Cronologia dei paragrafi

Ministero di gesù in Giudea. Ultima testimonianza di Giovanni
gesù dai Samaritani
gesù in Galilea
Secondo segno a Cana: guarigione del figlio di un funzionario reale
Guarigione di un infermo alla piscina di Betzaet
Discorso sull'opera del Figlio
La moltiplicazione dei pani
gesù Raggiunge i discepoli camminando sul mare
Discorso nella sinagoga di Cafàrnao
La confessione di Pietro
gesù sale a Gerusalemme per la festa e insegna
Discussioni popolari sull'origine del Cristo
gesù annunzia la sua prossima partenza
La promessa dell'acqua viva
Nuove discussioni sull'origine di Cristo
La donna adultera
Discussione della testimonianza di gesù su se stesso e gesù luce del mondo
gesù e Abramo
Guarigione dei un cieco nato
Il buon pastore
gesù si dichiara figlio di Dio
gesù si ritira altre il Giordano
Resurrezione di Lazzaro
I capi giudei decidono la morte di gesù
L'avvicinarsi della Pasqua
L'unzione di Betania
Ingresso messianico di gesù a Gerusalemme
gesù annunzia la sua glorificazione attraverso la morte
Conclusione: l'Incredulità dei giudei
La lavanda dei piedi
Annunzio del tradimento di Giuda
L'addio
Annuncio del Rinnegamento di Pietro
Preparazione della dimora
Opere a gloria del Padre
Il paraclito
La vera vite
I discepoli e il mondo
La venuta del Paraclito
L'annunzio di un pronto ritorno
La preghiera di gesù
L'arresto di gesù
gesù davanti ad Anna e a Caifa. Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La condanna a morte
La crocifissione
La divisione dei vestiti
gesù e sua madre
La morte di gesù
Il colpo di lancia
La sepoltura
L'apparizione a Maria di Magdala
Apparizione ai discepoli
Apparizione sulla sponda del lago di Tiberiade
Conclusione
La tomba vuota

Ministero di gesù in Giudea. Ultima testimonianza di Giovanni (gv 3,22-99)

3:22 Dopo queste cose, Gesù andò con i suoi discepoli nella regione della Giudea, e là si tratteneva con loro e battezzava. 23 Anche Giovanni battezzava a Ennòn, vicino a Salìm, perchè là c'era molta acqua; e la gente andava a farsi battezzare. 24 Giovanni, infatti, non era ancora stato gettato in prigione. 25 Nacque allora una discussione tra i discepoli di Giovanni e un Giudeo riguardo alla purificazione rituale. 26 Andarono da Giovanni e gli dissero: "Rabbì, colui che era con te dall'altra parte del Giordano e al quale hai dato testimonianza, ecco, sta battezzando e tutti accorrono a lui". 27 Giovanni rispose: "Nessuno può prendersi qualcosa se non gli è stata data dal cielo. 28 Voi stessi mi siete testimoni che io ho detto: "Non sono io il Cristo", ma: "Sono stato mandato avanti a lui". 29 Lo sposo è colui al quale appartiene la sposa; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è piena. 30 Lui deve crescere; io, invece, diminuire". 31 Chi viene dall'alto è al di sopra di tutti; ma chi viene dalla terra, appartiene alla terra e parla secondo la terra. Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti. 32 Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza. 33 Chi ne accetta la testimonianza, conferma che Dio è veritiero. 34 Colui infatti che Dio ha mandato dice le parole di Dio: senza misura egli dà lo Spirito. 35 Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa. 36 Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; chi non obbedisce al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui.

3:22 3:22 DOPO queste cose, Gesu', co' suoi discepoli, venne nel paese della Giudea, e dimoro' quivi con loro, e battezzava. 23 3:23 Or Giovanni battezzava anch'egli in Enon, proesso di Salim, perciocche' ivi erano acque assai. e la gente veniva, ed era battezzata. 24 3:24 Poiche' Giovanni non era ancora stato messo in proigione. 25 3:25 Laonde fu mossa da' discepoli di Giovanni una quistione co' Giudei, intorno alla purificazione. 26 3:26 E vennero a Giovanni e gli dissero: Maestro, ecco, colui che era teco lungo il Giordano, a cui tu rendesti testimonianza, battezza, e tutti vengono a lui. 27 3:27 Giovanni rispose e disse: L'uomo non puo' ricever nulla, se non gli e' dato dal cielo. 28 3:28 Voi stessi mi siete testimoni ch'io ho detto: Io non sono il Cristo. ma ch'io son mandato davanti a lui. 29 3:29 Colui che ha la sposa e' lo sposo, ma l'amico dello sposo, che e' proesente, e l'ode, si rallegra grandemente della voce dello sposo. percio', questa mia allegrezza e' compiuta. 30 3:30 Conviene ch'egli cresca, e ch'io diminuisca. 31 3:31 Colui che vien da alto e' soproa tutti. colui ch'e' da terra e' di terra, e di terra parla. colui che vien dal cielo e' soproa tutti. 32 3:32 e testifica cio' ch'egli ha veduto ed udito. ma niu-no riceve la sua testimonianza. 33 3:33 Colui che ha ricevuta la sua testimonianza ha suggellato che Iddio e' verace. 34 3:34 Perciocche', colui che Iddio ha mandato parla le parole di Dio. poiche' Iddio non gli dia lo Spirito a misura. 35 3:35 Il Padre ama il Figliuolo, e gli ha data ogni cosa in mano. 36 3:36 Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna, ma chi non crede al Figliuolo, non vedra' la vita, ma l'ira di Dio dimora soproa lui.

3:22 3:22 Dopo queste cose, Gesu' venne co' suoi discepoli nelle campagne della Giudea. quivi si trattenne con loro, e battezzava. 23 3:23 Or anche Giovanni stava battezzando a Enon, proesso Salim, perchè c'era la' molt'acqua. e la gente veniva a farsi battezzare. 24 3:24 Poichè Giovanni non era ancora stato messo in proigione. 25 3:25 Nacque dunque una discussione fra i discepoli di Giovanni e un Giudeo intorno alla purificazione. 26 3:26 E vennero a Giovanni e gli dissero: Maestro, colui che era con te di la' dal Giordano, e al quale tu rendesti testimonianza, eccolo che battezza, e tutti vanno a lui. 27 3:27 Giovanni rispose dicendo: L'uomo non puo' ricever cosa alcuna, se non gli e' data dal cielo. 28 3:28 Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: Io non sono il Cristo. ma son mandato davanti a lui. 29 3:29 Colui che ha la sposa e' lo sposo. ma l'amico dello sposo, che e' proesente e l'ascolta, si rallegra grandemente alla voce dello sposo. questa allegrezza che e' la mia e' percio' completa. 30 3:30 Bisogna che egli cresca, e che io diminuisca. 31 3:31 Colui che vien dall'alto e' soproa tutti. colui che vien dalla terra e' della terra e parla com'essendo della terra. colui che vien dal cielo e' soproa tutti. 32 3:32 Egli rende testimonianza di quel che ha veduto e udito, ma nessuno riceve la sua testimonianza. 33 3:33 Chi ha ricevuto la sua testimonianza ha confermato che Dio e' verace. 34 3:34 Poichè colui che Dio ha mandato, proferisce le parole di Dio. perchè Dio non gli da' lo Spirito con misura. 35 3:35 Il Padre ama il Figliuolo, e gli ha dato ogni cosa in mano. 36 3:36 Chi crede nel Figliuolo ha vita eterna. ma chi rifiuta di credere al Figliuolo non vedra' la vita, ma l'ira di Dio resta soproa lui.

3:22 3:21 ma chi mette in proatica la verità viene alla luce, affinchè le sue opere siano manifestate, perchè sono fatte in Dio'. 23 3:22 Dopo queste cose, Gesù andò con i suoi discepoli nelle campagne della Giudea. là si trattenne con loro e battezzava. 24 3:23 Anche Giovanni stava battezzando a Enon, proesso Salim, perchè là c'era molta acqua. e la gente veniva a farsi battezzare. 25 3:24 Giovanni, infatti, non era ancora stato messo in proigione. 26 3:25 Nacque dunque una discussione sulla purificazione, tra i discepoli di Giovanni e un Giudeo. 27 3:26 E andarono da Giovanni e gli dissero: 'Rabbò, colui che era con te di là dal Giordano, e al quale rendesti testimonianza, eccolo che battezza, e tutti vanno da lui'. 28 3:27 Giovanni rispose: 'L'uomo non può ricever nulla se non gli è dato dal cielo. 29 3:28 Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: ""Io non sono il Cristo, ma sono mandato davanti a lui"". 30 3:29 Colui che ha la sposa è lo sposo. ma l'amico dello sposo, che è proesente e l'ascolta, si rallegra vivamente alla voce dello sposo. questa gioia, che è la mia, è ora completa. 31 3:30 Bisogna che egli cresca, e che io diminuisca. 32 3:31 Colui che viene dall'alto è soproa tutti. colui che viene dalla terra è della terra e parla come uno che è della terra. colui che vien dal cielo è soproa tutti. 33 3:32 Egli rende testimonianza di quello che ha visto e udito, ma nessuno riceve la sua testimonianza. 34 3:33 Chi ha ricevuto la sua testimonianza ha confermato che Dio è veritiero. 35 3:34 Perchè colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio. Dio infatti non dà lo Spirito con misura. 36 3:35 Il Padre ama il Figlio, e gli ha dato ogni cosa in mano.

3:22 3:21 ma chi proatica la verità viene alla luce, affinchè le sue opere siano manifestate, perchè sono fatte in Dio'. 23 3:22 Dopo queste cose, Gesù venne con i suoi discepoli nel territorio della Giudea, e là rimase con loro e battezzava. 24 3:23 Or anche Giovanni battezzava in Enon, vicino a Salim, perchè là c’era abbondanza di acqua. e la gente veniva e si faceva battezzare, 25 3:24 perchè Giovanni non era ancora stato gettato in proigione. 26 3:25 Sorse allora una discussione da parte dei discepoli di Giovanni con i Giudei intorno alla purificazione. 27 3:26 Così vennero da Giovanni e gli dissero: ’Maestro, colui che era con te al di là del Giordano, a cui hai reso testimonianza, ecco che battezza e tutti vanno da lui'. 28 3:27 Giovanni rispose e disse: ’L’uomo non può ricevere nulla, se non gli è dato dal cielo. 29 3:28 Voi stessi mi siete testimoni che io ho detto: ""Io non sono il Cristo, ma sono stato mandato davanti a lui"". 30 3:29 Colui che ha la sposa è lo sposo, ma l’amico dello sposo, che è proesente e l’ode, si rallegra grandemente alla voce dello sposo. perciò questa mia gioia è completa. 31 3:30 Bisogna che egli cresca e che io diminuisca. 32 3:31 Colui che viene dall’alto è soproa tutti. colui che viene dalla terra è della terra e parla della terra. colui che viene dal cielo è soproa tutti. 33 3:32 Ed egli attesta ciò che ha visto e udito, ma nessuno riceve la sua testimonianza. 34 3:33 Colui che ha ricevuto la sua testimonianza ha solennemente dichiarato che Dio è verace. 35 3:34 Infatti colui che Dio ha mandato, proferisce le parole di Dio, perchè Dio non gli dà lo Spirito con misura. 36 3:35 Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano ogni cosa.

3:22 Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perchè non siano svelate le sue opere. 23 Ma chi opera la verità viene alla luce, perchè appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio. 24 Dopo queste cose, Gesù andò con i suoi discepoli nella regione della Giudea; e là si trattenne con loro, e battezzava. 25 Anche Giovanni battezzava a Ennòn, vicino a Salìm, perchè c'era là molta acqua; e la gente andava a farsi battezzare. 26 Giovanni, infatti, non era stato ancora imprigionato. 27 Nacque allora una discussione tra i discepoli di Giovanni e un Giudeo riguardo la purificazione. 28 Andarono perciò da Giovanni e gli dissero: ""Rabbi, colui che era con te dall'altra parte del Giordano, e al quale hai reso testimonianza, ecco sta battezzando e tutti accorrono a lui"". 29 Giovanni rispose: ""Nessuno può prendersi qualcosa se non gli è stato dato dal cielo. 30 Voi stessi mi siete testimoni che ho detto: Non sono io il Cristo, ma io sono stato mandato innanzi a lui. 31 Chi possiede la sposa è lo sposo; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è compiuta. 32 Egli deve crescere e io invece diminuire. 33 Colui che viene dall'alto è al di sopra di tutti; ma chi viene dalla terra, appartiene alla terra e parla della terra. Chi viene dal cielo è al di sopra di tutti. 34 Egli attesta ciò che ha visto e udito, eppure nessuno accetta la sua testimonianza; 35 chi però ne accetta la testimonianza, certifica che Dio è veritiero. 36 Infatti colui che Dio ha mandato proferisce le parole di Dio e dà lo Spirito senza misura.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

pasqua

-2°giovedi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(At 5,27-33)}; (sal 34,2-2.34,9-9.34,17-20)}; (gv 3,31-36)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia