Cronologia dei paragrafi

Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulla acque
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'imputo
Guarigione della figlia di una siro-fenicia
Guarigione di un sordomuto
Seconda moltiplicazione dei pani
I Farisei domandano un segno nel cielo
Il lievito dei farisei e di Erode
Guarigione di un cieco è Betsaida
Professione di fede di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La Trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande
Uso del nome di gesù
carità verso è discepoli
Lo scandalo
Questioni sul divorzio
gesù e i bambini
L'uomo ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
La domanda dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
Il cieco all'uscita di Gerico
Ingresso messianico in Gerusalemme
Il fico sterile
I venditori cacciati dal tempio
Il fico seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il primo comandamento
Il Cristo figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso escatologico. Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribùlazione di Gerusalemme
Manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliate per non essere sorpresi
Complotto contro gesù
L'unzione a Betania
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La via della croce
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

Esecuzione di Giovanni Battista (mc 6,17-29)

6:17 Proprio Erode, infatti, aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, perchè l'aveva sposata. 18 Giovanni infatti diceva a Erode: "Non ti è lecito tenere con te la moglie di tuo fratello". 19 Per questo Erodìade lo odiava e voleva farlo uccidere, ma non poteva, 20 perchè Erode temeva Giovanni, sapendolo uomo giusto e santo, e vigilava su di lui; nell'ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri. 21 Venne però il giorno propizio, quando Erode, per il suo compleanno, fece un banchetto per i più alti funzionari della sua corte, gli ufficiali dell'esercito e i notabili della Galilea. 22 Entrata la figlia della stessa Erodìade, danzò e piacque a Erode e ai commensali. Allora il re disse alla fanciulla: "Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò". 23 E le giurò più volte: "Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno". 24 Ella uscì e disse alla madre: "Che cosa devo chiedere?". Quella rispose: "La testa di Giovanni il Battista". 25 E subito, entrata di corsa dal re, fece la richiesta, dicendo: "Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista". 26 Il re, fattosi molto triste, a motivo del giuramento e dei commensali non volle opporle un rifiuto. 27 E subito il re mandò una guardia e ordinò che gli fosse portata la testa di Giovanni. La guardia andò, lo decapitò in prigione 28 e ne portò la testa su un vassoio, la diede alla fanciulla e la fanciulla la diede a sua madre. 29 I discepoli di Giovanni, saputo il fatto, vennero, ne presero il cadavere e lo posero in un sepolcro.

6:17 6:17 Perciocche' esso Erode avea mandato a proender Giovanni, e l'avea messo nei legami in proigione, a motivo di Erodiada, moglie di Filippo, suo fratello. per-ciocche' egli l'avea sposata, 18 6:18 e Giovanni avea detto ad Erode: Ei non ti e' lecito di aver la moglie del tuo fratello. 19 6:19 Ed Erodiada gliene avea mal talento. e volentieri l'avrebbe fatto morire, ma non poteva. 20 6:20 Perciocche' Erode temeva Giovanni, conoscendolo uomo giusto, e santo. e l'osservava. ed avendolo udito, faceva molte cose, e volentieri l'udiva. 21 6:21 Ora, venuto un giorno opportuno, che Erode, nel giorno della sua nativita', feceva un convito a' suoi grandi, e capitani, ed a' proincipali della Galilea. 22 6:22 la figliuola di essa E-rodiada entro', e ballo', e piacque ad Erode, ed a coloro ch'erano con lui a tavola. E il re disse alla fanciulla: Domandami tutto cio' che vorrai, ed io tel donero'. 23 6:23 E le giuro', dicendo: Io ti donero' tutto cio' che mi chiederai, fino alla meta' del mio regno. 24 6:24 Ed essa usci' e disse a sua madre: Che chiedero'? Ed ella disse: La testa di Giovanni Battista. 25 6:25 E subito rientro' frettolosamente al re, e gli fece la domanda, dicendo: Io desidero che subito tu mi dia in un piatto la testa di Giovanni Battista. 26 6:26 E benchà il re se ne attristasse grandemente, pur nondimeno per li giuramenti, e per rispetto di coloro ch'eran con lui a tavola, non gliel volle disdire. 27 6:27 E subito, mandato un sergente, comando' che fosse recata la testa di esso. 28 6:28 E quello ando' e lo decapito' in proigione, e porto' la sua testa in un piatto, e la diede alla fanciulla, e la fanciulla la diede a sua madre. 29 6:29 E i discepoli di esso, udito cio', vennero, e tolsero il suo corpo morto, e lo posero in un monumento.

6:17 6:17 Poichè esso Erode a-vea fatto arrestare Giovanni e l'avea fatto incatenare in proigione a motivo di Erodiada, moglie di Filippo suo fratello, ch'egli, Erode, a-vea sposata. 18 6:18 Giovanni infatti gli diceva: E' non t'e' lecito di tener la moglie di tuo fratello! 19 6:19 Ed Erodiada gli serbava rancore e bramava di farlo morire, ma non poteva. 20 6:20 perchè Erode avea soggezione di Giovanni, sapendolo uomo giusto e santo, e lo proteggeva. dopo averlo udito era molto perplesso, e l'ascoltava volentieri. 21 6:21 Ma venuto un giorno opportuno che Erode, nel suo natalizio, fece un convito ai grandi della sua corte, ai capitani ed ai proimi della Galilea, 22 6:22 la figliuola della stessa Erodiada, essendo entrata, ballo' e piacque ad Erode ed ai commensali. E il re disse alla fanciulla: Chiedimi quello che vuoi e te lo daro'. 23 6:23 E le giuro': Ti daro' quel che mi chiederai. fin la meta' del mio regno. 24 6:24 Costei, uscita, domando' a sua madre: Che chiedero'? E quella le disse: La testa di Giovanni Battista. 25 6:25 E rientrata subito frettolosamente dal re, gli fece cosi' la domanda: Voglio che sul momento tu mi dia in un piatto la testa di Giovanni Battista. 26 6:26 Il re ne fu grandemente attristato. ma a motivo de' giuramenti fatti e de' commensali, non volle dirle di no. 27 6:27 e mando' subito una guardia con l'ordine di portargli la testa di lui. 28 6:28 E quegli ando', lo decapito' nella proigione, e ne porto' la testa in un piatto. e la dette alla fanciulla, e la fanciulla la dette a sua madre. 29 6:29 I discepoli di Giovanni, udita la cosa, andarono a proendere il suo corpo e lo deposero in un sepolcro.

6:17 6:16 Ma Erode, udito ciò, diceva: 'Giovanni, che io ho fatto decapitare, lui è risuscitato!'. 18 6:17 Poichè Erode aveva fatto arrestare Giovanni e lo aveva fatto incatenare in proigione a motivo di Ero-diada, moglie di Filippo suo fratello, che egli, Erode, aveva sposata. 19 6:18 Giovanni infatti gli diceva: 'Non ti è lecito tenere la moglie di tuo fratello!'. 20 6:19 Perciò Erodiada gli serbava rancore e voleva farlo morire, ma non poteva. 21 6:20 Infatti Erode aveva soggezione di Giovanni, sapendo che era uomo giusto e santo, e lo proteggeva. dopo averlo udito era molto perplesso, e l'ascoltava volentieri. 22 6:21 Ma venne un giorno opportuno quando Erode, al suo compleanno, fece un convito ai grandi della sua corte, agli ufficiali e ai notabili della Galilea. 23 6:22 La figlia della stessa Erodiada entrò e ballò, e piacque a Erode e ai commensali. Il re disse alla ragazza: 'Chiedimi quello che vuoi e te lo darò'. 24 6:23 E le giurò: 'Ti darò quel che mi chiederai. fino alla metà del mio regno'. 25 6:24 Costei, uscita, domandò a sua madre: 'Che chiederò?'. La madre disse: 'La testa di Giovanni il battista'. 26 6:25 E, ritornata in fretta dal re, gli fece questa richiesta: 'Voglio che sul momento tu mi dia, su un piatto, la testa di Giovanni il battista'. 27 6:26 Il re ne fu molto rattristato. ma, a motivo dei giuramenti fatti e dei commensali, non volle dirle di no. 28 6:27 e mandò subito una guardia con l'ordine di portargli la testa di Giovanni. 29 6:28 La guardia andò, lo decapitò nella proigione e portò la testa su un piatto. la diede alla ragazza e la ragazza la diede a sua madre.

6:17 6:16 Ma Erode, udito questo, diceva: ’Quel Giovanni, che io ho fatto decapitare, è risorto dai morti!'. 18 6:17 Erode stesso infatti aveva fatto arrestare Giovanni e l’aveva tenuto legato in carcere a causa di Ero-diade, moglie di Filippo suo fratello, perchè egli l’aveva proesa per moglie. 19 6:18 Giovanni infatti diceva ad Erode: ’Non ti è lecito di avere la moglie di tuo fratello'. 20 6:19 Ed Erodiade gli portava rancore e volentieri l’avrebbe fatto uccidere, ma non poteva. 21 6:20 Erode infatti temeva Giovanni, sapendolo uomo giusto e santo, e lo proteggeva. e, dopo averlo udito, faceva molte cose e lo ascoltava volentieri. 22 6:21 Ora, venuto un giorno propizio, Erode per il suo compleanno offrì un banchetto ai suoi grandi, ai comandanti e ai notabili della Galilea. 23 6:22 La figlia di Erodiade stessa entrò e danzò, e piacque ad Erode e a coloro che erano a tavola con lui. allora il re disse alla fanciulla: ’Domandami tutto ciò che vuoi e io te lo darò'. 24 6:23 E le giurò: ’Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fino alla metà del mio regno!'. 25 6:24 Ella uscì, e disse a sua madre: ’Che cosa devo chiedere?'. Quella rispose: ’La testa di Giovanni Battista'. 26 6:25 Ed ella, ritornata subito dal re, gli fece in fretta la richiesta, dicendo: ’Io desidero che tu mi dia immediatamente, su un piatto, la testa di Giovanni Battista'. 27 6:26 E il re, sebbene ne fosse molto rattristato, a motivo del giuramento e per rispetto dei convitati, non volle opporle un rifiuto. 28 6:27 Così il re mandò subito una guardia, con l’ordine di portargli la testa di Giovanni. 29 6:28 E quegli andò, lo decapitò in proigione e portò la sua testa su un piatto e la diede alla fanciulla, e la fanciulla la diede a sua madre.

6:17 Ma Erode, al sentirne parlare, diceva: ""Quel Giovanni che io ho fatto decapitare è risuscitato!"". 18 Erode infatti aveva fatto arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, che egli aveva sposata. 19 Giovanni diceva a Erode: ""Non ti è lecito tenere la moglie di tuo fratello"". 20 Per questo Erodìade gli portava rancore e avrebbe voluto farlo uccidere, ma non poteva, 21 perchè Erode temeva Giovanni, sapendolo giusto e santo, e vigilava su di lui; e anche se nell'ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri. 22 Venne però il giorno propizio, quando Erode per il suo compleanno fece un banchetto per i grandi della sua corte, gli ufficiali e i notabili della Galilea. 23 Entrata la figlia della stessa Erodìade, danzò e piacque a Erode e ai commensali. Allora il re disse alla ragazza: ""Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò"". 24 E le fece questo giuramento: ""Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno"". 25 La ragazza uscì e disse alla madre: ""Che cosa devo chiedere?"". Quella rispose: ""La testa di Giovanni il Battista"". 26 Ed entrata di corsa dal re fece la richiesta dicendo: ""Voglio che tu mi dia subito su un vassoio la testa di Giovanni il Battista"". 27 Il re ne fu rattristato; tuttavia, a motivo del giuramento e dei commensali, non volle opporle un rifiuto. 28 E subito il re mandò una guardia con l'ordine che gli fosse portata la testa. 29 La guardia andò, lo decapitò in prigione e portò la testa su un vassoio, la diede alla ragazza e la ragazza la diede a sua madre.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

E nelle seguenti solennità
Martirio di S. Giovanni Battista dove si leggono i seguenti passi: (ger 1,17-19); (sal 71,1-6.71,15-15.71,17-17); (mc 6,17-29);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia