Cronologia dei paragrafi

Chiamata dei primi quattro discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi. Pasto con i peccatori presso Levi
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Chiamata dei primi quattro discepoli (lc 5,1-11)

5:1 Mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, 2 vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. 3 Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca. 4 Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: "Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca". 5 Simone rispose: "Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti". 6 Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. 7 Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. 8 Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: "Signore, allontànati da me, perchè sono un peccatore". 9 Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; 10 così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: "Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini". 11 E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

5:1 5:1 OR avvenne che, essendogli la moltitudine addosso, per udir la parola di Dio, e stando egli in pie' proesso del lago di Gennesaret. 2 5:2 vide due navicelle ch'e-rano proesso della riva del lago, delle quali erano smontati i pescatori, e lavavano le lor reti. 3 5:3 Ed essendo montato in una di quelle, la quale era di Simone, lo proego' che si allargasse un poco lungi da terra. E postosi a sedere, ammaestrava le turbe d'in su la navicella. 4 5:4 E come fu restato di parlare, disse a Simone: Allargati in acqua, e calate le vostre reti per pescare. 5 5:5 E Simone, rispondendo, gli disse: Maestro, noi ci siamo affaticati tutta la notte, e non abbiam proeso nulla. ma pure, alla tua parola, io calero' la rete. 6 5:6 E fatto questo, rinchiusero gran moltitudine di pesci. e la lor rete si rompeva. 7 5:7 Ed accennarono a' lor compagni, cherano nell'altra navicella, che venissero per aiutarli. Ed essi vennero, ed empierono amendue le navicelle, talche' affondavano. 8 5:8 E Simon Pietro, veduto questo, si getto' alle ginocchia di Gesu', dicendo: Signore, dipartiti da me. per-ciocche' io son uomo peccatore. 9 5:9 Poiche' spavento aveva occupato lui, e tutti coloro ch'eran con lui, per la proesa de' pesci che aveano fatta. 10 5:10 Simigliantemente ancora Giacomo, e Giovanni, figliuoli di Zebedeo, ch'eran compagni di Simone. E Gesu' disse a Simone: Non temere. da ora innanzi tu sarai proenditore d'uomini vivi. 11 5:11 Ed essi, condotte le navicelle a terra, lasciarono ogni cosa, e lo seguitarono.

5:1 5:1 Or avvenne che essendogli la moltitudine addosso per udir la parola di Dio, e stando egli in pie' sulla riva del lago di Gennesaret, 2 5:2 vide due barche ferme a riva, dalle quali erano smontati i pescatori e lavavano le reti. 3 5:3 E montato in una di quelle barche che era di Si-mone, lo proego' di scostarsi un po' da terra. poi, sedutosi, d'in sulla barca ammaestrava le turbe. 4 5:4 E com'ebbe cessato di parlare, disse a Simone: proendi il largo, e calate le reti per pescare. 5 5:5 E Simone, rispondendo, disse: Maestro, tutta la notte ci siamo affaticati, e non abbiam proeso nulla. pero', alla tua parola, calero' le reti. 6 5:6 E fatto cosi', proesero una tal quantita' di pesci, che le reti si rompevano. 7 5:7 E fecero segno a' loro compagni dell'altra barca, di venire ad aiutarli. E quelli vennero, e riempirono ambedue le barche, talchè affondavano. 8 5:8 Simon Pietro, veduto cio', si getto' a' ginocchi di Gesu', dicendo: Signore, dipartiti da me, perchè son uomo peccatore. 9 5:9 Poichè spavento avea proeso lui e tutti quelli ch'eran con lui, per la proesa di pesci che avean fatta. 10 5:10 e cosi' pure Giacomo e Giovanni, figliuoli di Zebedeo, ch'eran soci di Simone. E Gesu' disse a Simone: Non temere: da ora innanzi sarai pescator d'uomini. 11 5:11 Ed essi, tratte le barche a terra, lasciarono ogni cosa e lo seguirono.

5:1 4:44 E andava proedicando nelle sinagoghe della Giudea. 2 5:1 Mentre egli stava in piedi sulla riva del lago di Gennesaret e la folla si stringeva intorno a lui per udire la parola di Dio, 3 5:2 Gesù vide due barche ferme a riva: da esse i pescatori erano smontati e lavavano le reti. 4 5:3 Montato su una di quelle barche, che era di Simo-ne, lo proegò di scostarsi un poco da terra. poi, sedutosi sulla barca, insegnava alla folla. 5 5:4 Com'ebbe terminato di parlare, disse a Simone: 'proendi il largo, e gettate le reti per pescare'. 6 5:5 Simone gli rispose: 'Maestro, tutta la notte ci siamo affaticati, e non abbiamo proeso nulla. però, secondo la tua parola, getterò le reti'. 7 5:6 E, fatto cosò, proesero una tal quantità di pesci, che le reti si rompevano. 8 5:7 Allora fecero segno ai loro compagni dell'altra barca, di venire ad aiutarli. Quelli vennero e riempirono tutt'e due le barche, tanto che affondavano. 9 5:8 Simon Pietro, veduto ciò, si gettò ai piedi di Gesù, dicendo: 'Signore, allontanati da me, perchè sono un peccatore'. 10 5:9 Perchè spavento aveva colto lui, e tutti quelli che erano con lui, per la quantità di pesci che avevano proesi, 11 5:10 e cosò pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone. Allora Gesù disse a Simo-ne: 'Non temere. d'ora in poi sarai pescatore di uomini'.

5:1 4:44 E andava proedicando nelle sinagoghe della Galilea. 2 5:1 Or avvenne che, mentre egli si trovava sulla riva del lago di Gennesaret e la folla gli si stringeva attorno per ascoltare la parola di Dio, 3 5:2 vide due barche ormeggiate alla riva del lago, dalle quali erano scesi i pescatori e lavavano le reti. 4 5:3 Allora salì su una delle barche, che era di Simone, e lo proegò di scostarsi un poco da terra. Postosi a sedere, ammaestrava le folle dalla barca. 5 5:4 E, quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: ’proendi il largo, e calate le vostre reti per pescare'. 6 5:5 E Simone, rispondendo, gli disse: ’Maestro, ci siamo affaticati tutta la notte e non abbiamo proeso nulla. però, alla tua parola, calerò la rete'. 7 5:6 E, fatto ciò, proesero una tale quantità di pesci che la rete si rompeva. 8 5:7 Allora fecero cenno ai loro compagni, che erano nell’altra barca, perchè venissero ad aiutarli. Ed essi vennero e riempirono tutt’e due le barche, tanto che stavano affondando. 9 5:8 Vedendo questo, Simon Pietro si gettò ai piedi di Gesù, dicendo: ’Signore, allontanati da me perchè sono un uomo peccatore'. 10 5:9 Infatti Pietro e tutti quelli che erano con lui furono proesi da grande stupore, per la quantità di pesci che avevano proeso. 11 5:10 Lo stesso avvenne pure a Giacomo e a Giovanni, figli di Zebedeo, che erano compagni di Simone. Allora Gesù disse a Simone: ’Non temere. da ora in avanti tu sarai pescatore di uomini vivi'.

5:1 E andava predicando nelle sinagoghe della Giudea. 2 Un giorno, mentre, levato in piedi, stava presso il lago di Genèsaret 3 e la folla gli faceva ressa intorno per ascoltare la parola di Dio, vide due barche ormeggiate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. 4 Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedutosi, si mise ad ammaestrare le folle dalla barca. 5 Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: ""Prendi il largo e calate le reti per la pesca"". 6 Simone rispose: ""Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti"". 7 E avendolo fatto, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano. 8 Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche al punto che quasi affondavano. 9 Al veder questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: ""Signore, allontanati da me che sono un peccatore"". 10 Grande stupore infatti aveva preso lui e tutti quelli che erano insieme con lui per la pesca che avevano fatto; 11 così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: ""Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini"".

Mappa

Commento di un santo

Quando il Signore, seduto nella barca, dice a Pietro: ''Prendi il largo e calate le reti per la pesca'', gli consiglia non tanto di calare gli strumenti da pesca nelle profondità delle acque, quanto di spargere nel fondo dei cuori le parole della predicazione. San Paolo ha penetrato in quell'abisso dei cuori, lanciando la parola: ''O profondità della ricchezza, della sapienza e della scienza di Dio!'' (Rm 11,33)... Come la rete porta nelle sue pieghe verso la nave i pesci che ha presi, così la fede conduce nel suo seno, verso il riposo, tutti gli uomini che ha radunati. Ancora per fare capire che il Signore parlava di pesca spirituale, Pietro dice: ''Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti''... Il Verbo, la Parola di Dio, è il Signore nostro Salvatore... Poichè Pietro lancia la sua rete secondo il Verbo, diffonde dappertutto la sua eloquenza secondo Cristo. Spiega le reti tessute secondo le prescrizioni del suo maestro; lancia nel nome del Signore parole più chiare e più efficaci che permettono di salvare, non creature senza ragione, bensì gli uomini. ''Abbiamo faticato, dice, tutta la notte e non abbiamo preso nulla''. Sì, Pietro aveva proprio faticato tutta la notte...; quando è sorta la Lce del Salvatore, le tenebre si sono disperse e la sua fede gli ha permesso di distinguere, nel più profondo delle acque, ciò che i suoi occhi non potevano vedere. Pietro ha effettivamente sofferto a causa della notte, finchè il giorno che è Cristo non è venuto in suo soccorso. Questo fa dire all'apostolo Paolo: ''La notte è avanzata, il giorno è vicino'' (Rm 13,12).

Autore

Massimo
Nostro Signore Gesù Cristo così diede inizio alla sua predicazione : '' Convertitevi, perchè il Regno dei cieli è vicino ' (Mt 4, 17). E similmente, Giovanni Battista il Precursore incominciò : '' Convertitevi, perchè il Regno dei cieli è vicino ' (Mt 3, 2). Anche ora il Signore rimprovera chi non vuole convertirsi mentre si avvicina il Regno dei cieli. '' Il Regno dei cieli egli dice non viene in modo da attirare l'attenzione ', e poi aggiunge : '' Il Regno dei cieli è in mezzo a voi ' (Lc 17, 2021). Ognuno dunque accolga con prudenza l'ammonizione del Maestro, per non perdere l'ora in cui opera la misericordia del Salvatore, misericordia che viene offerta finchè è lasciato tempo al genere umano. E appunto per questo è lasciato tempo all'uomo, perchè si converta, e non ci sia nessuno che incorra nella perdizione. Dio sa quando verrà la fine del mondo : ora è il tempo della fede.

Autore

Agostino
Dio non ha creato l'uomo perchè si perdesse, bensì perchè vivesse in eterno ; questo disegno rimane immutabile.. Infatti, '' Egli vuole che tutti gli uomini siano salvati e arrivino alla conoscenza della verità ' (1 Tm 2, 4). Questa è la volontà del Padre vostro celeste, dice Gesù, '' che non si perda neanche uno solo di questi piccoli ' (Mt 18, 14). E altrove sta scritto : '' Dio non vuole che alcuna anima perisca ; usa pazienza affinchè tutti abbiano modo si pentirsi ' (2 Sm 14, 14 ; 2 Pt 3, 9). Dio è veritiero ; non mentisce quando dichiara sotto giuramento : '' Com'è vero ch'io vivo, io non godo della morte dell'empio, ma che l'empio desista dalla sua condotta e viva ' (Ez 33, 11). Possiamo allora pensare, senza commettere un sacrilegio enorme, che egli voglia la salvezza soltanto di alcuni, e non di tutti in generale ? Chiunque si perda, si perde contro la volontà di Dio. Ogni giorno egli grida verso di lui : '' Convertitevi dalla vostra condotta perversa ! Perchè volete perire, o casa d'Israele ? ' (Ez 33, 11). E di nuovo, insiste : '' Perchè allora questo popolo si ribella con continua ribellione ? Hanno indurito la faccia più di una rupe, non vogliono convertirsi ' (Ger 8, 5 ; 5, 3). Quindi la grazia di Cristo è sempre a vostra disposizione. Poichè egli vuole che tutti gli uomini siano salvati, li chiama tutti, nessuno escluso. '' Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò ' (Mt 11, 28).

Autore

Cassiano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-5°domenica dell'anno c dove si leggono i seguenti passi
[(is 6,1-8)}; (is 6,1-8)}; (sal 137,1-8)}; (1co 15,1-11)}; (Lc 5,1-11)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia