Cronologia dei paragrafi

Le prime conversioni
La prima comunità cristiana
La guarigione dello storpio
Discorso di Pietro al popolo
Pietro e Giovanni davanti al sinedrio
Preghiera degli apostoli nella persecuzione
La prima comunità cristiana
La generosità di Barnaba
La frode di Anania e di Saffara
Quadro d'insieme
Arresto e liberazione miracolosa degli apostoli
Gli apostoli davanti al sinedrio
L'intervento di Gamaliele
L'istituzione dei sette
L'arresto di Stefano
Il discorso di Stefano
Lapidazione di Stefano. Saulo persecutore
Filippo in Samaria
Simone il mago
Filippo battezza un ministro etiope
La vocazione di Saulo
Predicazione di Saulo a Damasco
Visita di Saulo a Gerusalemme
Periodo di tranquillita
Pietro guarisce a Lidda
Pietro risuscita una donna a Giaffa
Pietro si reca da un centurione romano
Discorso di Pietro presso Cornelio
Il battesimo dei primi pagani
A Gerusalemme, Pietro giustifica la sua condotta
Fondazione della chiesa di Antiochia
Barnaba e Saulo a Gerusalemme
Arresto di Pietro e sua liberazione miracolosa
La morte del persecutore
Barnaba e Saulo ritornano ad Antiochia
L'invio in missione
A Cipro, il mago Elimas
Arrivo ad Antiochia di Pisidia
La predicazione di Paolo davanti ai Giudei
Paolo e Barnaba si rivolgono ai pagani
Evangelizzazione di Iconio
Guarigione di un paralizzato
Fine della missione
Controversia ad Antiochia
Controversia a Gerusalemme
Il discorso di Pietro
Il discorso di Giacomo
La lettera apostolica
I delegati di Antiochia
Paolo si separa da Barnaba è si aggrega Sila
In Licaonia Paolo si aggrega Timoteo
Traversata dell'Asia Minore
L'arrivo a Filippi
Paolo e Sila in prigione
Liberazione miracolosa dei missionari
A Tessalonica. Difficoltà con i Giudei
Nuove difficoltà a Beria
Paolo ad Atene
Discorso di Paolo davanti all'Areopago
Fondazione della chiesa di Corinto
Paolo tradotto in tribunale dai Giudei
Ritorno ad Antiochia è partenza per il terzo viaggio
Apollo
I seguaci di Giovanni a efeso
Fondazione della chiesa di efeso
Gli esorcisti giudei
I progetti di Paolo
A Efeso. La sommossa degli orefici
Paolo abbandona efeso
A Triade Paolo risuscita un morto
Da Triade a Mileto
Addio agli anziani di efeso
La salita a Gerusalemme
Arrivo di Paolo a Gerusalemme
L'arresto di Paolo
Arringa di Paolo ai giudei di Gerusalemme
Paolo cittadino romano
Comparsa davanti al sinedrio
Complotto dei giudei contro Paolo
Trasferimento di Paolo a Cesarea
Il processo davanti a Felice
Discorso di Paolo davanti al governatore romano
La cAttivitàdi Paolo è Cesarea
Paolo si appella a Cesare
Paolo compare davanti al re Agrippa
Discorso di Paolo davanti al re Agrippa
Reazioni dell'uditorio
La partenza per Roma
La tempesta e il naufragio
Soggiorno a Malta
Da Malta a Roma
Presa di contatto con i Giudei di Roma
Dichiarazione di Paolo ai Giudei di Roma
Epilogo

Le prime conversioni (at 2,37-41)

2:37 All'udire queste cose si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: "Che cosa dobbiamo fare, fratelli?". 38 E Pietro disse loro: "Convertitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro". 40 Con molte altre parole rendeva testimonianza e li esortava: "Salvatevi da questa generazione perversa!". 41 Allora coloro che accolsero la sua parola furono battezzati e quel giorno furono aggiunte circa tremila persone.

2:37 2:37 OR essi, avendo udite queste cose, furon compunti nel cuore, e dissero a Pietro, ed agli altri apostoli: Fratelli, che dobbiam fare? 38 2:38 E Pietro disse loro: Ravvedetevi, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesu' Cristo, in remission de' peccati. e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 2:39 Perciocche' a voi e' fatta la promessa, ed a' vostri figliuoli, ed a coloro che verranno per molto tempo approesso. a quanti il Signore Iddio nostro ne chiamera'. 40 2:40 E con molte parole protestava loro, e li confortava, dicendo: Salvatevi da questa perversa generazione. 41 2:41 Coloro adunque, i quali volonterosamente ricevettero la sua parola, furono battezzati. e in quel giorno furono aggiunte intorno a tremila persone.

2:37 2:37 Or essi, udite queste cose, furon compunti nel cuore, e dissero a Pietro e agli altri apostoli: Fratelli, che dobbiam fare? 38 2:38 E Pietro a loro: Ravvedetevi, e ciascun di voi sia battezzato nel nome di Gesu' Cristo, per la remission de' vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 2:39 Poichè per voi e' la promessa, e per i vostri figliuoli, e per tutti quelli che son lontani, per quanti il Signore Iddio nostro ne chiamera'. 40 2:40 E con molte altre parole li scongiurava e li esortava dicendo: Salvatevi da questa perversa generazione. 41 2:41 Quelli dunque i quali accettarono la sua parola, furon battezzati. e in quel giorno furono aggiunte a loro circa tremila persone.

2:37 2:37 Udite queste cose, essi furono compunti nel cuore, e dissero a Pietro e agli altri apostoli: 'Fratelli, che dobbiamo fare?'. 38 2:38 E Pietro a loro: 'Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo, per il perdono dei vostri peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 2:39 Perchè per voi è la promessa, per i vostri figli, e per tutti quelli che sono lontani, per quanti il Signore, nostro Dio, ne chiamerà'. 40 2:40 E con molte altre parole li scongiurava e li esortava, dicendo: 'Salvatevi da questa perversa generazione'. 41 2:41 Quelli che accettarono la sua parola furono battezzati. e in quel giorno furono aggiunte a loro circa tremila persone.

2:37 2:37 Or essi, udite queste cose, furono compunti nel cuore e chiesero a Pietro e agli apostoli: ’Fratelli, che dobbiamo fare?'. 38 2:38 Allora Pietro disse loro: ’Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 2:39 Poichè la promessa è per voi e per i vostri figli e per tutti coloro che sono lontani, per quanti il Signore Dio nostro ne chiamerà'. 40 2:40 E con molte altre parole li scongiurava e li esortava, dicendo: ’Salvatevi da questa perversa generazione'. 41 2:41 Quelli dunque che ricevettero la sua parola lietamente furono battezzati. in quel giorno furono aggiunte circa tremila persone.

2:37 All'udir tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a Pietro e agli altri apostoli: ""Che cosa dobbiamo fare, fratelli?"". 38 E Pietro disse: ""Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. 39 Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro"". 40 Con molte altre parole li scongiurava e li esortava: ""Salvatevi da questa generazione perversa"". 41 Allora quelli che accolsero la sua parola furono battezzati e quel giorno si unirono a loro circa tremila persone.

Mappa

Commento di un santo

Due cose sono riservate esclusivamente a Dio: l'onore della confessione e il potere della remissione. A lui noi dobbiamo fare la nostra confessione, da lui dobbiamo aspettare la remissione. A Dio solo infatti spetta rimettere i peccati, e perciò solo a lui dobbiamo confessarli. Ma l'Onnipotente ha voluto prendersi una sposa piena di difetti, l'Altissimo si è preso una sposa di bassa condizione: di una serva ha fatto una regina, e colei che stava umilmente ai suoi piedi, l'ha posta al suo fianco. Dal suo fianco infatti è uscita la Chiesa: è lì che Cristo l'ha fidanzata a sè. E come tutto ciò che appartiene al Padre appartiene al Figlio,e tutto ciò che appartiene al Figlio appartiene al Padre, poichè per natura essi sono uno, così lo sposo ha dato alla sposa tutti i suoi beni, e ha voluto condividere tutto ciò che era della sposa, rendendola una cosa sola con se stesso e col Padre. ''Voglio dice il Figlio al Padre nella sua preghiera per la sposa che come io e tu siamo uno, così essi siano uno con noi' (cfr. Gv. 17, 21). Lo sposo dunque, che è uno col Padre e uno con la sposa, ha distrutto in lei tutto ciò che vi ha trovato di estraneo, inchiodandolo alla croce: ha portato i peccati di lei sul legno e attraverso il legno li ha annullati. Quello che è proprio alla natura della sposa, lo ha assunto e rivestito, quello che appartiene alla sua natura divina, ce lo ha dato in dono: ha infatti distrutto il diabolico, ha assunto l'umano, ha donato il divino, così che tutto ciò che è della sposa è anche dello sposo. Colui che non ha commesso peccato e nella cui bocca non troviamo inganno (cfr. 1. Piet. 2, 22), può ben dire allora: Pietà di me, Signore, sono sfinito, guarisci la mia anima, perchè ho peccato contro di te (Sal. 6, 3; 40, 5). Condivide così non solo ,la debolezza, ma anche il pianto: tutto è comune allo sposo e alla sposa, l'onore della confessione e il potere della remissione. Per questo il Signore dice: Va', presentati al sacerdote (Mt. 8,4)... La Chiesa dunque non può rimettere nulla senza Cristo, e Cristo non vuole rimettere nulla senza la Chiesa. La Chiesa non può rimettere nulla se non a chi è pentito, se non cioè a colui che Cristo ha prima toccato con la sua grazia. Cristo non vuole concedere il suo perdono a chi disprezza la Chiesa. Il Cristo onnipotente può tutto da se stesso: battezzare, consacrare l'Eucaristia, conferire gli ordini, rimettere i peccati, tutto insomma. Ma, sposo umile e fedele, non vuole fare nulla senza la sposa. Dunque, quello che Dio ha unito, l'uomo non lo separi (Ml. 19, 6). Questo mistero è grande: lo dico riguardo a Cristo e alla Chiesa (Ef. 5,32)... Bada di non separare il capo dal corpo; non impedire che Cristo esista tutto intero. Perchè Cristo non è mai intero senza la Chiesa, e la Chiesa non è mai intera senza Cristo. Infatti il Cristo totale, il Cristo perfetto, è capo e corpo insieme. Per questo Gesù dice: Nessuno è mai salito al cielo se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell'uomo che è in cielo (Gv. 3,13). E' soltanto quest'uomo che può rimetterei peccati.

Autore

Isacco

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia