Cronologia dei paragrafi

Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternit legale di Ges
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi (mat 21,28-99)

21:28 "Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: "Figlio, oggi va' a lavorare nella vigna". 29 Ed egli rispose: "Non ne ho voglia". Ma poi si pentì e vi andò. 30 Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: "Sì, signore". Ma non vi andò. 31 Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?". Risposero: "Il primo". E Gesù disse loro: "In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. 32 Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli. 33 Ascoltate un'altra parabola: c'era un uomo che possedeva un terreno e vi piantò una vigna. La circondò con una siepe, vi scavò una buca per il torchio e costruì una torre. La diede in affitto a dei contadini e se ne andò lontano. 34 Quando arrivò il tempo di raccogliere i frutti, mandò i suoi servi dai contadini a ritirare il raccolto. 35 Ma i contadini presero i servi e uno lo bastonarono, un altro lo uccisero, un altro lo lapidarono. 36 Mandò di nuovo altri servi, più numerosi dei primi, ma li trattarono allo stesso modo. 37 Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: "Avranno rispetto per mio figlio!". 38 Ma i contadini, visto il figlio, dissero tra loro: "Costui è l'erede. Su, uccidiamolo e avremo noi la sua eredità!". 39 Lo presero, lo cacciarono fuori dalla vigna e lo uccisero. 40 Quando verrà dunque il padrone della vigna, che cosa farà a quei contadini?". 41 Gli risposero: "Quei malvagi, li farà morire miseramente e darà in affitto la vigna ad altri contadini, che gli consegneranno i frutti a suo tempo". 42 E Gesù disse loro: "Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che i costruttori hanno scartato è diventata la pietra d'angolo; questo è stato fatto dal Signore ed è una meraviglia ai nostri occhi? 43 Perciò io vi dico: a voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che ne produca i frutti. 44 Chi cadrà sopra questa pietra si sfracellerà; e colui sul quale essa cadrà, verrà stritolato". 45 Udite queste parabole, i capi dei sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro. 46 Cercavano di catturarlo, ma ebbero paura della folla, perchè lo considerava un profeta.

21:28 21:28 ORA, che vi par egli? Un uomo avea due figliuoli. e, venuto al proimo, disse: Figliuolo, va', lavora oggi nella mia vigna. 29 21:29 Ma egli, rispondendo, disse: Non voglio, pur nondimeno, poi approesso, ravvedutosi, vi ando'. 30 21:30 Poi, venuto al secondo, gli disse il simigliante. Ed egli, rispondendo, disse: Si', lo faro', signore, e pur non vi ando'. 31 21:31 Qual de' due fece il voler del padre? Essi gli dissero: Il proimo. Gesu' disse loro: Io vi dico in verita', che i pubblicani, e le meretrici vanno innanzi a voi nel regno de' cieli. 32 21:32 Perciocche' Giovanni e' venuto a voi per la via della giustizia, e voi non gli avete creduto. ma i pubblicani e le meretrici gli hanno creduto. e pur voi, veduto cio', non vi siete poi approesso ravveduti, per credergli. 33 21:33 UDITE un'altra parabola: Vi era un padre di famiglia, il quale pianto' una vigna e le fece una siepe attorno, e cavo' in essa un luogo da calcar la vendemmia, e vi edifico' una torre. poi allogo' quella a certi lavoratori, e se ne ando' in viaggio. 34 21:34 Ora, quando venne il tempo de' frutti, egli mando' i suoi servitori a' lavoratori, per ricevere i frutti di quella. 35 21:35 Ma i lavoratori, proesi que' servitori, ne batterono l'uno, e ne uccisero l'altro, e ne lapidarono l'altro. 36 21:36 Da capo egli mando' degli altri servitori, in maggior numero che i proimi. e quelli fecero loro il simi-gliante. 37 21:37 Ultimamente, egli mando' loro il suo figliuolo, dicendo: Avran riverenza al mio figliuolo. 38 21:38 Ma i lavoratori, veduto il figliuolo, disser fra loro: Costui e' l'erede. venite, uccidiamolo, ed occupiamo la sua eredita'. 39 21:39 E proesolo, lo cacciarono fuor della vigna, e l'uccisero. 40 21:40 Quando adunque il padron della vigna sara' venuto, che fara' egli a que' lavoratori? 41 21:41 Essi gli dissero: Egli li fara' perir malamente, quegli scellerati, ed alloghera' la vigna ad altri lavoratori, i quali gli renderanno i frutti a' suoi tempi. 42 21:42 Gesu' disse loro: Non avete voi mai letto nelle Scritture: La pietra che gli edificatori hanno riprovata e' divenuta il capo del cantone. cio' e' stato fatto dal Signore, ed e' cosa maravi-gliosa agli occhi nostri? 43 21:43 Percio', io vi dico, che il regno di Dio vi sara' tolto, e sara' dato ad una gente che fara' i frutti di esso. 44 21:44 E chi cadera' soproa questa pietra sara' tritato, ed ella fiacchera' colui soproa cui ella cadera'. 45 21:45 E i proincipali sacerdoti, e i F arisei, udite le sue parabole, si avvidero ch'egli diceva di loro. 46 21:46 E cercavano di pigliarlo. ma temettero le turbe, perciocche' quelle lo tenevano per profeta.

21:28 21:28 Or che vi par egli? Un uomo avea due figliuoli. Accostatosi al proimo disse: Figliuolo, va' oggi a lavorare nella vigna. 29 21:29 Ed egli, rispondendo, disse: Vado, signore. ma non vi ando'. 30 21:30 E accostatosi al secondo, gli disse lo stesso. Ma egli, rispondendo, disse: Non voglio. ma poi, pentitosi, v'ando'. 31 21:31 Qual de' due fece la volonta' del padre? Essi gli dissero: L'ultimo. E Gesu' a loro: Io vi dico in verita': I pubblicani e le meretrici vanno innanzi a voi nel regno di Dio. 32 21:32 Poichè Giovanni e' venuto a voi per la via della giustizia, e voi non gli avete creduto. ma i pubblicani e le meretrici gli hanno creduto. e voi, che avete veduto questo, neppur poi vi siete pentiti per credere a lui. 33 21:33 Udite un'altra parabola: Vi era un padron di casa, il quale pianto' una vigna e le fece attorno una siepe, e vi scavo' un luogo da sproemer l'uva, e vi edifico' una torre. poi l'allogo' a de' lavoratori, e se n'ando' in viaggio. 34 21:34 Or quando fu vicina la stagione de' frutti, mando' i suoi servitori dai lavoratori per ricevere i frutti della vigna. 35 21:35 Ma i lavoratori, proesi i servitori, uno ne batterono, uno ne uccisero, e un altro ne lapidarono. 36 21:36 Da capo mando' degli altri servitori, in maggior numero de' proimi. e coloro li trattarono nello stesso modo. 37 21:37 Finalmente, mando' loro il suo figliuolo, dicendo: Avranno rispetto al mio figliuolo. 38 21:38 Ma i lavoratori, veduto il figliuolo, dissero tra di loro: Costui e' l'erede. venite, uccidiamolo, e facciam nostra la sua eredita'. 39 21:39 E proesolo, lo caccia-ron fuori della vigna, e l'uccisero. 40 21:40 Quando dunque sara' venuto il padron della vigna, che fara' egli a que' lavoratori? 41 21:41 Essi gli risposero: Li fara' perir malamente, cotesti scellerati, e alloghera' la vigna ad altri lavoratori, i quali gliene renderanno il frutto a suo tempo. 42 21:42 Gesu' disse loro: Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che gli edificatori hanno riprovata e' quella ch 'e' divenuta pietra angolare. cio' e' stato fatto dal Signore, ed e' cosa maravi-gliosa agli occhi nostri? 43 21:43 Percio' io vi dico che il Regno di Dio vi sara' tolto, e sara' dato ad una gente che ne faccia i frutti. 44 21:44 E chi cadra' su questa pietra sara' sfracellato. ed ella stritolera' colui sul quale cadra'. 45 21:45 E i capi sacerdoti e i Farisei, udite le sue parabole, si avvidero che parlava di loro. 46 21:46 e cercavano di pigliarlo, ma temettero le turbe che lo teneano per profeta.

21:28 21:28 'Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si avvicinò al proimo e gli disse: ""Figliolo, và a lavorare nella vigna oggi"". 29 21:29 Ed egli rispose: ""Vado, signore"". ma non vi andò. 30 21:30 Il padre si avvicinò al secondo e gli disse la stessa cosa. Egli rispose: ""Non ne ho voglia"". ma poi, pentitosi, vi andò. 31 21:31 Quale dei due fece la volontà del padre?'. Essi gli dissero: 'L'ultimo'. E Gesù a loro: 'Io vi dico in verità: I pubblicani e le prostitute entrano proima di voi nel regno di Dio. 32 21:32 Poichè Giovanni è venuto a voi per la via della giustizia, e voi non gli avete creduto. ma i pubblicani e le prostitute gli hanno creduto. e voi, che avete visto questo, non vi siete pentiti neppure dopo per credere a lui'. 33 21:33 'Udite un'altra parabola: C'era un padrone di casa, il quale piantò una vigna, le fece attorno una siepe, vi scavò una buca per pigiare l'uva e vi costruò una torre. poi l'affittò a dei vignaiuoli e se ne andò in viaggio. 34 21:34 Quando fu vicina la stagione dei frutti, mandò i suoi servi dai vignaiuoli per ricevere i frutti della vigna. 35 21:35 Ma i vignaiuoli proesero i servi e ne picchiarono uno, ne uccisero un altro e un altro lo lapidarono. 36 21:36 Da capo mandò degli altri servi, in numero maggiore dei proimi. ma quelli li trattarono allo stesso modo. 37 21:37 Finalmente, mandò loro suo figlio, dicendo: ""Avranno rispetto per mio figlio"". 38 21:38 Ma i vignaiuoli, veduto il figlio, dissero tra di loro: ""Costui è l'erede. venite, uccidiamolo, e facciamo nostra la sua eredità"". 39 21:39 Lo proesero, lo cacciarono fuori della vigna e l'uccisero. 40 21:40 Quando verrà il padrone della vigna, che farà a quei vignaiuoli?'. 41 21:41 Essi gli risposero: 'Li farà perire malamente, quei malvagi, e affiderà la vigna ad altri vignaiuoli i quali gliene renderanno il frutto a suo tempo'. 42 21:42 Gesù disse loro: 'Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che i costruttori hanno rifiutata è diventata pietra angolare. ciò è stato fatto dal Signo-re,ed è cosa meravigliosa agli occhi nostri? 43 21:43 Perciò vi dico che il regno di Dio vi sarà tolto, e sarà dato a gente che ne faccia i frutti. 44 21:44 Chi cadrà su questa pietra sarà sfracellato. ed essa stritolerà colui sul quale cadrà'. 45 21:45 I capi dei sacerdoti e i farisei, udite le sue parabole, capirono che parlava di loro. 46 21:46 e cercavano di proenderlo, ma ebbero paura della folla, che lo riteneva un profeta.

21:28 21:28 ’Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli e rivolgendosi al proimo disse: ""Figlio, và oggi a lavorare nella mia vigna"". 29 21:29 ma egli rispose e disse: ""Non voglio"". più tardi però, pentitosi, vi andò. 30 21:30 Poi, rivoltosi al secondo gli disse la stessa cosa. Ed egli rispose, e disse: ""Sì, lo farò signore, ma non vi andò. 31 21:31 Chi dei due ha fatto la volontà del padre?'. Essi gli dissero: ’Il proimo'. Gesù disse loro: ’In verità vi dico che i pubblicani e le meretrici vi proecedono nel regno dei cieli. 32 21:32 Poichè Giovanni è venuto a voi per la via della giustizia, e voi non gli avete creduto, mentre i pubblicani e le meretrici gli hanno creduto. e voi, nemmeno dopo aver visto queste cose, vi siete ravveduti per credergli'. 33 21:33 ’Ascoltate un’altra parabola: Vi era un padrone di casa, il quale piantò una vigna, la cinse di una siepe, vi scavò un luogo dove pigiare l’uva, vi costruì una torre e, dopo averla affidata a certi vignaioli, partì. 34 21:34 Ora, giunto il tempo della raccolta, egli mandò i suoi servi dai vignaioli, per riceverne i frutti, 35 21:35 ma i vignaioli, proesi i suoi servi, uno lo bastonarono, un altro lo uccisero e un altro lo lapidarono. 36 21:36 Di nuovo egli mandò altri servi, in maggior numero dei proimi. e quei vignaioli li trattarono allo stesso modo. 37 21:37 In ultimo egli mandò loro il proproio figlio dicendo: ""Avranno almeno rispetto di mio figlio! "". 38 21:38 Ma i vignaioli, visto il figlio, dissero fra loro: ""Costui è l’erede. venite uccidiamolo e impadroniamoci della sua eredità"". 39 21:39 E, proesolo, lo cacciarono fuori della vigna e lo uccisero. 40 21:40 Ora, quando verrà il padrone della vigna, che cosa farà a quei vignaioli?'. 41 21:41 Essi gli dissero: ’Egli farà perire miseramente quegli scellerati, e affiderà la vigna ad altri vignaioli, i quali gli renderanno i frutti a suo tempo'. 42 21:42 Gesù disse loro: ’Non avete mai letto nelle Scritture: ""La pietra che gli edificatori hanno rigettata è divenuta la testata d’angolo. Questa è opera del Signore, ed è meravigliosa agli occhi nostri""? 43 21:43 Perciò io vi dico che il regno di Dio vi sarà tolto e sarà dato a una gente che lo farà fruttificare. 44 21:44 E chi cadrà su questa pietra sarà sfracellato. e colui sul quale essa cadrà sarà stritolato'. 45 21:45 I capi dei sacerdoti e i farisei, udite le sue parabole, si avvidero che parlava di loro. 46 21:46 E cercavano di proenderlo, ma temettero le folle, perchè lo ritenevano un profeta.

21:28 ""Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli; rivoltosi al primo disse: Figlio, va' oggi a lavorare nella vigna. 29 Ed egli rispose: Sì, signore; ma non andò. 30 Rivoltosi al secondo, gli disse lo stesso. Ed egli rispose: Non ne ho voglia; ma poi, pentitosi, ci andò. 31 Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?"". Dicono: ""L'ultimo"". E Gesù disse loro: ""In verità vi dico: I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. 32 è venuto a voi Giovanni nella via della giustizia e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, pur avendo visto queste cose, non vi siete nemmeno pentiti per credergli. 33 Ascoltate un'altra parabola: C'era un padrone che piantò una vigna e la circondò con una siepe, vi scavò un frantoio, vi costruì una torre, poi l'affidò a dei vignaioli e se ne andò. 34 Quando fu il tempo dei frutti, mandò i suoi servi da quei vignaioli a ritirare il raccolto. 35 Ma quei vignaioli presero i servi e uno lo bastonarono, l'altro lo uccisero, l'altro lo lapidarono. 36 Di nuovo mandò altri servi più numerosi dei primi, ma quelli si comportarono nello stesso modo. 37 Da ultimo mandò loro il proprio figlio dicendo: Avranno rispetto di mio figlio! 38 Ma quei vignaioli, visto il figlio, dissero tra sè: Costui è l'erede; venite, uccidiamolo, e avremo noi l'eredità. 39 E, presolo, lo cacciarono fuori della vigna e l'uccisero. 40 Quando dunque verrà il padrone della vigna che farà a quei vignaioli?"". 41 Gli rispondono: ""Farà morire miseramente quei malvagi e darà la vigna ad altri vignaioli che gli consegneranno i frutti a suo tempo"". 42 E Gesù disse loro: ""Non avete mai letto nelle Scritture: La pietra che i costruttori hanno scartata è diventata testata d'angolo; dal Signore è stato fatto questo ed è mirabile agli occhi nostri? 43 Perciò io vi dico: vi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato a un popolo che lo farà fruttificare. 44 Chi cadrà sopra questa pietra sarà sfracellato; e qualora essa cada su qualcuno, lo stritolerà"". 45 Udite queste parabole, i sommi sacerdoti e i farisei capirono che parlava di loro 46 (45) e cercavano di catturarlo; ma avevano paura della folla che lo considerava un profeta.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

[Dio disse a santa Caterina:] Sai che modo Io tengo poi ch' e' servi miei sonno uniti in seguitare la dottrina del dolce ed amoroso Verbo? Io gli poto, acciò che faccino molto frutto, e il frutto loro sia provato e non insalvatichisca. Si come il tralcio che sta nella vite, che il lavoratore il pota perchè facci migliore vino e più; e quello che non fa frutto taglia e mette nel fuoco. E cosìfo lo lavoratore vero (Gv 15,1): e' servi miei che stanno in me lo gli poto con le molte tribolazioni, acciò che faccino più frutto e migliore, e sia provata in loro la virtù. E quegli che non fanno fructo sono tagliati e messi al fuoco, come detto t'ho (Gv 15,6). Questi cotali sonno lavoratori veri, e lavorano bene l'anima loro, traendone ogni amore proprio, rivoltando la terra de l'affecto loro in me. E nutricano e crescono ci seme della grazia, ci quale ebbero nel sancto baptesmo. Lavorando la loro, lavorano quella del proximo, e non possono lavorare l'una senza l'altra; e gi sai ch' Io ti dixi che ogni male si faceva col mezzo del proximo e ogni bene. Si che voi sète miei lavoratori, esciti di me, sommo ed etterno lavoratore, il quale v'ho uniti e innestati nella vite per l'unione che lo ho fatta con voi... Di tutti quanti voi è fatta una vigna universale...; e' quali sète uniti nella vigna del corpo mistico della sancta Chiesa, unde traete la vita. Nella quale vigna è piantata questa vite de l'unigenito mio Figliuolo, in cui dovete essere innestati.

Autore

Caterina

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento

-3°marted dell'anno dove si leggono i seguenti passi

ordinario

-26°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(sal 25,1-10)}; (fil 2,1-11)}; (ez 18,25-28)}; (mat 21,28-32)};

quaresima

-2° dell'anno dove si leggono i seguenti passi
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia