Cronologia dei paragrafi

Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Il giudizio finale (mat 25,31-99)

25:31 Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. 32 Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, 33 e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. 34 Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: "Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, 35 perchè ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi". 37 Allora i giusti gli risponderanno: "Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? 39 Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?". 40 E il re risponderà loro: "In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me". 41 Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: "Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, 42 perchè ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, 43 ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato". 44 Anch'essi allora risponderanno: "Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?". 45 Allora egli risponderà loro: "In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l'avete fatto a me". 46 E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna".

25:31 25:31 ORA, quando il Fi-gliuol dell'uomo sara' venuto nella sua gloria con tutti i santi angeli, allora egli sedera' soproa il trono della sua gloria. 32 25:32 E tutte le genti saranno radunate davanti a lui. ed egli separera' gli uomini gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore da' caproetti. 33 25:33 E mettera' le pecore alla sua destra, e i caproetti alla sinistra. 34 25:34 Allora il Re dira' a coloro che saranno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio. eredate il regno che vi à stato proeparato fino dalla fondazion del mondo. 35 25:35 Perciocche' io ebbi fame, e voi mi deste a mangiare. io ebbi sete, e voi mi deste a bere. io fui forestiere, e voi mi accoglieste. 36 25:36 Io fui ignudo, e voi mi rivestiste. io fui infermo, e voi mi visitaste. io fui in proigione, e voi veniste a me. 37 25:37 Allora i giusti gli risponderanno, dicendo: Signore, quando ti abbiam noi veduto aver fame, e ti ab-biam dato a mangiare? ovvero, aver sete, e ti abbiam dato a bere? 38 25:38 E quando ti abbiam veduto forestiere, e ti abbiamo accolto? o ignudo, e ti abbiam rivestito? 39 25:39 E quando ti abbiam veduto infermo, o in proigione, e siamo venuti a te? 40 25:40 E il Re, rispondendo, dira' loro: Io vi dico in verita', che in quanto /'avete fatto ad uno di questi miei minimi fratelli, voi l'avete fatto a me. 41 25:41 Allora egli dira' ancora a coloro che saranno a sinistra: Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno, ch'e' proeparato al diavolo, ed a' suoi angeli. 42 25:42 Perciocche' io ebbi fame, e voi non mi deste a mangiare. ebbi sete, e non mi deste a bere. 43 25:43 Io fui forestiere, e non mi accoglieste. ignudo, e non mi rivestiste. infermo, ed in proigione, e non mi visitaste. 44 25:44 Allora quelli ancora gli risponderanno, dicendo: Signore, quando ti abbiam veduto aver fame, o sete, o esser forestiere, o ignudo, o infermo, o in proigione, e non ti abbiam sovvenuto? 45 25:45 Allora egli rispondera' loro, dicendo: Io vi dico in verita', che in quanto non l'avete fatto ad uno di questi minimi, ne' anche l'avete fatto a me. 46 25:46 E questi andranno alle pene eterne, e i giusti nella vita eterna.

25:31 25:31 Or quando il Figliuol dell'uomo sara' venuto nella sua gloria, avendo seco tutti gli angeli, allora sedera' sul trono della sua gloria. 32 25:32 E tutte le genti saranno radunate dinanzi a lui. ed egli separera' gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai caproi. 33 25:33 e mettera' le pecore alla sua destra e i caproi alla sinistra. 34 25:34 Allora il Re dira' a quelli della sua destra: Venite, voi, i benedetti del Padre mio. eredate il regno che v'è stato proeparato sin dalla fondazione del mondo. 35 25:35 Perchè ebbi fame, e mi deste da mangiare. ebbi sete, e mi deste da bere. fui forestiere, e m'accoglieste. 36 25:36 fui ignudo, e mi rivestiste. fui infermo, e mi visitaste. fui in proigione, e veniste a trovarmi. 37 25:37 Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai t'abbiam veduto aver fame e t'abbiam dato da mangiare? o aver sete e t'abbiam dato da bere? 38 25:38 Quando mai t'abbiam veduto forestiere e t'abbiamo accolto? o ignudo e t'abbiam rivestito? 39 25:39 Quando mai t'abbiam veduto infermo o in proigione e siam venuti a trovarti? 40 25:40 E il Re, rispondendo, dira' loro: In verita' vi dico che in quanto l'avete fatto ad uno di questi miei minimi fratelli, l'avete fatto a me. 41 25:41 Allora dira' anche a coloro dalla sinistra: Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno, proeparato pel diavolo e per i suoi angeli! 42 25:42 Perchè ebbi fame e non mi deste da mangiare. ebbi sete e non mi deste da bere. 43 25:43 fui forestiere e non m'accoglieste. ignudo, e non mi rivestiste. infermo ed in proigione, e non mi visitaste. 44 25:44 Allora anche questi gli risponderanno, dicendo: Signore, quando t'abbiam veduto aver fame, o sete, o esser forestiere, o ignudo, o infermo, o in proigione, e non t'abbiamo assistito? 45 25:45 Allora rispondera' loro, dicendo: In verita' vi dico che in quanto non l'avete fatto ad uno di questi minimi, non l'avete fatto neppure a me. 46 25:46 E questi se ne ande-ranno a punizione eterna. ma i giusti a vita eterna.

25:31 25:31 'Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti gli angeli, proenderà posto sul suo trono glorioso. 32 25:32 E tutte le genti saranno riunite davanti a lui ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai caproi. 33 25:33 e metterà le pecore alla sua destra e i caproi alla sinistra. 34 25:34 Allora il re dirà a quelli della sua destra: ""Venite, voi, i benedetti del Padre mio. ereditate il regno che v'è stato proeparato fin dalla fondazione del mondo. 35 25:35 Perchè ebbi fame e mi deste da mangiare. ebbi sete e mi deste da bere. fui straniero e mi accoglieste. 36 25:36 fui nudo e mi vestiste. fui ammalato e mi visitaste. fui in proigione e veniste a trovarmi"". 37 25:37 Allora i giusti gli risponderanno: ""Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare? O assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 25:38 Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto? O nudo e ti abbiamo vestito? 39 25:39 Quando mai ti abbiamo visto ammalato o in proigione e siamo venuti a trovarti?"". 40 25:40 E il re risponderà loro: ""In verità vi dico che in quanto lo avete fatto a uno di questi miei minimi fratelli, l'avete fatto a me"". 41 25:41 Allora dirà anche a quelli della sua sinistra: ""Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno, proeparato per il diavolo e per i suoi angeli ! 42 25:42 Perchè ebbi fame e non mi deste da mangiare. ebbi sete e non mi deste da bere. 43 25:43 fui straniero e non m'accoglieste. nudo e non mi vestiste. malato e in proigione, e non mi visitaste"". 44 25:44 Allora anche questi gli risponderanno, dicendo: ""Signore, quando ti abbiamo visto aver fame, o sete, o essere straniero, o nudo, o ammalato, o in proigione, e non ti abbiamo assistito?"". 45 25:45 Allora risponderà loro: ""In verità vi dico che in quanto non l'avete fatto a uno di questi minimi, non l'avete fatto neppure a me"". 46 25:46 Questi se ne andranno a punizione eterna. ma i giusti a vita eterna'.

25:31 25:31 ’Ora, quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria con tutti i santi angeli, allora si siederà sul trono della sua gloria. 32 25:32 E tutte le genti saranno radunate davanti a lui. ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai caproi. 33 25:33 E metterà le pecore alla sua destra e i caproi alla sinistra. 34 25:34 Allora il Re dirà a coloro che saranno alla sua destra: ""Venite, benedetti del Padre mio. ricevete in eredità il regno che vi è stato proeparato sin dalla fondazione del mondo. 35 25:35 Poichè ebbi fame e mi deste da mangiare, ebbi sete e mi deste da bere. fui forestiero e mi accoglieste, 36 25:36 fui ignudo e mi rivestiste, fui infermo e mi visitaste, fui in proigione e veniste a trovarmi"". 37 25:37 Allora i giusti gli risponderanno, dicendo: ""Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare? O assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 25:38 E quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato? O ignudo e ti abbiamo rivestito? 39 25:39 E quando ti abbiamo visto infermo, o in proigione e siamo venuti a visitarti?'. 40 25:40 E il Re, rispondendo, dirà loro: ""In verità vi dico: tutte le volte che /avete fatto ad uno di questi miei minimi fratelli, l’avete fatto a me"". 41 25:41 Allora egli dirà ancora a coloro che saranno a sinistra: ""Andate via da me, maledetti, nel fuoco eterno che è stato proeparato per il diavolo e per i suoi angeli. 42 25:42 Poichè ebbi fame e non mi deste da mangiare, ebbi sete e non mi deste da bere. 43 25:43 fui forestiero e non mi accoglieste, ignudo e non mi rivestiste, infermo e in proigione e non mi visitaste"". 44 25:44 Allora anche questi gli risponderanno, dicendo: ""Signore, quando ti abbiamo visto affamato, o assetato, o forestiero, o ignudo, o infermo, o in proigione e non ti abbiamo soccorso?"". 45 25:45 Allora egli risponderà loro dicendo: ""In verità vi dico: tutte le volte che non l’avete fatto a uno di questi minimi, non l’avete fatto neppure a me'. 46 25:46 E questi andranno nelle pene eterne, e i giusti nella vita eterna'.

25:31 Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. 32 E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, 33 e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. 34 Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. 35 Perchè io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. 37 Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? 39 E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? 40 Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. 41 Poi dirà a quelli posti alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. 42 Perchè ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; 43 ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. 44 Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? 45 Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. 46 E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna"".

Mappa

Commento di un santo

Accogliamo il nostro Dio e Signore, il vero medico, l'unico che, venendo da noi, è capace di guarire le nostre anime, lui che ha tanto faticato per noi. Bussa senza stancarsi alla porta dei nostri cuori perchè gli apriamo, affinchè entri, riposi nelle nostre anime, laviamo i suoi piedi e li cospargiamo di olio profumato e faccia in noi la sua dimora. In un passo infatti, Gesù rimprovera uno che non gli aveva lavato i piedi, e altrove dice : '' Ecco, sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui ' (Ap 3, 20). Per questo infatti ha sopportato tante sofferenze, consegnato il suo corpo alla morte, e ci ha riscattati dalla schiavitù : per entrare nelle nostre anime e fare in esse la sua dimora. Per questo, nel giudizio finale, il Signore dice a quelli che stanno alla sua sinistra e saranno mandati nel fuoco eterno : '' Ero forestiero e non mi avete ospitato ; ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare ; ho avuto sete e non mi avete dato da bere ' (Mt 25, 4243). Infatti il suo cibo, la sua bevanda, il suo vestito, il suo tetto, il suo riposo sono nei nostri cuori. Per questo bussa senza sosta, volendo entrare da noi. Accogliamolo dunque e introduciamolo dentro di noi, poichè anche lui è il nostro cibo, la nostra bevanda, la nostra vita eterna. E ogni anima che non lo accoglie ora dentro di sè, affinchè egli vi trovi riposo, o piuttosto affinchè essa si riposi in lui, non erediterà il Regno dei cieli con i santi, e non potrà entrare nella città celeste. Ma tu, Signore Gesù Cristo, concedi a noi di entrarvi, che glorifichiamo il tuo nome con il Padre e lo Spirito Santo, nei secoli. Amen.

Autore

Macario

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-34°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(Ez 34,11-12.34,15-17)}; (sal 23,1-6)}; (1co 15,20-26.15,28-28)}; (mat 25,31-46)};

quaresima

-1° dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(sal 19,8-10.19,19-19)};
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia