Cronologia dei paragrafi

gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Galilea
Guarigione di un lebbroso
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Levi
Pasto con i peccatori
Discussione sul digiuno
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
Le folle al seguito di gesù
Istituzione dei Dodici
Passi dei parenti di gesù
Calunnie degli scribi
I veri parenti di gesù
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Come ricevere e trasmettere l'insegnamento di gesù
Parabola del seme che spunta da solo
Parabola del grano di senapa
Conclusione sulle parabole
La tempesta sedata
L'indemoniato geraseno
Guarigione dell'emorroissa e resurrezione della figlia di Giairo
Vita è Nazaret
Missione dei Dodici
Erode e gesù
Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulla acque
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'imputo
Guarigione della figlia di una siro-fenicia
Guarigione di un sordomuto
Seconda moltiplicazione dei pani
I Farisei domandano un segno nel cielo
Il lievito dei farisei e di Erode
Guarigione di un cieco è Betsaida
Professione di fede di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La Trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annunzio della passione
Chi è il più grande
Uso del nome di gesù
carità verso è discepoli
Lo scandalo
Questioni sul divorzio
gesù e i bambini
L'uomo ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Terzo annunzio della passione
La domanda dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
Il cieco all'uscita di Gerico
Ingresso messianico in Gerusalemme
Il fico sterile
I venditori cacciati dal tempio
Il fico seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei vignaioli omicidi
Il tribùto a Cesare
La resurrezione dei morti
Il primo comandamento
Il Cristo figlio e signore di Davide
Gli scribi giudicati da gesù
L'obolo della vedova
Discorso escatologico. Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribùlazione di Gerusalemme
Manifestazione gloriosa del figlio dell'uomo
Parabola del fico
Vegliate per non essere sorpresi
Complotto contro gesù
L'unzione a Betania
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La via della croce
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
Le pie donne su Calvario
La sepoltura
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
Apparizioni di gesù resuscitato

gesù abbandona in segreto Cafarnao e percorre la Galilea (mc 1,35-39)

1:35 Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. 36 Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. 37 Lo trovarono e gli dissero: "Tutti ti cercano!". 38 Egli disse loro: "Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perchè io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!". 39 E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

1:35 1:35 Poi, la mattina, essendo ancor molto buio, Gesu' si levo', e se ne ando' in luogo deserto, e quivi orava. 36 1:36 E Simone, e gli altri ch'eran con lui gli andarono dietro. 37 1:37 E, trovatolo, gli dissero: Tutti ti cercano. 38 1:38 Ed egli disse loro: Andiamo alle castella vicine, acciocchà io proedichi ancora la'. poiche' e' per questo che io sono uscito. 39 1:39 Ed egli andava proedicando nelle lor sinagoghe, per tutta la Galilea, e cacciando i demoni.

1:35 1:35 Poi, la mattina, essendo ancora molto buio, Gesu', levatosi, usci' e se ne ando' in un luogo deserto. e quivi proegava. 36 1:36 Simone e quelli ch'eran con lui, gli tennero dietro. 37 1:37 e trovatolo, gli dissero: Tutti ti cercano. 38 1:38 Ed egli disse loro: Andiamo altrove, per i villaggi vicini, ond'io proedichi anche la'. poichè e' per questo che io sono uscito. 39 1:39 E ando' per tutta la Galilea, proedicando nelle loro sinagoghe e cacciando i demoni.

1:35 1:34 Egli ne guarò molti che soffrivano di diverse malattie, e scacciò molti demoni e non permetteva loro di parlare, perchè lo conoscevano. 36 1:35 Poi, la mattina, mentre era ancora notte, Gesù si alzò, uscò e se ne andò in un luogo deserto. e là proegava. 37 1:36 Simone e quelli che erano con lui si misero a cercarlo. 38 1:37 e, trovatolo, gli dissero: 'Tutti ti cercano'. 39 1:38 Ed egli disse loro: 'Andiamo altrove, per i villaggi vicini, affinchè io proedichi anche là. per questo infatti sono venuto'.

1:35 1:34 Egli ne guarì molti, colpiti da varie malattie, e scacciò molti demoni. e non permetteva ai demoni di parlare perchè sapevano chi egli fosse. 36 1:35 Poi il mattino seguente, essendo ancora molto buio, Gesù si alzò, uscì e se ne andò in un luogo solitario e là proegava. 37 1:36 E Simone e quelli che erano con lui lo cercarono. 38 1:37 E, trovatolo, gli dissero: ’Tutti ti cercano!'. 39 1:38 Ed egli disse loro: ’Andiamo nei villaggi vicini affinchè io proedichi anche là, perchè è per questo che io sono venuto'.

1:35 Al mattino si alzò quando ancora era buio e, uscito di casa, si ritirò in un luogo deserto e là pregava. 36 Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce 37 e, trovatolo, gli dissero: ""Tutti ti cercano!"". 38 Egli disse loro: ""Andiamocene altrove per i villaggi vicini, perchè io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!"". 39 E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Mappa

#http://##http://#

Commento di un santo

Fratelli carissimi, i precetti evangelici non sono altro che insegnamenti a noi dati da Dio: sono le fondamenta su cui si edifica la speranza, la solida base su cui si innalza la fede, il cibo che dà forza al cuore, il timone che dirige il cammino, l'aiuto che ci fa ottenere la salvezza. Essi, mentre in terra illuminano le intelligenze disposte a seguirli, conducono al regno dei cieli. Sono molte le parole che Dio ha voluto far giungere a noi attraverso i profeti, suoi servi, ma le più importanti sono quelle dette dal Figlio, quelle che la Parola di Dio, presente già nei profeti, afferma con la sua stessa voce. Non comanda più di preparare la via a chi deve venire: viene lui stesso, e ci mostra e ci apre la via. E così noi che, incauti e ciechi, andavamo errando un tempo nelle tenebre della morte, ora, illuminati dalla Lce della grazia possiamo camminare per la via della vita sotto la guida e la direzione del Signore. Fra gli altri consigli salutari, fra i precetti divini ordinati alla salvezza del suo popolo, il Signore ci ha dato anche la formula della preghiera, ci ha comandato di pregare come insegnava lui. Colui che ci ha dato la vita ci ha insegnato anche come pregare, con la stessa bontà con cui ha voluto offrirci tutti gli altri suoi doni. Così, quando parliamo al Padre con la preghiera che il Figlio ci ha indicato, possiamo essere ascoltati più facilmente. Gesù aveva annunciato come prossima l'ora in cui i veri adoratori avrebbero adorato il Padre in spirito e verità (cfr. Gv. 4, 23); e questa promessa l'ha poi adempiuta, in modo che noi, avendo ricevuto con la sua azione santificatrice lo spirito e la verità, potessimo poi adorare in spirito e verità grazie al suo insegnamento. E davvero come ci potrebbe essere preghiera più spirituale di quella che ci è stata data da Cristo, dallo stesso Cristo che ci invia lo Spirito Santo? Come potremmo rivolgere al Padre una preghiera più vera di quella pronunciata dalle labbra del Figlio, che è la Verità?.. Preghiamo dunque, fratelli carissimi, come ci ha insegnato Dio facendosi nostro maestro. Affettuosa e familiare è la preghiera in cui ci rivolgiamo a Dio con le sue stesse parole, in cui ci facciamo sentire attraverso la preghiera di Cristo. Che il Padre riconosca, quando noi preghiamo, le parole del proprio Figlio. Sia presente anche nella nostra voce colui che abita nel nostro cuore. E poichè l'abbiamo come avvocato presso il Padre per i nostri peccati (cfr. 1 Gv.2, 1), quando, peccatori, supplichiamo per le nostre colpe, serviamoci delle parole del nostro avvocato. Gesù ha detto infatti: Se domanderete qualche cosa al Padre mio in mio nome, egli ve la darà (Gv. 16, 23). Quanto più facilmente otterremo quello che chiediamo in nome di Cristo, se lo facciamo con la sua stessa preghiera!

Autore

Cipriano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia