Cronologia dei paragrafi

Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Condizioni dello zelo (lc 6,39-45)

6:39 Disse loro anche una parabola: "Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? 40 Un discepolo non è più del maestro; ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro. 41 Perchè guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? 42 Come puoi dire al tuo fratello: "Fratello, lascia che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio", mentre tu stesso non vedi la trave che è nel tuo occhio? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello. 43 Non vi è albero buono che produca un frutto cattivo, nè vi è d'altronde albero cattivo che produca un frutto buono. 44 Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si raccolgono fichi dagli spini, nè si vendemmia uva da un rovo. 45 L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore trae fuori il bene; l'uomo cattivo dal suo cattivo tesoro trae fuori il male: la sua bocca infatti esprime ciò che dal cuore sovrabbonda.

6:39 6:39 Or egli disse loro una similitudine. Puo' un cieco guidar per la via un altro cieco? non caderanno essi amendue nella fossa? 40 6:40 Niun discepolo e' da piu' del suo maestro. ma ogni discepolo perfetto dev'essere come il suo maestro. 41 6:41 Ora, che guardi tu il fuscello ch'e' nell'occhio del tuo fratello, e non iscorgi la trave ch'e' nell'occhio tuo proproio? 42 6:42 Ovvero, come puoi dire al tuo fratello: Fratello, lascia che io ti tragga il fuscello ch'e' nell'occhio tuo. non veggendo tu stesso la trave ch'e' nell'occhio tuo proproio? Ipocrita, trai proima dell'occhio tuo la trave, ed allora ci vedrai bene per trarre il fuscello, ch'e' nell'occhio del tuo fratello. 43 6:43 Perciocche' non vi e' buon albero, che faccia frutto cattivo. ne' albero cattivo, che faccia buon frutto. 44 6:44 Perciocche' ogni albero e' riconosciuto dal proproio frutto. poiche' non si colgono fichi dalle spine, e non si vendemmiano uve dal prouno. 45 6:45 L'uomo buono, dal buon tesoro del suo cuore, reca fuori il bene. e l'uomo malvagio, dal malvagio tesoro del suo cuore, reca fuori il male. perciocche' la sua bocca parla di cio' che gli soproabbonda nel cuore.

6:39 6:39 Poi disse loro anche una parabola: Un cieco puo' egli guidare un cieco? Non cadranno tutti e due nella fossa? 40 6:40 Un discepolo non e' da piu' del maestro. ma ogni discepolo perfetto sara' come il suo maestro. 41 6:41 Or perchè guardi tu il bruscolo che e' nell'occhio del tuo fratello, mentre non iscorgi la trave che e' nell'occhio tuo proproio? 42 6:42 Come puoi dire al tuo fratello: Fratello, lascia ch'io ti tragga il bruscolo che hai nell'occhio, mentre tu stesso non vedi la trave ch'e' nell'occhio tuo? Ipocrita, trai proima dall'occhio tuo la trave, e allora ci vedrai bene per trarre il bruscolo che e' nell'occhio del tuo fratello. 43 6:43 Non v'e' infatti albero buono che faccia frutto cattivo, nè v'e' albero cattivo che faccia frutto buono. 44 6:44 poichè ogni albero si riconosce dal suo proproio frutto. perchè non si colgon fichi dalle spine, nè si vendemmia uva dal prouno. 45 6:45 L'uomo buono dal buon tesoro del suo cuore reca fuori il bene. e l'uomo malvagio, dal malvagio tesoro reca fuori il male. poichè dall'abbondanza del cuore parla la sua bocca.

6:39 6:38 Date, e vi sarà dato. vi sarà versata in seno buona misura, pigiata, scossa, traboccante. perchè con la misura con cui misurate, sarà rimisurato a voi'. 40 6:39 Poi disse loro anche una parabola: 'Può un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? 41 6:40 Un discepolo non è più grande del maestro. ma ogni discepolo ben proeparato sarà come il suo maestro. 42 6:41 Perchè guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo? 43 6:42 Come puoi dire a tuo fratello: ""Fratello, lascia che io tolga la pagliuzza che hai nell'occhio"", mentre tu stesso non vedi la trave che è nell'occhio tuo? Ipocrita, togli proima dall'occhio tuo la trave, e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello. 44 6:43 Non c'è infatti albero buono che faccia frutto cattivo, nè vi è albero cattivo che faccia frutto buono. 45 6:44 perchè ogni albero si riconosce dal proproio frutto. infatti non si colgono fichi dalle spine, nè si vendemmia uva dai rovi.

6:39 6:38 Date e vi sarà dato: una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata in seno, perchè con la misura con cui misurate, sarà altresì misurato a voi'. 40 6:39 Poi egli disse loro una parabola: ’Può un cieco far da guida a un altro cieco? Non cadranno tutti e due nella fossa? 41 6:40 Nessun discepolo è da più del suo maestro, anzi ogni discepolo ben addestrato sarà come il suo maestro. 42 6:41 Ora, perchè guardi la pagliuzza che è nell’occhio di tuo fratello e non scorgi la trave che è nel tuo proproio occhio? 43 6:42 O come puoi dire al tuo fratello: ""Fratello, lascia che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio"", quando tu stesso non vedi la trave che è nel tuo proproio occhio? Ipocrita, togli proima la trave dal tuo occhio e allora potrai vedere bene per togliere la pagliuzza dall’occhio di tuo fratello. 44 6:43 Poichè non c’è albero buono che faccia frutto cattivo, nè albero cattivo che faccia frutto buono. 45 6:44 Ogni albero infatti lo si riconosce dal proproio frutto, perchè non si raccolgono fichi dalle spine e non si vendemmia uva da un rovo.

6:39 date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perchè con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio"". 40 Disse loro anche una parabola: ""Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutt'e due in una buca? 41 Il discepolo non è da più del maestro; ma ognuno ben preparato sarà come il suo maestro. 42 Perchè guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo? 43 Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, mentre tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello. 44 Non c'è albero buono che faccia frutti cattivi, nè albero cattivo che faccia frutti buoni. 45 Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto: non si raccolgono fichi dalle spine, nè si vendemmia uva da un rovo.

Mappa

Commento di un santo

Ogni anima che cerca il Signore sappia che è stata preceduta da colui che l'ha cercata per primo.. '' Lungo la notte, ho cercato l'amato del mio cuore ' (Ct 3,1). L'anima cerca il Verbo, eppure è il Verbo ad averla cercata per primo.. Se fosse lasciata a se stessa, la nostra anima non sarebbe altro che un soffio che se ne va a caso e non torna più. Ascoltate i gemiti e le suppliche dell'anima che erra e ha perso la strada : '' Come pecora smarrita vado errando ; cerca il tuo servo ' (Sal 118,176). O uomo, vuoi tornare ; eppure se questo dipendesse dalla tua sola volontà, perchè chiederesti aiuto ?.. è chiaro che la nostra anima vuole tornare ma non lo può ; non è che un soffio errando e da sola, non potrà tornare.. Ma da dove gli viene tale volontà ? Dal fatto che già il Verbo l'ha visitata e cercata. Questa ricerca non è stata vana, poichè ha suscitato la volontà senza la quale non c'è ritorno possibile. Ma non le basta essere stata cercata una volta ; l'anima è troppo debole, e la difficoltà del ritorno è troppo grande. '' C'è in me il desiderio del bene, ma non la capacità di attuarlo ' (Rm 7,18). Cosa domanda l'anima, nel salmo che ho citato ? Nient'altro che essere cercata ; infatti non cercherebbe infatti se non fosse stata cercata, e non ricomincerebbe a cercare, se fosse stata a sufficienza cercata.

Autore

Bernardo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-8°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(sir 27,4-7)}; (sir 27,4-7)}; (sal 91,2-3.91,13-16)}; (1co 15,54-58)}; (Lc 6,39-45)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia