegnare affatto nel nome di Gesù. 19 4:19 Ma Pietro e Giovanni risposero loro: 'Giudicate voi se è giusto, davanti a Dio, ubbidire a voi anzichè a Dio. 20 4:20 Quanto a noi, non possiamo non parlare delle cose che abbiamo viste e udite'. 21 4:21 Ed essi, minacciatili di nuovo, li lasciarono andare, non trovando assolutamente come poterli punire, a causa del popolo. perchè tutti glorificavano Dio per quello che era accaduto. 22 4:22 Infatti l'uomo in cui questo miracolo della guarigione era stato compiuto aveva più di quarantanni.

4:1 4:1 Ora, mentre essi parlavano al popolo, i sacerdoti, il comandante del tempio e i sadducei piombarono su di loro, 2 4:2 indignati perchè ammaestravano il popolo e annunziavano in Gesù la risurrezione dai morti. 3 4:3 E misero loro le mani addosso e li gettarono in proigione fino al giorno seguente, perchè era già sera. 4 4:4 Or molti di coloro che avevano udito la parola credettero. e il numero degli uomini raggiunse circa i cinquemila. 5 4:5 Il giorno dopo i capi, gli anziani e gli scribi si radunarono in Gerusalemme, 6 4:6 insieme con Anna, sommo sacerdote, e con Caiafa, Giovanni, Alessandro e tutti quelli che appartenevano alla parentela dei sommi sacerdoti. 7 4:7 E, fatti comparire là in mezzo Pietro e Giovanni, domandarono loro: ’Con quale potere o in nome di chi avete fatto questo?'. 8 4:8 Allora Pietro, ripieno di Spirito Santo, disse loro: ’Capi del popolo e anziani d’Israele, 9 4:9 se oggi noi siamo giudicati intorno ad un beneficio fatto a un uomo infermo, per sapere come egli è stato guarito, 10 4:10 sia noto a tutti voi e a tutto il popolo d’Israele che ciò è stato fatto nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti. in virtù di lui compare davanti a voi quest’uomo completamente guarito. 11 4:11 Questi è la pietra che è stata da voi edificatori rigettata e che è divenuta la testata d’angolo. 12 4:12 E in nessun altro vi è la salvezza, poichè non c’è alcun altro nome sotto il cielo che sia dato agli uomini, per mezzo del quale dobbiamo essere salvati'. 13 4:13 Or essi, vista la franchezza di Pietro e di Giovanni e avendo capito che erano uomini illetterati e senza istruzione, si meravigliavano e riconoscevano che erano stati con Gesù. 14 4:14 Vedendo poi in piedi accanto a loro l’uomo che era stato guarito, non potevano dire nulla contro. 15 4:15 E, dopo aver comandato loro di uscire dal sinedrio, si consultarono fra loro, 16 4:16 dicendo: ’Che faremo a questi uomini? Perchè è noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme che un evidente miracolo è stato fatto da loro, e noi non lo possiamo negare. 17 4:17 ma affinchè questo non si divulghi maggiormente fra il popolo, imponiamo loro con severe minacce di non parlare più a nessun uomo in questo nome'. 18 4:18 E, chiamatili, comandarono loro di non parlare affatto, nè di insegnare nel nome di Gesù. 19 4:19 Ma Pietro e Giovanni, rispondendo loro, dissero: ’Giudicate voi, se è giusto davanti a Dio ubbidire a voi, piuttosto che a Dio. 20 4:20 Poichè, quanto a noi, non possiamo non parlare delle cose che abbiamo visto e udito'. 21 4:21 Ed essi, minacciatili di nuovo, li lasciarono andare, non trovando alcun modo per poterli punire, a motivo del popolo, poichè tutti glorificavano Dio per ciò che era accaduto. 22 4:22 Infatti l’uomo, in cui si era prodotta quella guarigione miracolosa, aveva più di quarantanni.

4:1 Dio, dopo aver risuscitato il suo servo, l'ha mandato prima di tutto a voi per portarvi la benedizione e perchè ciascuno si converta dalle sue iniquità"". 2 Stavano ancora parlando al popolo, quando sopraggiunsero i sacerdoti, il capitano del tempio e i sadducei, 3 irritati per il fatto che essi insegnavano al popolo e annunziavano in Gesù la risurrezione dai morti. 4 Li arrestarono e li portarono in prigione fino al giorno dopo, dato che era ormai sera. 5 Molti però di quelli che avevano ascoltato il discorso credettero e il numero degli uomini raggiunse circa i cinquemila. 6 Il giorno dopo si radunarono in Gerusalemme i capi, gli anziani e gli scribi, 7 il sommo sacerdote Anna, Caifa, Giovanni, Alessandro e quanti appartenevano a famiglie di sommi sacerdoti. 8 Fattili comparire davanti a loro, li interrogavano: ""Con quale potere o in nome di chi avete fatto questo?"". 9 Allora Pietro, pieno di Spirito Santo, disse loro: ""Capi del popolo e anziani, 10 visto che oggi veniamo interrogati sul beneficio recato ad un uomo infermo e in qual modo egli abbia ottenuto la salute, 11 la cosa sia nota a tutti voi e a tutto il popolo d'Israele: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, che voi avete crocifisso e che Dio ha risuscitato dai morti, costui vi sta innanzi sano e salvo. 12 Questo Gesù è la pietra che, scartata da voi, costruttori, è diventata testata d'angolo. 13 In nessun altro c'è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale sia stabilito che possiamo essere salvati"". 14 Vedendo la franchezza di Pietro e di Giovanni e considerando che erano senza istruzione e popolani, rimanevano stupefatti riconoscendoli per coloro che erano stati con Gesù; 15 quando poi videro in piedi vicino a loro l'uomo che era stato guarito, non sapevano che cosa rispondere. 16 Li fecero uscire dal sinedrio e si misero a consultarsi fra loro dicendo: 17 ""Che dobbiamo fare a questi uomini? Un miracolo evidente è avvenuto per opera loro; esso è diventato talmente noto a tutti gli abitanti di Gerusalemme che non possiamo negarlo. 18 Ma perchè la cosa non si divulghi di più tra il popolo, diffidiamoli dal parlare più ad alcuno in nome di lui"". 19 E, richiamatili, ordinarono loro di non parlare assolutamente nè di insegnare nel nome di Gesù. 20 Ma Pietro e Giovanni replicarono: ""Se sia giusto innanzi a Dio obbedire a voi più che a lui, giudicatelo voi stessi; 21 noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato"". 22 Quelli allora, dopo averli ulteriormente minacciati, non trovando motivi per punirli, li rilasciarono a causa del popolo, perchè tutti glorificavano Dio per l'accaduto.

Mappa

Commento di un santo

Secondo il senso letterale la perfetta età dell'uomo pone ostacolo insuperabile ai calunniatori; allegoricamente invece il popolo d'Israele non soltanto durante i quaranta anni di deserto, disprezzata la manna, ricercava la sozzura degli Egiziani (cf. Nm 11, 46; 21, 5), ma anche nella terra promessa vacillava sempre tra il culto del Signore e degli idoli. Se poi il numero quaranta significa la pienezza di ambedue le Leggi (infatti quattro per dieci fa quaranta), chi trasgredisce l'una e l'altra giacendo malato, supera nel male, per così dire, la perfezione di quaranta anru.

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-1°sabato dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(At 4,13-21)}; (At 4,13-21)}; (sal 118,1-1.118,14-21)}; (mc 16,9-15)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia