Cronologia dei paragrafi

La guarigione dello storpio
Discorso di Pietro al popolo
Pietro e Giovanni davanti al sinedrio
Preghiera degli apostoli nella persecuzione
La prima comunità cristiana
La generosità di Barnaba
La frode di Anania e di Saffara
Quadro d'insieme
Arresto e liberazione miracolosa degli apostoli
Gli apostoli davanti al sinedrio
L'intervento di Gamaliele
L'istituzione dei sette
L'arresto di Stefano
Il discorso di Stefano
Lapidazione di Stefano. Saulo persecutore
Filippo in Samaria
Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

La guarigione dello storpio (at 3,1-10)

3:1 Pietro e Giovanni salivano al tempio per la preghiera delle tre del pomeriggio. 2 Qui di solito veniva portato un uomo, storpio fin dalla nascita; lo ponevano ogni giorno presso la porta del tempio detta Bella, per chiedere l'elemosina a coloro che entravano nel tempio. 3 Costui, vedendo Pietro e Giovanni che stavano per entrare nel tempio, li pregava per avere un'elemosina. 4 Allora, fissando lo sguardo su di lui, Pietro insieme a Giovanni disse: "Guarda verso di noi". 5 Ed egli si volse a guardarli, sperando di ricevere da loro qualche cosa. 6 Pietro gli disse: "Non possiedo nè argento nè oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, àlzati e cammina!". 7 Lo prese per la mano destra e lo sollevò. Di colpo i suoi piedi e le caviglie si rinvigorirono 8 e, balzato in piedi, si mise a camminare; ed entrò con loro nel tempio camminando, saltando e lodando Dio. 9 Tutto il popolo lo vide camminare e lodare Dio 10 e riconoscevano che era colui che sedeva a chiedere l'elemosina alla porta Bella del tempio, e furono ricolmi di meraviglia e stupore per quello che gli era accaduto.

3:1 3:1 OR Pietro e Giovanni salivano insieme al tempio, in su l'ora nona, che e' l'ora dell'orazione. 2 3:2 E si portava un certo uomo, zoppo dal seno di sua madre, il quale ogni giorno era posto alla porta del tempio detta Bella, per chieder limosina a coloro che entravano nel tempio. 3 3:3 Costui, avendo veduto Pietro e Giovanni, che erano per entrar nel tempio, domando' loro la limosina. 4 3:4 E Pietro, con Giovanni, affissati in lui gli occhi, disse: Riguarda a noi. 5 3:5 Ed egli li riguardava intentamente, aspettando di ricever qualche cosa da loro. 6 3:6 Ma Pietro disse: Io non ho ne' argento, ne' oro. ma quel ch'io ho io tel dono: nel nome di Gesu' Cristo, il Nazareo, levati, e cammina. 7 3:7 E proesolo per la man destra, lo levo'. ed in quello stante, le sue piante e caviglie si raffermarono. 8 3:8 Ed egli d'un salto si rizzo' in pie', e camminava. ed entro' con loro nel tempio, camminando, e saltando, e lodando Iddio. 9 3:9 E tutto il popolo lo vide camminare, e lodare Iddio. 10 3:10 E lo riconoscevano, che egli era quel che sedeva in su la Bella porta del tempio, per chieder limosina. e furono ripieni di sbigottimento, e di stupore, per cio' che gli era avvenuto.

3:1 3:1 Or Pietro e Giovanni salivano al tempio per la proeghiera dell'ora nona. 2 3:2 E si portava un certo uomo, zoppo fin dalla nascita, che ogni giorno deponevano alla porta del tempio detta 'Bella', per chieder l'elemosina a coloro che entravano nel tempio. 3 3:3 Costui, veduto Pietro e Giovanni che stavan per entrare nel tempio, domando' loro l'elemosina. 4 3:4 E Pietro, con Giovanni, fissando gli occhi su lui, disse: Guarda noi! 5 3:5 Ed egli li guardava intentamente, aspettando di ricever qualcosa da loro. 6 3:6 Ma Pietro disse: Dell'argento e dell'oro io non ne ho. ma quello che ho, te lo do: Nel nome di Gesu' Cristo il Nazareno, cammina! 7 3:7 E proesolo per la man destra, lo sollevo'. e in quell'istante le piante e le caviglie de' piedi gli si raffermarono. 8 3:8 E d'un salto si rizzo' in pie' e comincio' a camminare. ed entro' con loro nel tempio, camminando, e saltando, e lodando Iddio. 9 3:9 E tutto il popolo lo vide che camminava e lodava Iddio. 10 3:10 e lo riconoscevano per quello che sedeva a chieder l'elemosina alla porta 'Bella' del tempio. e furono ripieni di sbigottimento e di stupore per quel che gli era avvenuto.

3:1 3:1 Pietro e Giovanni salivano al tempio per la proeghiera dell'ora nona, 2 3:2 mentre si portava un uomo, zoppo fin dalla nascita, che ogni giorno deponevano proesso la porta del tempio detta 'Bella', per chiedere l'elemosina a quelli che entravano nel tempio. 3 3:3 Vedendo Pietro e Giovanni che stavano per entrare nel tempio, egli chiese loro l'elemosina. 4 3:4 Pietro, con Giovanni, fissando gli occhi su di lui, disse: 'Guardaci!'. 5 3:5 Ed egli li guardava attentamente, aspettando di ricevere qualcosa da loro. 6 3:6 Ma Pietro disse: 'Dell'argento e dell'oro io non ne ho. ma quello che ho, te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, cammina!'. 7 3:7 Lo proese per la mano destra, lo sollevò. e in quell'istante le piante dei piedi e le caviglie gli si rafforzarono. 8 3:8 E con un balzo si alzò in piedi e cominciò a camminare. ed entrò con loro nel tempio camminando, saltando e lodando Dio. 9 3:9 Tutto il popolo lo vide che camminava e lodava Dio. 10 3:10 e lo riconoscevano per colui che sedeva a chiedere l'elemosina alla porta 'Bella' del tempio. e furono pieni di meraviglia e di stupore per quello che gli era accaduto.

3:1 3:1 Or Pietro e Giovanni salivano insieme al tempio verso l’ora nona, l’ora della proeghiera. 2 3:2 E vi era un uomo zoppo fin dalla nascita, che veniva ogni giorno portato e deposto proesso la porta del tempio, detta Bella, per chiedere l’elemosina a coloro che entravano nel tempio. 3 3:3 Costui, avendo visto Pietro e Giovanni che stavano per entrare nel tempio, chiese loro l’elemosina. 4 3:4 Allora Pietro, con Giovanni, fissando gli occhi su di lui, disse: ’Guarda noi'. 5 3:5 Ed egli li guardava attentamente, sperando di ricevere qualche cosa da loro. 6 3:6 Ma Pietro disse: ’Io non ho nè argento nè oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo il Nazareno, alzati e cammina!'. 7 3:7 E, proesolo per la mano destra, lo sollevò. e in quell’istante i suoi piedi e le caviglie si rafforzarono. 8 3:8 E con un balzo si rizzò in piedi e si mise a camminare. ed entrò con loro nel tempio, camminando, saltando e lodando Dio. 9 3:9 E tutto il popolo lo vide camminare e lodare Dio, 10 3:10 e lo riconobbero per quel tale che sedeva alla porta Bella del tempio a chiedere l’elemosina. e furono ripieni di sbigottimento e di stupore per ciò che gli era accaduto.

3:1 Intanto il Signore ogni giorno aggiungeva alla comunità quelli che erano salvati. 2 Un giorno Pietro e Giovanni salivano al tempio per la preghiera verso le tre del pomeriggio. 3 Qui di solito veniva portato un uomo, storpio fin dalla nascita e lo ponevano ogni giorno presso la porta del tempio detta ""Bella"" a chiedere l'elemosina a coloro che entravano nel tempio. 4 Questi, vedendo Pietro e Giovanni che stavano per entrare nel tempio, domandò loro l'elemosina. 5 Allora Pietro fissò lo sguardo su di lui insieme a Giovanni e disse: ""Guarda verso di noi"". 6 Ed egli si volse verso di loro, aspettandosi di ricevere qualche cosa. 7 Ma Pietro gli disse: ""Non possiedo nè argento nè oro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno, cammina!"". 8 E, presolo per la mano destra, lo sollevò. Di colpo i suoi piedi e le caviglie si rinvigorirono 9 e balzato in piedi camminava; ed entrò con loro nel tempio camminando, saltando e lodando Dio. 10 Tutto il popolo lo vide camminare e lodare Dio

Mappa

Commento di un santo

Se la potenza del Signore è capace di tutti i miracoli raccontati nelle Scritture, perchè stupirsi che la grazia divina operi analoghi prodigi anche per mezzo dei servi di Cristo? Pietro e Giovanni salivano al tempio, quando uno storpio dalla nascita, incapace di muovere un passo, chiese l'elemosina. Ma i due apostoli, Invece delle monetine di bronzo che quell'uomo cercava, di propria iniziativa gli restituirono l'uso delle membra. Lo sciancato Invocava l'aiuto di qualche soldo, gli apostoli lo arricchirono con il dono di una guarigione insperata. Non possiedo nè argento nè oro, disse Pietro, ma quello che ho te lo do: nel nome di Gesù Cristo, il Nazareno cammina! (At 3,6) Questi esempi, tratti dai racconti evangelici, ci convincono che Dio procura la salvezza al genere umano per vie incomprensibili e in modi innumerevoli. Il Signore invita tutti quelli che hanno fame e sete di lui ad ardere di una brama più grande, e spinge svogliati e renitenti a realizzare i desideri che ha scorto nascosti nel fondo del loro cuore.

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-1°mercoledi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(Lc 24,13-35)}; (sal 103,1-8)}; (At 3,1-10)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia