Cronologia dei paragrafi

Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Sul monte degli Ulivi (lc 22,39-46)

22:39 Uscì e andò, come al solito, al monte degli Ulivi; anche i discepoli lo seguirono. 40 Giunto sul luogo, disse loro: "Pregate, per non entrare in tentazione". 41 Poi si allontanò da loro circa un tiro di sasso, cadde in ginocchio e pregava dicendo: 42 "Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà". 43 Gli apparve allora un angelo dal cielo per confortarlo. 44 Entrato nella lotta, pregava più intensamente, e il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadono a terra. 45 Poi, rialzatosi dalla preghiera, andò dai discepoli e li trovò che dormivano per la tristezza. 46 E disse loro: "Perchè dormite? Alzatevi e pregate, per non entrare in tentazione".

22:39 22:39 POI, essendo uscito, ando', secondo la sua usanza, al monte degli Ulivi. e i suoi discepoli lo seguitavano anch'essi. 40 22:40 E giunto al luogo, disse loro: Orate, che non entriate in tentazione. 41 22:41 Allora egli fu divelto da loro, quasi per una gettata di pietra. 42 22:42 e postosi in ginocchioni, orava, dicendo: Padre, oh! volessi tu trasportar da me questo calice! ma pure, non la mia volonta', ma la tua sia fatta. 43 22:43 Ed un angelo gli apparve dal cielo confortandolo. 44 22:44 Ed egli, essendo in agonia, orava vie piu' intentamente. e il suo sudore divenne simile a grumoli di sangue, che cadevano in terra. 45 22:45 Poi, levatosi dall'orazione, venne ai suoi discepoli, e trovo' che dormivano di tristizia. 46 22:46 E disse loro: Perche' dormite? levatevi, ed orate, che non entriate in tentazione.

22:39 22:39 Poi, essendo uscito, ando', secondo il suo solito, al monte degli Ulivi. e anche i discepoli lo seguirono. 40 22:40 E giunto che fu sul luogo, disse loro: proegate, chiedendo di non entrare in tentazione. 41 22:41 Ed egli si stacco' da loro circa un tiro di sasso. e postosi in ginocchio proegava, dicendo: 42 22:42 Padre, se tu vuoi, allontana da me questo calice! Pero', non la mia volonta', ma la tua sia fatta. 43 22:43 E un angelo gli apparve dal cielo a confortarlo. 44 22:44 Ed essendo in agonia, egli proegava vie piu' intensamente. e il suo sudore divenne come grosse gocce di sangue che cadeano in terra. 45 22:45 E alzatosi dall'orazione, venne ai discepoli e li trovo' che dormivano di tristezza, 46 22:46 e disse loro: Perchè dormite? Alzatevi e proegate, affinchè non entriate in tentazione.

22:39 22:38 Ed essi dissero: 'Signore, ecco qui due spade!'. Ma egli disse loro: 'Basta!'. 40 22:39 Poi, uscito, andò, come al solito, al monte degli Ulivi. e anche i discepoli lo seguirono. 41 22:40 Giunto sul luogo, disse loro: 'proegate di non entrare in tentazione'. 42 22:41 Egli si staccò da loro circa un tiro di sasso e postosi in ginocchio proegava, dicendo: 43 22:42 'Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Però non la mia volontà, ma la tua sia fatta'. 44 22:43 Allora gli apparve un angelo dal cielo per rafforzarlo. 45 22:44 Ed essendo in agonia, egli proegava ancor più intensamente. e il suo sudore diventò come grosse gocce di sangue che cadevano in terra. 46 22:45 E, dopo aver proegato, si alzò, andò dai discepoli e li trovò addormentati per la tristezza,

22:39 22:38 Allora essi dissero: ’Signore, ecco qui due spade'. Ma egli disse loro: ’Basta!'. 40 22:39 Poi, uscito, andò come al solito al monte degli Ulivi, e anche i suoi discepoli lo seguirono. 41 22:40 Giunto sul posto, disse loro: ’proegate per non entrare in tentazione'. 42 22:41 E si allontanò da loro, circa un tiro di sasso e, postosi in ginocchio, proegava, 43 22:42 dicendo: ’Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia volontà, ma la tua'. 44 22:43 Allora gli apparve un angelo dal cielo per dargli forza. 45 22:44 Ed egli, essendo in agonia, proegava ancor più intensamente. e il suo sudore divenne simile a grumi di sangue che cadevano a terra. 46 22:45 Alzatosi poi dalla proeghiera, venne dai suoi discepoli e li trovò che dormivano per la tristezza,

22:39 Ed essi dissero: ""Signore, ecco qui due spade"". Ma egli rispose ""Basta!"". 40 Uscito se ne andò, come al solito, al monte degli Ulivi; anche i discepoli lo seguirono. 41 Giunto sul luogo, disse loro: ""Pregate, per non entrare in tentazione"". 42 Poi si allontanò da loro quasi un tiro di sasso e, inginocchiatosi, pregava: 43 ""Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà"". 44 Gli apparve allora un angelo dal cielo a confortarlo. 45 In preda all'angoscia, pregava più intensamente; e il suo sudore diventò come gocce di sangue che cadevano a terra. 46 Poi, rialzatosi dalla preghiera, andò dai discepoli e li trovò che dormivano per la tristezza.

Mappa

Commento di un santo

Oggi la croce avanza, la creazione esulta; la croce, via degli smarriti, speranza dei cristiani, predicazione degli apostoli, sicurezza dell'universo, fondamenta della Chiesa, fonte per coloro che hanno sete... In una grande mitezza, Gesù è condotto alla Passione: è condotto davanti a Pilato; alla sesta ora viene dileggiato, fino all'ora nona sopporta il dolore dei chiodi, poi la sua morte pone fine alla sua Passione. Alla dodicesima ora, viene deposto dalla croce: sembra un leone che dorme... Durante il giudizio, la Sapienza tace e la Parola non dice nulla. I suoi nemici lo disprezzano e lo crocifiggono... Coloro ai quali, ieri, egli aveva dato il suo corpo in cibo, lo guardano da lontano. Pietro, il primo degli apostoli, per primo è fuggito. Anche Andrea si è dato alla fuga, e Giovanni, che riposava sul suo petto, non ha impedito ad un soldato di trafiggere quel petto con la sua lancia. I Dodici sono fuggiti; non hanno detto nemmeno una parola in favore di colui che ha dato la sua vita per loro. Non c'è Lazzaro, che era stato richiamato in vita da lui. Il cieco non ha pianto colui che gli aveva aperto gli occhi alla Lce, e lo zoppo, che grazie a lui poteva camminare, non gli è corso dietro. Solo un malfattore, crocifisso accanto a lui, lo confessa e lo chiama suo re. O ladrone, fiore precoce dell'albero della croce, primo frutto del legno del Gòlgota...! Il Signore regna; la creazione è nella gioia. La croce trionfa, e tutte le nazioni, razze, popoli e lingue (Ap 7,9) vengono per adorarlo... La croce rende la Lce all'universo intero, scaccia le tenebre e raduna le nazioni... in una sola Chiesa, una sola fede, un solo battesimo nella carità. Essa si erge nel centro del mondo, fissata sul Calvario.

Autore

Efrem

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia