Cronologia dei paragrafi

L'annunciazione
La visitazione
Il Magnificat
Nascita di Giovanni Battista e visita dei vicini
Circoncisione di Giovanni Battista
Il Benedictus
Vita nascosta di Giovanni Battista
Nascita di gesù e visita dei pastori
Circoncisione di gesù
Presentazione di gesù al tempio
Il Nunc dimittis
Profezia di Simeone
Profezia di Anna
Vita nascosta di gesù è Nazaret
gesù tra i dottori
Ancora la vita nascosta a Nazaret
Predicazione di Giovanni Battista
Giovanni Battista in prigione
Battesimo di gesù
Genealogia di gesù
Tentazione nel deserto
gesù inaugura la predicazione
gesù è Nazaret
gesù insegna Cafarnao e guarisce un indemoniato
Guarigione della suocera di Simone
Molte guarigioni
gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Giudea
Chiamata dei primi quattro discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi. Pasto con i peccatori presso Levi
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

L'annunciazione (lc 1,26-38)

1:26 Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, 27 a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 28 Entrando da lei, disse: "Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te". 29 A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. 30 L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio. 31 Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 32 Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre 33 e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine". 34 Allora Maria disse all'angelo: "Come avverrà questo, poichè non conosco uomo?". 35 Le rispose l'angelo: "Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. 36 Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: 37 nulla è impossibile a Dio". 38 Allora Maria disse: "Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola". E l'angelo si allontanò da lei.

1:26 1:26 ED al sesto mese, l'angelo Gabriele fu da Dio mandato in una citta' di Galilea, detta Nazaret. 27 1:27 ad una vergine, sposata ad un uomo, il cui nome era Giuseppe, della casa di Davide. e il nome della vergine era Maria. 28 1:28 E l'angelo, entrato da lei, disse: Ben ti sia, o tu cui grazia e' stata fatta. il Signore e' teco. benedetta tu sei fra le donne. 29 1:29 Ed ella, avendolo veduto, fu turbata delle sue parole. e discorreva in se' stessa qual fosse questo saluto. 30 1:30 E l'angelo le disse: Non temere, Maria, per-ciocche' tu hai trovata grazia proesso Iddio. 31 1:31 Ed ecco tu concepirai nel seno, e partorirai un figliuolo, e gli porrai nome GESu'. 32 1:32 Esso sara' grande, e sara' chiamato Figliuol dell'Altissimo. e il Signore Iddio gli dara' il trono di Davide, suo padre. 33 1:33 Ed egli regnera' soproa la casa di Giacobbe, in eterno. e il suo regno non avra' mai fine. 34 1:34 E Maria disse all'angelo: Come avverra' questo, poiche' io non conosco uomo? 35 1:35 E l'angelo, rispondendo, le disse: Lo Spirito Santo verra' soproa te, e la virtu' dell'Altissimo ti adombrera'. per tanto ancora cio' che nascera' da te Santo sara' chiamato Figliuol di Dio. 36 1:36 Ed ecco, Elisabetta, tua cugina, ha eziandio con-ceputo un figliuolo nella sua vecchiezza. e questo e' il sesto mese a lei ch'era chiamata sterile. 37 1:37 Poiche' nulla e' impossibile a Dio. 38 1:38 E Maria disse: Ecco la serva del Signore. siami fatto secondo le tue parole. E l'angelo si parti' da lei.

1:26 1:26 Al sesto mese l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una citta' di Galilea detta Nazaret 27 1:27 ad una vergine fidanzata ad un uomo chiamato Giuseppe, della casa di Davide. e il nome della vergine era Maria. 28 1:28 E l'angelo, entrato da lei, disse: Ti saluto, o favorita dalla grazia. il Signore e' teco. 29 1:29 Ed ella fu turbata a questa parola, e si domandava che cosa volesse dire un tal saluto. 30 1:30 E l'angelo le disse: Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia proesso Dio. 31 1:31 Ed ecco tu concepirai nel seno e partorirai un figliuolo e gli porrai nome Gesu'. 32 1:32 Questi sara' grande, e sara' chiamato Figliuol dell'Altissimo, e il Signore Iddio gli dara' il trono di Davide suo padre, 33 1:33 ed egli regnera' sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avra' mai fine. 34 1:34 E Maria disse all'angelo: Come avverra' questo, poichè non conosco uomo? 35 1:35 E l'angelo, rispondendo, le disse: Lo Spirito Santo verra' su di te e la potenza dell'Altissimo ti coproira' dell'ombra sua. percio' ancora il santo che nascera', sara' chiamato Figliuolo di Dio. 36 1:36 Ed ecco, Elisabetta, tua parente, ha concepito anche lei un figliuolo nella sua vecchiaia. e questo e' il sesto mese per lei, ch'era chiamata sterile. 37 1:37 poichè nessuna parola di Dio rimarra' inefficace. 38 1:38 E Maria disse: Ecco, io son l'ancella del Signore. siami fatto secondo la tua parola. E l'angelo si parti' da lei.

1:26 1:25 'Ecco quanto ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui mi ha rivolto il suo sguardo per cancellare la mia vergogna in mezzo agli uomini'. 27 1:26 Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città di Galilea, chiamata Nazaret, 28 1:27 a una vergine fidanzata a un uomo chiamato Giuseppe, della casa di Davide. e il nome della vergine era Maria. 29 1:28 L'angelo, entrato da lei, disse: 'Ti saluto, o favorita dalla grazia. il Signore è con te'. 30 1:29 Ella fu turbata a queste parole, e si domandava che cosa volesse dire un tale saluto. 31 1:30 L'angelo le disse: 'Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia proesso Dio. 32 1:31 Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. 33 1:32 Questi sarà grande e sarà chiamato Figlio dell'Altissimo, e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre. 34 1:33 Egli regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine'. 35 1:34 Maria disse all'angelo: 'Come avverrà questo, dal momento che non conosco uomo?'. 36 1:35 L'angelo le rispose: 'Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coproirà dell'ombra sua. perciò, anche colui che nascerà sarà chiamato Santo, Figlio di Dio. 37 1:36 Ecco, Elisabetta, tua parente, ha concepito anche lei un figlio nella sua vecchiaia. e questo è il sesto mese, per lei, che era chiamata sterile. 38 1:37 poichè nessuna parola di Dio rimarrà inefficace'.

1:26 1:25 ’Ecco cosa mi ha fatto il Signore nei giorni, in cui ha volto il suo sguardo su di me per rimuovere la mia vergogna tra gli uomini'. 27 1:26 Nel sesto mese, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, 28 1:27 ad una vergine fidanzata a un uomo di nome Giuseppe, della casa di Davide. e il nome della vergine era Maria. 29 1:28 E l’angelo, entrato da lei, disse: ’Salve, o grandemente favorita, il Signore è con te. tu sei benedetta fra le donne'. 30 1:29 Ma quando lo vide, ella rimase turbata alle sue parole, e si domandava cosa potesse significare un tale saluto. 31 1:30 E l’angelo le disse: ’Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia proesso Dio. 32 1:31 Ed ecco, tu concepirai nel grembo e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. 33 1:32 Egli sarà grande e sarà chiamato Figlio dell’Altissimo. e il Signore Dio gli darà il trono di Davide, suo padre. 34 1:33 e regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il suo regno non avrà mai fine'. 35 1:34 E Maria disse all’angelo: ’Come avverrà questo, poichè io non conosco uomo?'. 36 1:35 E l’angelo, rispondendo, le disse: ’Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti adombrerà. pertanto il santo che nascerà da te sarà chiamato Figlio di Dio. 37 1:36 Ed ecco Elisabetta, tua parente, ha anch’ella concepito un figlio nella sua vecchiaia. e questo è il sesto mese per lei, che era chiamata sterile, 38 1:37 poichè nulla è impossibile con Dio'.

1:26 ""Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna tra gli uomini"". 27 Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, 28 a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 29 Entrando da lei, disse: ""Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te"". 30 A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. 31 L'angelo le disse: ""Non temere, Maria, perchè hai trovato grazia presso Dio. 32 Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. 33 Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre 34 e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine"". 35 Allora Maria disse all'angelo: ""Come è possibile? Non conosco uomo"". 36 Le rispose l'angelo: ""Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. 37 Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: 38 nulla è impossibile a Dio"".

Mappa

Commento di un santo

O Vergine, per la tua benedizione è benedetta ogni creatura Cielo, stelle, terra, fiumi, giorno, notte e tutte le creature che sono sottoposte al potere dell'uomo o disposte per la sua utilità si rallegrano, o Signora, di essere stati per mezzo tuo in certo modo risuscitati allo splendore che avevano perduto, e di avere ricevuto una grazia nuova inesprimibile. Erano tutte come morte le cose, poichè avevano perduto la dignità originale alla quale erano state destinate. Loro fine era di servire al dominio o alle necessità delle creature cui spetta di elevare la lode a Dio. Erano schiacciate dall'oppressione e avevano perso vivezza per l'abuso di coloro che s'erano fatti servi degli idoli. Ma agli idoli non erano destinate. Ora invece, quasi risuscitate, si rallegrano di essere rette dal dominio e abbellite dall'uso degli uomini che lodano Dio. Hanno esultato come di una nuova e inestimabile grazia sentendo che Dio stesso, lo stesso loro Creatore non solo invisibilmente le regge dall'alto, ma anche, presente visibilmente tra di loro, le santifica servendosi di esse. Questi beni così grandi sono venuti dal frutto benedetto del grembo benedetto di Maria benedetta. Per la pienezza della tua grazia anche le creature che erano negl'inferi si rallegrano nella gioia di essere liberate, e quelle che sono sulla terra gioiscono di essere rinnovate. Invero per il medesimo glorioso figlio della tua gloriosa verginità, esultano, liberati dalla loro prigionia, tutti i giusti che sono morti prima della sua morte vivificatrice, e gli angeli si rallegrano perchè è rifatta nuova la loro città diroccata. O donna piena e sovrabbondante di grazia, ogni creatura rinverdisce, inondata dal traboccare della tua pienezza. O vergine benedetta e più che benedetta, per la cui benedizione ogni creatura è benedetta dal suo Creatore, e il Creatore è benedetto da ogni creatura. A Maria Dio diede il Figlio suo unico che aveva generato dal suo seno uguale a se stesso e che amava come se stesso, e da Maria plasmò il Figlio, non un altro, ma il medesimo, in modo che secondo la natura fosse l'unico e medesimo figlio comune di Dio e di Maria. Dio creò ogni creatura, e Maria generò Dio: Dio, che aveva creato ogni cosa, si fece lui stesso creatura di Maria, e ha ricreato così tutto quello che aveva creato. E mentre aveva potuto creare tutte le cose dal nulla, dopo la loro rovina non volle restaurarle senza Maria. Dio dunque è il padre delle cose create, Maria la madre delle cose ricreate. Dio è padre della fondazione del mondo, Maria la madre della sua riparazione, poichè Dio ha generato colui per mezzo del quale tutto è stato fatto, e Maria ha partorito colui per opera del quale tutte le cose sono state salvate. Dio ha generato colui senza del quale niente assolutamente è, e Maria ha partorito colui senza del quale niente è bene. Davvero con te è il Signore che volle che tutte le creature, e lui stesso insieme, dovessero tanto a te.

Autore

Anselmo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

E nelle seguenti solennità
annunciazione dove si leggono i seguenti passi: (is 7,1-14.8,1-1); (sal 40,7-11); (Eb 10,4-10); (Lc 1,26-38);
Maria Regina dove si leggono i seguenti passi: (is 9,1-6); (sal 112,1-8); (Lc 1,26-38);
Immacolata Concezione dove si leggono i seguenti passi: (Gen 3,9-15.3,20-20); (sal 98,1-4); (Ef 1,3-6.1,11-12); (Lc 1,26-38);
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale