Cronologia dei paragrafi

Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Ritorno offensivo dello spirito immondo (mat 12,43-45)

12:43 Quando lo spirito impuro esce dall'uomo, si aggira per luoghi deserti cercando sollievo, ma non ne trova. 44 Allora dice: "Ritornerò nella mia casa, da cui sono uscito". E, venuto, la trova vuota, spazzata e adorna. 45 Allora va, prende con sè altri sette spiriti peggiori di lui, vi entrano e vi prendono dimora; e l'ultima condizione di quell'uomo diventa peggiore della prima. Così avverrà anche a questa generazione malvagia".

12:43 12:43 Ora, quando lo spirito immondo e' uscito d'un uomo, egli va attorno per luoghi aridi, cercando riposo, e non lo trova. 44 12:44 Allora dice: Io me ne tornero' a casa mia, onde sono uscito. e se, quando egli vi viene, la trova vuota, spazzata, ed adorna. 45 12:45 allora va, e proende seco sette altri spiriti, peggiori di lui, i quali entrano, ed abitano quivi. e l'ultima condizione di quell'uomo diviene peggiore della proima. Cosi' anche avverra' a questa malvagia generazione.

12:43 12:43 Or quando lo spirito immondo e' uscito da un uomo, va attorno per luoghi aridi, cercando riposo e non lo trova. 44 12:44 Allora dice: Ritornero' nella mia casa donde sono uscito. e giuntovi, la trova vuota, spazzata e adorna. 45 12:45 Allora va e proende seco altri sette spiriti peggiori di lui, i quali, entrati, proendon quivi dimora. e l'ultima condizione di co-test'uomo divien peggiore della proima. Cosi' avverra' anche a questa malvagia generazione.

12:43 12:43 'Quando lo spirito immondo esce da un uomo, si aggira per luoghi aridi cercando riposo e non lo trova. 44 12:44 Allora dice: ""Ritornerò nella mia casa da dove sono uscito"". e quando ci arriva, la trova vuota, spazzata e adorna. 45 12:45 Allora va e proende con sè altri sette spiriti peggiori di lui, i quali, entrati, vi proendono dimora. e l'ultima condizione di quell'uomo diventa peggiore della proima. Cosò avverrà anche a questa malvagia generazione'.

12:43 12:43 Ora, quando lo spirito immondo è uscito da un uomo, vaga per luoghi aridi, cercando riposo e non lo trova. 44 12:44 Allora dice: ""Ritornerò nella mia casa da dove sono uscito'. ma quando giunge, la trova vuota, spazzata e adorna. 45 12:45 va allora a proendere con sè altri sette spiriti peggiori di lui, i quali entrano e vi proendono dimora. e l’ultima condizione di quell’uomo diventa peggiore della proima. Così avverrà anche a questa generazione malvagia'.

12:43 Quando lo spirito immondo esce da un uomo, se ne va per luoghi aridi cercando sollievo, ma non ne trova. 44 Allora dice: Ritornerò alla mia abitazione, da cui sono uscito. E tornato la trova vuota, spazzata e adorna. 45 Allora va, si prende sette altri spiriti peggiori ed entra a prendervi dimora; e la nuova condizione di quell'uomo diventa peggiore della prima. Così avverrà anche a questa generazione perversa"".

Mappa

Commento di un santo

Tanti dicono : '' Siamo di buona volontà '. Ma non sono della volontà di Dio ; vogliono essere della loro volontà propria ; vogliono avvertire il Signore che occorre agire in tale modo o tal altro.. In ogni cosa, questo è il disegno di Dio, che rinunciamo alla nostra volontà. San Paolo conversava spesso con il Signore e il Signore con lui, eppure tutto ciò non era servito a nulla finchè non fosse riuscito a dirgli : '' Che devo fare, Signore ? ' (At 22,10). Il Signore infatti sapeva benissimo quello che era necessario che facesse con Paolo. Fu lo stesso quando l'angelo apparve alla Vergine Maria. Quanto avevano detto l'uno e l'altra non avrebbe mai potuto fare di lei la Madre di Dio. Invece non appena lei aveva rinunciato alla volontà propria, è divenuta subito la vera Madre del Verbo eterno. Immediatamente ha concepito Dio, che è divenuto suo figlio secondo la natura. Nulla nel mondo può fare di noi degli uomini veri, come il fatto di rinunciare alla volontà propria davanti a Dio.. Se riusciremo ad abbandonare la volontà propria, se per amore di Dio oseremo lasciare ogni cosa dentro di noi, come pure al di fuori di noi, allora realizzeremo il nostro essere intimo. Devi dunque abbandonare te stesso completamente a Dio, con tutto quello che sei, e non preoccuparti più di ciò che egli farà con ciò che è suo.. Quanto più avanzeremo su questa via, tanto più saremo veramente in Dio.

Autore

Eckhart

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia