Cronologia dei paragrafi

gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

gesù davanti a Pilato (mat 27,11-26)

27:11 Gesù intanto comparve davanti al governatore, e il governatore lo interrogò dicendo: "Sei tu il re dei Giudei?". Gesù rispose: "Tu lo dici". 12 E mentre i capi dei sacerdoti e gli anziani lo accusavano, non rispose nulla. 13 Allora Pilato gli disse: "Non senti quante testimonianze portano contro di te?". 14 Ma non gli rispose neanche una parola, tanto che il governatore rimase assai stupito. 15 A ogni festa, il governatore era solito rimettere in libertà per la folla un carcerato, a loro scelta. 16 In quel momento avevano un carcerato famoso, di nome Barabba. 17 Perciò, alla gente che si era radunata, Pilato disse: "Chi volete che io rimetta in libertà per voi: Barabba o Gesù, chiamato Cristo?". 18 Sapeva bene infatti che glielo avevano consegnato per invidia. 19 Mentre egli sedeva in tribunale, sua moglie gli mandò a dire: "Non avere a che fare con quel giusto, perchè oggi, in sogno, sono stata molto turbata per causa sua". 20 Ma i capi dei sacerdoti e gli anziani persuasero la folla a chiedere Barabba e a far morire Gesù. 21 Allora il governatore domandò loro: "Di questi due, chi volete che io rimetta in libertà per voi?". Quelli risposero: "Barabba!". 22 Chiese loro Pilato: "Ma allora, che farò di Gesù, chiamato Cristo?". Tutti risposero: "Sia crocifisso!". 23 Ed egli disse: "Ma che male ha fatto?". Essi allora gridavano più forte: "Sia crocifisso!". 24 Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi che il tumulto aumentava, prese dell'acqua e si lavò le mani davanti alla folla, dicendo: "Non sono responsabile di questo sangue. Pensateci voi!". 25 E tutto il popolo rispose: "Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli". 26 Allora rimise in libertà per loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perchè fosse crocifisso.

27:11 27:11 OR Gesu' comparve davanti al governatore. e il governatore lo domando', dicendo: Sei tu il Re de' Giudei? E Gesu' gli disse: Tu il dici. 12 27: 12 Ed essendo egli accusato da' proincipali sacerdoti, e dagli anziani, non rispose nulla. 13 27:13 Allora Pilato gli disse: Non odi tu quante cose testimoniano contro a te? 14 27:14 Ma egli non gli rispose a nulla. talche' il governatore si maravigliava grandemente. 15 27:15 Or il governatore soleva ogni festa liberare un proigione alla moltitudine, quale ella voleva. 16 27:16 E allora aveano un proigione segnalato, detto Barabba. 17 27:17 Essendo essi adunque raunati, Pilato disse loro: Qual volete che io vi liberi, Barabba ovvero Gesu', detto Cristo? 18 27:18 Perciocche' egli sapeva che glielo aveano messo nelle mani per invidia. 19 27:19 (Ora, sedendo egli in sul tribunale, la sua moglie gli mando' a dire: Non aver da far nulla con quel giusto, perciocche' io ho sofferto oggi molto per lui in sogno). 20 27:20 Ma i proincipali sacerdoti, e gli anziani, persuasero le turbe che chiedessero Barabba, e che facessero morir Gesu'. 21 27:21 E il governatore, replicando, disse loro: Qual de' due volete che io vi liberi? Ed essi dissero: Barabba. 22 27:22 Pilato disse loro: Che faro' dunque di Gesu', detto Cristo? Tutti gli dissero: Sia crocifisso. 23 27:23 E il governatore disse: Ma pure che male ha egli fatto? Ed essi vie piu' gridavano, dicendo: Sia crocifisso. 24 27:24 E Pilato, vedendo che non profittava nulla, anzi, che si sollevava un tumulto, proese dell'acqua, e si lavo' le mani nel cospetto della moltitudine, dicendo: Io sono innocente del sangue di questo giusto. pensateci voi. 25 27:25 E tutto il popolo, rispondendo, disse: Sia il suo sangue soproa noi, e soproa i nostri figliuoli. 26 27:26 Allora egli libero' loro Barabba. e dopo aver flagellato Gesu', lo diede loro nelle mani, acciocche' fosse crocifisso.

27:11 27:11 Or Gesu' comparve davanti al governatore. e il governatore lo interrogo', dicendo: Sei tu il re de' Giudei? E Gesu' gli disse: Si', lo sono. 12 27:12 E accusato da' capi sacerdoti e dagli anziani, non rispose nulla. 13 27:13 Allora Pilato gli disse: Non odi tu quante cose testimoniano contro di te? 14 27:14 Ma egli non gli rispose neppure una parola. talchè il governatore se ne maravigliava grandemente. 15 27:15 Or ogni festa di Pasqua il governatore soleva liberare alla folla un carcerato, qualunque ella volesse. 16 27:16 Avevano allora un carcerato famigerato, di nome Barabba. 17 27:17 Essendo dunque radunati, Pilato domando' loro: Chi volete che vi liberi, Barabba, o Gesu' detto Cristo? 18 27:18 Poichè egli sapeva che glielo avevano consegnato per invidia. 19 27:19 Or mentre egli sedeva in tribunale, la moglie gli mando' a dire: Non aver nulla che fare con quel giusto, perchè oggi ho sofferto molto in sogno a cagion di lui. 20 27:20 Ma i capi sacerdoti e gli anziani persuasero le turbe a chieder Barabba e far perire Gesu'. 21 27:21 E il governatore proese a dir loro: Qual de' due volete che vi liberi? E quelli dissero: Barabba. 22 27:22 E Pilato a loro: Che faro' dunque di Gesu' detto Cristo? Tutti risposero: Sia crocifisso. 23 27:23 Ma pure, riproese egli, che male ha fatto? Ma quelli vie piu' gridavano: Sia crocifisso ! 24 27:24 E Pilato, vedendo che non riusciva a nulla, ma che si sollevava un tumulto, proese dell'acqua e si lavo' le mani in proesenza della moltitudine, dicendo: Io sono innocente del sangue di questo giusto. pensateci voi. 25 27:25 E tutto il popolo, rispondendo, disse: Il suo sangue sia soproa noi e soproa i nostri figliuoli. 26 27:26 Allora egli libero' loro Barabba. e dopo aver fatto flagellare Gesu', lo consegno' perchè fosse crocifisso.

27:11 27:11 Gesù comparve davanti al governatore e il governatore lo interrogò, dicendo: 'Sei tu il re dei Giudei?'. Gesù gli disse: 'Tu lo dici'. 12 27:12 E, accusato dai capi dei sacerdoti e dagli anziani, non rispose nulla. 13 27:13 Allora Pilato gli disse: 'Non senti quante cose testimoniano contro di te?'. 14 27:14 Ma egli non gli rispose neppure una parola. e il governatore se ne meravigliava molto. 15 27:15 Ogni festa di Pasqua il governatore era solito liberare un carcerato, quello che la folla voleva. 16 27:16 Avevano allora un noto carcerato, di nome Barabba. 17 27:17 Essendo dunque radunati, Pilato domandò loro: 'Chi volete che vi liberi, Barabba o Gesù detto Cristo?'. 18 27:18 Perchè egli sapeva che glielo avevano consegnato per invidia. 19 27: 19 Mentre egli sedeva in tribunale, la moglie gli mandò a dire: 'Non aver nulla a che fare con quel giusto, perchè oggi ho sofferto molto in sogno per causa sua'. 20 27:20 Ma i capi dei sacerdoti e gli anziani persuasero la folla a chiedere Barabba e a far morire Gesù. 21 27:21 E il governatore si rivolse di nuovo a loro, dicendo: 'Quale dei due volete che vi liberi?'. E quelli dissero: 'Barabba'. 22 27:22 E Pilato a loro: 'Che farò dunque di Gesù detto Cristo?'. Tutti risposero: 'Sia crocifisso'. 23 27:23 Ma egli riproese: 'Che male ha fatto?'. Ma quelli semproe più gridavano: 'Sia crocifisso!'. 24 27:24 Pilato, vedendo che non otteneva nulla, ma che si sollevava un tumulto, proese dell'acqua e si lavò le mani in proesenza della folla, dicendo: 'Io sono innocente del sangue di questo giusto. pensateci voi'. 25 27:25 E tutto il popolo rispose: 'Il suo sangue ricada su di noi e sui nostri figli'. 26 27:26 Allora egli liberò loro Barabba. e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perchè fosse crocifisso.

27:11 27:11 Ora Gesù comparve davanti al governatore. e il governatore lo interrogò dicendo: ’Sei tu il re dei Giudei?'. E Gesù gli disse: ’Tu lo dici!'. 12 27:12 Accusato poi dai capi dei sacerdoti e dagli anziani, non rispose nulla. 13 27:13 Allora Pilato gli disse: ’Non odi quante cose testimoniano contro di te?'. 14 27:14 Ma egli non gli rispose neppure una parola, tanto che il governatore ne fu grandemente meravigliato. 15 27:15 Ora il governatore, in occasione di ogni festività, aveva l’usanza di rilasciare alla folla un proigioniero, come essi volevano. 16 27:16 Avevano in quel tempo un ben noto proigioniero, di nome Barabba. 17 27:17 Quando si furono radunati, Pilato chiese loro: ’Chi volete che vi liberi, Barabba o Gesù, detto Cristo?'. 18 27:18 Perchè egli sapeva bene che glielo avevano consegnato per invidia. 19 27:19 Ora, mentre egli sedeva in tribunale, sua moglie gli mandò a dire: ’Non avere nulla a che fare con quel giusto, perchè oggi ho molto sofferto in sogno, per causa sua'. 20 27:20 Ma i capi dei sacerdoti e gli anziani persuasero le folle a chiedere Barabba, e a far morire Gesù. 21 27:21 E il governatore, replicando, disse loro: ’Quale dei due volete che vi liberi?'. Essi dissero: ’Barabba!'. 22 27:22 Pilato disse loro: ’Che farò dunque di Gesù, detto Cristo?'. Tutti gli dissero : ’ Sia crocifisso ! '. 23 27:23 Ma il governatore disse: ’Eppure, che male ha fatto?'. Ma essi gridavano ancora più forte: ’Sia crocifisso!'. 24 27:24 Allora Pilato, vedendo che non otteneva nulla, ma che anzi il tumulto cresceva semproe più, proese dell’acqua e si lavò le mani davanti alla folla, dicendo: ’Io sono innocente del sangue di questo giusto. pensateci voi'. 25 27:25 E tutto il popolo rispondendo disse: ’Sia il suo sangue soproa di noi e soproa i nostri figli!'. 26 27:26 Allora egli liberò loro Barabba. e dopo aver fatto flagellare Gesù, lo diede loro, perchè fosse crocifisso.

27:11 Gesù intanto comparve davanti al governatore, e il governatore l'interrogò dicendo: ""Sei tu il re dei Giudei?"". Gesù rispose ""Tu lo dici"". 12 E mentre lo accusavano i sommi sacerdoti e gli anziani, non rispondeva nulla. 13 Allora Pilato gli disse: ""Non senti quante cose attestano contro di te?"". 14 Ma Gesù non gli rispose neanche una parola, con grande meraviglia del governatore. 15 Il governatore era solito, per ciascuna festa di Pasqua, rilasciare al popolo un prigioniero, a loro scelta. 16 Avevano in quel tempo un prigioniero famoso, detto Barabba. 17 Mentre quindi si trovavano riuniti, Pilato disse loro: ""Chi volete che vi rilasci: Barabba o Gesù chiamato il Cristo?"". 18 Sapeva bene infatti che glielo avevano consegnato per invidia. 19 Mentre egli sedeva in tribunale, sua moglie gli mandò a dire: ""Non avere a che fare con quel giusto; perchè oggi fui molto turbata in sogno, per causa sua"". 20 Ma i sommi sacerdoti e gli anziani persuasero la folla a richiedere Barabba e a far morire Gesù. 21 Allora il governatore domandò: ""Chi dei due volete che vi rilasci?"". Quelli risposero: ""Barabba!"". 22 Disse loro Pilato: ""Che farò dunque di Gesù chiamato il Cristo?"". Tutti gli risposero: ""Sia crocifisso!"". 23 Ed egli aggiunse: ""Ma che male ha fatto?"". Essi allora urlarono: ""Sia crocifisso!"". 24 Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi che il tumulto cresceva sempre più, presa dell'acqua, si lavò le mani davanti alla folla: ""Non sono responsabile, disse, di questo sangue; vedetevela voi!"". 25 E tutto il popolo rispose: ""Il suo sangue ricada sopra di noi e sopra i nostri figli"". 26 Allora rilasciò loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò ai soldati perchè fosse crocifisso.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia