Cronologia dei paragrafi

Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

Preghiera di mosè (eso 32,11-14)

32:11 Mosè allora supplicò il Signore, suo Dio, e disse: "Perchè, Signore, si accenderà la tua ira contro il tuo popolo, che hai fatto uscire dalla terra d'Egitto con grande forza e con mano potente? 12 Perchè dovranno dire gli Egiziani: "Con malizia li ha fatti uscire, per farli perire tra le montagne e farli sparire dalla terra"? Desisti dall'ardore della tua ira e abbandona il proposito di fare del male al tuo popolo. 13 Ricòrdati di Abramo, di Isacco, di Israele, tuoi servi, ai quali hai giurato per te stesso e hai detto: "Renderò la vostra posterità numerosa come le stelle del cielo, e tutta questa terra, di cui ho parlato, la darò ai tuoi discendenti e la possederanno per sempre"". 14 Il Signore si pentì del male che aveva minacciato di fare al suo popolo.

32:11 32:11 Ma Mose' supplico' al Signore Iddio suo, e disse: Perche' si accenderebbe, o Signore, l'ira tua contro al tuo popolo, che tu hai tratto fuor del paese di Egitto, con gran forza e con possente mano? 12 32:12 Perche' direbbero gli Egizj: Egli li ha tratti fuori per male, per farli morir su per que' monti, e per consumarli d'in su la terra? Racqueta il tuo cruccio acceso, e pentiti di questo male inverso il tuo popolo. 13 32:13 Ricordati di Abraha-mo, d'Isacco e d'Israele, tuoi servitori, ai quali tu giurasti per te stesso. ed a' quali dicesti: Io moltiplichero' la vostra progenie, come le stelle del cielo. e daro' alla vostra progenie tutto questo paese, del quale io ho parlato, acciocche' lo possegga in perpetuo. 14 32:14 E il Signore si penti' del male che avea detto di fare al suo popolo.

32:11 32:11 Allora Mose' supplico' l'Eterno, il suo Dio, e disse: 'Perchè, o Eterno, l'ira tua s'infiammerebbe contro il tuo popolo che hai tratto dal paese d'Egitto con gran potenza e con mano forte? 12 32:12 Perchè direbbero gli Egiziani: Egli li ha tratti fuori per far loro del male, per ucciderli su per le montagne e per sterminarli di sulla faccia della terra? Calma l'ardore della tua ira e pe'ntiti del male di cui minacci il tuo popolo. 13 32:13 Ricordati d'Abrahamo, d'Isacco e d'Israele, tuoi servi, ai quali giurasti per te stesso, dicendo loro: Io moltiplichero' la vostra progenie come le stelle de' cieli. daro' alla vostra progenie tutto questo paese di cui vi ho parlato, ed essa lo possedera' in perpetuo'. 14 32:14 E l'Eterno si penti' del male che avea detto di fare al suo popolo.

32:11 32:11 Allora Mosè supplicò il SIGNORE, il suo Dio, e disse: 'Perchè, o SIGNORE, la tua ira s'infiammerebbe contro il tuo popolo che hai fatto uscire dal paese d'Egitto con grande potenza e con mano forte? 12 32:12 Perchè gli Egiziani direbbero: ""Egli li ha fatti uscire per far loro del male, per ucciderli tra le montagne e per sterminarli dalla faccia della terra!"". Calma l'ardore della tua ira e pentiti del male di cui minacci il tuo popolo. 13 32:13 Ricordati di Abraa-mo, d'Isacco e d'Israele, tuoi servi, ai quali giurasti per te stesso, dicendo loro: ""Io moltiplicherò la vostra discendenza come le stelle del cielo. darò alla vostra discendenza tutto questo paese di cui vi ho parlato ed essa lo possederó per semproe""'. 14 32:14 E il SIGNORE si pentò del male che aveva detto di fare al suo popolo.

32:11 32:11 Allora Mosè supplicò l’Eterno, il suo DIO, e disse: ’Perchè, o Eterno, dovrebbe la tua ira accendersi contro il tuo popolo che hai fatto uscire dal paese d’Egitto con grande potenza e con mano forte? 12 32:12 Perchè dovrebbero gli Egiziani dire: ""Egli li ha fatti uscire per fare loro del male, per ucciderli sui monti e per sterminarli dalla faccia della terra""? Desisti dalla tua ira ardente e cambia la tua intenzione di far del male al tuo popolo. 13 32:13 Ricordati di Abraha-mo, d’Isacco e d’Israele, tuoi servi, ai quali giurasti per te stesso, dicendo loro: ""Io moltiplicherò la vostra discendenza come le stelle del cielo e darò alla vostra discendenza tutto questo paese di cui ti ho parlato, ed essa lo possederó per semproe""'. 14 32:14 Così l’Eterno cambiò intenzione circa il male che aveva detto di fare al suo popolo.

32:11 Mosè allora supplicò il Signore, suo Dio, e disse: ""Perchè, Signore, divamperà la tua ira contro il tuo popolo, che tu hai fatto uscire dal paese d'Egitto con grande forza e con mano potente? 12 Perchè dovranno dire gli Egiziani: Con malizia li ha fatti uscire, per farli perire tra le montagne e farli sparire dalla terra? Desisti dall'ardore della tua ira e abbandona il proposito di fare del male al tuo popolo. 13 Ricòrdati di Abramo, di Isacco, di Israele, tuoi servi, ai quali hai giurato per te stesso e hai detto: Renderò la vostra posterità numerosa come le stelle del cielo e tutto questo paese, di cui ho parlato, lo darò ai tuoi discendenti, che lo possederanno per sempre"". 14 Il Signore abbandonò il proposito di nuocere al suo popolo.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia