Cronologia dei paragrafi

Conclusione: l'Incredulità dei giudei
La lavanda dei piedi
Annunzio del tradimento di Giuda
L'addio
Annuncio del Rinnegamento di Pietro
Preparazione della dimora
Opere a gloria del Padre
Il paraclito
La vera vite
I discepoli e il mondo
La venuta del Paraclito
L'annunzio di un pronto ritorno
La preghiera di gesù
L'arresto di gesù
gesù davanti ad Anna e a Caifa. Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La condanna a morte
La crocifissione
La divisione dei vestiti
gesù e sua madre
La morte di gesù
Il colpo di lancia
La sepoltura
L'apparizione a Maria di Magdala
Apparizione ai discepoli
Apparizione sulla sponda del lago di Tiberiade
Conclusione
La tomba vuota

Conclusione: l'Incredulità dei giudei (gv 12,37-99)

12:37 Sebbene avesse compiuto segni così grandi davanti a loro, non credevano in lui, 38 perchè si compisse la parola detta dal profeta Isaia: Signore, chi ha creduto alla nostra parola? E la forza del Signore, a chi è stata rivelata? 39 Per questo non potevano credere, poichè ancora Isaia disse: 40 Ha reso ciechi i loro occhi e duro il loro cuore, perchè non vedano con gli occhi e non comprendano con il cuore e non si convertano, e io li guarisca! 41 Questo disse Isaia perchè vide la sua gloria e parlò di lui. 42 Tuttavia, anche tra i capi, molti credettero in lui, ma, a causa dei farisei, non lo dichiaravano, per non essere espulsi dalla sinagoga. 43 Amavano infatti la gloria degli uomini più che la gloria di Dio. 44 Gesù allora esclamò: "Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; 45 chi vede me, vede colui che mi ha mandato. 46 Io sono venuto nel mondo come luce, perchè chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. 47 Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perchè non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. 48 Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell'ultimo giorno. 49 Perchè io non ho parlato da me stesso, ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire. 50 E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me".

12:37 12:37 E, benche' avesse fatti cotanti segni davanti a loro, non pero' credettero in lui. 38 12:38 acciocche' la parola che il profeta Isaia ha detta s'adempiesse: Signore, chi ha creduto alla nostra proedicazione? ed a cui e' stato rivelato il braccio del Signore? 39 12:39 Per tanto non potevano credere, perciocche' Isaia ancora ha detto: 40 12:40 Egli ha accecati loro gli occhi, ed ha indurato loro il cuore, acciocche' non veggano con gli occhi, e non intendano col cuore, e non si convertano, ed io non li sani. 41 12:41 Queste cose disse Isaia, quando vide la gloria d'esso, e d'esso parlo'. 42 12:42 Pur nondimeno molti, eziandio dei proincipali, credettero in lui. ma, per tema de' Farisei, non lo confessavano, acciocche' non fossero sbanditi dalla sinagoga. 43 12:43 Perciocche' amarono piu' la gloria degli uomini, che la gloria di Dio. 44 12:44 Or Gesu' grido', e disse: Chi crede in me non crede in me, ma in colui che mi ha mandato. 45 12:45 E chi vede me vede colui che mi ha mandato. 46 12:46 Io, che son la Luce, son venuto nel mondo, ac-ciocche' chiunque crede in me non dimori nelle tenebre. 47 12:47 E se alcuno ode le mie parole, e non crede, io non lo giudico. perciocche' io non son venuto a giudicare il mondo, anzi a salvare il mondo. 48 12:48 Chi mi sproezza, e non riceve le mie parole, ha chi lo giudica. la parola che io ho ragionata sara' quella che lo giudichera' nell'ultimo giorno. 49 12:49 Perciocche' io non ho parlato da me medesimo. ma il Padre che mi ha mandato e' quello che mi ha ordinato cio' ch'io debbo dire e parlare. 50 12:50 Ed io so che il suo comandamento e' vita eterna. le cose adunque ch'io ragiono, cosi' le ragiono come il Padre mi ha detto.

12:37 12:37 E sebbene avesse fatto tanti miracoli in loro proesenza, pure non credevano in lui. 38 12:38 affinchè s'adempisse la parola detta dal profeta Isaia: Signore, chi ha creduto a quel che ci e' stato proedicato? E a chi e' stato rivelato il braccio del Signore? 39 12:39 Percio' non potevano credere, per la ragione detta ancora da Isaia: 40 12:40 Egli ha accecato gli occhi loro e ha indurato i loro cuori, affinchè non veggano con gli occhi, e non intendano col cuore, e non si convertano, e io non li sani. 41 12:41 Queste cose disse Isaia, perchè vide la gloria di lui e di lui parlo'. 42 12:42 Pur nondimeno molti, anche fra i capi, credettero in lui. ma a cagione dei Farisei non lo confessavano, per non essere espulsi dalla sinagoga. 43 12:43 perchè amarono la gloria degli uomini piu' della gloria di Dio. 44 12:44 Ma Gesu' ad alta voce avea detto: Chi crede in me, crede non in me, ma in Colui che mi ha mandato. 45 12:45 e chi vede me, vede Colui che mi ha mandato. 46 12:46 Io son venuto come luce nel mondo, affinchè chiunque crede in me, non rimanga nelle tenebre. 47 12:47 E se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico. perchè io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. 48 12:48 Chi mi respinge e non accetta le mie parole, ha chi lo giudica: la parola che ho annunziata, e' quella che lo giudichera' nell'ultimo giorno. 49 12:49 Perchè io non ho parlato di mio. ma il Padre che m'ha mandato, m'ha comandato lui quel che debbo dire e di che debbo ragionare. 50 12:50 ed io so che il suo comandamento e' vita eterna. Le cose dunque che dico, cosi' le dico, come il Padre me le ha dette.

12:37 12:36 Mentre avete la luce, credete nella luce, affinchè diventiate figli di luce'. Gesù disse queste cose, poi se ne andò e si nascose da loro. 38 12:37 Sebbene avesse fatto tanti segni miracolosi in loro proesenza, non credevano in lui. 39 12:38 affinchè si adempisse la parola detta dal profeta Isaia: Signore, chi ha creduto alla nostra proedicazione? A chi è stato rivelato il braccio del Signore? 40 12:39 Perciò non potevano credere, per la ragione detta ancora da Isaia: 41 12:40 Egli ha accecato i loro occhi e ha indurito i loro cuori, affinchè non vedano con gli occhi, e non comproendano con il cuore, e non si convertano, e io non li guarisca. 42 12:41 Queste cose disse Isaia, perchè vide la gloria di lui e di lui parlò. 43 12:42 Ciò nonostante, molti, anche tra i capi, credettero in lui. ma a causa dei farisei non lo confessavano, per non essere espulsi dalla sinagoga. 44 12:43 perchè proeferirono la gloria degli uomini alla gloria di Dio. 45 12:44 Ma Gesù ad alta voce esclamò: 'Chi crede in me, crede non in me, ma in colui che mi ha mandato. 46 12:45 e chi vede me, vede colui che mi ha mandato. 47 12:46 Io son venuto come luce nel mondo, affinchè chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. 48 12:47 Se uno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico. perchè io non son venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. 49 12:48 Chi mi respinge e non riceve le mie parole, ha chi lo giudica. la parola che ho annunciata è quella che lo giudicherà nell'ultimo giorno. 50 12:49 Perchè io non ho parlato di mio. ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha comandato lui quello che devo dire e di cui devo parlare.

12:37 12:36 ’Mentre avete la luce, credete nella luce, affinchè diventiate figli di luce'. Queste cose disse Gesù. poi se ne andò e si nascose da loro. 38 12:37 Sebbene avesse fatto tanti segni davanti a loro, non credevano in lui, 39 12:38 affinchè si adempisse la parola detta dal profeta Isaia: ’Signore, chi ha creduto alla nostra proedicazione? E a chi è stato rivelato il braccio del Signore?'. 40 12:39 Perciò non potevano credere, perchè Isaia disse ancora: 41 12:40 ’Egli ha accecato i loro occhi e ha indurito il loro cuore, perchè non vedano con gli occhi, non intendano col cuore, non si convertano e io non li guarisca'. 42 12:41 Queste cose disse Isaia, quando vide la sua gloria e parlò di lui. 43 12:42 Tuttavia, anche tra i capi, molti credettero in lui. ma a motivo dei farisei non lo confessavano, per non essere espulsi dalla sinago-g^ 44 12:43 perchè amavano la gloria degli uomini più della gloria di Dio. 45 12:44 Or Gesù gridò e disse: ’Chi crede in me, non crede in me, ma in colui che mi ha mandato. 46 12:45 E chi vede me, vede colui che mi ha mandato. 47 12:46 Io sono venuto come luce per il mondo, affinchè chiunque crede in me non resti nelle tenebre. 48 12:47 E se uno ode le mie parole e non crede, io non lo giudico. perchè io non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo. 49 12:48 Chi mi respinge e non accoglie le mie parole, ha chi lo giudica. la parola che ho annunziata sarà quella che lo giudicherà nell’ultimo giorno. 50 12:49 Perchè io non ho parlato da me stesso, ma il Padre stesso mi ha mandato e mi ha comandato ciò che io devo dire ed annunziare.

12:37 Gesù allora disse loro: ""Ancora per poco tempo la luce è con voi. Camminate mentre avete la luce, perchè non vi sorprendano le tenebre; chi cammina nelle tenebre non sa dove va. 38 Mentre avete la luce credete nella luce, per diventare figli della luce"". Gesù disse queste cose, poi se ne andò e si nascose da loro. 39 Sebbene avesse compiuto tanti segni davanti a loro, non credevano in lui; 40 perchè si adempisse la parola detta dal profeta Isaia: Signore, chi ha creduto alla nostra parola? E il braccio del Signore a chi è stato rivelato? 41 E non potevano credere, per il fatto che Isaia aveva detto ancora: 42 Ha reso ciechi i loro occhi e ha indurito il loro cuore, perchè non vedano con gli occhi e non comprendano con il cuore, e si convertano e io li guarisca! 43 Questo disse Isaia quando vide la sua gloria e parlò di lui. 44 Tuttavia, anche tra i capi, molti credettero in lui, ma non lo riconoscevano apertamente a causa dei farisei, per non essere espulsi dalla sinagoga; 45 amavano infatti la gloria degli uomini più della gloria di Dio. 46 Gesù allora gridò a gran voce: ""Chi crede in me, non crede in me, ma in colui che mi ha mandato; 47 chi vede me, vede colui che mi ha mandato. 48 Io come luce sono venuto nel mondo, perchè chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. 49 Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perchè non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo. 50 Chi mi respinge e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho annunziato lo condannerà nell'ultimo giorno.

Mappa

#http://##http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-4°mercoledi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(At 12,24-99.13,1-5)}; (sal 67,2-3.67,5-8)}; (gv 12,44-50)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia