Cronologia dei paragrafi

Battesimo di gesù
Genealogia di gesù
Tentazione nel deserto
gesù inaugura la predicazione
gesù è Nazaret
gesù insegna Cafarnao e guarisce un indemoniato
Guarigione della suocera di Simone
Molte guarigioni
gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Giudea
Chiamata dei primi quattro discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi. Pasto con i peccatori presso Levi
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Battesimo di gesù (lc 3,21-22)

3:21 Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì 22 e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: "Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento".

3:21 3:21 ORA avvenne che mentre tutto il popolo era battezzato, Gesu' ancora, essendo stato battezzato, ed orando, il cielo si aperse. 22 3:22 e lo Spirito Santo scese soproa di lui, in forma corporale, a guisa di colomba. e venne una voce dal cielo, dicendo: Tu sei il mio diletto Figliuolo. in te ho proeso il mio compiacimento.

3:21 3:21 Or avvenne che come tutto il popolo si faceva battezzare, essendo anche Gesu' stato battezzato, mentre stava proegando, s'aproi' il cielo, 22 3:22 e lo Spirito Santo scese su lui in forma corporea a guisa di colomba. e venne una voce dal cielo: Tu sei il mio diletto Figliuolo. in te mi sono compiaciuto.

3:21 3:20 aggiunse a tutte le altre anche questa: rinchiuse Giovanni in proigione. 22 3:21 Ora, mentre tutto il popolo si faceva battezzare, anche Gesù fu battezzato. e, mentre proegava, si aproò il cielo,

3:21 3:20 aggiunse a tutte le altre anche questa, cioè di rinchiudere Giovanni in proigione. 22 3:21 Ora, come tutto il popolo era battezzato, anche Gesù fu battezzato. e mentre stava proegando, il cielo si aproì

3:21 aggiunse alle altre anche questa: fece rinchiudere Giovanni in prigione. 22 Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì

Mappa

Commento di un santo

Il battesimo di Gesù Cristo nel Battesimo si fa Lce, entriamo anche noi nel suo splendore; Cristo riceve il battesimo, inabissiamoci con lui per poter con lui salire alla gloria. Giovanni dà il battesimo, Gesù si accosta a lui, forse per santificare colui dal quale viene battezzato nell'acqua, ma anche di certo per seppellire totalmente nelle acque il vecchio uomo. Santifica il Giordano prima di santificare noi e lo santifica per noi. E poichè era spirito e carne santifica nello Spirito e nell'acqua. Il Battista non accetta la richiesta, ma Gesù insiste. ''Sono io che devo ricevere da te il battesimo' (Mt 3, 14), così dice la Lcerna al sole, la voce alla Parola, l'amico allo Sposo, colui che è il più grande tra i nati di donna a colui che è il primogenito di ogni creatura, colui che nel ventre della madre sussultò di gioia a colui che, ancora nascosto nel grembo materno, ricevette la sua adorazione, colui che precorreva e che avrebbe ancora precorso, a colui che era già apparso e sarebbe nuovamente apparso a suo tempo. ''Io devo ricevere il battesimo da te' e, aggiungi pure, ''in nome tuo'. Sapeva infatti che avrebbe ricevuto il battesimo del martirio o che, come Pietro, sarebbe stato lavato non solo ai piedi. Gesù sale dalle acque e porta con sè in alto tutto intero il cosmo. Vede scindersi e aprirsi i cieli, quei cieli che Adamo aveva chiuso per sè e per tutta la sua discendenza, quei cieli preclusi e sbarrati come il paradiso lo era per la spada fiammeggiante. E lo Spirito testimonia la divinità del Cristo: si presenta simbolicamente sopra Colui che gli è del tutto uguale. Una voce proviene dalle profondità dei cieli, da quelle stesse profondità dalle quali proveniva Chi in quel momento riceveva la testimonianza. Lo Spirito appare visibilmente come colomba e, in questo modo, onora anche il corpo divinizzato e quindi Dio. Non va dimenticato che molto tempo prima era stata pure una colomba quella che aveva annunziato la fine del diluvio. Onoriamo dunque in questo giorno il battesimo di Cristo, e celebriamo come è giusto questa festa. Purificatevi totalmente e progredite in questa purezza. Dio di nessuna cosa tanto si rallegra, come della conversione e della salvezza dell'uomo. Per l'uomo, infatti, sono state pronunziate tutte le parole divine e per lui sono stati compiuti i misteri della rivelazione. Tutto è stato fatto perchè voi diveniate come altrettanti soli cioè forza vitale per gli altri uomini. Siate Lci perfette dinanzi a quella Lce immensa. Sarete inondati del suo splendore soprannaturale. Giungerà a voi, limpidissima e diretta, la Lce della Trinità, della quale finora non avete ricevuto che un solo raggio, proveniente dal Dio unico, attraverso Cristo Gesù nostro Signore, al quale vadano gloria e potenza nei secoli dei secoli. Amen.

Autore

Gregorio
Dunque il Signore fu battezzato, non per farsi purificare, ma per purificare le acque, affinchè esse, santificate a contatto con la carne di Cristo, carne che non conobbe peccato, conseguissero la prerogativa di conferire il battesimo. Per questo, chi è giunto al lavacro di Cristo, depone definitivamente il peccato. Molto opportunamente qui san Lca ha riassunto quanto hanno detto gli altri evangelisti, lasciando capire che il Signore fu battezzato da Giovanni, senza dirlo espressamente. Ma il Signore stesso spiega il motivo del suo battesimo, quando dichiara: Lascia fare per ora; conviene che adempiamo così ogni giustizia (Mt 3, 15). ... Dunque, Gesù venne da Giovanni; il resto vi è noto. Venne al battesimo di Giovanni, ma il battesimo di Giovanni presupponeva la conversione dal peccato. Per questo Giovanni lo trattiene, dicendo: Sono io che ho bisogno di essere battezzato, e tu vieni da me? (Mt 3, 13). Per quale motivo vieni da me, tu che non hai peccati? Solo chi ha peccati deve farsi battezzare; perchè allora Colui che non commise peccato chiede il lavacro di penitenza? Ma Egli disse: Lascia fare per ora - cioè: finchè la Chiesa non sia edificata - conviene che adempiamo così ogni giustizia. Che cos'è la giustizia, se non la misericordia? Infatti: Egli ha dato con generosità ai poveri; la sua giustizia persiste per sempre (Sal 111, 9). Ha dato con generosità a me, che sono povero; a me che son bisognoso ha dato la grazia, mentre prima non la possedevo; perciò la sua giustizia persiste per l'eternità. Che cosa vuol dire iustizia, se non metterti per primo a fare ciò che vuoi che gli altri facciano, ed incoraggiare gli altri col tuo esempio? Che cosa vuol dire giustizia, se non che Egli, assunta la carne, non ricusò di servirsi della sensibilità e dell'aiuto della carne, e come uomo soggiogò la sua carne, per insegnare anche a me a soggiogarla? Infatti, mi ha insegnato il modo di far morire ai peccati e di rinnovare nelle virtù il sudiciume della mia carne, colpevole di tutti i vizi terreni. O preveggenza veramente divina del Signore in questo suo stesso abbassamento! Quanto fu più meschina l'umiliazione, fu tanto più divina la sua provvidenza. Si fa conoscere come Dio nell'asprezza degli oltraggi ricevuti, e si dimostra Dio servendosi dei rimedi, Lui che di rimedi non aveva bisogno. Che c'è allora di più divino del lavacro della grazia per chiamare i popoli? Nessuno deve sottrarvisi, perchè Cristo non si è sottratto al lavacro della penitenza. Nessuno dica di essere senza peccato, se Cristo è venuto per il rimedio del peccato. Se Cristo si è lavato per noi, anzi se ci ha lavati nel suo corpo, quanto più noi dobbiamo lavare i nostri peccati! Con quale altra azione, con quale altro mistero di grazia, sebbene Dio sia in ogni cosa, Dio si dimostra maggiormente che non con questo suo atto: quando, per tutto il mondo dovunque si estenda la condizione del genere umano, attraverso le lontananze e le distese di terre tra sè separate, in un solo istante, in un unico corpo cancellò l'inganno dell'antico peccato, riversò la grazia del regno celeste? Uno solo si immerse, ma elevò tutti con sè; uno solo discese nell'acqua, perchè tutti ascendessimo in Cielo, uno solo prese su di sè i peccati di tutti, perchè in Lui fossero mondati i peccati di tutti. Purificatevi (Gc 4, 8) dunque, come dice l'apostolo, perchè Colui, il quale non aveva bisogno di purificazione, si è purificato per noi. E questo vale per noi. Ma consideriamo ora il mistero della Trinità. Noi affermiamo l'esistenza di un unico Dio, però confessiamo il Padre; confessiamo il Figlio. Infatti, poichè sta scritto: Amerai il Signore, tuo Dio, e lui solo servirai (Dt 6, 5. 13), il Figlio negò di essere solo, quando disse: Ma io non sono solo perchè il Padre è con me (Gv 16, 32). Neppure adesso è solo, poichè il Padre attesta di essere presente. è presente lo Spirito Santo: infatti la Trinità non può mai essere in se stessa disgiunta. Ecco che si aprì il cielo, e discese lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba. ... Consideriamo il mistero. Perchè come una colomba? Perchè la grazia del battesimo richiede la semplicità, affinchè siamo semplici come colombe. La grazia del battesimo richiede la pace, quella pace che, nell'antico simbolo, la colomba portò un giorno a quell'arca, che, sola, non fu travolta dal diluvio. Colui che ora si è degnato di discendere in forma di colomba, ha insegnato di chi fosse simbolo quella colomba, mi ha insegnato che quel ramoscello e quell'arca erano il simbolo della pace e della Chiesa, poichè, pur fra le rovine del mondo, lo Spirito Santo reca alla sua Chiesa una pace feconda. Me lo ha nsegnato anche Davide, il quale, scorgendo per ispirazione profetica il sacramento del battesimo, ha detto: Avessi ali come una colomba! (Sal 54, 7).

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia