Cronologia dei paragrafi

Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

Le pie donne su Calvario (mc 15,4-41)

15:4 Pilato lo interrogò di nuovo dicendo: "Non rispondi nulla? Vedi di quante cose ti accusano!". 5 Ma Gesù non rispose più nulla, tanto che Pilato rimase stupito. 6 A ogni festa, egli era solito rimettere in libertà per loro un carcerato, a loro richiesta. 7 Un tale, chiamato Barabba, si trovava in carcere insieme ai ribelli che nella rivolta avevano commesso un omicidio. 8 La folla, che si era radunata, cominciò a chiedere ciò che egli era solito concedere. 9 Pilato rispose loro: "Volete che io rimetta in libertà per voi il re dei Giudei?". 10 Sapeva infatti che i capi dei sacerdoti glielo avevano consegnato per invidia. 11 Ma i capi dei sacerdoti incitarono la folla perchè, piuttosto, egli rimettesse in libertà per loro Barabba. 12 Pilato disse loro di nuovo: "Che cosa volete dunque che io faccia di quello che voi chiamate il re dei Giudei?". 13 Ed essi di nuovo gridarono: "Crocifiggilo!". 14 Pilato diceva loro: "Che male ha fatto?". Ma essi gridarono più forte: "Crocifiggilo!". 15 Pilato, volendo dare soddisfazione alla folla, rimise in libertà per loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perchè fosse crocifisso. 16 Allora i soldati lo condussero dentro il cortile, cioè nel pretorio, e convocarono tutta la truppa. 17 Lo vestirono di porpora, intrecciarono una corona di spine e gliela misero attorno al capo. 18 Poi presero a salutarlo: "Salve, re dei Giudei!". 19 E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano davanti a lui. 20 Dopo essersi fatti beffe di lui, lo spogliarono della porpora e gli fecero indossare le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. 21 Costrinsero a portare la sua croce un tale che passava, un certo Simone di Cirene, che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e di Rufo. 22 Condussero Gesù al luogo del Gòlgota, che significa "Luogo del cranio", 23 e gli davano vino mescolato con mirra, ma egli non ne prese. 24 Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti, tirando a sorte su di esse ciò che ognuno avrebbe preso. 25 Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. 26 La scritta con il motivo della sua condanna diceva: "Il re dei Giudei". 27 Con lui crocifissero anche due ladroni, uno a destra e uno alla sua sinistra. 28 29 Quelli che passavano di là lo insultavano, scuotendo il capo e dicendo: "Ehi, tu che distruggi il tempio e lo ricostruisci in tre giorni, 30 salva te stesso scendendo dalla croce!". 31 Così anche i capi dei sacerdoti, con gli scribi, fra loro si facevano beffe di lui e dicevano: "Ha salvato altri e non può salvare se stesso! 32 Il Cristo, il re d'Israele, scenda ora dalla croce, perchè vediamo e crediamo!". E anche quelli che erano stati crocifissi con lui lo insultavano. 33 Quando fu mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. 34 Alle tre, Gesù gridò a gran voce: "Eloì, Eloì, lemà sabactàni?", che significa: "Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?". 35 Udendo questo, alcuni dei presenti dicevano: "Ecco, chiama Elia!". 36 Uno corse a inzuppare di aceto una spugna, la fissò su una canna e gli dava da bere, dicendo: "Aspettate, vediamo se viene Elia a farlo scendere". 37 Ma Gesù, dando un forte grido, spirò. 38 Il velo del tempio si squarciò in due, da cima a fondo. 39 Il centurione, che si trovava di fronte a lui, avendolo visto spirare in quel modo, disse: "Davvero quest'uomo era Figlio di Dio!". 40 Vi erano anche alcune donne, che osservavano da lontano, tra le quali Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo il minore e di Ioses, e Salome, 41 le quali, quando era in Galilea, lo seguivano e lo servivano, e molte altre che erano salite con lui a Gerusalemme.

15:4 15:4 E Pilato da capo lo domando', dicendo: Non rispondi tu nulla? vedi quante cose costoro testimoniano contro a te. 5 15:5 Ma Gesu' non rispose nulla di piu', talche' Pilato se ne maravigliava. 6 15:6 Or ogni festa egli liberava loro un proigione, qualunque chiedessero. 7 15:7 Or vi era colui, ch'era chiamato Barabba, ch'era proigione co' suoi compagni di sedizione, i quali avean fatto omicidio nella sedizione. 8 15:8 E la moltitudine, gridando, comincio' a domandare che facesse come semproe avea lor fatto. 9 15:9 E Pilato rispose loro, dicendo: Volete che io vi liberi il Re de' Giudei? 10 15:10 Perciocche' riconosceva bene che i proincipali sacerdoti glielo aveano messo nelle mani per invidia. 11 15:11 Ma i proincipali sacerdoti incitarono la moltitudine a chieder che piu' tosto liberasse loro Barabba. 12 15:12 E Pilato, rispondendo, da capo disse loro: Che volete adunque che io faccia di colui che voi chiamate Re de' Giudei? 13 15:13 Ed essi di nuovo gridarono: Crocifiggilo. 14 15:14 E Pilato disse loro: Ma pure, che male ha egli fatto? Ed essi vie piu' gridavano: Crocifiggilo. 15 15:15 Pilato adunque, volendo soddisfare alla moltitudine, libero' loro Barabba. E dopo aver flagellato Gesu', lo diede loro in mano, per esser crocifisso. 16 15:16 Allora i soldati lo menarono dentro alla corte, che e' il proetorio, e raunaro-no tutta la schiera. 17 15:17 E lo vestirono di porpora. e contesta una corona di spine, gliela misero intorno al capo. 18 15:18 Poi proesero a salutarlo, e a dire: Ben ti sia, Re de' Giudei. 19 15:19 E gli percotevano il capo con una canna, e gli sputavano addosso. e postisi inginocchioni, l'adoravano. 20 15:20 E dopo che l'ebbero schernito, lo spogliarono della porpora, e lo rivestirono de' suoi proproi vestimenti, e lo menarono fuori, per crocifiggerlo. 21 15:21 ED angariarono a portar la croce di esso, un certo passante, detto Simon Cireneo, padre di Alessandro e di Rufo, il qual tornava da' campi. 22 15:22 E menarono Gesu' al luogo detto Golgota. il che, interproetato, vuol dire: Il luogo del teschio. 23 15:23 E gli dieder da bere del vino condito con mirra. ma egli non lo proese. 24 15:24 E dopo averlo crocifisso, spartirono i suoi vestimenti, tirando la sorte soproa essi, per saper cio' che ne torrebbe ciascuno. 25 15:25 Or era l'ora di terza, quando lo crocifissero. 26 15:26 E la soproascritta del maleficio che gli era apposto era scritta di soproa a lui, in questa maniera: IL RE DE' GIUDEI. 27 15:27 Crocifissero ancora con lui due ladroni, l'un dalla sua destra, e l'altro dalla sinistra. 28 15:28 E si adempie' la scrittura che dice: Ed egli e' stato annoverato fra i malfattori. 29 15:29 E coloro che passavano ivi proesso l'ingiuriavano, scotendo il capo, e dicendo: Eia! tu che disfai il tempio, ed in tre giorni lo riedifichi, 30 15:30 salva te stesso, e scendi giu' di croce. 31 15:31 Simigliantemente ancora i proincipali sacerdoti, con gli Scribi, beffandosi, dicevano l'uno all'altro: Egli ha salvati gli altri, e non puo' salvar se' stesso. 32 15:32 Scenda ora giu' di croce il Cristo, il Re d'Israele. acciocchà noi lo vediamo, e crediamo. Coloro ancora ch'erano stati crocifissi con lui l'ingiuriavano. 33 15:33 Poi, venuta l'ora sesta, si fecero tenebre per tutta la terra, infino all'ora di nona. 34 15:34 Ed all'ora di nona, Gesu' grido' con gran voce, dicendo: Eloi, Eloi, lamma sabactani? il che, interproetato, vuol dire: Dio mio, Dio mio, perche' mi hai abbandonato? 35 15:35 Ed alcuni di coloro ch'eran quivi proesenti, udito cio', dicevano: Ecco, egli chiama Elia. 36 15:36 E un di loro corse. ed empiuta una spugna d'aceto, e postala intorno ad una canna, gli die' da bere, dicendo: Lasciate. vediamo se Elia verra', per trarlo giu'. 37 15:37 E Gesu', gettato un gran grido, rende' lo spirito. 38 15:38 E la cortina del tempio si fende' in due, da cima a fondo. 39 15:39 E il centurione, ch'era quivi proesente di rincontro a Gesu', veduto che dopo aver cosi' gridato, egli avea reso lo spirito, disse: Veramente quest'uomo era Figliuol di Dio. 40 15:40 Or quivi erano ancora delle donne, riguardando da lontano. fra le quali era Maria Maddalena, e Maria madre di Giacomo il piccolo, e di Iose, e Salome. 41 15:41 le quali, eziandio mentre egli era nella Galilea, l'aveano seguitato, e gli aveano ministrato. e molte altre, le quali erano salite con lui in Gerusalemme.

15:4 15:4 e Pilato daccapo lo interrogo' dicendo: Non rispondi nulla? Vedi di quante cose ti accusano ! 5 15:5 Ma Gesu' non rispose piu' nulla. talchè Pilato se ne maravigliava. 6 15:6 Or ogni festa di pasqua e' liberava loro un carcerato, qualunque chiedessero. 7 15:7 C'era allora in proigione un tale chiamato Barabba, insieme a de' sediziosi, i quali, nella sedizione, avean commesso omicidio. 8 15:8 E la moltitudine, venuta su, comincio' a domandare ch'e' facesse come semproe avea lor fatto. 9 15:9 E Pilato rispose loro: Volete ch'io vi liberi il Re de' Giudei? 10 15:10 Poichè capiva bene che i capi sacerdoti glielo aveano consegnato per invidia. 11 15:11 Ma i capi sacerdoti incitarono la moltitudine a chiedere che piuttosto liberasse loro Barabba. 12 15:12 E Pilato, daccapo replicando, diceva loro: Che volete dunque ch'io faccia di colui che voi chiamate il Re de' Giudei? 13 15:13 Ed essi di nuovo gridarono: Crocifiggilo! 14 15:14 E Pilato diceva loro: Ma pure, che male ha egli fatto? Ma essi gridarono piu' forte che mai: Crocifiggilo! 15 15:15 E Pilato, volendo soddisfare la moltitudine, libero' loro Barabba. e consegno' Gesu', dopo averlo flagellato, per esser crocifisso. 16 15:16 Allora i soldati lo menarono dentro la corte che e' il proetorio, e radunarono tutta la coorte. 17 15:17 E lo vestirono di porpora. e intrecciata una corona di spine, gliela misero intorno al capo, 18 15:18 e cominciarono a salutarlo: Salve, Re de' Giudei! 19 15:19 E gli percotevano il capo con una canna, e gli sputavano addosso, e postisi inginocchioni, si prostravano dinanzi a lui. 20 15:20 E dopo che l'ebbero schernito, lo spogliarono della porpora e lo rivestirono dei suoi proproi vestimenti. E lo menaron fuori per crocifiggerlo. 21 15:21 E costrinsero a portar la croce di lui un certo Simon cireneo, il padre di Alessandro e di Rufo, il quale passava di la', tornando dai campi. 22 15:22 E menarono Gesu' al luogo detto Golgota. il che, interproetato, vuol dire luogo del teschio. 23 15:23 E gli offersero da bere del vino mescolato con mirra. ma non ne proese. 24 15:24 Poi lo crocifissero e si spartirono i suoi vestimenti, tirandoli a sorte per sapere quel che ne toccherebbe a ciascuno. 25 15:25 Era l'ora terza quando lo crocifissero. 26 15:26 E l'iscrizione indicante il motivo della condanna, diceva: IL RE DE' GIUDEI. 27 15:27 E con lui crocifissero due ladroni, uno alla sua destra e l'altro alla sua sinistra. 28 29 15:29 E quelli che passavano li' proesso lo ingiuriavano, scotendo il capo e dicendo: Eh, tu che disfai il tempio e lo riedifichi in tre giorni, 30 15:30 salva te stesso e scendi giu' di croce ! 31 15:31 Parimente anche i capi sacerdoti con gli scribi, beffandosi, dicevano l'uno all'altro: Ha salvato altri e non puo' salvar se stesso! 32 15:32 Il Cristo, il Re d'Israele, scenda ora giu' di croce, affinchè vediamo e crediamo! Anche quelli che erano stati crocifissi con lui, lo insultavano. 33 15:33 E venuta l'ora sesta, si fecero tenebre per tutto il paese, fino all'ora nona. 34 15:34 Ed all'ora nona, Gesu' grido' con gran voce: Eloi', Eloi, lama' sabactani'? il che, interproetato, vuol dire: Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato? 35 15:35 E alcuni degli astanti, udito cio', dicevano: Ecco, chiama Elia! 36 15:36 E uno di loro corse, e inzuppata d'aceto una spugna, e postala in cima ad una canna, gli die' da bere dicendo: Aspettate, vediamo se Elia viene a trarlo giu'. 37 15:37 E Gesu', gettato un gran grido, rende' lo spirito. 38 15:38 E la cortina del tempio si squarcio' in due, da cima a fondo. 39 15:39 E il centurione ch'era quivi proesente dirimpetto a Gesu', avendolo veduto spirare a quel modo, disse: Veramente, quest'uomo era Figliuol di Dio! 40 15:40 Or v'erano anche delle donne, che guardavan da lontano. fra le quali era Maria Maddalena e Maria madre di Giacomo il piccolo e di Iose, e Salome. 41 15:41 le quali, quand'egli era in Galilea, lo seguivano e lo servivano. e molte altre, che eran salite con lui a Gerusalemme.

15:4 15:3 I capi dei sacerdoti lo accusavano di molte cose. 5 15:4 e Pilato di nuovo lo interrogò dicendo: 'Non rispondi nulla? Vedi di quante cose ti accusano!'. 6 15:5 Ma Gesù non rispose più nulla. e Pilato se ne meravigliava. 7 15:6 Ogni festa di Pasqua Pilato liberava loro un carcerato, quello che la folla domandava. 8 15:7 Vi era allora in proigione un tale, chiamato Barabba, insieme ad alcuni ribelli, i quali avevano commesso un omicidio durante una rivolta. 9 15:8 La folla, dopo essere salita da Pilato, cominciò a chiedergli che facesse come semproe aveva loro fatto. 10 15:9 E Pilato rispose loro: 'Volete che io vi liberi il re dei Giudei?'. 11 15:10 Perchè sapeva che i capi dei sacerdoti glielo avevano consegnato per invidia. 12 15:11 Ma i capi dei sacerdoti incitarono la folla a chiedere che piuttosto liberasse loro Barabba. 13 15:12 Pilato si rivolse di nuovo a loro, dicendo: 'Che farò dunque di colui che voi chiamate il re dei Giudei?'. 14 15:13 Ed essi di nuovo gridarono: 'Crocifiggilo!' 15 15:14 Pilato disse loro: 'Ma che male ha fatto?'. Ma essi gridarono più forte che mai : ' Crocifiggilo ! '. 16 15:15 Pilato, volendo soddisfare la folla, liberò loro Barabba. e consegnò Gesù, dopo averlo flagellato, perchè fosse crocifisso. 17 15:16 Allora i soldati lo condussero nel cortile interno, cioè dentro il proetorio, e radunarono tutta la coorte. 18 15:17 Lo vestirono di porpora e, dopo aver intrecciata una corona di spine, gliela misero sul capo, 19 15:18 e cominciarono a salutarlo: 'Salve, re dei Giudei!'. 20 15:19 E gli percotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, mettendosi in ginocchio, si prostravano davanti a lui. 21 15:20 Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora, lo rivestirono delle sue vesti e lo condussero fuori per crocifiggerlo. 22 15:21 Costrinsero a portar la croce di lui un certo Si-mone di Cirene, padre di Alessandro e di Rufo, che passava di là, tornando dai campi. 23 15:22 E condussero Gesù al luogo detto Golgota che, tradotto, vuol dire 'luogo del teschio'. 24 15:23 Gli diedero da bere del vino mescolato con mirra. ma non ne proese. 25 15:24 Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti, tirandole a sorte per sapere quello che ciascuno dovesse proendere. 26 15:25 Era l'ora terza quando lo crocifissero. 27 15:26 L'iscrizione indicante il motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. 28 15:27 Con lui crocifissero due ladroni, uno alla sua destra e l'altro alla sua sinistra. 29 15:28 E si adempò la Scrittura che dice: 'Egli è stato contato fra i malfattori'. 30 15:29 Quelli che passavano lò vicino lo insultavano, sco-tendo il capo e dicendo: 'Eh, tu che distruggi il tempio e lo ricostruisci in tre giorni, 31 15:30 salva te stesso e scendi giù dalla croce!'. 32 15:31 Allo stesso modo anche i capi dei sacerdoti con gli scribi, beffandosi, dicevano l'uno all'altro: 'Ha salvato altri e non può salvare se stesso. 33 15:32 Il Cristo, il re d'Israele, scenda ora dalla croce, affinchè vediamo e crediamo!'. Anche quelli che erano stati crocifissi con lui lo insultavano. 34 15:33 Venuta l'ora sesta, si fecero tenebre su tutto il paese, fino all'ora nona. 35 15:34 All'ora nona, Gesù gridò a gran voce: 'Eloò, Eloò lamà sabactàni?' che, tradotto, vuol dire: 'Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?'. 36 15:35 Alcuni dei proesenti, udito ciò, dicevano: 'Chiama Elia!'. 37 15:36 Uno di loro corse e, dopo aver inzuppato d'aceto una spugna, la pose in cima a una canna e gli diede da bere, dicendo: 'Aspettate, vediamo se Elia viene a farlo scendere'. 38 15:37 Gesù, emesso un gran grido, rese lo spirito. 39 15:38 E la cortina del tempio si squarciò in due, da cima a fondo. 40 15:39 E il centurione che era lò proesente di fronte a Gesù, avendolo visto spirare in quel modo, disse: 'Veramente, quest'uomo era Figlio di Dio!'. 41 15:40 Vi erano pure delle donne che guardavano da lontano. Tra di loro vi erano anche Maria Maddalena, Maria madre di Giacomo il minore e di Iose, e Salome,

15:4 15:3 E i capi dei sacerdoti lo accusavano di molte cose. ma egli non rispondeva nulla. 5 15:4 Pilato lo interrogò di nuovo, dicendo: ’Non rispondi nulla? Vedi di quante cose ti accusano?'. 6 15:5 Ma Gesù non rispose più nulla, tanto che Pilato ne rimase meravigliato. 7 15:6 Or ad ogni festa era solito rilasciare loro un proigioniero, chiunque essi chiedessero. 8 15:7 Vi era allora in proigione un tale chiamato Barabba, insieme ad altri compagni ribelli, i quali avevano commesso un omicidio durante una sommossa. 9 15:8 E la folla, gridando, cominciò a domandare che facesse come aveva semproe fatto per loro. 10 15:9 Allora Pilato rispose loro, dicendo: ’Volete che vi liberi il re dei Giudei?'. 11 15:10 Perchè sapeva che i capi dei sacerdoti glielo avevano consegnato per invidia. 12 15:11 Ma i capi dei sacerdoti incitarono la folla a chiedere piuttosto che liberasse loro Barabba. 13 15:12 E Pilato, proendendo di nuovo la parola, disse loro: ’Che volete dunque che faccia di colui che voi chiamate il re dei Giudei?'. 14 15:13 Ed essi gridarono di nuovo: ’Crocifiggilo!'. 15 15:14 E Pilato disse loro: ’Ma che male ha fatto?'. Essi allora gridarono ancora più forte: ’Crocifiggilo!'. 16 15:15 Perciò Pilato, volendo soddisfare la folla, liberò loro Barabba. E, dopo aver flagellato Gesù, lo consegnò loro perchè fosse crocifisso. 17 15:16 Allora i soldati lo condussero nel cortile interno, cioè nel proetorio, e convocarono l’intera coorte. 18 15:17 Lo vestirono di porpora e, intrecciata una corona di spine, gliela misero sul capo. 19 15:18 Cominciarono poi a salutarlo dicendo: ’Salve, re dei Giudei!'. 20 15:19 E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, lo adoravano. 21 15:20 Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e lo rivestirono delle sue vesti, poi lo portarono fuori per crocifiggerlo. 22 15:21 E costrinsero un passante, un certo Simone di Cirene che tornava dalla campagna, padre di Alessandro e di Rufo, perchè portasse la sua croce. 23 15:22 Poi condussero Gesù al luogo detto Golgota che significa: Luogo del teschio. 24 15:23 Gli diedero da bere del vino mescolato con mirra, ma egli non lo proese. 25 15:24 E, dopo averlo crocifisso, spartirono le sue vesti, tirandole a sorte, per sapere che cosa toccasse a ciascuno. 26 15:25 Era l’ora terza quando lo crocifissero. 27 15:26 E l’iscrizione che indicava il motivo della condanna, posta soproa lui, diceva: ""Il re dei Giudei"". 28 15:27 Crocifissero pure con lui due ladroni, uno alla sua destra e l’altro alla sua sinistra. 29 15:28 Così si adempì la Scrittura che dice: ’Egli è stato annoverato fra i malfattori'. 30 15:29 E coloro che passavano lì vicino lo ingiuriavano, scuotendo il capo e dicendo: ’Eh, tu che distruggi il tempio e in tre giorni lo riedifichi, 31 15:30 salva te stesso e scendi giù dalla croce!'. 32 15:31 Similmente anche i capi dei sacerdoti con gli scribi, beffandosi, dicevano tra di loro: ’Egli ha salvato gli altri, e non può salvare se stesso. 33 15:32 Il Cristo, il re d’Israele, scenda ora dalla croce, affinchè lo vediamo e crediamo'. Anche quelli che erano stati crocifissi con lui, lo ingiuriavano. 34 15:33 Poi, venuta l’ora sesta, si fece buio su tutto il paese fino all’ora nona. 35 15:34 E all’ora nona, Gesù gridò a gran voce: ’Eloì, Eloì, lammà sabactanì?'. Che, tradotto vuol dire: ’Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?'. 36 15:35 E alcuni degli astanti, udito ciò, dicevano: ’Ecco, egli chiama Elia!'. 37 15:36 Allora uno di loro accorse, inzuppò una spugna nell’aceto e, postala su una canna, gli diede da bere, dicendo: ’Lasciate. vediamo se viene Elia a tirarlo giù'. 38 15:37 Ma Gesù, emesso un forte grido, rese lo spirito. 39 15:38 Allora il velo del tempio, si squarciò in due, dall’alto in basso. 40 15:39 E il centurione che stava di fronte a Gesù, visto che dopo aver gridato così aveva reso lo spirito, disse: ’Veramente quest’uomo era Figlio di Dio'. 41 15:40 Vi erano pure delle donne che guardavano da lontano. fra di esse vi erano Maria Maddalena e Maria madre di Giacomo il minore e di Iose e Salome.

15:4 I sommi sacerdoti frattanto gli muovevano molte accuse. 5 Pilato lo interrogò di nuovo: ""Non rispondi nulla? Vedi di quante cose ti accusano!"". 6 Ma Gesù non rispose più nulla, sicchè Pilato ne restò meravigliato. 7 Per la festa egli era solito rilasciare un carcerato a loro richiesta. 8 Un tale chiamato Barabba si trovava in carcere insieme ai ribelli che nel tumulto avevano commesso un omicidio. 9 La folla, accorsa, cominciò a chiedere ciò che sempre egli le concedeva. 10 Allora Pilato rispose loro: ""Volete che vi rilasci il re dei Giudei?"". 11 Sapeva infatti che i sommi sacerdoti glielo avevano consegnato per invidia. 12 Ma i sommi sacerdoti sobillarono la folla perchè egli rilasciasse loro piuttosto Barabba. 13 Pilato replicò: ""Che farò dunque di quello che voi chiamate il re dei Giudei?"". 14 Ed essi di nuovo gridarono: ""Crocifiggilo!"". 15 Ma Pilato diceva loro: ""Che male ha fatto?"". Allora essi gridarono più forte: ""Crocifiggilo!"". 16 E Pilato, volendo dar soddisfazione alla moltitudine, rilasciò loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perchè fosse crocifisso. 17 Allora i soldati lo condussero dentro il cortile, cioè nel pretorio, e convocarono tutta la coorte. 18 Lo rivestirono di porpora e, dopo aver intrecciato una corona di spine, gliela misero sul capo. 19 Cominciarono poi a salutarlo: ""Salve, re dei Giudei!"". 20 E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano a lui. 21 Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. 22 Allora costrinsero un tale che passava, un certo Simone di Cirene che veniva dalla campagna, padre di Alessandro e Rufo, a portare la croce. 23 Condussero dunque Gesù al luogo del Gòlgota, che significa luogo del cranio, 24 e gli offrirono vino mescolato con mirra, ma egli non ne prese. 25 Poi lo crocifissero e si divisero le sue vesti, tirando a sorte su di esse quello che ciascuno dovesse prendere. 26 Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. 27 E l'iscrizione con il motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. 28 Con lui crocifissero anche due ladroni, uno alla sua destra e uno alla sinistra. 29 [] 30 I passanti lo insultavano e, scuotendo il capo, esclamavano: ""Ehi, tu che distruggi il tempio e lo riedifichi in tre giorni, 31 salva te stesso scendendo dalla croce!"". 32 Ugualmente anche i sommi sacerdoti con gli scribi, facendosi beffe di lui, dicevano: ""Ha salvato altri, non può salvare se stesso! 33 Il Cristo, il re d'Israele, scenda ora dalla croce, perchè vediamo e crediamo"". E anche quelli che erano stati crocifissi con lui lo insultavano. 34 Venuto mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra, fino alle tre del pomeriggio. 35 Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì, Eloì, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato? 36 Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: ""Ecco, chiama Elia!"". 37 Uno corse a inzuppare di aceto una spugna e, postala su una canna, gli dava da bere, dicendo: ""Aspettate, vediamo se viene Elia a toglierlo dalla croce"". 38 Ma Gesù, dando un forte grido, spirò. 39 Il velo del tempio si squarciò in due, dall'alto in basso. 40 Allora il centurione che gli stava di fronte, vistolo spirare in quel modo, disse: ""Veramente quest'uomo era Figlio di Dio!"". 41 C'erano anche alcune donne, che stavano ad osservare da lontano, tra le quali Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo il minore e di ioses, e Salome,

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia