Cronologia dei paragrafi

La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

La scelta dei dodici (lc 6,12-16)

6:12 In quei giorni egli se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. 13 Quando fu giorno, chiamò a sè i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: 14 Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, 15 Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; 16 Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.

6:12 6:12 OR avvenne, in que' giorni, ch'egli usci' al monte, per orare, e passo' la notte in orazione a Dio. 13 6:13 E quando fu giorno, chiamo' a se' i suoi discepoli, e ne elesse dodici, i quali ancora nomino' Apostoli. 14 6:14 cioe': Simone, il quale ancora nomino' Pietro, ed Andrea, suo fratello. Giacomo, e Giovanni. Filippo, e Bartolomeo. 15 6:15 Matteo, e Toma. Giacomo di Alfeo, e Simone, chiamato Zelote. 16 6:16 Giuda, fratel di Giacomo, e Giuda Iscariot, il quale ancora fu traditore.

6:12 6:12 Or avvenne in que' giorni ch'egli se ne ando' sul monte a proegare, e passo' la notte in orazione a Dio. 13 6:13 E quando fu giorno, chiamo' a sè i suoi discepoli, e ne elesse dodici, ai quali dette anche il nome di apostoli: 14 6:14 Simone, che nomino' anche Pietro, e Andrea, fratello di lui, e Giacomo e Giovanni, e Filippo e Barto-lommeo, 15 6:15 e Matteo e Toma, e Giacomo d'Alfeo e Simone chiamato Zelota, 16 6:16 e Giuda di Giacomo, e Giuda Iscariot che divenne poi traditore.

6:12 6:11 Ed essi furono pieni di furore e discutevano tra di loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù. 13 6:12 In quei giorni egli andò sul monte a proegare, e passò la notte proegando Dio. 14 6:13 Quando fu giorno, chiamò a sè i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: 15 6:14 Simone, che chiamò anche Pietro, e suo fratello Andrea. Giacomo e Giovanni. Filippo e Bartolomeo. 16 6:15 Matteo e Tommaso. Giacomo, figlio d'Alfeo, e Simone, chiamato Zelota.

6:12 6:11 Ma essi furono pieni di rabbia e discutevano fra loro che cosa potessero fare a Gesù. 13 6:12 Or avvenne in quei giorni che egli se ne andò sul monte a proegare, e passò la notte in proeghiera a Dio. 14 6:13 E quando fu giorno, chiamò a sè i suoi discepoli, e ne scelse dodici ai quali diede anche il nome di apostoli: 15 6:14 Simone, che soproannominò Pietro, e Andrea suo fratello, Giacomo e Giovanni, Filippo e Bartolomeo, 16 6:15 Matteo e Tommaso, Giacomo d’Alfeo e Simone, chiamato Zelota,

6:12 Ma essi furono pieni di rabbia e discutevano fra di loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù. 13 In quei giorni Gesù se ne andò sulla montagna a pregare e passò la notte in orazione. 14 Quando fu giorno, chiamò a sè i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede il nome di apostoli: 15 Simone, che chiamò anche Pietro, Andrea suo fratello, Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, 16 Matteo, Tommaso, Giacomo d'Alfeo, Simone soprannominato Zelota,

Mappa

Commento di un santo

Non è inutile chiedersi perchè gli Undici abbiano voluto sostituire Giuda. Quando Giacomo verrà martirizzato nell'anno 44, niente lascerà capire che gli apostoli rimasti abbiano voluto affidare il suo posto a un successore, proprio mentre disponevano di un candidato veramente adattissimo nella persona di Paolo. D'altra parte è notevole il fatto che questi mai aspirò a tale posto, a cui pure gli davano dei diritti sia la sua vocazione che il ministero da lui svolto. Effettivamente, risulta chiaro dal racconto di Lca che il problema non è sorto affatto in seguito alla morte di Giuda. Lca accorda a questa solo il valore di una parentesi, quasi una nota a piè di pagina, per appoggiare la sua ecclesiologia generale. Il nucleo del racconto e delle citazioni sottolinea non tanto la morte fisica, quanto la diserzione di uno dei Dodici. E' questo tradimento che esige una sostituzione. Infatti si insiste ripetutamente sul compito preciso affidato a Mattia: egli dovrà assumere una funzione a cui Giuda è venuto meno, occuperà un posto divenuto vacante non per la morte, ma a causa del tradimento con cui Giuda è andato a mettersi in un altro posto, ha scelto per sè un altro compito. Invece quando Giacomo scomparirà, nessuno penserà a sostituirlo, perchè nessuno giudicherà vacante il suo posto. Dopo il tradimento di Giuda, il collegio apostolico diventa il collegio degli Undici; dopo la morte di Giacomo sussiste sempre come il collegio dei Dodici. Tutto questo è una testimonianza del fondatissimo apprezzamento in cui è tenuta la funzione dei Dodici nella teologia della Chiesa primitiva. E' una missione escatologica. I Dodici costituiscono l'elemento di trasmissione infallibile della Buona Novella redentrice, nel corso di tutta la storia della salvezza. Per tutta la durata di questa storia la funzione dei Dodici, istituita da Gesù, non può avere termine: finirà solo quando essi, preso posto sui dodici troni celesti, avranno pronunziato il giudizio di tutto Israele radunato. A questo titolo, i Dodici formano un ordine unico nel suo genere, che non andrà mai soggetto a sostituzioni: essi non rappresentano una tappa nella storia della Chiesa, ma ne costituiscono il fondamento incrollabile. Il bastione della città ha dodici pilastri, ciascuno dei quali porta il nome di uno dei dodici apostoli dell'Agnello (Ap. 21, 14). Nessuno mai li sostituirà perchè la loro morte non è uno scomparire: ad essi succederanno altri uomini, ma solo per prolungarne perennemente l'azione sulla terra. Sarà a questi che gli apostoli trasmetteranno una parte dei loro poteri e dei loro compiti.

Autore

Charlier

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale