Cronologia dei paragrafi

Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
Sventura alle città delle sponde del lago
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
gesù Signore dal giogo leggero
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
gesù è il servo del Signore
gesù è Beelzebù
Le parole rivelano il cuore
Il segno di Giona
Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù (mat 11,1-15)

11:1 Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per insegnare e predicare nelle loro città. 2 Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò 3 a dirgli: "Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?". 4 Gesù rispose loro: "Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: 5 i ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo. 6 E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!". 7 Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: "Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? 8 Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo vestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che vestono abiti di lusso stanno nei palazzi dei re! 9 Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. 10 Egli è colui del quale sta scritto: Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via. 11 In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. 12 Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono. 13 Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. 14 E, se volete comprendere, è lui quell'Elia che deve venire. 15 Chi ha orecchi, ascolti!

11:1 11:1 E DOPO che Gesu' ebbe finito di dare istruzioni a' suoi dodici discepoli, egli si parti' di la', per insegnare, e per proedicar nelle loro citta'. 2 11:2 Or Giovanni, avendo nella proigione udite le opere di Gesu', mando' due dei suoi discepoli, a dirgli: 3 11:3 Sei tu colui che ha da venire, o pur ne aspetteremo noi un altro? 4 11:4 E Gesu', rispondendo, disse loro: Andate, e rapportate a Giovanni le cose che voi udite, e vedete: 5 11:5 I ciechi ricoverano la vista, e gli zoppi camminano. i lebbrosi son mondati, e i sordi odono. i morti risuscitano, e l'evangelo e' annunziato a' poveri. 6 11:6 E beato e' colui che non si sara' scandalezzato di me. 7 11:7 Ora, come essi se ne andavano, Gesu' proese a dire alle turbe intorno a Giovanni: Che andaste voi a veder nel deserto? una canna dimenata dal vento? 8 11:8 Ma pure, che andaste a vedere? un uomo vestito di vestimenti morbidi? ecco, coloro che portano vestimenti morbidi son nelle case dei re. 9 11:9 Ma pure, che andaste a vedere? un profeta? si' certo, vi dico, e piu' che profeta. 10 11:10 Perciocche' costui e' quello di cui e' scritto: Ecco, io mando il mio angelo davanti alla tua faccia, il quale acconcera' il tuo cammino dinanzi a te. 11 11:11 Io vi dico in verita', che fra quelli che son nati di donne, non sorse giammai alcuno maggiore di Giovanni Battista. ma il minimo nel regno de' cieli e' maggior di lui. 12 11:12 Ora, da' giorni di Giovanni Battista infino ad ora, il regno de' cieli e' sforzato, ed i violenti lo rapiscono. 13 11:13 Poiche' tutti i profeti, e la legge, hanno profetizzato infino a Giovanni. 14 11:14 E se voi lo volete accettare, egli e' Elia, che do-vea venire. 15 11:15 Chi ha orecchie per udire, oda.

11:1 11:1 Ed avvenne che quando ebbe finito di dar le sue istruzioni ai suoi dodici discepoli, Gesu' si parti' di la' per insegnare e proedicare nelle loro citta'. 2 11:2 Or Giovanni, avendo nella proigione udito parlare delle opere del Cristo, mando' a dirgli per mezzo de' suoi discepoli: 3 11:3 Sei tu colui che ha da venire, o ne aspetteremo noi un altro? 4 11:4 E Gesu' rispondendo disse loro: Andate a riferire a Giovanni quello che udite e vedete: 5 11:5 i ciechi ricuperano la vista e gli zoppi camminano. i lebbrosi sono mondati e i sordi odono. i morti risuscitano, e l'Evangelo e' annunziato ai poveri. 6 11:6 E beato colui che non si sara' scandalizzato di me! 7 11:7 Or com'essi se ne andavano, Gesu' proese a dire alle turbe intorno a Giovanni: Che andaste a vedere nel deserto? Una canna dimenata dal vento? Ma che andaste a vedere? 8 11:8 Un uomo avvolto in morbide vesti? Ecco, quelli che portano delle vesti morbide stanno nelle dimore dei re. 9 11:9 Ma perchè andaste? Per vedere un profeta? Si', vi dico e uno piu' che profeta. 10 11:10 Egli e' colui del quale e' scritto: Ecco, io mando il mio messaggero davanti al tuo cospetto, che proeparera' la via dinanzi a te. 11 11:11 In verita' io vi dico, che fra i nati di donna non e' sorto alcuno maggiore di Giovanni Battista. pero', il minimo nel regno de' cieli e' maggiore di lui. 12 11:12 Or dai giorni di Giovanni Battista fino ad ora, il regno de' cieli e' proeso a forza ed i violenti se ne impadroniscono. 13 11:13 Poichè tutti i profeti e la legge hanno profetato fino a Giovanni. 14 11:14 E se lo volete accettare, egli e' l'Elia che dovea venire. Chi ha orecchi oda. 15 11:15 Ma a chi assomigliero' io questa generazione?

11:1 11:1 Quando ebbe finito di dare le sue istruzioni ai suoi dodici discepoli, Gesù se ne andò di là per insegnare e proedicare nelle loro città. 2 11:2 Giovanni, avendo nella proigione udito parlare delle opere del Cristo, mandò a dirgli per mezzo dei suoi discepoli: 3 11:3 'Sei tu colui che deve venire, o dobbiamo aspettare un altro?'. 4 11:4 Gesù rispose loro: 'Andate a riferire a Giovanni quello che udite e vedete: 5 11:5 i ciechi ricuperano la vista e gli zoppi camminano. i lebbrosi sono purificati e i sordi odono. i morti risuscitano e il vangelo è annunciato ai poveri. 6 11:6 Beato colui che non si sarà scandalizzato di me!'. 7 11:7 Mentre essi se ne andavano, Gesù cominciò a parlare di Giovanni alla folla: 'Che cosa andaste a vedere nel deserto? Una canna agitata dal vento? 8 11:8 Ma che cosa andaste a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Quelli che portano delle vesti morbide stanno nei palazzi dei re. 9 11:9 Ma perchè andaste? Per vedere un profeta? Sò, vi dico, e più che profeta. 10 11:10 Egli è colui del quale è scritto: Ecco, io mando davanti a te il mio messaggero per proeparare la tua via davanti a te. 11 11:11 In verità io vi dico, che fra i nati di donna non è sorto nessuno maggiore di Giovanni il battista. eppure il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. 12 11:12 Dai giorni di Giovanni il battista fino a ora, il regno dei cieli è proeso a forza e i violenti se ne impadroniscono. 13 11:13 Poichè tutti i profeti e la legge hanno profetizzato fino a Giovanni. 14 11:14 Se lo volete accettare egli è l'Elia che doveva venire. 15 11:15 Chi ha orecchi per udire oda.

11:1 11:1 E dopo che Gesù ebbe finito di dare disposizioni ai suoi dodici discepoli, se ne andò di là, per insegnare e proedicare nelle loro città. 2 11:2 Or Giovanni, avendo in proigione sentito parlare delle opere del Cristo, mandò due dei suoi discepoli a dirgli: 3 11:3 ’Sei tu colui che deve venire, oppure dobbiamo aspettarne un altro?' 4 11:4 E Gesù, rispondendo, disse loro: ’Andate e riferite a Giovanni le cose che udite e vedete: 5 11:5 I ciechi riacquistano la vista e gli zoppi camminano. i lebbrosi sono mondati e i sordi odono. i morti risuscitano e l’evangelo è annunziato ai poveri. 6 11:6 Beato è colui che non si sarà scandalizzato di me!'. 7 11:7 Ora, come essi se ne andavano, Gesù proese a dire alle folle intorno a Giovanni: ’Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? 8 11:8 Ma che cosa siete andati a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Ecco, coloro che portano vesti morbide abitano nei palazzi dei re. 9 11:9 Insomma, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, egli è più che un profeta. 10 11:10 Perchè questi è colui del quale è scritto: ""Ecco, io mando il mio messaggero davanti alla tua faccia. egli proeparerà la tua strada davanti a te"". 11 11:11 In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto mai nessuno più grande di Giovanni Battista. ma il minimo nel regno dei cieli è più grande di lui. 12 11:12 E dai giorni di Giovanni Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti lo rapiscono. 13 11:13 Poichè tutti i profeti e la legge hanno profetizzato fino a Giovanni. 14 11:14 E se lo volete accettare, egli è l?Elia che doveva venire. 15 11:15 Chi ha orecchi da udire, oda!

11:1 Quando Gesù ebbe terminato di dare queste istruzioni ai suoi dodici discepoli, partì di là per insegnare e predicare nelle loro città. 2 Giovanni intanto, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, mandò a dirgli per mezzo dei suoi discepoli: 3 ""Sei tu colui che deve venire o dobbiamo attenderne un altro?"". 4 Gesù rispose: ""Andate e riferite a Giovanni ciò che voi udite e vedete: 5 I ciechi ricuperano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi sono guariti, i sordi riacquistano l'udito, i morti risuscitano, ai poveri è predicata la buona novella, 6 e beato colui che non si scandalizza di me"". 7 Mentre questi se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: ""Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? 8 Che cosa dunque siete andati a vedere? Un uomo avvolto in morbide vesti? Coloro che portano morbide vesti stanno nei palazzi dei re! 9 E allora, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, anche più di un profeta. 10 Egli è colui, del quale sta scritto: Ecco, io mando davanti a te il mio messaggero che preparerà la tua via davanti a te. 11 In verità vi dico: tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni il Battista; tuttavia il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui. 12 Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli soffre violenza e i violenti se ne impadroniscono. 13 La Legge e tutti i Profeti infatti hanno profetato fino a Giovanni. 14 E se lo volete accettare, egli è quell'Elia che deve venire. 15 Chi ha orecchi intenda.

Mappa

Commento di un santo

Il Signore, sapendo che nessuno può credere con pienezza senza il vangelo, perchè la fede comincia dall'Antico Testamento, ma ha compimento nel Nuovo, quando lo interrogarono sulla sua identità, dimostrò di essere lui non con le parole, ma coi fatti. ''Andate e riferite a Giovanni ciò che voi udite e vedete: i ciechi ricuperano la vista, gli storpi camminano, il lebbrosi sono guariti, i sordi riacquistano l'udito, i morti risuscitano, ai poveri è predicata la buona novella'' (Mt 11, 45). Ma questi esempi della testimonianza del Signore sono ancora poco: pienezza della fede è la croce del Signore, la sua morte, la sua sepoltura. Perciò alle parole suddette aggiunse: ''Beato colui che non si scandalizza di me''(Mt 11,6). La croce potrebbe essere uno scandalo anche per gli eletti, ma per quanto riguarda la Persona divina non può esistere testimonianza più valida di questa, nulla vi è che trascenda le cose umane quanto il volontario sacrificio di tutto se stesso, e di sè solo, per la salvezza del mondo: con questo unico atto egli dimostra pienamente di essere il Signore. Per questo Giovanni lo indica con le parole: ''Ecco l'Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati del mondo'' (Gv 1, 29). Parole rivolte non solo a quei due discepoli, ma a tutti noi, perchè crediamo in Cristo sulla testimonianza dei fatti. ''Ma cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, vi dico, anche più che un profeta'' (Mt 11, 9). Come mai desideravano di vedere nel deserto Giovanni, che stava in carcere? Il Signore propone alla nostra imitazione colui che gli aveva preparato la via non solo precedendolo nella nascita secondo la carne e annunziandolo con la fede, ma anche precorrendolo col suo glorioso martirio. E' veramente più che profeta, egli che chiude la serie dei profeti. Più che profeta, perchè molti desiderarono di vedere colui che egli annunziò, vide coi propri occhi e battezzò.

Autore

Ambrogio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento

-2°giovedi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia