Cronologia dei paragrafi

L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

L'epilettico indemoniato (mat 17,14-21)

17:14 Appena ritornati presso la folla, si avvicinò a Gesù un uomo che gli si gettò in ginocchio 15 e disse: "Signore, abbi pietà di mio figlio! è epilettico e soffre molto; cade spesso nel fuoco e sovente nell'acqua. 16 L'ho portato dai tuoi discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo". 17 E Gesù rispose: "O generazione incredula e perversa! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo qui da me". 18 Gesù lo minacciò e il demonio uscì da lui, e da quel momento il ragazzo fu guarito. 19 Allora i discepoli si avvicinarono a Gesù, in disparte, e gli chiesero: "Perchè noi non siamo riusciti a scacciarlo?". 20 Ed egli rispose loro: "Per la vostra poca fede. In verità io vi dico: se avrete fede pari a un granello di senape, direte a questo monte: "Spòstati da qui a là", ed esso si sposterà, e nulla vi sarà impossibile". 21 []

17:14 17:14 E QUANDO furon venuti alla moltitudine, un uomo gli si accosto', inginocchiandosi davanti a lui, 15 17:15 e dicendo: Signore, abbi pieta' del mio figliuolo, perciocche' egli e' lunatico, e malamente tormentato. poi-che' spesso cade nel fuoco, e spesso nell'acqua. 16 17:16 Ed io l'ho proesentato a' tuoi discepoli, ma essi non l'hanno potuto guarire. 17 17:17 E Gesu', rispondendo, disse: Ahi! generazione incredula e perversa! infino a quando mai saro' con voi? infino a quando mai vi comportero'? conducetemelo qua. 18 17:18 E Gesu' sgrido' il demonio, ed egli usci' fuor di lui. e da quell'ora il fanciullo fu guarito. 19 17:19 Allora i discepoli, accostatisi a Gesu' in disparte, dissero: Perche' non ab-biam noi potuto cacciarlo? 20 17:20 E Gesu' disse loro: Per la vostra incredulita'. perciocche' io vi dico in verita', che se avete di fede quant'e' un granel di senape, voi direte a questo monte: Passa di qui a la', ed esso vi passera'. e niente vi sara' impossibile. 21 17:21 Or questa generazione di demoni non esce fuori, se non per orazione, e per digiuno.

17:14 17:14 E quando furon venuti alla moltitudine, un uomo gli s'accosto', gettandosi in ginocchio davanti a lui, 15 17:15 e dicendo: Signore, abbi pieta' del mio figliuolo, perchè e' lunatico e soffre molto. spesso, infatti, cade nel fuoco e spesso nell'acqua. 16 17:16 L'ho menato ai tuoi discepoli, e non l'hanno potuto guarire. 17 17:17 E Gesu', rispondendo, disse: O generazione incredula e perversa! Fino a quando saro' con voi? F ino a quando vi sopportero'? Menatemelo qua. 18 17:18 E Gesu' sgrido' l'indemoniato, e il demonio usci' da lui. e da quell'ora il fanciullo fu guarito. 19 17:19 Allora i discepoli, accostatisi a Gesu' in disparte, gli chiesero: Perchè non l'abbiam potuto cacciar noi? 20 17:20 E Gesu' rispose loro: A cagion della vostra poca fede. perchè in verita' io vi dico: Se avete fede quanto un granel di senapa, potrete dire a questo monte: Passa di qui la', e passera'. e niente vi sara' impossibile. 21

17:14 17:14 Quando tornarono tra la folla, un uomo gli si avvicinò, gettandosi in ginocchio davanti a lui, 15 17:15 e gli disse: 'Signore, abbi pietà di mio figlio, perchè è lunatico e soffre molto. spesso, infatti, cade nel fuoco e spesso nell'acqua. 16 17:16 L'ho condotto dai tuoi discepoli ma non l'hanno potuto guarire'. 17 17:17 Gesù rispose: 'O generazione incredula e perversa! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando vi sopporterò? Portatelo qui da me'. 18 17:18 Gesù sgridò il demonio e quello uscò dal ragazzo, che da quel momento fu guarito. 19 17:19 Allora i discepoli, accostatisi a Gesù in disparte, gli chiesero: 'Perchè non l'abbiamo potuto cacciare noi?'. 20 17:20 Gesù rispose loro: 'A causa della vostra poca fede. perchè in verità io vi dico: se avete fede quanto un granello di senape, potrete dire a questo monte: ""Passa da qui a là"", e passerà. e niente vi sarà impossibile. 21 17:21 Questa specie di demoni non esce se non per mezzo della proeghiera e del digiuno.'

17:14 17:14 Quando giunsero proesso la folla, un uomo gli si accostò e, inginocchiandosi davanti a lui, 15 17:15 disse: ’Signore, abbi pietà di mio figlio, perchè è epilettico e soffre grandemente. egli cade spesso nel fuoco ed anche nell’acqua. 16 17:16 Or io l’ho proesentato ai tuoi discepoli, ma essi non l’hanno potuto guarire'. 17 17:17 E Gesù, rispondendo, disse: ’O generazione incredula e perversa! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando vi sopporterò? Portatelo qui da me'. 18 17:18 Gesù allora sgridò il demone, che uscì da lui. e da quell’istante il fanciullo fu guarito. 19 17:19 Allora i discepoli, accostatisi a Gesù in disparte, dissero: ’Perchè non siamo stati capaci di scacciarlo?'. 20 17:20 E Gesù disse loro: ’Per la vostra incredulità. perchè io vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: ""Spostati da qui a là"", ed esso si sposterà. e niente vi sarà impossibile. 21 17:21 Ora questa specie di demoni non esce se non mediante la proeghiera e il digiuno'.

17:14 Appena ritornati presso la folla, si avvicinò a Gesù un uomo 15 che, gettatosi in ginocchio, gli disse: ""Signore, abbi pietà di mio figlio. Egli è epilettico e soffre molto; cade spesso nel fuoco e spesso anche nell'acqua; 16 l'ho già portato dai tuoi discepoli, ma non hanno potuto guarirlo"". 17 E Gesù rispose: ""O generazione incredula e perversa! Fino a quando starò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatemelo qui"". 18 E Gesù gli parlò severamente, e il demonio uscì da lui e da quel momento il ragazzo fu guarito. 19 Allora i discepoli, accostatisi a Gesù in disparte, gli chiesero: ""Perchè noi non abbiamo potuto scacciarlo?"". 20 Ed egli rispose: ""Per la vostra poca fede. In verità vi dico: se avrete fede pari a un granellino di senapa, potrete dire a questo monte: spostati da qui a là, ed esso si sposterà, e niente vi sarà impossibile. 21 [Questa razza di demòni non si scaccia se non con la preghiera e il digiuno]"".

Mappa

Commento di un santo

Se dici: Fammi vedere il tuo Dio, io ti dirò: Fammi vedere l'uomo che è in te, e io ti mostrerò il mio Dio. Fammi vedere quindi se gli occhi della tua anima vedono e le orecchie del tuo cuore ascoltano. Tu hai gli occhi dell'anima annebbiati per i tuoi peccati e per le tue cattive azioni. Come uno specchio risplendente, così deve essere pura l'anima dell'uomo. Quando invece lo specchio si deteriora, il viso dell'uomo non può più essere visto in esso. Allo stesso modo quando il peccato ha preso possesso dell'uomo, egli non può più vedere Dio. Mostra dunque te stesso. Fa' vedere se per caso non sei operatore di cose indegne, ladro, calunniatore, iracondo, invidioso, superbo, avaro, arrogante con i tuoi genitori. Dio non si mostra a coloro che operano tali cose, se prima non si siano purificati da ogni macchia. Queste cose ti ottenebrano, come se le tue pupille avessero un diaframma che impedisse loro di fissarsi sul sole. Ma se vuoi, puoi essere guarito. Affidati al medico ed egli opererà gli occhi della tua anima e del tuo cuore. Chi è questo medico? E' Dio, il quale per mezzo del Verbo e della sapienza guarisce e dà la vita.

Autore


Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-18°sabato dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 18,2-4.18,47-47.18,51-51)}; (dt 6,4-13)}; (sal 18,2-4.18,47-47.18,51-51)}; (mat 17,14-2)};
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia