Ricerca

Chi è il più grande? (lc 9,46-48)

9:46 Nacque poi una discussione tra loro, chi di loro fosse più grande. 47 Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un bambino, se lo mise vicino48 e disse loro: "Chi accoglierà questo bambino nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato. Chi infatti è il più piccolo fra tutti voi, questi è grande".
9:46 9:46 POI si mosse fra loro una quistione: chi di loro fosse il maggiore.47 9:47 E Gesu', veduto il pen-sier del cuor loro, proese un piccol fanciullo, e lo fece stare approesso di se'.48 9:48 E disse loro: Chi riceve questo piccol fanciullo, nel nome mio, riceve me. e chi riceve me, riceve colui che mi ha mandato. per-ciocche' chi e' il minimo di tutti voi, esso e' grande.
9:46 9:46 Poi sorse fra loro una disputa sul chi di loro fosse il maggiore.47 9:47 Ma Gesu', conosciuto il pensiero del loro cuore, proese un piccolo fanciullo, se lo pose accanto, e disse loro:48 9:48 Chi riceve questo piccolo fanciullo nel nome mio, riceve me. e chi riceve me, riceve Colui che m'ha mandato. Poichè chi e' il minimo fra tutti voi, quello e' grande.
9:46 9:45 Ma essi non capivano queste parole che erano per loro velate, cosò da risultare incomproensibili, e temevano di interrogarlo su quanto aveva detto.47 9:46 Poi cominciarono a discutere su chi di loro fosse il più grande.48 9:47 Ma Gesù, conosciuto il pensiero del loro cuore, proese un bambino, se lo pose accanto e disse loro:
9:46 9:45 Ma essi non comproesero questo parlare. ed era loro velato per cui non lo potevano intendere, e temevano di interrogarlo in merito a ciò che aveva detto.47 9:46 Poi sorse fra loro una disputa: chi di loro fosse il maggiore.48 9:47 Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, proese un piccolo fanciullo e se lo pose accanto,
9:46 Ma essi non comprendevano questa frase; per loro restava così misteriosa che non ne comprendevano il senso e avevano paura a rivolgergli domande su tale argomento.47 Frattanto sorse una discussione tra loro, chi di essi fosse il più grande.48 Allora Gesù, conoscendo il pensiero del loro cuore, prese un fanciullo, se lo mise vicino e disse:

Mappa

Commento di un santo

Tra tutti i miracoli e prodigi che riguardano Cristo, uno specialmente eccede la capacità della mente umana e la riempie di stupore. La fragilità della nostra intelligenza non riesce a comprendere e neppure ad intuire come si debba credere che sì grande potenza della divina maestà, lo stesso Verbo del Padre, la stessa Sapienza di Dio, per mezzo della quale sono state create tutte le cose visibili e invisibili (Col 1, 16), abbia potuto essere contenuta in quell'uomo che apparve in Giudea; che la Sapienza di Dio sia entrata nel seno di una vergine e sia nata come una piccola creatura che vagiva e piangeva come tutti gli altri bambini. Che abbia poi potuto provare i terrori della morte come egli stesso affermò dicendo: ''La mia anima è triste fino alla morte'' (Mt 26, 38) e, infine, che sia stato condannato alla morte più ignominiosa tra gli uomini, anche se poi, dopo tre giorni, risuscitò... In verità far udire ad orecchi umani tali cose, provare ad esprimerle con le parole, supera il linguaggio degli uomini... e probabilmente anche quello degli angeli.

autore:

Origene

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento



natale



ordinario



quaresima



pasqua



passione







E nelle seguenti solennità


dove si leggono i seguenti passi: ( ,-);

Genealogia

    Conversione di misure antiche presenti nel testo

    Quantità nel testo
    misura bibblica
    Quantità convertita
    Unità di misura attuale