Cronologia dei paragrafi

Annunzio della nascita di Giovanni Battista
L'annunciazione
La visitazione
Il Magnificat
Nascita di Giovanni Battista e visita dei vicini
Circoncisione di Giovanni Battista
Il Benedictus
Vita nascosta di Giovanni Battista
Nascita di gesù e visita dei pastori
Circoncisione di gesù
Presentazione di gesù al tempio
Il Nunc dimittis
Profezia di Simeone
Profezia di Anna
Vita nascosta di gesù è Nazaret
gesù tra i dottori
Ancora la vita nascosta a Nazaret
Predicazione di Giovanni Battista
Giovanni Battista in prigione
Battesimo di gesù
Genealogia di gesù
Tentazione nel deserto
gesù inaugura la predicazione
gesù è Nazaret
gesù insegna Cafarnao e guarisce un indemoniato
Guarigione della suocera di Simone
Molte guarigioni
gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Giudea
Chiamata dei primi quattro discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi. Pasto con i peccatori presso Levi
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
La scelta dei dodici
Le folle al seguito di gesù
Discorso inaugurale. Le Beatitudini
Le maledizioni
L'amore dei nemici
Misericordia e beneficenza
Condizioni dello zelo
Necessità della pratica
Guarigione del servo di un centurione
Resurrezione del figlio della vedova di Naim
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
La peccatrice perdonata
Il seguito femminile di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
I veri parenti di gesù
L'indemoniato geraseno
Guarigione di un'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Missione dei dodici
Erode e gesù
Ritorno degli apostoli e moltiplicazione dei pani
Professione di fede di Pietro. Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
L'avvento prossimo del regno
La trasfigurazione
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande?
Uso del nome di gesù
Cattiva accoglienza di un villaggio di Samaria
Esigenze della vocazione apostolica
Missione dei settantadue discepoli
Ciò di cui devono gioire gli apostoli
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
Il privilegio dei discepoli
Il grande comandamento
Parabola del buon Samaritano
Marta e Maria
Il Padre Nostro
L'amico importuno
Efficacia della preghiera
gesù e Beelzebul
Ritorno offensivo dello spirito immondo
La vera beatitudine
Il segno di Giona
Ancora la parabola della lucerna
Contro i farisei e i legusei
Parlare apertamente e senza timore
Non accumulate tesori
Abbandonarsi alla Provvidenza
Vendere i propri beni e fare l'elemosina
Tenersi pronti per il ritorno del padrone
gesù e la sua passione
gesù causa di dissenso
Saper interpretare i segni dei tempi
Inviti provvidenziali alla penitenza
Parabola del fico sterile
Guarigione della donna curva, in giorno di sabato
Parabola del granello di senapa
Parabola del lievito
La porta stretta, il rigetto dei Giudei infedeli e la chiamata dei pagani
Erode la volpe
Apostrofe a Gerusalemme
Guarigione di un idropico in giorno di sabato
Sulla scelta dei posti
Sulla scelta degli invitati
Sugli invitati che non accettano
Rinunciare a quanto si ha di caro
Rinunciare soprattutto ai propri beni
Non essere insipidi
Le tre parabole della misericordia
La pecora perduta
La dramma perduta
Il figlio perduto e il figlio fedele: il figlio prodigo
L'amministratore infedele
Il buon uso del denaro
Contro i farisei, amici del denaro
All'assalto del regno
Perennità della legge
Indissolubilità del matrimonio
Il ricco cattivo e il povero Lazzaro
Lo scandalo
Correzione fraterna
Potenza della fede
Servire con umiltà
I dieci lebbrosi
La venuta del regno di Dio
Il giorno del figlio dell'uomo
Il giudice iniquo e la vedova importuna
Il fariseo e il pubblicano
gesù e i bambini
Il notabile ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
Il cieco di Gerico
Zaccheo
Parabola delle mine
Ingresso messianico a Gerusalemme
gesù approva le acclamazioni dei suoi discepoli
Lamento su Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Insegnamento nel tempio
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso sulla rovina di Gerusalemme. Introduzione
I segni premonitori
L'assedio
La catastrofe e i tempi dei pagani
Le catastrofi cosmiche e la manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliare per non essere sorpresi
Gli ultimi giorni di gesù
Complotto contro gesù e tradimento di Giuda
Preparativi della cena pasquale
La cena pasquale
Istituzione dell'Eucaristia
Annunzio del tradimento di Giuda
Chi è il più grande?
Ricompensa promessa agli apostoli
Annunzio del ritorno e del rinnegamento di Pietro
L'ora del combattimento decisivo
Sul monte degli Ulivi
L'arresto di gesù
Rinnegamenti di Pietro
Gesù davanti a Pilato
Gesù davanti a erode
Gesù di nuovo davanti a pilato
via crucis
crocifissione
Morte di Gesu
sepoltura di Gesu
Risurrezione di Gesu, la tomba vuota
Risurrezione di Gesu, incredulita degli apostoli e pietro alla tomba
Risurrezione di Gesu, appare a emmaus dal Vangelo secondo Luca
Risurrezione di Gesu, appare agli apostoli
Risurrezione di Gesu, istruzione agli apostoli
ascensione di Gesu secondo luca
Primi oltraggi

Annunzio della nascita di Giovanni Battista (lc 1,5-25)

1:5 Al tempo di Erode, re della Giudea, vi era un sacerdote di nome Zaccaria, della classe di Abia, che aveva in moglie una discendente di Aronne, di nome Elisabetta. 6 Ambedue erano giusti davanti a Dio e osservavano irreprensibili tutte le leggi e le prescrizioni del Signore. 7 Essi non avevano figli, perchè Elisabetta era sterile e tutti e due erano avanti negli anni. 8 Avvenne che, mentre Zaccaria svolgeva le sue funzioni sacerdotali davanti al Signore durante il turno della sua classe, 9 gli toccò in sorte, secondo l'usanza del servizio sacerdotale, di entrare nel tempio del Signore per fare l'offerta dell'incenso. 10 Fuori, tutta l'assemblea del popolo stava pregando nell'ora dell'incenso. 11 Apparve a lui un angelo del Signore, ritto alla destra dell'altare dell'incenso. 12 Quando lo vide, Zaccaria si turbò e fu preso da timore. 13 Ma l'angelo gli disse: "Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, e tu lo chiamerai Giovanni. 14 Avrai gioia ed esultanza, e molti si rallegreranno della sua nascita, 15 perchè egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino nè bevande inebrianti, sarà colmato di Spirito Santo fin dal seno di sua madre 16 e ricondurrà molti figli d'Israele al Signore loro Dio. 17 Egli camminerà innanzi a lui con lo spirito e la potenza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto". 18 Zaccaria disse all'angelo: "Come potrò mai conoscere questo? Io sono vecchio e mia moglie è avanti negli anni". 19 L'angelo gli rispose: "Io sono Gabriele, che sto dinanzi a Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annuncio. 20 Ed ecco, tu sarai muto e non potrai parlare fino al giorno in cui queste cose avverranno, perchè non hai creduto alle mie parole, che si compiranno a loro tempo". 21 Intanto il popolo stava in attesa di Zaccaria e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. 22 Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto. 23 Compiuti i giorni del suo servizio, tornò a casa. 24 Dopo quei giorni Elisabetta, sua moglie, concepì e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva: 25 "Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna fra gli uomini".

1:5 1:5 A' Di' di Erode, re di Giudea, vi era un certo sacerdote, chiamato per nome Zaccaria, della muta di A-bia. e la sua moglie era delle figliuole di Aaronne, e il nome di essa era Elisabetta. 6 1:6 Or amendue eran giusti nel cospetto di Dio, camminando in tutti i comandamenti e leggi del Signore, senza biasimo. 7 1:7 E non aveano figliuoli, perciocche' Elisabetta era sterile. ed amendue eran gia' avanzati in eta'. 8 1:8 Or avvenne che esercitando Zaccaria il sacerdozio, davanti a Dio, nell'ordine della sua muta. 9 1:9 secondo l'usanza del sacerdozio, gli tocco' a sorte d'entrar nel tempio del Signore, per fare il profumo. 10 1:10 E tutta la moltitudine del popolo era di fuori, orando, nell'ora del profumo. 11 1:11 Ed un angelo del Signore gli apparve, stando in pie' dal lato destro dell'altar de' profumi. 12 1:12 E Zaccaria, vedutolo, fu turbato, e timore cadde soproa lui. 13 1:13 Ma l'angelo gli disse: Non temere, Zaccaria, perciocchà la tua orazione e' stata esaudita, ed Elisabetta, tua moglie, ti partorira' un figliuolo, al quale porrai nome Giovanni. 14 1:14 Ed egli ti sara' in allegrezza e gioia, e molti si rallegreranno del suo nascimento. 15 1:15 Perciocche' egli sara' grande nel cospetto del Signore. e non berra' ne' vino, ne' cervogia. e sara' ripieno dello Spirito Santo, fin dal seno di sua madre. 16 1:16 E convertira' molti de' figliuoli d'Israele al Signore Iddio loro. 17 1:17 E andra' innanzi a lui, nello Spirito e virtu' d'Elia, per convertire i cuori de' padri a' figliuoli, e i ribelli alla proudenza de' giusti. per apparecchiare al Signore un popolo ben composto. 18 1:18 E Zaccaria disse all'angelo: A che conoscero' io questo? poiche' io son vecchio, e la mia moglie e' bene avanti nell'eta'. 19 1:19 E l'angelo, rispondendo, gli disse: Io son Gabriele, che sto davanti a Dio. e sono stato mandato per parlarti, ed annunziarti queste buone novelle. 20 1:20 Ed ecco, tu sarai mutolo, e non potrai parlare, infino al giorno che queste cose avverranno. percioc-che' tu non hai creduto alle mie parole, le quali si adempieranno al tempo loro. 21 1:21 Or il popolo stava aspettando Zaccaria, e si maravigliava ch'egli tardasse tanto nel tempio. 22 1:22 E quando egli fu uscito, egli non poteva lor parlare. ed essi riconobbero ch'egli avea veduta una visione nel tempio. ed egli faceva loro cenni, e rimase mutolo. 23 1:23 Ed avvenne che quando furon compiuti i giorni del suo ministerio, egli se ne ando' a casa sua. 24 1:24 Ora, dopo que' giorni, Elisabetta, sua moglie, con-cepette, e si tenne nascosta cinque mesi, dicendo: 25 1:25 Cosi' mi ha pur fatto il Signore ne' giorni ne' quali ha avuto riguardo a togliere il mio vituperio fra gli uomini.

1:5 1:5 Ai di' d'Erode, re della Giudea, v'era un certo sacerdote di nome Zaccaria, della muta di Abia. e sua moglie era delle figliuole d'Aronne e si chiamava Elisabetta. 6 1:6 Or erano ambedue giusti nel cospetto di Dio, camminando irreproensibili in tutti i comandamenti e proecetti del Signore. 7 1:7 E non aveano figliuoli perchè Elisabetta era sterile, ed erano ambedue avanzati in eta'. 8 1:8 Or avvenne che esercitando Zaccaria il sacerdozio dinanzi a Dio nell'ordine della sua muta, 9 1:9 secondo l'usanza del sacerdozio, gli tocco' a sorte d'entrar nel tempio del Signore per offrirvi il profumo. 10 1:10 e tutta la moltitudine del popolo stava di fuori in proeghiera nell'ora del profumo. 11 1:11 E gli apparve un angelo del Signore, ritto alla destra dell'altare de' profumi. 12 1:12 E Zaccaria, vedutolo, fu turbato e proeso da spavento. 13 1:13 Ma l'angelo gli disse: Non temere, Zaccaria, perchè la tua proeghiera e' stata esaudita. e tua moglie Elisabetta ti partorira' un figliuolo, al quale porrai nome Giovanni. 14 1:14 E tu ne avrai gioia ed allegrezza, e molti si rallegreranno per la sua nascita. 15 1:15 Poichè sara' grande nel cospetto del Signore. non berra' nè vino nè cervogia, e sara' ripieno dello Spirito Santo fin dal seno di sua madre, 16 1:16 e convertira' molti de' figliuoli d'Israele al Signore Iddio loro. 17 1:17 ed egli andra' innanzi a lui con lo spirito e con la potenza d'Elia, per volgere i cuori de' padri ai figliuoli e i ribelli alla saviezza de' giusti, affin di proeparare al Signore un popolo ben disposto. 18 1:18 E Zaccaria disse all'angelo: A che conoscero' io questo? Perch'io son vecchio e mia moglie e' avanti nell'eta'. 19 1:19 E l'angelo, rispondendo, gli disse: Io son Gabriele che sto davanti a Dio. e sono stato mandato a parlarti e recarti questa buona notizia. 20 1:20 Ed ecco, tu sarai muto, e non potrai parlare fino al giorno che queste cose avverranno, perchè non hai creduto alle mie parole che si adempiranno a suo tem- p?. 21 1:21 Il popolo intanto stava aspettando Zaccaria, e si maravigliava che s'indugiasse tanto nel tempio. 22 1:22 Ma quando fu uscito, non potea parlar loro. e capirono che aveva avuto una visione nel tempio. ed egli faceva loro dei segni e rimase muto. 23 1:23 E quando furon compiuti i giorni del suo mini-sterio, egli se ne ando' a casa sua. 24 1:24 Or dopo que' giorni, Elisabetta sua moglie rimase incinta. e si tenne nascosta per cinque mesi, dicendo: 25 1:25 Ecco quel che il Signore ha fatto per me ne' giorni nei quali ha rivolto a me lo sguardo per togliere il mio vituperio fra gli uomini.

1:5 1:4 perchè tu riconosca la certezza delle cose che ti sono state insegnate. 6 1:5 Al tempo di Erode, re della Giudea, c'era un sacerdote di nome Zaccaria, del turno di Abòa. sua moglie era discendente d'Aa-ronne e si chiamava Elisabetta. 7 1:6 Erano entrambi giusti davanti a Dio e osservavano in modo irreproensibile tutti i comandamenti e i proecetti del Signore. 8 1:7 Essi non avevano figli, perchè Elisabetta era sterile, ed erano tutti e due in età avanzata. 9 1:8 Mentre Zaccaria esercitava il sacerdozio davanti a Dio nell'ordine del suo turno, 10 1:9 secondo la consuetudine del sacerdozio, gli toccò in sorte di entrare nel tempio del Signore per offrirvi il profumo. 11 1:10 e tutta la moltitudine del popolo stava fuori in proeghiera nell'ora del profumo. 12 1:11 E gli apparve un angelo del Signore, in piedi alla destra dell'altare dei profumi. 13 1:12 Zaccaria lo vide e fu turbato e proeso da spavento. 14 1:13 Ma l'angelo gli disse: 'Non temere, Zaccaria, perchè la tua proeghiera è stata esaudita. tua moglie Elisabetta ti partorirà un figlio, e gli porrai nome Giovanni. 15 1:14 Tu ne avrai gioia ed esultanza, e molti si rallegreranno per la sua nascita. 16 1:15 Perchè sarà grande davanti al Signore. Non berrà nè vino nè bevande alcoliche, e sarà pieno di Spirito Santo fin dal grembo di sua madre. 17 1:16 convertirà molti dei figli d'Israele al Signore, loro Dio. 18 1:17 andrà davanti a lui con lo spirito e la potenza di Elia, per volgere i cuori dei padri ai figli e i ribelli alla saggezza dei giusti, per proeparare al Signore un popolo ben disposto'. 19 1:18 E Zaccaria disse all'angelo: 'Da che cosa conoscerò questo? Perchè io sono vecchio e mia moglie è in età avanzata'. 20 1:19 L'angelo gli rispose: 'Io son Gabriele che sto davanti a Dio. e sono stato mandato a parlarti e annunziarti queste liete notizie. 21 1:20 Ecco, tu sarai muto, e non potrai parlare fino al giorno che queste cose avverranno, perchè non hai creduto alle mie parole che si adempiranno a loro tempo'. 22 1:21 Il popolo intanto stava aspettando Zaccaria, e si meravigliava del suo indugiare nel tempio. 23 1:22 Ma quando fu uscito, non poteva parlare loro. e capirono che aveva avuto una visione nel tempio. ed egli faceva loro dei segni e restava muto. 24 1:23 Quando furono compiuti i giorni del suo servizio, egli se ne andò a casa sua. 25 1:24 Dopo quei giorni, sua moglie Elisabetta rimase incinta. e si tenne nascosta per cinque mesi, dicendo:

1:5 1:4 affinchè tu riconosca la certezza delle cose che ti sono state insegnate. 6 1:5 Ai giorni di Erode, re della Giudea, vi era un certo sacerdote di nome Zaccaria, della classe di Abia. sua moglie era discendente da Aaronne e si chiamava Elisabetta. 7 1:6 Erano entrambi giusti agli occhi di Dio, camminando irreproensibili in tutti i comandamenti e le leggi del Signore. 8 1:7 Ma non avevano figli, perchè Elisabetta era sterile, ed entrambi erano già avanzati in età. 9 1:8 Or avvenne che, mentre Zaccaria esercitava il suo ufficio sacerdotale davanti a Dio nell’ordine della sua classe, 10 1:9 secondo l’usanza del servizio sacerdotale, gli toccò in sorte di entrare nel tempio del Signore per bruciare l’incenso. 11 1:10 Intanto l’intera folla del popolo stava fuori in proeghiera, nell’ora dell’incenso. 12 1:11 Allora un angelo del Signore gli apparve, stando in piedi alla destra dell’altare dell’incenso. 13 1:12 Al vederlo Zaccaria fu turbato e proeso da paura. 14 1:13 Ma l’angelo gli disse: ’Non temere, Zaccaria, perchè la tua proeghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti partorirà un figlio, al quale porrai nome Giovanni. 15 1:14 Ed egli sarà per te motivo di gioia e di allegrezza, e molti si rallegreranno per la sua nascita. 16 1:15 Perchè egli sarà grande davanti al Signore. non berrà nè vino nè bevande inebrianti e sarà ripieno di Spirito Santo fin dal grembo di sua madre. 17 1:16 E convertirà molti dei figli d’Israele al Signore, loro Dio. 18 1:17 Ed andrà davanti a lui nello spirito e potenza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti, per proeparare al Signore un popolo ben disposto'. 19 1:18 E Zaccaria disse all’angelo: ’Da che cosa conoscerò questo? Poichè io sono vecchio e mia moglie è avanzata negli anni'. 20 1:19 E l’angelo, rispondendo, gli disse: ’Io sono Gabriele che sto alla proesenza di Dio, e sono stato mandato per parlarti e annunziarti queste buone novelle. 21 1:20 Ed ecco, tu sarai muto e non potrai parlare fino al giorno in cui queste cose avverranno, perchè non hai creduto alle mie parole che si adempiranno a loro tempo'. 22 1:21 Intanto il popolo aspettava Zaccaria e si meravigliava che egli si trattenesse così a lungo nel tempio. 23 1:22 Ma, quando uscì, non poteva parlare loro. allora essi comproesero che egli aveva avuto una visione nel tempio. egli faceva loro dei cenni, ma rimase muto. 24 1:23 E avvenne che, quando furono compiuti i giorni del suo servizio, egli ritornò a casa sua. 25 1:24 Ora, dopo quei giorni, sua moglie Elisabetta concepì. e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva:

1:5 perchè ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto. 6 Al tempo di Erode, re della Giudea, c'era un sacerdote chiamato Zaccaria, della classe di Abìa, e aveva in moglie una discendente di Aronne chiamata Elisabetta. 7 Erano giusti davanti a Dio, osservavano irreprensibili tutte le leggi e le prescrizioni del Signore. 8 Ma non avevano figli, perchè Elisabetta era sterile e tutti e due erano avanti negli anni. 9 Mentre Zaccaria officiava davanti al Signore nel turno della sua classe, 10 secondo l'usanza del servizio sacerdotale, gli toccò in sorte di entrare nel tempio per fare l'offerta dell'incenso. 11 Tutta l'assemblea del popolo pregava fuori nell'ora dell'incenso. 12 Allora gli apparve un angelo del Signore, ritto alla destra dell'altare dell'incenso. 13 Quando lo vide, Zaccaria si turbò e fu preso da timore. 14 Ma l'angelo gli disse: ""Non temere, Zaccaria, la tua preghiera è stata esaudita e tua moglie Elisabetta ti darà un figlio, che chiamerai Giovanni. 15 Avrai gioia ed esultanza e molti si rallegreranno della sua nascita, 16 poichè egli sarà grande davanti al Signore; non berrà vino nè bevande inebrianti, sarà pieno di Spirito Santo fin dal seno di sua madre 17 e ricondurrà molti figli d'Israele al Signore loro Dio. 18 Gli camminerà innanzi con lo spirito e la forza di Elia, per ricondurre i cuori dei padri verso i figli e i ribelli alla saggezza dei giusti e preparare al Signore un popolo ben disposto"". 19 Zaccaria disse all'angelo: ""Come posso conoscere questo? Io sono vecchio e mia moglie è avanzata negli anni"". 20 L'angelo gli rispose: ""Io sono Gabriele che sto al cospetto di Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annunzio. 21 Ed ecco, sarai muto e non potrai parlare fino al giorno in cui queste cose avverranno, perchè non hai creduto alle mie parole, le quali si adempiranno a loro tempo"". 22 Intanto il popolo stava in attesa di Zaccaria, e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. 23 Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto. 24 Compiuti i giorni del suo servizio, tornò a casa. 25 Dopo quei giorni Elisabetta, sua moglie, concepì e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva:

Mappa

Commento di un santo

I benefici di Dio sono sempre copiosi e traboccanti, non si riducono ad un numero ristretto, ma crescono in un ricco cumulo di doni, come avviene qui: c'è anzitutto l'esaudimento della preghiera, poi il parto di una moglie sterile, indi l'esultanza di molte persone, e l'eccellenza della virtù. C'è anche la promessa di un profeta dell'Altissimo (cf. Lc 1,76), e, per togliere ogni dubbio, si indica il nome di colui che nascerà. In mezzo a benefici così grandi, che si effondono dal cielo oltre ogni desiderio, non a torto il mutismo del padre fu un castigo della sua incredulità, come spiegheremo oltre. Ma quando nascono i santi, tutti ne godono; un santo, infatti, non è soltanto un onore per i genitori, ma è salvezza per molti. Così, in questo passo, ci si esorta a godere per la natività dei santi. Ma anche i genitori sono esortati a ringraziare Dio non meno per la nascita, che per il merito dei loro figlioli, certo, non è piccolo dono quello che Dio fa donando i figli, i quali propagheranno la famiglia, e subentreranno nella successione. Leggi nella Scrittura che Giacobbe gode di aver generato dodici figli (Gn 49,128); ad Abramo viene donato un figlio (Gn 21,2), e Zaccaria resta esaudito. La fecondità dei genitori è un dono di Dio. Perciò ringrazino i padri, per aver generato; i figli, per essere stati generati; le madri, per l'onore che ricevono dai frutti del loro matrimonio: i figli, infatti, sono la retribuzione dei loro sacrifici. Fiorisca a nuova primavera la terra, perchè è coltivata, il mondo, che così viene conosciuto, la Chiesa, che vede crescere di numero il popolo fedele. E non senza ragione, subito all'inizio della Genesi, il matrimonio è portato a consumazione per comando di Dio (cf. Gn 2,22ss), ciò non ha altro scopo che di annientare l'eresia. Dio, infatti, ha approvato il matrimonio per unire i coniugi, e l'ha premiato con tanta larghezza, che coloro ai quali la sterilità aveva negato i figli, la bontà divina glieli ha concessi.

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia