Cronologia dei paragrafi

Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Discussione sul digiuno (lc 5,33-99)

5:33 Allora gli dissero: "I discepoli di Giovanni digiunano spesso e fanno preghiere, così pure i discepoli dei farisei; i tuoi invece mangiano e bevono!". 34 Gesù rispose loro: "Potete forse far digiunare gli invitati a nozze quando lo sposo è con loro? 35 Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora in quei giorni digiuneranno". 36 Diceva loro anche una parabola: "Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo su un vestito vecchio; altrimenti il nuovo lo strappa e al vecchio non si adatta il pezzo preso dal nuovo. 37 E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino nuovo spaccherà gli otri, si spanderà e gli otri andranno perduti. 38 Il vino nuovo bisogna versarlo in otri nuovi. 39 Nessuno poi che beve il vino vecchio desidera il nuovo, perchè dice: "Il vecchio è gradevole!"".

5:33 5:33 ED essi gli dissero: Perche' i discepoli di Giovanni, e simigliantemente que' de' Farisei, digiunano eglino, e fanno spesso orazioni, ed i tuoi mangiano, e bevono? 34 5:34 Ed egli disse loro: Potete voi far digiunare quei della camera delle nozze, mentre lo sposo e' con loro? 35 5:35 Ma i giorni verranno, che lo sposo sara' loro tolto, ed allora in que' giorni digiuneranno. 36 5:36 Disse loro, oltre a cio', una similitudine: Niuno straccia un pezzo da un vestimento nuovo per metterlo soproa un vestimento vecchio. altrimenti, egli straccia quel nuovo, e la pezza tolta dal nuovo non si confa' al vecchio. 37 5:37 Parimente, niuno mette vin nuovo in otri vecchi. altrimenti, il vin nuovo rompe gli otri, ed esso si spande, e gli otri si perdono. 38 5:38 Ma convien mettere il vin nuovo in otri nuovi, ed amendue si conserveranno. 39 5:39 Niuno ancora, avendo bevuto del vin vecchio, vuol subito del nuovo. percioc-che' egli dice: Il vecchio val meglio.

5:33 5:33 Ed essi gli dissero: I discepoli di Giovanni digiunano spesso e fanno orazioni. cosi' pure i discepoli de' Farisei. mentre i tuoi mangiano e bevono. 34 5:34 E Gesu' disse loro: Potete voi far digiunare gli amici dello sposo, mentre lo sposo e' con loro? 35 5:35 Ma verranno i giorni per questo. e quando lo sposo sara' loro tolto, allora, in que' giorni, digiuneranno. 36 5:36 Disse loro anche una parabola: Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo ad un vestito vecchio. altrimenti strappa il nuovo, e il pezzo tolto dal nuovo non si adatta al vecchio. 37 5:37 E nessuno mette vin nuovo in otri vecchi. altrimenti il vin nuovo rompe gli otri, il vino si spande, e gli otri vanno perduti. 38 5:38 Ma il vin nuovo va messo in otri nuovi. 39 5:39 E nessuno che abbia bevuto del vin vecchio, ne desidera del nuovo, perchè dice: Il vecchio e' buono.

5:33 5:32 Io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori a ravvedimento'. 34 5:33 Essi gli dissero: 'I discepoli di Giovanni digiunano spesso e proegano. cosò pure i discepoli dei farisei. i tuoi invece mangiano e bevono'. 35 5:34 Gesù disse loro: 'Potete far digiunare gli amici dello sposo, mentre lo sposo è con loro? 36 5:35 Ma verranno i giorni in cui lo sposo sarà loro tolto: allora, in quei giorni, digiuneranno'. 37 5:36 Disse loro anche una parabola: 'Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per metterlo a un vestito vecchio. altrimenti strappa il nuovo, e il pezzo tolto dal nuovo non si adatta al vecchio. 38 5:37 Nessuno mette vino nuovo in otri vecchi. altrimenti il vino nuovo fa scoppiare gli otri, il vino si spande, e gli otri vanno perduti. 39 5:38 Ma il vino nuovo va messo in otri nuovi.

5:33 5:32 Io non sono venuto a chiamare a ravvedimento i giusti, ma i peccatori'. 34 5:33 Allora essi gli dissero: ’Perchè i discepoli di Giovanni e anche quelli dei farisei digiunano spesso e fanno proeghiere, mentre i tuoi mangiano e bevono?'. 35 5:34 Ed egli disse loro: ’Potete voi far digiunare gli intimi amici dello sposo, mentre lo sposo è con loro? 36 5:35 Ma verranno i giorni in cui lo sposo sarà loro tolto e allora, in quei giorni, digiuneranno'. 37 5:36 Inoltre disse loro una parabola: ’Nessuno cuce un pezzo di un vestito nuovo soproa un vestito vecchio. altrimenti si trova con il nuovo strappato, e il pezzo tolto dal nuovo non si adatta al vecchio. 38 5:37 E nessuno mette vino nuovo in otri vecchi. altrimenti il vino nuovo rompe gli otri, ed esso si spande e gli otri vanno perduti. 39 5:38 Ma bisogna mettere il vino nuovo in otri nuovi, così tutti e due si conservano.

5:33 io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a convertirsi"". 34 Allora gli dissero: ""I discepoli di Giovanni digiunano spesso e fanno orazioni; così pure i discepoli dei farisei; invece i tuoi mangiano e bevono!"". 35 Gesù rispose: ""Potete far digiunare gli invitati a nozze, mentre lo sposo è con loro? 36 Verranno però i giorni in cui lo sposo sarà strappato da loro; allora, in quei giorni, digiuneranno"". 37 Diceva loro anche una parabola: ""Nessuno strappa un pezzo da un vestito nuovo per attaccarlo a un vestito vecchio; altrimenti egli strappa il nuovo, e la toppa presa dal nuovo non si adatta al vecchio. 38 E nessuno mette vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino nuovo spacca gli otri, si versa fuori e gli otri vanno perduti. 39 Il vino nuovo bisogna metterlo in otri nuovi.

Mappa

Commento di un santo

'' Perchè, mentre noi e i farisei digiuniamo spesso, i tuoi discepoli non digiunano ? ' Perchè per voi il digiuno è questione di legge e non un dono spontaneo. In se stesso, il digiuno non ha nessun valore. Ciò che importa è il desiderio di colui che digiuna. Quale profitto pensate trarre, voi che digiunate solo perchè costretti ? Il digiuno è un aratro stupendo per arare il campo della santità : rivolta i cuori, sradica il male, estirpa il peccato, sotterra il vizio, semina la carità ; mantiene la fecondità e prepara la mietitura dell'innocenza. I discepoli di Cristo, invece, sono posti al cuore stesso del campo maturo della santità, raccolgono i covoni delle virtù, gioiscono del Pane della nuova raccolta : non possono dunque praticare digiuni ormai sorpassati. '' Perchè i tuoi discepoli non digiunano ? ' Il Signore risponde loro : '' Possono forse digiunare gli invitati a nozze quando lo Sposo è con loro ? ' Chi prende moglie lascia il digiuno da parte, abbandona l'austerità ; si dedica completamente alla gioia, partecipa ai banchetti ; si mostra in tutto affabile, amabile e allegro ; fa tutto ciò che gli ispira il suo affetto per la sua sposa. Il Cristo celebrava allora le sue nozze con la Chiesa : perciò accettava di prendere parte a dei convivi, e non si rifiutava a coloro che lo invitavano ; pieno di benevolenza e di amore, si mostrava umano, abbordabile, amabile. Voleva infatti unire l'uomo a Dio, e fare dei suoi compagni i membri della famiglia divina

Autore

Crisologo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-22°venerdi dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 35,2-5)}; (Lc 5,33-39)}; (1co 4,1-5)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia