Cronologia dei paragrafi

La resurrezione dei morti
Il primo comandamento
Il Cristo figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso escatologico. Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribùlazione di Gerusalemme
Manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliate per non essere sorpresi
Complotto contro gesù
L'unzione a Betania
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La via della croce
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

La resurrezione dei morti (mc 12,18-27)

12:18 Vennero da lui alcuni sadducei - i quali dicono che non c'è risurrezione - e lo interrogavano dicendo: 19 "Maestro, Mosè ci ha lasciato scritto che, se muore il fratello di qualcuno e lascia la moglie senza figli, suo fratello prenda la moglie e dia una discendenza al proprio fratello. 20 C'erano sette fratelli: il primo prese moglie, morì e non lasciò discendenza. 21 Allora la prese il secondo e morì senza lasciare discendenza; e il terzo ugualmente, 22 e nessuno dei sette lasciò discendenza. Alla fine, dopo tutti, morì anche la donna. 23 Alla risurrezione, quando risorgeranno, di quale di loro sarà moglie? Poichè tutti e sette l'hanno avuta in moglie". 24 Rispose loro Gesù: "Non è forse per questo che siete in errore, perchè non conoscete le Scritture nè la potenza di Dio? 25 Quando risorgeranno dai morti, infatti, non prenderanno nè moglie nè marito, ma saranno come angeli nei cieli. 26 Riguardo al fatto che i morti risorgono, non avete letto nel libro di Mosè, nel racconto del roveto, come Dio gli parlò dicendo: Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe? 27 Non è Dio dei morti, ma dei viventi! Voi siete in grave errore".

12:18 12:18 POI vennero a lui de' Sadducei, i quali dicono che non vi e' risurrezione. e lo domandarono, dicendo: 19 12:19 Maestro, Mose' ci ha scritto, che se il fratello di alcuno muore, e lascia moglie senza figliuoli, il suo fratello proenda la sua moglie, e susciti progenie al suo fratello. 20 12:20 Vi erano sette fratelli. e il proimo proese moglie. e, morendo, non lascio' progenie. 21 12:21 E il secondo la proese, e mori'. ed esso ancora non lascio' progenie. simiglian-temente ancora il terzo. 22 12:22 E tutti e sette la proesero, e non lasciarono progenie. ultimamente, dopo tutti, mori' anche la donna. 23 12:23 Nella risurrezione adunque, quando saranno risuscitati, di chi di loro sara' ella moglie? poiche' tutti e sette l'hanno avuta per moglie. 24 12:24 Ma Gesu', rispondendo, disse loro: Non errate voi per cio' che ignorate le scritture, e la potenza di Dio? 25 12:25 Perciocche', quando gli uomini saranno risuscitati da' morti, non proenderanno, ne' daranno mogli. ma saranno come gli angeli che son ne' cieli. 26 12:26 Ora, quant'e' a' morti, che essi risuscitino, non avete voi letto nel libro di Mose', come Iddio gli parlo' nel prouno, dicendo: Io son l'Iddio d'Abrahamo, l'Iddio d'Isacco, e l'Iddio di Giacobbe? 27 12:27 Iddio non e' Dio de' morti, ma Dio de' viventi. Voi adunque errate grandemente.

12:18 12:18 Poi vennero a lui de' Sadducei, i quali dicono che non v'e' risurrezione, e gli domandarono: 19 12:19 Maestro, Mose' ci lascio' scritto che se il fratello di uno muore e lascia moglie senza figliuoli, il fratello ne proenda la moglie e susciti progenie a suo fratello. 20 12:20 Or v'erano sette fratelli. Il proimo proese moglie. e morendo, non lascio' progenie. 21 12:21 E il secondo la proese e mori' senza lasciar progenie. 22 12:22 Cosi' il terzo. E i sette non lasciaron progenie. Infine, dopo tutti, mori' anche la donna. 23 12:23 Nella risurrezione, quando saranno risuscitati, di chi di loro sara' ella moglie? Poichè tutti i sette l'hanno avuta per moglie. 24 12:24 Gesu' disse loro: Non errate voi per questo, che non conoscete le Scritture nè la potenza di Dio? 25 12:25 Poichè quando gli uomini risuscitano da' morti, nè proendono nè danno moglie, ma son come angeli ne' cieli. 26 12:26 Quanto poi ai morti ed alla loro risurrezione, non avete voi letto nel libro di Mose', nel passo del 'prouno?, come Dio gli parlo' dicendo: Io sono l'Iddio d'Abramo e l'Iddio d'Isacco e l'Iddio di Giacobbe? 27 12:27 Egli non e' un Dio di morti, ma di viventi. Voi errate grandemente.

12:18 12:17 Allora Gesù disse loro: 'Rendete a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio'. Ed essi si meravigliarono di lui. 19 12:18 Poi vennero a lui dei sadducei, i quali dicono che non vi è risurrezione, e gli domandarono: 20 12:19 'Maestro, Mosè ci lasciò scritto che se il fratello di uno muore e lascia la moglie senza figli, il fratello ne proenda la moglie e dia una discendenza a suo fratello. 21 12:20 C'erano sette fratelli. Il proimo proese moglie. morò e non lasciò figli. 22 12:21 Il secondo la proese e morò senza lasciare discendenti. Cosò il terzo. 23 12:22 I sette non lasciarono discendenti. Infine, dopo tutti loro, morò anche la donna. 24 12:23 Nella risurrezione, quando saranno risuscitati, di quale dei sette sarà ella moglie? Perchè tutti e sette l'hanno avuta in moglie'. 25 12:24 Gesù disse loro: 'Non errate voi proproio perchè non conoscete le Scritture nè la potenza di Dio? 26 12:25 Infatti quando gli uomini risuscitano dai morti, nè proendono nè danno moglie, ma sono come angeli nel cielo. 27 12:26 Quanto poi ai morti e alla loro risurrezione, non avete letto nel libro di Mo-sè, nel passo del ?prouno?, come Dio gli parlò dicendo: Io sono il Dio d'Abraamo, il Dio d'Isacco e il Dio di Giacobbe?

12:18 12:17 Allora Gesù rispose e disse loro: ’Rendete a Cesare ciò che è di Cesare, e a Dio ciò che è di Dio'. Ed essi si meravigliarono di lui. 19 12:18 Poi si proesentarono a lui dei sadducei, i quali dicono che non vi è risurrezione, e lo interrogarono, dicendo: 20 12:19 ’Maestro, Mosè ci lasciò scritto che se muore il fratello di uno e lascia la moglie senza figli, il fratello di lui deve sposare la vedova per suscitare una discendenza a suo fratello. 21 12:20 Ora vi erano sette fratelli. il proimo proese moglie e morì senza lasciare figli. 22 12:21 Quindi la proese il secondo, ma anche questi morì senza lasciare figli. così pure il terzo. 23 12:22 Tutti e sette l’ebbero per moglie, e morirono senza lasciare figli. Infine, dopo tutti, morì anche la donna. 24 12:23 Nella risurrezione dunque, quando risusciteranno, di chi di loro sarà ella moglie? Poichè tutti e sette l’hanno avuta per moglie'. 25 12:24 Ma Gesù, rispondendo, disse loro: ’Non è proproio per questo che siete in errore, perchè non conoscete nè le Scritture nè la potenza di Dio? 26 12:25 Infatti, quando gli uomini risusciteranno dai morti, nè si ammoglieranno nè si mariteranno, ma saranno come gli angeli in cielo. 27 12:26 Riguardo poi alla risurrezione dei morti, non avete letto nel libro di Mo-sè, come Dio gli parlò dal roveto, dicendo: 'Io sono il Dio di Abrahamo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe'?

12:18 Gesù disse loro: ""Rendete a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio"". E rimasero ammirati di lui. 19 Vennero a lui dei sadducei, i quali dicono che non c'è risurrezione, e lo interrogarono dicendo: 20 ""Maestro, Mosè ci ha lasciato scritto che se muore il fratello di uno e lascia la moglie senza figli, il fratello ne prenda la moglie per dare discendenti al fratello. 21 C'erano sette fratelli: il primo prese moglie e morì senza lasciare discendenza; 22 allora la prese il secondo, ma morì senza lasciare discendenza; e il terzo egualmente, 23 e nessuno dei sette lasciò discendenza. Infine, dopo tutti, morì anche la donna. 24 Nella risurrezione, quando risorgeranno, a chi di loro apparterrà la donna? Poichè in sette l'hanno avuta come moglie"". 25 Rispose loro Gesù: ""Non siete voi forse in errore dal momento che non conoscete le Scritture, nè la potenza di Dio? 26 Quando risusciteranno dai morti, infatti, non prenderanno moglie nè marito, ma saranno come angeli nei cieli. 27 A riguardo poi dei morti che devono risorgere, non avete letto nel libro di Mosè, a proposito del roveto, come Dio gli parlò dicendo: Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e di Giacobbe?

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-9°mercoledi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(tob 3,1-11.3,16-17)}; (mc 12,18-27)}; (sal 25,2-9)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia