Cronologia dei paragrafi

gesù Raggiunge i discepoli camminando sul mare
Discorso nella sinagoga di Cafàrnao
La confessione di Pietro
gesù sale a Gerusalemme per la festa e insegna
Discussioni popolari sull'origine del Cristo
gesù annunzia la sua prossima partenza
La promessa dell'acqua viva
Nuove discussioni sull'origine di Cristo
La donna adultera
Discussione della testimonianza di gesù su se stesso e gesù luce del mondo
gesù e Abramo
Guarigione dei un cieco nato
Il buon pastore
gesù si dichiara figlio di Dio
gesù si ritira altre il Giordano
Resurrezione di Lazzaro
I capi giudei decidono la morte di gesù
L'avvicinarsi della Pasqua
L'unzione di Betania
Ingresso messianico di gesù a Gerusalemme
gesù annunzia la sua glorificazione attraverso la morte
Conclusione: l'Incredulità dei giudei
La lavanda dei piedi
Annunzio del tradimento di Giuda
L'addio
Annuncio del Rinnegamento di Pietro
Preparazione della dimora
Opere a gloria del Padre
Il paraclito
La vera vite
I discepoli e il mondo
La venuta del Paraclito
L'annunzio di un pronto ritorno
La preghiera di gesù
L'arresto di gesù
gesù davanti ad Anna e a Caifa. Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La condanna a morte
La crocifissione
La divisione dei vestiti
gesù e sua madre
La morte di gesù
Il colpo di lancia
La sepoltura
L'apparizione a Maria di Magdala
Apparizione ai discepoli
Apparizione sulla sponda del lago di Tiberiade
Conclusione
La tomba vuota

gesù Raggiunge i discepoli camminando sul mare (gv 6,16-21)

6:16 Venuta intanto la sera, i suoi discepoli scesero al mare, 17 salirono in barca e si avviarono verso l'altra riva del mare in direzione di Cafàrnao. Era ormai buio e Gesù non li aveva ancora raggiunti; 18 il mare era agitato, perchè soffiava un forte vento. 19 Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura. 20 Ma egli disse loro: "Sono io, non abbiate paura!". 21 Allora vollero prenderlo sulla barca, e subito la barca toccò la riva alla quale erano diretti.

6:16 6:16 E QUANDO fu sera, i suoi discepoli discesero verso il mare. 17 6:17 E montati nella navicella, traevano all'altra riva del mare, verso Capernaum. e gia' era scuro, e Gesu' non era venuto a loro. 18 6:18 E perche' soffiava un gran vento, il mare era commosso. 19 6:19 Ora, quando ebbero vogato intorno a venticinque o trenta stadi, videro Gesu' che camminava in sul mare, e si accostava alla navicella, ed ebbero paura. 20 6:20 Ma egli disse loro: Son io, non temiate. 21 6:21 Essi adunque volonterosamente lo ricevettero dentro la navicella. e subitamente la navicella arrivo' la' dove essi traevano.

6:16 6:16 E quando fu sera, i suoi discepoli scesero al mare. 17 6:17 e montati in una barca, si dirigevano all'altra riva, verso Capernaum. Gia' era buio, e Gesu' non era ancora venuto a loro. 18 6:18 E il mare era agitato, perchè tirava un gran vento. 19 6:19 Or com'ebbero vogato circa venticinque o trenta stadi, videro Gesu' che camminava sul mare e s'accostava alla barca. ed ebbero paura. 20 6:20 Ma egli disse loro: Son io, non temete. 21 6:21 Essi dunque lo vollero proendere nella barca, e subito la barca tocco' terra la' dove eran diretti.

6:16 6:15 Gesù, quindi, sapendo che stavano per venire a rapirlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, tutto solo. 17 6:16 Quando fu sera, i suoi discepoli scesero al mare 18 6:17 e, montati in una barca, si dirigevano all'altra riva, verso Capernaum. Era già buio e Gesù non era ancora venuto proesso di loro. 19 6:18 Il mare era agitato, perchè tirava un forte vento. 20 6:19 Com'ebbero remato per circa venticinque o trenta stadi, videro Gesù camminare sul mare e accostarsi alla barca. ed ebbero paura. 21 6:20 Ma egli disse loro: 'Sono io, non temete'.

6:16 6:15 Ma Gesù, sapendo che stavano per venire a proenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, tutto solo. 17 6:16 Quando fu sera, i suoi discepoli discesero al mare. 18 6:17 E, montati in barca, si diressero all’altra riva del mare, verso Capernaum. era ormai buio e Gesù non era ancora venuto da loro. 19 6:18 Il mare era agitato, perchè soffiava un forte vento. 20 6:19 Ora, dopo aver remato circa venticinque o trenta stadi, videro Gesù che camminava sul mare e si accostava alla barca, ed ebbero paura. 21 6:20 Ma egli disse loro: ’Sono io, non temete!'.

6:16 Allora la gente, visto il segno che egli aveva compiuto, cominciò a dire: ""Questi è davvero il profeta che deve venire nel mondo!"". 17 Ma Gesù, sapendo che stavano per venire a prenderlo per farlo re, si ritirò di nuovo sulla montagna, tutto solo. 18 Venuta intanto la sera, i suoi discepoli scesero al mare 19 e, saliti in una barca, si avviarono verso l'altra riva in direzione di Cafarnao. Era ormai buio, e Gesù non era ancora venuto da loro. 20 Il mare era agitato, perchè soffiava un forte vento. 21 Dopo aver remato circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura.

Mappa

Commento di un santo

Vi parlo, con l'aiuto di Dio, della lettura appena terminata del santo vangelo, per esortavi affinchè non dorma la fede nei vostri cuori all'infuriare delle tempeste e dei marosi di questo mondo. Non sembrerebbe certo che Cristo Signore avesse la morte e il sonno in suo potere, se il sonno si impadronì dell'Onnipotente mentre era sulla barca in alto mare. Se credere questo, la fede dorme in voi: ma se in voi veglia Cristo, la vostra fede è desta. L'Apostolo dice : ''Che il Cristo abiti per la fede nei vostri cuori'' (Ef 3, 17). Dunque anche il sonno di Cristo è segno di un mistero. I naviganti sono le anime, che passano in questa vita come sopra une barca. Anche quella nave raffigura la Chiesa. Tutti certo sono tempio di Dio; ciascuno poi naviga nel suo cuore, e non naufraga se pensa a cose buone. è giunta al tuo orecchio un'ingiuria; è vento; sei adirato, è un maroso. Quando il vento soffia e i flutti si agitano è in pericolo la nave; è in pericolo il tuo cuore e va alla deriva. Desideri vendicarti dell'oltraggio udito: ed ecco ti vendichi e, cedendo al male altrui, hai fatto naufragio. Come mai? Perchè Cristo dorme in te. E perchè dorme in te ? Ti sei dimenticato di lui. Sveglia dunque Cristo, ricordati di Cristo, vigili in te Cristo; pensa a lui. Che cosa volevi? Essere vendicato. Ti è accaduto questo, mentre egli quando veniva crocifisso disse ''Padre, perdonali, perchè non sanno quello che fanno'' (Lc 23, 34) Dormiva nel tuo cuore colui che non volle essere vendicato. Sveglialo, ricordati di lui. Il suo ricordo sia la tua parola: suo ricordo sia il suo comandamento. E se in te veglia Cristo, di' a te stesso : Che uomo sono io da voler essere vendicato? Chi sono io da permettermi di minacciare un altro? Forse morirò prima di vendicarmi. Ma quando col respiro affannoso, ardente d'ira e assetato di vendetta, uscirò dal corpo, non mi riceverà colui che non ha voluto vendicarsi; non mi accoglierà colui che disse : ''Date e vi sarà dato, perdonate e vi sarà perdonato'' (Lc 6, 3839). Dunque, frenerò la mia ira e tornerò alla pace del mio cuore. Cristo ha comandato al mare ed è venuta la bonaccia.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-2°Sabato dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(sal 33,1-2.33,4-5.33,18-19)}; (gv 6,16-21)}; (At 6,1-7)}; (sal 33,1-2.33,4-5.33,18-19)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia