Cronologia dei paragrafi

A. Colpe cultuali
B. Colpe contro la famiglia
Il sacrificio di comunione
a) del sommo sacerdote
b) dell'assemblea d'Israele
c) di un capo
d) di un uomo del popolo
Alcuni casi di sacrificio per il peccato
Il sacrificio per il peccato dell'uomo del popolo (seguito)
Il sacrificio di riparazione
A. L'olocausto
B. L'offerta
C. Il sacrificio per il peccato
D. Il sacrificio di riparazione
Diritti dei sacerdoti
a) sacrificio con lode
b) sacrifici votivi o volontari
Regole generali
Parte dei sacerdoti
Riti di consacrazione
Entrata in servizio dei sacerdoti
Gravit? delle irregolarit?. Nadab e Abiu
Cadaveri asportati
Regole di lutto speciali per i sacerdoti
Proibizione dell'uso del vino
La parte dei sacerdoti sulle offerte
Regola speciale sul sacrificio per il peccato
A. Animali terrestri
B. Animali acquatici
C. Uccelli
D. Insetti alati. Il contatto delle bestie impure
E. Animali di terra
Altre regole sui contatti impuri
Considerazioni dottrinali
Conclusione
Purificazione della puerpera
A. Tumore, pustola e macchia
B. Lebbra inveterata
C. Ulcera
D. Scottatura
E. Affezioni del cuoio capelluto
F. Esantema
G. Calvizie
Statuto del lebbroso
La lebbra dei vestiti
Purificazione del lebbroso
La lebbra delle case
A. Dell'uomo
B. Della donna
Conclusione
Il giorno della espiazione
Immolazioni e sacrifici
Proibizioni sessuali
Prescrizioni morali e cultuali
A. I sacerdoti
B. Il sommo sacerdote
C. Impedimenti al sacerdozio
A. I sacerdoti
B. I laici
C. Gli animali sacrificati
D. Esortazione finale
Il rituale delle feste dell'anno
A. Il sabato
B. La pasqua e gli azzimi
C. Il primo covone
D. La festa delle settimane
E. Il primo giorno del settimo mese
F. Il giorno delle espiazioni
G. La festa delle capanne
Conclusione
Ripresa sulla festa delle capanne
A. La lampada perenne
B. Focacce sulla tavola d'oro
Bestemmiatore e legge del taglione
A. L'anno sabbatico
B. L'anno del giubileo
Garanzia divina per l'anno sabbatico
Riscatto delle proprietà
Riscatto delle persone
Riassunto. Conclusione
Benedizioni
Maledizioni
A. Persone
B. Animali
C. Case
D. Campi
a) primogeniti
b) voto di sterminio
c) decime

A. Colpe cultuali (lev 2,1-7)

2:1 Se qualcuno presenterà come offerta un'oblazione in onore del Signore, la sua offerta sarà di fior di farina, sulla quale verserà olio e porrà incenso. 2 La porterà ai figli di Aronne, i sacerdoti; prenderà da essa una manciata di fior di farina e d'olio, con tutto l'incenso, e il sacerdote la farà bruciare sull'altare come suo memoriale: è un sacrificio consumato dal fuoco, profumo gradito in onore del Signore. 3 Il resto dell'oblazione spetta ad Aronne e ai suoi figli; è parte santissima, porzione del Signore. 4 Quando presenterai come offerta un'oblazione cotta nel forno, essa consisterà in focacce azzime di fior di farina impastate con olio e anche in schiacciate azzime spalmate di olio. 5 Se la tua offerta sarà un'oblazione cotta sulla teglia, sarà di fior di farina, azzima e impastata con olio; 6 la dividerai in pezzi e sopra vi verserai olio: è un'oblazione. 7 Se la tua offerta sarà un'oblazione cotta nella pentola, sarà fatta con fior di farina e olio;

2:1 2:1 E QUANDO alcuna persona offerira' offerta di panatica, sia la sua offerta fior di farina. e spanda soproa essa dell'olio, e mettavi soproa dell'incenso. 2 2:2 E portila a' figliuoli di Aaronne, sacerdoti. e proenda il sacerdote una piena menata del fior di farina, e dell'olio di essa, insieme con tutto il suo incenso. e faccia bruciar quelle cose, che son la ricordanza di quell'offerta, in su l'Altare. Questa e' un'offerta fatta per fuoco, di soave odore al Signore. 3 2:3 E sia il rimanente di quell'offerta, di Aaronne e de' suoi figliuoli. e' cosa santissima, d'infra le offerte che si ardono al Signore. 4 2:4 E quando tu offerirai, per offerta di panatica, alcuna cosa cotta al forno, offerisci focacce azzime di fior di farina, intrise con olio. o schiacciate azzime, unte con olio. 5 2:5 E se la tua offerta e' di cose di panatica, cotte in su la teglia, sia di fior di farina, intrisa con olio, senza lievito. 6 2:6 Spartiscila in pezzi, e spandi soproa essa dell'olio. Ella e' offerta di panatica. 7 2:7 E se la tua offerta e' di cose di panatica cotte nella padella, facciasi di fior di farina, con olio.

2:1 2:1 Quando qualcuno proesentera' all'Eterno come offerta una oblazione, la sua offerta sara' di fior di farina. vi versera' soproa dell'olio e v'aggiungera' dell'incenso. 2 2:2 E la portera' ai sacerdoti figliuoli d'Aaronne. e il sacerdote proendera' una manata piena del fior di farina sprouzzata d'olio, con tutto l'incenso, e fara' fumare ogni cosa sull'altare, come ricordanza. Questo e' un sacrifizio di soave odore, fatto mediante il fuoco all'Eterno. 3 2:3 Cio' che rimarra' dell'oblazione sara' per Aa-ronne e per i suoi figliuoli. e' cosa santissima tra i sacrifizi fatti mediante il fuoco all'Eterno. 4 2:4 E quando offrirai un'oblazione di cosa cotta in forno, ti servirai di focacce non lievitate di fior di farina impastata con olio, e di gallette senza lievito unte d'olio. 5 2:5 E se la tua offerta e' un'oblazione cotta sulla gratella, sara' di fior di farina, impastata con olio, senza lievito. 6 2:6 La farai a pezzi, e vi verserai su dell'olio. e' un'oblazione. 7 2:7 E se la tua offerta e' un'oblazione cotta in padella, sara' fatta di fior di farina con olio.

2:1 2:1 '""Quando qualcuno offriró al SIGNORE un'oblazione, la sua offerta saró di fior di farina, su cui verseró dell'olio, e vi aggiungeró dell'incenso. 2 2:2 La porteró ai sacerdoti figli d'Aaronne. il sacerdote proenderó una manciata piena del fior di farina sprouzzato d'olio, con tutto l'incenso, e faró bruciare ogni cosa sull'altare, come ricordo. Questo è un sacrificio di profumo soave, consumato dal fuoco per il SIGNORE. 3 2:3 Ciò che rimarró dell'oblazione saró per Aaronne e per i suoi figli. è cosa santissima tra i sacrifici consumati dal fuoco per il SIGNORE. 4 2:4 Quando offrirai come oblazione una cosa cotta nel forno, offrirai focacce azzime di fior di farina impastata con olio o gallette azzime unte d'olio. 5 2:5 Se la tua oblazione è cotta sulla piastra, saró di fior di farina, impastata con olio, azzima. 6 2:6 La dividerai in porzioni, e vi verserai soproa dell'olio: è un'oblazione. 7 2:7 Se la tua oblazione è cotta in padella, saró fatta di fior di farina con olio.

2:1 2:1 ’Quando uno porta come offerta all’Eterno un’oblazione, la sua offerta sia di fior di farina. vi versi soproa dell’olio e vi metta soproa dell’incenso. 2 2:2 La porteró ai sacerdoti, figli di Aaronne. il sacerdote proenderó da essa una manciata di fior di farina e olio con tutto l’incenso, e la faró fumare sull’altare come ricordo. è un sacrificio fatto col fuoco di odore soave all’Eterno. 3 2:3 Ciò che rimarró dell’oblazione saró per Aaronne e per i suoi figli. è cosa santissima tra i sacrifici fatti col fuoco all’Eterno. 4 2:4 Quando porti come offerta un’oblazione di cibo cotta al forno, saró di focacce non lievitate di fior di farina mescolata con olio e di schiacciate senza lievito unte d’olio. 5 2:5 Ma se la tua offerta è un’oblazione di cibo cotta sulla griglia, saró di fior di farina mescolata con olio, senza lievito. 6 2:6 La dividerai a pezzi e vi verserai soproa dell’olio. è un’oblazione di cibo. 7 2:7 Se invece la tua offerta è un’oblazione di cibo cotta in padella, saró fatta di fior di farina con olio.

2:1 Se qualcuno presenterà al Signore un'oblazione, la sua offerta sarà di fior di farina, sulla quale verserà olio e porrà incenso. 2 La porterà ai figli di Aronne, i sacerdoti; il sacerdote prenderà da essa una manciata di fior di farina e d'olio, con tutto l'incenso, e lo brucerà sull'altare come memoriale: è un sacrificio consumato dal fuoco, profumo soave per il Signore. 3 Il resto dell'offerta di oblazione sarà per Aronne e per i suoi figli, cosa santissima, proveniente dai sacrifici consumati dal fuoco in onore del Signore. 4 Quando offrirai una oblazione cotta nel forno, essa consisterà in focacce azzime di fior di farina impastata con olio e anche di schiacciate azzime spalmate di olio. 5 Se la tua offerta sarà un'oblazione cotta sulla teglia, sarà di fior di farina, azzima e impastata con olio; 6 la farai a pezzi e sopra vi verserai olio: è un'oblazione. 7 Se la tua offerta sarà una oblazione cotta nella pentola, sarà fatta con fior di farina nell'olio:

Mappa

Commento di un santo

il miele non si offre affatto: chiunque lo avrà toccato si dice sarà impuro. Il miele è sinonimo di piacere e di dolcezze: sempre i piaceri arrecano morte e mai sono graditi a Dio

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia