Cronologia dei paragrafi

I capi giudei decidono la morte di gesù
L'avvicinarsi della Pasqua
L'unzione di Betania
Ingresso messianico di gesù a Gerusalemme
gesù annunzia la sua glorificazione attraverso la morte
Conclusione: l'Incredulità dei giudei
La lavanda dei piedi
Annunzio del tradimento di Giuda
L'addio
Annuncio del Rinnegamento di Pietro
Preparazione della dimora
Opere a gloria del Padre
Il paraclito
La vera vite
I discepoli e il mondo
La venuta del Paraclito
L'annunzio di un pronto ritorno
La preghiera di gesù
L'arresto di gesù
gesù davanti ad Anna e a Caifa. Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La condanna a morte
La crocifissione
La divisione dei vestiti
gesù e sua madre
La morte di gesù
Il colpo di lancia
La sepoltura
L'apparizione a Maria di Magdala
Apparizione ai discepoli
Apparizione sulla sponda del lago di Tiberiade
Conclusione
La tomba vuota

I capi giudei decidono la morte di gesù (gv 11,45-54)

11:45 Molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista di ciò che egli aveva compiuto, credettero in lui. 46 Ma alcuni di loro andarono dai farisei e riferirono loro quello che Gesù aveva fatto. 47 Allora i capi dei sacerdoti e i farisei riunirono il sinedrio e dissero: "Che cosa facciamo? Quest'uomo compie molti segni. 48 Se lo lasciamo continuare così, tutti crederanno in lui, verranno i Romani e distruggeranno il nostro tempio e la nostra nazione". 49 Ma uno di loro, Caifa, che era sommo sacerdote quell'anno, disse loro: "Voi non capite nulla! 50 Non vi rendete conto che è conveniente per voi che un solo uomo muoia per il popolo, e non vada in rovina la nazione intera!". 51 Questo però non lo disse da se stesso, ma, essendo sommo sacerdote quell'anno, profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione; 52 e non soltanto per la nazione, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi. 53 Da quel giorno dunque decisero di ucciderlo. 54 Gesù dunque non andava più in pubblico tra i Giudei, ma da lì si ritirò nella regione vicina al deserto, in una città chiamata èfraim, dove rimase con i discepoli.

11:45 11:45 Laonde molti de' Giudei che eran venuti a Maria, vedute tutte le cose che Gesu' avea fatte, credettero in lui. 46 11:46 MA alcuni di loro andarono a' Farisei, e disser loro le cose che Gesu' avea fatte. 47 11:47 E percio' i proincipali sacerdoti, e i Farisei, rauna-rono il concistoro, e dicevano: Che facciamo? quest'uomo fa molti miracoli. 48 11:48 Se noi lo lasciamo cosi', tutti crederanno in lui, e i Romani verranno, e distruggeranno e il nostro luogo, e la nostra nazione. 49 11:49 Ed un di loro, cioe' Caiafa, ch'era sommo sacerdote di quell'anno, disse loro: Voi non avete alcun conoscimento. 50 11:50 e non considerate ch'egli ci giova che un uomo muoia per lo popolo, e che tutta la nazione non perisca. 51 11:51 Or egli non disse questo da se' stesso. ma, essendo sommo sacerdote di quell'anno, profetizzo' che Gesu' morrebbe per la nazione. 52 11:52 e non solo per quella nazione, ma ancora per raccogliere in uno i figliuoli di Dio dispersi. 53 11:53 Da quel giorno adunque proesero insieme consiglio d'ucciderlo. 54 11:54 Laonde Gesu' non andava piu' apertamente attorno tra i Giudei. ma se ne ando' di la' nella contrada vicina del deserto, in una citta' detta Efraim, e quivi se ne stava co' suoi discepoli.

11:45 11:45 Percio' molti de' Giudei che eran venuti da Maria e avean veduto le cose fatte da Gesu', credettero in lui. 46 11:46 Ma alcuni di loro andarono dai F arisei e raccon-taron loro quel che Gesu' avea fatto. 47 11:47 I capi sacerdoti quindi e i Farisei radunarono il Sinedrio e dicevano: Che facciamo? perchè quest'uomo fa molti miracoli. 48 11:48 Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui. e i Romani verranno e ci distruggeranno e citta' e nazione. 49 11:49 E un di loro, Caia'fa, che era sommo sacerdote di quell'anno, disse loro: Voi non capite nulla. 50 11:50 e non riflettete come vi torni conto che un uomo solo muoia per il popolo, e non perisca tutta la nazione. 51 11:51 Or egli non disse questo di suo. ma siccome era sommo sacerdote di quell'anno, profeto' che Gesu' dovea morire per la nazione. 52 11:52 e non soltanto per la nazione, ma anche per raccogliere in uno i figliuoli di Dio dispersi. 53 11:53 Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire. 54 11:54 Gesu' quindi non andava piu' apertamente fra i Giudei, ma si ritiro' di la' nella contrada vicina al deserto, in una citta' detta E-fraim. e quivi si trattenne co' suoi discepoli.

11:45 11:44 Il morto uscò, con i piedi e le mani avvolti da fasce, e il viso coperto da un sudario. Gesù disse loro: 'Scioglietelo e lasciatelo andare'. 46 11:45 Perciò molti Giudei, che erano venuti da Maria e avevano visto le cose fatte da Gesù, credettero in lui. 47 11:46 Ma alcuni di loro andarono dai farisei e raccontarono loro quello che Gesù aveva fatto. 48 11:47 I capi dei sacerdoti e i farisei, quindi, riunirono il sinedrio e dicevano: 'Che facciamo? Perchè quest'uomo fa molti segni miracolosi. 49 11:48 Se lo lasciamo fare, tutti crederanno in lui. e i Romani verranno e ci distruggeranno come città e come nazione'. 50 11:49 Uno di loro, Caiafa, che era sommo sacerdote quell'anno, disse loro: 'Voi non capite nulla, 51 11:50 e non riflettete come torni a vostro vantaggio che un uomo solo muoia per il popolo e non perisca tutta la nazione'. 52 11:51 Or egli non disse questo di suo. ma, siccome era sommo sacerdote in quell'anno, profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione. 53 11:52 e non soltanto per la nazione, ma anche per riunire in uno i figli di Dio dispersi. 54 11:53 Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire.

11:45 11:44 Allora il morto uscì, con le mani e i piedi legati con fasce e con la faccia avvolta in un asciugatoio. Gesù disse loro: ’Scioglietelo e lasciatelo andare'. 46 11:45 Allora molti dei Giudei, che erano venuti da Maria e avevano visto tutto quello che Gesù aveva fatto, credettero in lui. 47 11:46 Ma alcuni di loro andarono dai farisei e riferirono loro quanto Gesù aveva fatto. 48 11:47 Allora i capi dei sacerdoti e i farisei riunirono il sinedrio e dicevano: ’Che facciamo? Quest’uomo fa molti segni. 49 11:48 Se lo lasciamo andare avanti così, tutti crederanno in lui, verranno i Romani e distruggeranno il nostro luogo e la nostra nazione'. 50 11:49 Ma uno di loro, Caia-fa, che era sommo sacerdote in quell’anno, disse loro: ’Voi non capite nulla. 51 11:50 e non considerate che conviene per noi che un sol uomo muoia per il popolo e non perisca tutta la nazione'. 52 11:51 Or egli non disse questo da se stesso. ma, essendo sommo sacerdote in quell’anno, profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione, 53 11:52 e non solo per la nazione, ma anche per raccogliere in uno i figli di Dio dispersi. 54 11:53 Da quel giorno dunque deliberarono di farlo morire.

11:45 E, detto questo, gridò a gran voce: ""Lazzaro, vieni fuori!"". 46 Il morto uscì, con i piedi e le mani avvolti in bende, e il volto coperto da un sudario. Gesù disse loro: ""Scioglietelo e lasciatelo andare"". 47 Molti dei Giudei che erano venuti da Maria, alla vista di quel che egli aveva compiuto, credettero in lui. 48 Ma alcuni andarono dai farisei e riferirono loro quel che Gesù aveva fatto. 49 Allora i sommi sacerdoti e i farisei riunirono il sinedrio e dicevano: ""Che facciamo? Quest'uomo compie molti segni. 50 Se lo lasciamo fare così, tutti crederanno in lui e verranno i Romani e distruggeranno il nostro luogo santo e la nostra nazione"". 51 Ma uno di loro, di nome Caifa, che era sommo sacerdote in quell'anno, disse loro: ""Voi non capite nulla 52 e non considerate come sia meglio che muoia un solo uomo per il popolo e non perisca la nazione intera"". 53 Questo però non lo disse da se stesso, ma essendo sommo sacerdote profetizzò che Gesù doveva morire per la nazione 54 e non per la nazione soltanto, ma anche per riunire insieme i figli di Dio che erano dispersi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia