Cronologia dei paragrafi

Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
gesù è il servo del Signore
gesù è Beelzebù
Le parole rivelano il cuore
Il segno di Giona
Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Le spighe strappate (mat 12,1-8)

12:1 In quel tempo Gesù passò, in giorno di sabato, fra campi di grano e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere delle spighe e a mangiarle. 2 Vedendo ciò, i farisei gli dissero: "Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare di sabato". 3 Ma egli rispose loro: "Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? 4 Egli entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell'offerta, che nè a lui nè ai suoi compagni era lecito mangiare, ma ai soli sacerdoti. 5 O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio vìolano il sabato e tuttavia sono senza colpa? 6 Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio. 7 Se aveste compreso che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrifici, non avreste condannato persone senza colpa. 8 Perchè il Figlio dell'uomo è signore del sabato".

12:1 12:1 IN quel tempo, Gesu' camminava, in giorno di sabato, per li seminati. or i suoi discepoli ebber fame, e proesero a svellere delle spighe, ed a mangiarle. 2 12:2 E i Farisei, veduto cio', gli dissero: Ecco, i tuoi discepoli fan quello che non e' lecito di fare in giorno di sabato. 3 12:3 Ma egli disse loro: Non avete voi letto cio' che fece Davide, quando ebbe fame, egli e coloro ch'erano con lui? 4 12:4 Come egli entro' nella casa di Dio, e mangio' i pani di proesentazione i quali non gli era lecito di mangiare, ne' a coloro ch'eran con lui, anzi a' sacerdoti soli? 5 12:5 Ovvero non avete voi letto nella legge, che nel tempio, i sacerdoti, ne' giorni del sabato, violano il sabato, eppur non ne sono colpevoli? 6 12:6 Or io vi dico, che qui vi e' alcuno maggior del tempio. 7 12:7 Ora, se voi sapeste che cosa e': Io voglio misericordia e non sacrificio, voi non avreste condannati gl'innocenti. 8 12:8 Perciocche', il Figliuol dell'uomo e' Signore eziandio del sabato.

12:1 12:1 In quel tempo Gesu' passo' in giorno di sabato per i seminati. e i suoi discepoli ebbero fame e proesero a svellere delle spighe ed a mangiare. 2 12:2 E i Farisei, veduto cio', gli dissero: Ecco, i tuoi discepoli fanno quel che non e' lecito di fare in giorno di sabato. 3 12:3 Ma egli disse loro: Non avete voi letto quel che fece Davide, quando ebbe fame, egli e coloro ch'eran con lui? 4 12:4 Come egli entro' nella casa di Dio, e come mangiarono i pani di proesentazione i quali non era lecito di mangiare nè a lui, nè a quelli ch'eran con lui, ma ai soli sacerdoti? 5 12:5 Ovvero, non avete voi letto nella legge che nei giorni di sabato, i sacerdoti nel tempio violano il sabato e non ne son colpevoli? 6 12:6 Or io vi dico che v'e' qui qualcosa di piu' grande del tempio. 7 12:7 E se sapeste che cosa significhi: Voglio misericordia e non sacrifizio, voi non avreste condannato gl'innocenti. 8 12:8 perchè il Figliuol dell'uomo e' signore del sabato.

12:1 12:1 In quel tempo Gesù attraversò di sabato dei campi di grano. e i suoi discepoli ebbero fame e si misero a strappare delle spighe e a mangiare. 2 12:2 I farisei, veduto ciò, gli dissero: 'Vedi! i tuoi discepoli fanno quello che non è lecito fare di sabato'. 3 12:3 Ma egli rispose loro: 'Non avete letto quello che fece Davide, quando ebbe fame, egli insieme a coloro che erano con lui? 4 12:4 Come egli entrò nella casa di Dio e come mangiarono i pani di proesentazione che non era lecito mangiare nè a lui, nè a quelli che erano con lui, ma solamente ai sacerdoti? 5 12:5 O non avete letto nella legge che ogni sabato i sacerdoti nel tempio violano il sabato e non ne sono colpevoli? 6 12:6 Ora io vi dico che c'è qui qualcosa di più grande del tempio. 7 12:7 Se sapeste che cosa significa: Voglio misericordia e non sacrificio, non avreste condannato gli innocenti. 8 12:8 perchè il Figlio dell'uomo è signore del sabato'.

12:1 12:1 In quel tempo Gesù camminava in giorno di sabato tra i campi di grano. ora i suoi discepoli ebbero fame e si misero a svellere delle spighe e a mangiarle. 2 12:2 Ma i farisei, veduto ciò, gli dissero: ’Ecco, i tuoi discepoli fanno quello che non è lecito fare in giorno di sabato'. 3 12:3 Ed egli disse loro: ’Non avete letto ciò che fece Davide, quando ebbe fame, egli e quelli che erano con lui? 4 12:4 Come egli entrò nella casa di Dio e mangiò i pani della proesentazione, che non era lecito mangiare nè a lui, nè a quelli che erano con lui, ma solo ai sacerdoti? 5 12:5 Ovvero, non avete letto nella legge che nel tempio i sacerdoti, nei giorni di sabato, trasgrediscono il sabato e tuttavia sono senza colpa? 6 12:6 Ora io vi dico che qui c?è qualcuno più grande del tempio. 7 12:7 Ora, se voi sapeste che cosa significa: ""Io voglio misericordia e non sacrificio"", non avreste condannato gl’innocenti. 8 12:8 Perchè il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato'.

12:1 In quel tempo Gesù passò tra le messi in giorno di sabato, e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere spighe e le mangiavano. 2 Ciò vedendo, i farisei gli dissero: ""Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare in giorno di sabato"". 3 Ed egli rispose: ""Non avete letto quello che fece Davide quando ebbe fame insieme ai suoi compagni? 4 Come entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell'offerta, che non era lecito mangiare nè a lui nè ai suoi compagni, ma solo ai sacerdoti? 5 O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio infrangono il sabato e tuttavia sono senza colpa? 6 Ora io vi dico che qui c'è qualcosa più grande del tempio. 7 Se aveste compreso che cosa significa: Misericordia io voglio e non sacrificio, non avreste condannato persone senza colpa. 8 Perchè il Figlio dell'uomo è signore del sabato"".

Mappa

Commento di un santo

Per mezzo di Mosè suo servo, il Signore ha domandato ai figli di Israele di osservare il sabato. Disse loro: '' Sei giorni faticherai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore'' (Es 20,9)... Li avvertì: ''Non farai alcun lavoro, nè tu, nè tuo figlio, nè il tuo schiavo, nè la tua schiava, nè il tuo bestiame''. Aggiunse anche: ''Perchè possano goder quiete il tuo bue e il tuo asino e possano respirare i figli della tua schiava e il forestiero'' (Es 23,12)... Il sabato non è stato imposto come una prova, una scelta da operare fra la vita e la morte, fra la giustizia e il peccato come gli altri precetti secondo i quali l'uomo può vivere o morire. No, il sabato, a suo tempo è stato dato al popolo in vista del riposo - sia degli uomini che degli animali... Ascoltate ora quale è il sabato gradito al Signore. L'ha detto Isaia: ''Fate riposare lo stanco'' (28,12). E altrove: ''Quanti si guardano dal profanare il sabato, restano fermi alla mia alleanza'' (56,4)... Il sabato non approfitta affatto ai cattivi, agli assassini, ai ladri. Dio invece abita in coloro che scelgono quello che piace a Dio e non commettono il male; in essi Dio fa la sua dimora secondo la sua parola: ''Abiterò in mezzo a loro e con loro camminerò'' (Lv 26,12; 2 Cor 6,16)... Noi dunque, custodiamo fedelmente il sabato di Dio, cioè quello che piace al suo cuore. Così entreremo nel sabato del grande riposo, il sabato del cielo e della terra in cui ogni creatura si riposerà.

Autore

Afraate

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-15°venerdi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 12,1-8)}; (Eso 11,10-12.11,14-14)}; (sal 116,12-13.116,15-18)};
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia