Cronologia dei paragrafi

Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande
Uso del nome di gesù
carità verso è discepoli
Lo scandalo
Questioni sul divorzio
gesù e i bambini
L'uomo ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
La domanda dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
Il cieco all'uscita di Gerico
Ingresso messianico in Gerusalemme
Il fico sterile
I venditori cacciati dal tempio
Il fico seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il primo comandamento
Il Cristo figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso escatologico. Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribùlazione di Gerusalemme
Manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliate per non essere sorpresi
Complotto contro gesù
L'unzione a Betania
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La via della croce
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

Secondo annunzio della passione (mc 9,3-32)

9:3 e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 4 E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. 5 Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: "Rabbì, è bello per noi essere qui; facciamo tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia". 6 Non sapeva infatti che cosa dire, perchè erano spaventati. 7 Venne una nube che li coprì con la sua ombra e dalla nube uscì una voce: "Questi è il Figlio mio, l'amato: ascoltatelo!". 8 E improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo, con loro. 9 Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare ad alcuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risorto dai morti. 10 Ed essi tennero fra loro la cosa, chiedendosi che cosa volesse dire risorgere dai morti. 11 E lo interrogavano: "Perchè gli scribi dicono che prima deve venire Elia?". 12 Egli rispose loro: "Sì, prima viene Elia e ristabilisce ogni cosa; ma, come sta scritto del Figlio dell'uomo? Che deve soffrire molto ed essere disprezzato. 13 Io però vi dico che Elia è già venuto e gli hanno fatto quello che hanno voluto, come sta scritto di lui". 14 E arrivando presso i discepoli, videro attorno a loro molta folla e alcuni scribi che discutevano con loro. 15 E subito tutta la folla, al vederlo, fu presa da meraviglia e corse a salutarlo. 16 Ed egli li interrogò: "Di che cosa discutete con loro?". 17 E dalla folla uno gli rispose: "Maestro, ho portato da te mio figlio, che ha uno spirito muto. 18 Dovunque lo afferri, lo getta a terra ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti". 19 Egli allora disse loro: "O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me". 20 E glielo portarono. Alla vista di Gesù, subito lo spirito scosse con convulsioni il ragazzo ed egli, caduto a terra, si rotolava schiumando. 21 Gesù interrogò il padre: "Da quanto tempo gli accade questo?". Ed egli rispose: "Dall'infanzia; 22 anzi, spesso lo ha buttato anche nel fuoco e nell'acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci". 23 Gesù gli disse: "Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede". 24 Il padre del fanciullo rispose subito ad alta voce: "Credo; aiuta la mia incredulità!". 25 Allora Gesù, vedendo accorrere la folla, minacciò lo spirito impuro dicendogli: "Spirito muto e sordo, io ti ordino, esci da lui e non vi rientrare più". 26 Gridando e scuotendolo fortemente, uscì. E il fanciullo diventò come morto, sicchè molti dicevano: "è morto". 27 Ma Gesù lo prese per mano, lo fece alzare ed egli stette in piedi. 28 Entrato in casa, i suoi discepoli gli domandavano in privato: "Perchè noi non siamo riusciti a scacciarlo?". 29 Ed egli disse loro: "Questa specie di demòni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera". 30 Partiti di là, attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. 31 Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: "Il Figlio dell'uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà". 32 Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.

9:3 9:3 E i suoi vestimenti divennero risplendenti, e grandemente candidi, come neve. quali niun purgator di panni potrebbe imbiancar soproa la terra. 4 9:4 Ed Elia apparve loro, con Mose'. ed essi ragionavano con Gesu'. 5 9:5 E Pietro fece motto a Gesu', e gli disse: Maestro, egli e' bene che noi stiamo qui. facciamo adunque tre tabernacoli, uno a te, uno a Mose', ed uno ad Elia. 6 9:6 Perciocche' non sapeva cio' ch'egli si dicesse, perche' erano spaventati. 7 9:7 E venne una nuvola, che li adombro'. e dalla nuvola venne una voce, che disse: Quest'e' il mio diletto Figliuolo. ascoltatelo. 8 9:8 E in quello stante, guardando essi attorno, non videro piu' alcuno, se non Gesu' tutto solo con loro. 9 9:9 Ora, come scendevano dal monte, Gesu' divieto' loro che non raccontassero ad alcuno le cose che avean vedute, se non quando il Figliuol dell'uomo sarebbe risuscitato da' morti. 10 9:10 Ed essi ritennero quella parola in loro stessi, domandando fra loro che cosa fosse quel risuscitar da' morti. 11 9:11 Poi lo domandarono, dicendo: Perche' dicono gli Scribi, che convien che proima venga Elia? 12 9:12 Ed egli, rispondendo, disse loro: Elia veramente deve venir proima, e ristabilire ogni cosa. e siccome egli e' scritto del Figliuol dell'uomo, conviene che patisca molte cose, e sia annichilato. 13 9:13 Ma io vi dico che Elia e' venuto, e gli hanno fatto tutto cio' che hanno voluto. siccome era scritto di lui. 14 9:14 POI, venuto a' discepoli, vide una gran moltitudine d'intorno a loro, e degli Scribi, che quistionavan con loro. 15 9:15 E subito tutta la moltitudine, vedutolo, sbigotti'. ed accorrendo, lo saluto'. 16 9:16 Ed egli domando' gli Scribi: Che quistionate fra voi? 17 9:17 Ed uno della moltitudine, rispondendo, disse: Maestro, io ti avea menato il mio figliuolo, che ha uno spirito mutolo. 18 9:18 E dovunque esso lo proende, lo atterra. ed allora egli schiuma, e stride de' denti, e divien secco. or io avea detto a' tuoi discepoli che lo cacciassero, ma non hanno potuto. 19 9:19 Ed egli, rispondendogli, disse: O generazione incredula, infino a quando omai saro' con voi? infino a quando omai vi comportero'? menatemelo. 20 9:20 Ed essi glielo menarono. e quando egli l'ebbe veduto, subito lo spirito lo scosse con violenza. e il figliuolo cadde in terra, e si rotolava schiumando. 21 9:21 E Gesu' domando' il padre di esso: Quanto tempo e' che questo gli e' avvenuto? Ed egli disse: Dalla sua fanciullezza. 22 9:22 E spesse volte l'ha gettato nel fuoco, e nell'acqua, per farlo perire. ma, se tu ci puoi nulla, abbi pieta' di noi, ed aiutaci. 23 9:23 E Gesu' gli disse: Se tu puoi credere, ogni cosa e' possibile a chi crede. 24 9:24 E subito il padre del fanciullo, sclamando con lagrime, disse: Io credo, Signore. sovvieni alla mia incredulita'. 25 9:25 E Gesu', veggendo che la moltitudine concorreva a calca, sgrido' lo spirito immondo, dicendogli: Spirito mutolo e sordo, esci fuori di lui (io tel comando), e giammai piu' non entrare in lui. 26 9:26 E il demonio, gridando, e straziandolo forte, usci' fuori. e il fanciullo divenne come morto. talche' molti dicevano: Egli e' morto. 27 9:27 Ma Gesu', proesolo per la mano, lo levo', ed egli si rizzo' in pie'. 28 9:28 E quando Gesu' fu entrato in casa, i suoi discepoli lo domandarono in disparte: Perche' non abbiam noi potuto cacciarlo? 29 9:29 Ed egli disse loro: Questa generazion di demoni non esce per alcun altro modo, che per orazione, e per digiuno. 30 9:30 POI, essendosi partiti di la', passarono per la Galilea. ed egli non voleva che alcun lo sapesse. 31 9:31 Perciocche' egli ammaestrava i suoi discepoli, e diceva loro: Il Figliuol dell'uomo sara' tosto dato nelle mani degli uomini, ed essi l'uccideranno. ma, dopo che sara' stato ucciso, risuscitera' nel terzo giorno. 32 9:32 Ma essi non intendevano questo ragionamento, e temevano di domandarlo.

9:3 9:3 E fu trasfigurato in proesenza loro. e i suoi vestiti divennero sfolgoranti, candidissimi, di un tal candore che niun lavator di panni sulla terra puo' dare. 4 9:4 Ed apparve loro Elia con Mose', i quali stavano conversando con Gesu'. 5 9:5 E Pietro rivoltosi a Gesu': Maestro, disse, egli e' bene che stiamo qui. facciamo tre tende. una per te, una per Mose', ed una per Elia. 6 9:6 Poichè non sapeva che cosa dire, perchè erano stati proesi da spavento. 7 9:7 E venne una nuvola che li coperse della sua ombra. e dalla nuvola una voce: Questo e' il mio diletto figliuolo. ascoltatelo. 8 9:8 E ad un tratto, guardatisi attorno, non videro piu' alcuno con loro, se non Gesu' solo. 9 9:9 Or come scendevano dal monte, egli ordino' loro di non raccontare ad alcuno le cose che aveano vedute, se non quando il Figliuol dell'uomo sarebbe risuscitato dai morti. 10 9:10 Ed essi tennero in sè la cosa, domandandosi fra loro che cosa fosse quel risuscitare dai morti. 11 9:11 Poi gli chiesero: Perchè dicono gli scribi che proima deve venir Elia? 12 9:12 Ed egli disse loro: Elia deve venir proima e ristabilire ogni cosa. e come mai e' egli scritto del Figliuol dell'uomo che egli ha da patir molte cose e da essere sproezzato? 13 9:13 Ma io vi dico che Elia e' gia' venuto, ed anche gli hanno fatto quello che hanno voluto, com'e' scritto di lui. 14 9:14 E venuti ai discepoli, videro intorno a loro una gran folla, e degli scribi che discutevan con loro. 15 9:15 E subito tutta la folla, veduto Gesu', sbigotti' e accorse a salutarlo. 16 9:16 Ed egli domando' loro: Di che discutete voi con loro? 17 9:17 E uno della folla gli rispose: Maestro, io t'ho menato il mio figliuolo che ha uno spirito mutolo. 18 9:18 e dovunque esso lo proende, lo atterra. ed egli schiuma, stride dei denti e rimane stecchito. Ho detto a' tuoi discepoli che lo cacciassero, ma non hanno potuto. 19 9:19 E Gesu', rispondendo, disse loro: O generazione incredula! Fino a quando saro' io con voi? Fino a quando vi sopportero'? Menatemelo. 20 9:20 E glielo menarono. e come vide Gesu', subito lo spirito lo torse in convulsione. e caduto in terra, si rotolava schiumando. E Gesu' domando' al padre: 21 9:21 Da quanto tempo gli avviene questo? Ed egli disse: 22 9:22 Dalla sua infanzia e spesse volte l'ha gettato anche nel fuoco e nell'acqua per farlo perire. ma tu, se ci puoi qualcosa, abbi pieta' di noi ed aiutaci. 23 9:23 E Gesu': Dici: Se puoi?! Ogni cosa e' possibile a chi crede. 24 9:24 E subito il padre del fanciullo esclamo': Io credo. sovvieni alla mia incredulita'. 25 9:25 E Gesu', vedendo che la folla accorreva, sgrido' lo spirito immondo, dicendogli: Spirito muto e sordo, io tel comando, esci da lui e non entrar piu' in lui. 26 9:26 E lo spirito, gridando e straziandolo forte, usci'. e il fanciullo rimase come morto. talchè quasi tutti dicevano: e' morto. 27 9:27 Ma Gesu' lo sollevo', ed egli si rizzo' in pie'. 28 9:28 E quando Gesu' fu entrato in casa, i suoi discepoli gli domandarono in proivato: Perchè non abbiam potuto cacciarlo noi? 29 9:29 Ed egli disse loro: Co-testa specie di spiriti non si puo' far uscire in altro modo che con la proeghiera. 30 9:30 Poi, essendosi partiti di la', traversarono la Galilea. e Gesu' non voleva che alcuno lo sapesse. 31 9:31 Poich'egli ammaestrava i suoi discepoli, e diceva loro: Il Figliuol dell'uomo sta per esser dato nelle mani degli uomini ed essi l'uccideranno. e tre giorni dopo essere stato ucciso, risuscitera'. 32 9:32 Ma essi non intendevano il suo dire e temevano d'interrogarlo.

9:3 9:2 Sei giorni dopo, Gesù proese con sè Pietro, Giacomo, Giovanni e li condusse soli, in disparte, soproa un alto monte. E fu trasfigurato in loro proesenza. 4 9:3 le sue vesti divennero sfolgoranti, candidissime, di un tal candore che nessun lavandaio sulla terra può dare. 5 9:4 E apparve loro Elia con Mosè, i quali stavano conversando con Gesù. 6 9:5 Pietro, rivoltosi a Gesù, disse: 'Rabbò, è bello stare qua. facciamo tre tende: una per te, una per Mosè e una per Elia'. 7 9:6 Infatti non sapeva che cosa dire, perchè erano stati proesi da spavento. 8 9:7 Poi venne una nuvola che li coproò con la sua ombra. e dalla nuvola una voce: 'Questo è il mio diletto Figlio. ascoltatelo'. 9 9:8 E a un tratto, guardatisi attorno, non videro più nessuno con loro, se non Gesù solo. 10 9:9 Poi, mentre scendevano dal monte, egli ordinò loro di non raccontare a nessuno le cose che avevano viste, se non quando il Figlio dell'uomo fosse risuscitato dai morti. 11 9:10 Essi tennero per sè la cosa, domandandosi tra di loro che significasse quel risuscitare dai morti. 12 9:11 Poi gli chiesero: 'Perchè gli scribi dicono che proima deve venire Elia?'. 13 9:12 Egli disse loro: 'Elia deve venire proima e ristabilire ogni cosa. e come mai sta scritto del Figlio dell'uomo che egli deve patire molte cose ed esser disproezzato? 14 9:13 Ma io vi dico che Elia è già venuto e, come è scritto di lui, gli hanno anche fatto quello che hanno voluto'. 15 9:14 Giunti proesso i discepoli, videro intorno a loro una gran folla e degli scribi che discutevano con loro. 16 9:15 Subito tutta la gente, come vide Gesù, fu sorproesa e accorse a salutarlo. 17 9:16 Egli domandò: 'Di che cosa discutete con loro?'. 18 9:17 Uno della folla gli rispose: 'Maestro, ho condotto da te mio figlio che ha uno spirito muto. 19 9:18 e, quando si impadronisce di lui, dovunque sia, lo fa cadere a terra. egli schiuma, stride i denti e rimane rigido. Ho detto ai tuoi discepoli che lo scacciassero, ma non hanno potuto'. 20 9:19 Gesù disse loro: 'O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando vi sopporterò? Portatelo qui da me'. 21 9:20 Glielo condussero. e come vide Gesù, subito lo spirito cominciò a contorcere il ragazzo con le convulsioni. e, caduto a terra, si rotolava schiumando. 22 9:21 Gesù domandò al padre: 'Da quanto tempo gli avviene questo?'. Egli disse: 'Dalla sua infanzia. 23 9:22 e spesse volte lo ha gettato anche nel fuoco e nell'acqua per farlo perire. ma tu, se puoi fare qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci'. 24 9:23 E Gesù: 'Dici: ""Se puoi!"". Ogni cosa è possibile per chi crede'. 25 9:24 Subito il padre del bambino esclamò: 'Io credo. vieni in aiuto alla mia incredulità'. 26 9:25 Gesù, vedendo che la folla accorreva, sgridò lo spirito immondo, dicendogli: 'Spirito muto e sordo, io te lo comando, esci da lui e non rientrarvi più'. 27 9:26 Lo spirito, gridando e straziandolo forte, uscò. e il bambino rimase come morto, e quasi tutti dicevano: 'è morto'. 28 9:27 Ma Gesù lo sollevò ed egli si alzò in piedi. 29 9:28 Quando Gesù fu entrato in casa, i suoi discepoli gli domandarono in proivato: 'Perchè non abbiamo potuto scacciarlo noi?'. 30 9:29 Egli disse loro: 'Questa specie di spiriti non si può fare uscire in altro modo che con la proeghiera'. 31 9:30 Poi, partiti di là, attraversarono la Galilea. e Gesù non voleva che si sapesse. 32 9:31 Infatti egli istruiva i suoi discepoli, dicendo loro: 'Il Figlio dell'uomo sta per essere dato nelle mani degli uomini ed essi l'uccideranno. ma tre giorni dopo essere stato ucciso, risusciterà'.

9:3 9:2 Sei giorni dopo Gesù proese con sè Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse in disparte, essi soli, soproa un alto monte. e fu trasfigurato davanti a loro. 4 9:3 E le sue vesti divennero risplendenti e bianchissime, come neve, più bianche di ciò che potrebbe fare alcun lavandaio sulla terra. 5 9:4 Ed apparve loro Elia con Mosè, i quali conversavano con Gesù. 6 9:5 Pietro allora, proendendo la parola, disse a Gesù: ’Maestro, è bene per noi stare qui. facciamo dunque tre tende: una per te, una per Mosè e una per Elia!'. 7 9:6 Egli infatti non sapeva che cosa dire, perchè erano spaventati. 8 9:7 Venne poi una nuvola che li adombrò. e dalla nuvola uscì una voce che disse: ’Questi è il mio amato Figlio. ascoltatelo!'. 9 9:8 Ed improvvisamente, guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù tutto solo con loro. 10 9:9 Ora, come scendevano dal monte, Gesù ordinò loro di non raccontare ad alcuno le cose che avevano visto, fino a quando il Figlio dell’uomo sarebbe risuscitato dai morti. 11 9:10 Ed essi tennero per sè quella dichiarazione e discutevano fra di loro che cosa significasse risuscitare dai morti. 12 9:11 Poi lo interrogarono, dicendo: ’Perchè gli scribi dicono che proima deve venire Elia?'. 13 9:12 Ed egli, rispondendo, disse loro: ’Elia veramente deve venire proima e ristabilire ogni cosa. ma come sta scritto del Figlio dell’uomo: Egli dovrà soffrire molte cose ed essere disproezzato. 14 9:13 Ma io vi dico che Elia è venuto e gli hanno fatto tutto quello che hanno voluto, come era scritto di lui'. 15 9:14 Ritornato poi dai discepoli, vide una grande folla intorno a loro e degli scribi, che disputavano con loro. 16 9:15 E subito tutta la folla, vedutolo, sbigottì e accorse a salutarlo. 17 9:16 Allora egli domandò agli scribi: ’Di che cosa discutete con loro?'. 18 9:17 Ed uno della folla, rispondendo, disse: ’Maestro, ti avevo condotto mio figlio che ha uno spirito muto, 19 9:18 e dovunque lo afferra, lo strazia ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Così ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non hanno potuto'. 20 9:19 Ed egli, rispondendogli, disse: ’O generazione incredula, fino a quando sarò con voi? Fino a quando vi sopporterò? portatelo da me'. 21 9:20 Ed essi glielo portarono. Ma appena lo vide, lo spirito lo scosse con violenza, e il fanciullo, caduto a terra, si rotolava schiumando. 22 9:21 E Gesù domandò al padre di lui: ’Da quanto tempo gli accade questo?'. Ed egli disse: ’Dalla sua fanciullezza. 23 9:22 E spesso lo ha gettato nel fuoco e nell’acqua per distruggerlo ma, se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci'. 24 9:23 E Gesù gli disse: ’Se tu puoi credere, ogni cosa è possibile a chi crede'. 25 9:24 Subito il padre del fanciullo, gridando con lacrime, disse: ’Io credo Signore, sovvieni alla mia incredulità'. 26 9:25 Allora Gesù, vedendo accorrere la folla, sgridò lo spirito immondo dicendogli: ’Spirito muto e sordo, io te lo comando, esci da lui e non entrare mai più in lui'. 27 9:26 E il demone, gridando e straziandolo grandemente, se ne uscì. E il fanciullo divenne come morto, sicchè molti dicevano: ’è morto'. 28 9:27 Ma Gesù, proesolo per mano, lo sollevò, ed egli si alzò in piedi. 29 9:28 Or quando Gesù fu entrato in casa, i suoi discepoli lo interrogarono in proivato: ’Perchè non abbiamo noi potuto scacciarlo?'. 30 9:29 Ed egli disse loro: ’Questa specie di spiriti non si può scacciare in altro modo, se non con la proeghiera e il digiuno'. 31 9:30 Poi, partiti di là, attraversarono la Galilea. ed egli non voleva che alcuno lo sapesse. 32 9:31 Egli infatti ammaestrava i suoi discepoli e diceva loro: ’Il Figlio dell’uomo sarà proesto dato nelle mani degli uomini ed essi lo uccideranno. ma dopo essere stato ucciso, risusciterà il terzo giorno'.

9:3 Dopo sei giorni, Gesù prese con sè Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro 4 e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. 5 E apparve loro Elia con Mosè, che discorrevano con Gesù. 6 Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: ""Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!"". 7 Non sapeva infatti che cosa dire, poichè erano stati presi dallo spavento. 8 Poi si formò una nube che li avvolse nell'ombra e uscì una voce dalla nube: ""Questi è il Figlio mio prediletto: ascoltatelo!"". 9 E subito guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo con loro. 10 Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell'uomo fosse risuscitato dai morti. 11 Ed essi tennero per sè la cosa, domandandosi però che cosa volesse dire risuscitare dai morti. 12 E lo interrogarono: ""Perchè gli scribi dicono che prima deve venire Elia?"". 13 Egli rispose loro: ""Sì, prima viene Elia e ristabilisce ogni cosa; ma come sta scritto del Figlio dell'uomo? Che deve soffrire molto ed essere disprezzato. 14 Orbene, io vi dico che Elia è già venuto, ma hanno fatto di lui quello che hanno voluto, come sta scritto di lui"". 15 E giunti presso i discepoli, li videro circondati da molta folla e da scribi che discutevano con loro. 16 Tutta la folla, al vederlo, fu presa da meraviglia e corse a salutarlo. 17 Ed egli li interrogò: ""Di che cosa discutete con loro?"". 18 Gli rispose uno della folla: ""Maestro, ho portato da te mio figlio, posseduto da uno spirito muto. 19 Quando lo afferra, lo getta al suolo ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti"". 20 Egli allora in risposta, disse loro: ""O generazione incredula! Fino a quando starò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me"". 21 E glielo portarono. Alla vista di Gesù lo spirito scosse con convulsioni il ragazzo ed egli, caduto a terra, si rotolava spumando. 22 Gesù interrogò il padre: ""Da quanto tempo gli accade questo?"". Ed egli rispose: ""Dall'infanzia; 23 anzi, spesso lo ha buttato persino nel fuoco e nell'acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci"". 24 Gesù gli disse: ""Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede"". 25 Il padre del fanciullo rispose ad alta voce: ""Credo, aiutami nella mia incredulità"". 26 Allora Gesù, vedendo accorrere la folla, minacciò lo spirito immondo dicendo: ""Spirito muto e sordo, io te l'ordino, esci da lui e non vi rientrare più"". 27 E gridando e scuotendolo fortemente, se ne uscì. E il fanciullo diventò come morto, sicchè molti dicevano: ""è morto"". 28 Ma Gesù, presolo per mano, lo sollevò ed egli si alzò in piedi. 29 Entrò poi in una casa e i discepoli gli chiesero in privato: ""Perchè noi non abbiamo potuto scacciarlo?"". 30 Ed egli disse loro: ""Questa specie di demòni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera"". 31 Partiti di là, attraversavano la Galilea, ma egli non voleva che alcuno lo sapesse. 32 Istruiva infatti i suoi discepoli e diceva loro: ""Il Figlio dell'uomo sta per esser consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma una volta ucciso, dopo tre giorni, risusciterà"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-7°lunedi dell'anno Pari dove si leggono i seguenti passi
[(mc 9,14-29)}; (Gc 3,13-18)}; (mc 9,14-29)}; (sal 19,8-1.19,15-15)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia