Cronologia dei paragrafi

gesù insegna Cafarnao e guarisce un indemoniato
Guarigione della suocera di Simone
Molte guarigioni
gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Giudea
Chiamata dei primi quattro discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi. Pasto con i peccatori presso Levi
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

gesù insegna Cafarnao e guarisce un indemoniato (lc 4,31-37)

4:31 Poi scese a Cafàrnao, città della Galilea, e in giorno di sabato insegnava alla gente. 32 Erano stupiti del suo insegnamento perchè la sua parola aveva autorità. 33 Nella sinagoga c'era un uomo che era posseduto da un demonio impuro; cominciò a gridare forte: 34 "Basta! Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!". 35 Gesù gli ordinò severamente: "Taci! Esci da lui!". E il demonio lo gettò a terra in mezzo alla gente e uscì da lui, senza fargli alcun male. 36 Tutti furono presi da timore e si dicevano l'un l'altro: "Che parola è mai questa, che comanda con autorità e potenza agli spiriti impuri ed essi se ne vanno?". 37 E la sua fama si diffondeva in ogni luogo della regione circostante.

4:31 4:31 E scese in Capernaum, citta' della Galilea. ed insegnava la gente ne' sabati. 32 4:32 Ed essi stupivano della sua dottrina. perciocche' la sua parola era con autorita'. 33 4:33 OR nella sinagoga vi era un uomo, che avea uno spirito d'immondo demonio. ed esso diede un gran grido, dicendo: Ahi! 34 4:34 che vi e' fra te e noi, o Gesu' Nazareno? sei tu venuto per mandarci in perdizione? io so chi tu sei: il Santo di Dio. 35 4:35 Ma Gesu' lo sgrido', dicendo: Ammutolisci, ed esci fuor di lui. E il demonio, gettatolo quivi in mezzo, usci' da lui, senza avergli fatto alcun nocimento. 36 4:36 E spavento nacque in tutti. e ragionavan fra loro, dicendo: Quale e' questa parola ch'egli, con autorita', e potenza, comandi agli spiriti immondi, ed essi escano fuori? 37 4:37 E il grido di esso ando' per tutti i luoghi del paese circonvicino.

4:31 4:31 E scese a Capernaum, citta' di Galilea. e vi stava ammaestrando la gente nei giorni di sabato. 32 4:32 Ed essi stupivano della sua dottrina perchè parlava con autorita'. 33 4:33 Or nella sinagoga si trovava un uomo posseduto da uno spirito d'immondo demonio, il quale grido' con gran voce: Ahi! 34 4:34 Che v'e' fra noi e te, o Gesu' Nazareno? Se' tu venuto per perderci? Io so chi tu sei: il Santo di Dio! 35 4:35 E Gesu' lo sgrido', dicendo: Ammutolisci, ed esci da quest'uomo! E il demonio, gettatolo a terra in mezzo alla gente, usci' da lui senza fargli alcun male. 36 4:36 E tutti furon proesi da sbigottimento e ragionavan fra loro, dicendo: Qual parola e' questa? Egli comanda con autorita' e potenza agli spiriti immondi, ed essi escono. 37 4:37 E la sua fama si spargeva in ogni parte della circostante contrada.

4:31 4:30 Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò. 32 4:31 Poi discese a Capernaum, città della Galilea, e qui insegnava alla gente nei giorni di sabato. 33 4:32 Ed essi si stupivano del suo insegnamento perchè parlava con autorità. 34 4:33 Or nella sinagoga si trovava un uomo che aveva uno spirito di demonio impuro, il quale gridò a gran voce: 35 4:34 'Ahi! Che c'è fra noi e te, Gesù Nazareno? Sei venuto per mandarci in perdizione? Io so chi sei: il Santo di Dio!'. 36 4:35 Gesù lo sgridò, dicendo: 'Taci, ed esci da quest'uomo!'. E il demonio, gettatolo a terra in mezzo alla gente, uscò da lui senza fargli alcun male. 37 4:36 E tutti furono proesi da stupore e discutevano tra di loro, dicendo: 'Che parola è questa? Egli comanda con autorità e potenza agli spiriti immondi, ed essi escono'.

4:31 4:30 Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò. 32 4:31 Poi discese a Capernaum, città della Galilea, e nei giorni di sabato insegnava alla gente. 33 4:32 Ed essi stupivano del suo insegnamento, perchè la sua parola era con autorità. 34 4:33 Or nella sinagoga c’era un uomo, posseduto da uno spirito di un demone immondo, che si mise a gridare a gran voce, 35 4:34 dicendo: ’Ah, che vi è fra noi e te, o Gesù Nazareno? Sei tu venuto per distruggerci? Io so chi tu sei: Il Santo di Dio!'. 36 4:35 Ma Gesù lo sgridò, dicendo: ’Ammutolisci ed esci da costui!'. E il demone, dopo averlo gettato in mezzo a loro, uscì da lui senza fargli alcun male. 37 4:36 Allora tutti furono proesi da stupore e si dicevano l’un l’altro: ’Che parola è mai questa? Egli comanda con autorità e potenza agli spiriti immondi, e questi escono'.

4:31 Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò. 32 Poi discese a Cafarnao, una città della Galilea, e il sabato ammaestrava la gente. 33 Rimanevano colpiti dal suo insegnamento, perchè parlava con autorità. 34 Nella sinagoga c'era un uomo con un demonio immondo e cominciò a gridare forte: 35 ""Basta! Che abbiamo a che fare con te, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? So bene chi sei: il Santo di Dio!"". 36 Gesù gli intimò: ""Taci, esci da costui!"". E il demonio, gettatolo a terra in mezzo alla gente, uscì da lui, senza fargli alcun male. 37 Tutti furono presi da paura e si dicevano l'un l'altro: ""Che parola è mai questa, che comanda con autorità e potenza agli spiriti immondi ed essi se ne vanno?"".

Mappa

Commento di un santo

''Lca dice che lo spirito immondo uscìdall`uomo senza fargli male. Può sembrare una contraddizione, in quanto secondo Marco "dopo che l`ebbe agitato convulsamente, uscìda lui", oppure, come recano altri codici, "dopo che l`ebbe tormentato", mentre secondo Lca non gli fece alcun male. In realtà, però, anche Lca dice che il demonio uscìda lui dopo averlo gettato in terra, anche se non gli fece del male (cf. Lc 4,35). Si comprende, da ciò, perchè Marco abbia detto che lo tormentò e lo agitò convulsamente intendendo ciò che ha detto Lca, scrivendo che lo gettò a terra. E quanto Lca aggiunge, cioè che non gli fece del male, significa che pur gettandolo in terra e agitandolo convulsamente, non lo mutilò, come sono soliti fare i demoni quando escono da qualcuno amputandogli o strappandogli le membra'. "E si stupirono tutti, tanto che si domandavano l`un l`altro: Cos`è questo? Che nuova dottrina è questa dato che egli comanda con autorità anche agli spiriti immondi ed essi gli obbediscono?" (Mc 1,27). Di fronte alla grandezza del miracolo, ammirano la novità della dottrina del Signore, e sono spinti dalle cose che hanno viste a far domande su quello che hanno udito. Non v`è dubbio infatti che a questo miravano i prodigi che il Signore stesso operava servendosi della natura umana che aveva assunta, o che dava facoltà ai discepoli di compiere. Per mezzo di questi miracoli gli uomini credevano con maggior certezza al vangelo del regno di Dio che veniva loro annunciato: infatti coloro che promettevano agli uomini terreni la felicità futura mostravano di poter compiere in terra opere celesti e divine. In verità, mentre i discepoli operavano ogni cosa per grazia del Signore, come semplici uomini, il Signore operava miracoli e guarigioni da solo, per virtù della sua potenza, e diceva al mondo le cose che udiva dal Padre. Dapprima infatti il Vangelo attesta che ''egli insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi'; e ora la folla testimonia che egli ''con autorità comanda agli spiriti immondi ed essi gli obbediscono'.

Autore

Beda

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-22°martedi dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(1co 2,10-16)}; (sal 144,12-15.144,21-32)}; (Lc 4,31-37)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia