Cronologia dei paragrafi

Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Il lievito dei Farisei e dei Sadducei (mat 16,5-12)

16:5 Nel passare all'altra riva, i discepoli avevano dimenticato di prendere del pane. 6 Gesù disse loro: "Fate attenzione e guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei". 7 Ma essi parlavano tra loro e dicevano: "Non abbiamo preso del pane!". 8 Gesù se ne accorse e disse: "Gente di poca fede, perchè andate dicendo tra voi che non avete pane? 9 Non capite ancora e non ricordate i cinque pani per i cinquemila, e quante ceste avete portato via? 10 E neppure i sette pani per i quattromila, e quante sporte avete raccolto? 11 Come mai non capite che non vi parlavo di pane? Guardatevi invece dal lievito dei farisei e dei sadducei". 12 Allora essi compresero che egli non aveva detto di guardarsi dal lievito del pane, ma dall'insegnamento dei farisei e dei sadducei.

16:5 16:5 E quando i suoi discepoli furon giunti all'altra riva, ecco, aveano dimenticato di proender del pane. 6 16:6 E Gesu' disse loro: Vedete, guardatevi dal lievito de' Farisei, e de' Sadducei. 7 16:7 Ed essi ragionavano fra loro, dicendo: Noi non abbiam proeso del pane. 8 16:8 E Gesu', conosciuto cio', disse loro: Perche' questionate fra voi, o uomini di poca fede, di cio' che non avete proeso del pane? 9 16:9 Ancora siete voi senza intelletto, e non vi ricordate dei cinque pani de' cinquemila uomini, e quanti corbelli ne levaste? 10 16:10 Ne' de' sette pani de' quattromila uomini, e quanti panieri ne levaste? 11 16:11 Come non intendete voi, che non del pane vi dissi che vi guardaste dal lievito de' Farisei, e de' Sadducei? 12 16:12 Allora intesero ch'egli non avea detto che si guardassero dal lievito del pane, ma della dottrina dei Farisei, e de' Sadducei.

16:5 16:5 Or i discepoli, passati all'altra riva, s'erano dimenticati di proender de' pani. 6 16:6 E Gesu' disse loro: Vedete di guardarvi dal lievito de' Farisei e de' Sadducei. 7 16:7 Ed essi ragionavan fra loro e dicevano: Egli e' perchè non abbiam proeso de' pani. 8 16:8 Ma Gesu' accortosene disse: O gente di poca fede, perchè ragionate fra voi del non aver de' pani? 9 16:9 Non capite ancora e non vi ricordate de' cinque pani dei cinquemila uomini e quante ceste ne levaste? 10 16:10 nè dei sette pani de' quattromila uomini e quanti panieri ne levaste? 11 16:11 Come mai non capite che non e' di pani ch'io vi parlavo? Ma guardatevi dal lievito de' Farisei e de' Sadducei. 12 16:12 Allora intesero che non avea lor detto di guardarsi dal lievito del pane, ma dalla dottrina dei Farisei e de' Sadducei.

16:5 16:5 I discepoli, passati all'altra riva, si erano dimenticati di proendere dei pani. 6 16:6 E Gesù disse loro: 'Guardatevi bene dal lievito dei farisei e dei sadducei'. 7 16:7 Ed essi ragionavano tra di loro e dicevano : 'Egli parla cosò, perchè non abbiamo proeso dei pani'. 8 16:8 Ma Gesù se ne accorse e disse: 'Gente di poca fede, perchè discutete tra di voi del fatto di non aver pane? 9 16:9 Non capite ancora? Non vi ricordate dei cinque pani dei cinquemila uomini e quante ceste ne portaste via? 10 16:10 Nè dei sette pani dei quattromila uomini e quanti panieri ne portaste via? 11 16:11 Come mai non capite che non è di pani che io vi parlavo? Ma guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei'. 12 16:12 Allora capirono che non aveva loro detto di guardarsi dal lievito del pane, ma dall'insegnamento dei farisei e dei sadducei.

16:5 16:5 Quando i suoi discepoli furono giunti all’altra riva, ecco avevano dimenticato di proendere del pane. 6 16:6 E Gesù disse loro: ’State attenti e guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei!'. 7 16:7 Ed essi ragionavano fra loro, dicendo: ’è perchè non abbiamo proeso del pane'. 8 16:8 Ma Gesù, accortosene, disse loro: ’O uomini di poca fede, perchè discutete tra di voi per non aver proeso del pane? 9 16:9 Non avete ancora capito e non vi ricordate dei cinque pani per i cinquemila uomini, e quante ceste ne avete raccolto? 10 16:10 E dei sette pani per i quattromila uomini, e quanti panieri ne avete riempito? 11 16:11 Come mai non capite che non mi riferivo al pane quando vi dissi di guardarvi dal lievito dei farisei e dei sadducei?'. 12 16:12 Allora essi capirono che egli non aveva detto di guardarsi dal lievito del pane, ma dalla dottrina dei farisei e dei sadducei.

16:5 Nel passare però all'altra riva, i discepoli avevano dimenticato di prendere il pane. 6 Gesù disse loro: ""Fate bene attenzione e guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei"". 7 Ma essi parlavano tra loro e dicevano: ""Non abbiamo preso il pane!"". 8 Accortosene, Gesù chiese: ""Perchè, uomini di poca fede, andate dicendo che non avete il pane? 9 Non capite ancora e non ricordate i cinque pani per i cinquemila e quante ceste avete portato via? 10 E neppure i sette pani per i quattromila e quante sporte avete raccolto? 11 Come mai non capite ancora che non alludevo al pane quando vi ho detto: Guardatevi dal lievito dei farisei e dei sadducei?"". 12 Allora essi compresero che egli non aveva detto che si guardassero dal lievito del pane, ma dalla dottrina dei farisei e dei sadducei.

Mappa

Commento di un santo

Niente è più freddo del cristiano che non si cura della salvezza degli altri. Non puoi qui tirar fuori la povertà; infatti quella donnetta che mise le due monetine ti accuserà (Mc 12,48). Anche Pietro diceva: Non ho nè argento nè oro (At 3,6). Così Paolo era talmente povero da patire spesso la fame e mancare del cibo necessario. Non puoi mettere avanti la tua umile condizione; essi infatti erano di basse origini, nati da poveri. Non puoi addurre il pretesto dell'ignoranza; anche loro erano illetterati. Fossi schiavo o fuggiasco, potresti fare ciò che dipende da te. Così era la situazione di Onesimo di cui Paolo fa l'elogio . Non puoi obiettare che sei debole; così era anche Timoteo, che soffriva di frequenti infermità. Chiunque può essere utile al prossimo, se vuole compiere la sua parte. Non vedete gli alberi delle foreste, come sono rigogliosi, come sono belli, sviluppati, snelli e alti? Ma se avessimo un orto vorremmo avere melograni e olivi fecondi piuttosto che quelli sterili... Così sono coloro che vedono soltanto i propri interessi... Se il lievito mescolato alla farina non porterà tutto a fermentazione, è davvero lievito? E che dire di un profumo che non investa quanti si accostano? Lo si chiamerà ancora profumo? E non dire: ''Non posso indurre gli altri''; perchè, se sarai cristiano, questo non potrà non avvenire!... Infatti, come le cose che sono di eguale natura non sono in contraddizione tra loro, così quanto stiamo dicendo fa parte della natura stessa del cristiano... Non offendere Dio. Se dici che il sole non può splendere, gli fai torto; se dici che il cristiano non può far del bene, offendi Dio e lo rendi bugiardo è più facile che il sole non scaldi e non brilli, che un cristiano non sia utile al prossimo.

Autore

Crisostomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia