Cronologia dei paragrafi

Parabola del seme che spunta da solo
Parabola del grano di senapa
Conclusione sulle parabole
La tempesta sedata
L'indemoniato geraseno
Guarigione dell'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Vita è Nazaret
Missione dei Dodici
Erode e gesù
Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulla acque
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'imputo
Guarigione della figlia di una siro-fenicia
Guarigione di un sordomuto
Seconda moltiplicazione dei pani
I Farisei domandano un segno nel cielo
Il lievito dei farisei e di Erode
Guarigione di un cieco è Betsaida
Professione di fede di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La Trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande
Uso del nome di gesù
carità verso è discepoli
Lo scandalo
Questioni sul divorzio
gesù e i bambini
L'uomo ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
La domanda dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
Il cieco all'uscita di Gerico
Ingresso messianico in Gerusalemme
Il fico sterile
I venditori cacciati dal tempio
Il fico seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il primo comandamento
Il Cristo figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso escatologico. Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribùlazione di Gerusalemme
Manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliate per non essere sorpresi
Complotto contro gesù
L'unzione a Betania
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La via della croce
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

Parabola del seme che spunta da solo (mc 4,26-29)

4:26 Diceva: "Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; 27 dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. 28 Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; 29 e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perchè è arrivata la mietitura".

4:26 4:26 OLTRE a cio' disse: Il regno di Dio e' come se un uomo avesse gettata la semenza in terra. 27 4:27 e dormisse, e si levasse di giorno, e di notte. ed intanto la semenza germogliasse, e crescesse nella maniera ch'egli non sa. 28 4:28 Poiche' la terra da se' stessa produce proima erba, poi spiga, poi grano compiuto nella spiga. 29 4:29 E quando il frutto e' maturo, subito vi si mette la falce, perciocche' la mietitura e' venuta.

4:26 4:26 Diceva ancora: Il regno di Dio e' come un uomo che getti il seme in terra, 27 4:27 e dorma e si levi, la notte e il giorno. il seme intanto germoglia e cresce nel modo ch'egli stesso ignora. 28 4:28 La terra da se stessa da' il suo frutto: proima l'erba. poi la spiga. poi, nella spiga, il grano ben formato. 29 4:29 E quando il frutto e' maturo, subito e' vi mette la falce perchè la mietitura e' venuta.

4:26 4:25 poichè a chi ha sarà dato, a chi non ha sarà tolto anche quello che ha'. 27 4:26 Diceva ancora: 'Il regno di Dio è come un uomo che getti il seme nel terreno, 28 4:27 e dorma e si alzi, la notte e il giorno. il seme intanto germoglia e cresce senza che egli sappia come. 29 4:28 La terra da se stessa dà il suo frutto: proima l'erba, poi la spiga, poi nella spiga il grano ben formato.

4:26 4:25 Poichè a chi ha, sarà dato. ma a chi non ha, gli sarà tolto anche quello che ha'. 27 4:26 Disse ancora: ’Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme in terra. 28 4:27 Ora la notte e il giorno, mentre egli dorme e si alza, il seme germoglia e cresce senza che egli sappia come. 29 4:28 Poichè la terra produce spontaneamente proima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga.

4:26 Diceva: ""Il regno di Dio è come un uomo che getta il seme nella terra; 27 dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa. 28 Poichè la terra produce spontaneamente, prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga. 29 Quando il frutto è pronto, subito si mette mano alla falce, perchè è venuta la mietitura"".

Mappa

Commento di un santo

''Il Signore è vicino a quanti lo invocano'' (Sal 114, 18). Non fa distinzione di persone. ''Il Padre ama il Figlio e ha affidato tutto nelle sue mani'' (cfr. Gv 13, 3). Questo a condizione che noi amiamo lui, il nostro Padre celeste, come figli. Il Signore ascolta sia un monaco che un uomo di mondo, un semplice cristiano, a condizione che essi amino Dio nel profondo del cuore e abbiano una fede autentica, una fede grande come un granello di senape; entrambi saranno in grado di sollevare montagne (cfr. Mt 17, 20). ''Come può un uomo solo inseguirne mille o due soli, metterne in fuga diecimila?'' (Dt 32, 30). Il Signore stesso ha affermato : ''Tutto è possibile a colui che crede'' (Mc 9, 23). E l'apostolo Paolo esclama: ''Tutto posso in colui che mi dà forza'' (Fil 4, 13). Ancora più sorprendenti sono le parole del Signore a riguardo di quanti credono in lui: ''Chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perchè io vado al Padre ; qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perchè il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualcosa nel mio nome, la farò'' (Gv 14, 1214). (..) Quanto alle nostre condizioni diverse di monaco e di laico, non preoccuparti. Dio cerca anzitutto un cuore pieno di fede in lui e nel suo Figlio unigenito, ed è in risposta a questa fede che manda dall'alto la grazia dello Spirito Santo. Il Signore cerca un cuore ricolmo d'amore per lui e per il prossimo: è questo il trono sul quale ama sedersi e manifestarsi nella pienezza della sua gloria. ''Figlio, dammi il tuo cuore, e il resto te lo darò in sovrappiù'' (Pr 23, 26). Il cuore dell'uomo è capace di contenere il regno dei cieli. ''Cercate anzitutto il regno dei cieli e la sua giustizia, dice il Signore ai suoi discepoli , e il resto vi sarà dato in aggiunta, perchè Dio vostro Padre sa ciò di cui avete bisogno'' (Mt 6, 33).

Autore


Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia