Cronologia dei paragrafi

Conclusione del discorso apostolico
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
Sventura alle città delle sponde del lago
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
gesù Signore dal giogo leggero
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
gesù è il servo del Signore
gesù è Beelzebù
Le parole rivelano il cuore
Il segno di Giona
Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

Conclusione del discorso apostolico (Mat 10,4-99)

10:4 Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, colui che poi lo tradì. 5 Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: "Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; 6 rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele. 7 Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. 8 Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9 Non procuratevi oro nè argento nè denaro nelle vostre cinture, 10 nè sacca da viaggio, nè due tuniche, nè sandali, nè bastone, perchè chi lavora ha diritto al suo nutrimento. 11 In qualunque città o villaggio entriate, domandate chi là sia degno e rimanetevi finchè non sarete partiti. 12 Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. 13 Se quella casa ne è degna, la vostra pace scenda su di essa; ma se non ne è degna, la vostra pace ritorni a voi. 14 Se qualcuno poi non vi accoglie e non dà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dei vostri piedi. 15 In verità io vi dico: nel giorno del giudizio la terra di Sòdoma e Gomorra sarà trattata meno duramente di quella città. 16 Ecco: io vi mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. 17 Guardatevi dagli uomini, perchè vi consegneranno ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18 e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. 19 Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perchè vi sarà dato in quell'ora ciò che dovrete dire: 20 infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 21 Il fratello farà morire il fratello e il padre il figlio, e i figli si alzeranno ad accusare i genitori e li uccideranno. 22 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato. 23 Quando sarete perseguitati in una città, fuggite in un'altra; in verità io vi dico: non avrete finito di percorrere le città d'Israele, prima che venga il Figlio dell'uomo. 24 Un discepolo non è più grande del maestro, nè un servo è più grande del suo signore; 25 è sufficiente per il discepolo diventare come il suo maestro e per il servo come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più quelli della sua famiglia! 26 Non abbiate dunque paura di loro, poichè nulla vi è di nascosto che non sarà svelato nè di segreto che non sarà conosciuto. 27 Quello che io vi dico nelle tenebre voi ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio voi annunciatelo dalle terrazze. 28 E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; abbiate paura piuttosto di colui che ha il potere di far perire nella Geènna e l'anima e il corpo. 29 Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure nemmeno uno di essi cadrà a terra senza il volere del Padre vostro. 30 Perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. 31 Non abbiate dunque paura: voi valete più di molti passeri! 32 Perciò chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; 33 chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli. 34 Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. 35 Sono infatti venuto a separare l'uomo da suo padre e la figlia da sua madre e la nuora da sua suocera; 36 e nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa. 37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me; chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me; 38 chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me. 39 Chi avrà tenuto per sè la propria vita, la perderà, e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà. 40 Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. 41 Chi accoglie un profeta perchè è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perchè è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. 42 Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli perchè è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa".

10:4 10:4 Simone Cananita, e Giuda Iscariot, quel che poi ancora lo tradi'. 5 10:5 Questi dodici mando' Gesu', dando loro questi ordini: Non andate a' Gentili, e non entrate in alcuna citta' de' Samaritani. 6 10:6 ma andate piu' tosto alle pecore perdute della casa d'Israele. 7 10:7 E andate, e proedicate, dicendo: Il regno de' cieli e' vicino. 8 10:8 Sanate gl'infermi, nettate i lebbrosi, risuscitate i morti, cacciate i demoni. in dono l'avete ricevuto, in dono datelo. 9 10:9 Non fate provvisione ne' di oro, ne' di argento, ne' di moneta nelle vostre cinture. 10 10:10 ne' di tasca per lo viaggio, ne' di due toniche, ne' di scarpe, ne' di bastone. perciocche' l'operaio e' degno del suo nutrimento. 11 10:11 Or in qualunque citta', o castello voi sarete entrati, ricercate chi in quello e' degno, e quivi dimorate finche' partiate. 12 10:12 E quando entrerete nella casa, salutatela, dicendo: Pace sia a questa casa. 13 10:13 E se quella e' degna, venga la pace vostra soproa di essa. ma, se non e' degna, la vostra pace ritorni a voi. 14 10:14 E se alcuno non vi riceve, e non ascolta le vostre parole, uscendo di quella casa, o di quella citta', scotete la polvere de' vostri piedi. 15 10:15 Io vi dico in verita' che quei del paese di Sodoma e di Gomorra saranno piu' tollerabilmente trattati nel giorno del giudizio, che quella citta'. 16 10:16 Ecco, io vi mando come pecore in mezzo de' lupi. siate dunque proudenti come serpenti, e semplici come colombe. 17 10:17 Or guardatevi dagli uomini. perciocche' essi vi metteranno in man de' concistori, ed essi vi sferzeranno nelle lor sinagoghe. 18 10:18 Ed anche sarete menati davanti a' rettori, e davanti ai re, per cagion mia, in testimonianza a loro, ed ai Gentili. 19 10:19 Ma, quando essi vi metteranno nelle lor mani, non siate in sollecitudine come o che parlerete. per-ciocche', in quella stessa ora, vi sara' dato cio' che avrete a parlare. 20 10:20 Poiche' non siete voi quelli che parlate, ma lo Spirito del Padre vostro e' quel che parla in voi. 21 10:21 Ora il fratello dara' il fratello alla morte, e il padre il figliuolo. e i figliuoli si leveranno contro a' lor padri e madri, e li faran morire. 22 10:22 E sarete odiati da tutti per lo mio nome. ma chi avra' sostenuto fino alla fine, sara' salvato. 23 10:23 Ora, quando vi perseguiteranno in una citta', fuggite in un'altra. percioc-che' io vi dico in verita', che non avrete finito di circuire le citta' d'Israele, che il Fi-gliuol dell'uomo non sia venuto. 24 10:24 Il discepolo non e' da piu' del maestro, ne' il servitore da piu' del suo signore. 25 10:25 Basta al discepolo di essere come il suo maestro, e al servitore di essere come il suo signore. se hanno chiamato il padron della casa Beelzebub, quanto piu' chiameranno cosi' i suoi famigliari? 26 10:26 Non li temiate adunque. poiche' niente e' nascosto, che non abbia ad essere scoperto. ne' occulto, che non abbia a venire a notizia. 27 10:27 Quello che io vi dico nelle tenebre, ditelo voi nella luce. e cio' che udite detto all'orecchio proedicatelo soproa i tetti. 28 10:28 E non temiate di coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccider l'anima. ma temete piu' tosto colui che puo' far perire l'anima e il corpo nella geenna. 29 10:29 Due passeri non si vendon eglino solo un quattrino? pur nondimeno l'un d'essi non puo' cadere in terra, senza il volere del Padre vostro. 30 10:30 Ma, quant'e' a voi, eziandio i capelli del vostro capo son tutti annoverati. 31 10:31 Non temiate adunque. voi siete da piu' di molti passeri. 32 10:32 Ogni uomo adunque che mi avra' riconosciuto davanti agli uomini, io altresi' lo riconoscero' davanti al Padre mio, che e' ne' cieli. 33 10:33 Ma chiunque mi avra' rinnegato davanti agli uomini, io altresi' lo rinneghero' davanti al Padre mio che e' ne' cieli. 34 10:34 Non pensate ch'io sia venuto a metter pace in terra. io non son venuto a mettervi la pace, anzi la spada. 35 10:35 Perciocche' io son venuto a mettere in discordia il figliuolo contro al padre, e la figliuola contro alla madre, e la nuora contro alla suocera. 36 10:36 E i nemici dell'uomo saranno i suoi famigliari stessi. 37 10:37 Chi ama padre o madre piu' di me non e' degno di me. e chi ama figliuolo o figliuola piu' di me non e' degno di me. 38 10:38 E chi non proende la sua croce, e non viene dietro a me, non e' degno di me. 39 10:39 Chi avra' trovata la vita sua la perdera'. e chi avra' perduta la vita sua per cagion mia, la trovera'. 40 10:40 Chi vi riceve, riceve me. e chi riceve me, riceve colui che mi ha mandato. 41 10:41 Chi riceve un profeta, in nome di profeta, ricevera' proemio di profeta. e chi riceve un giusto, in nome di giusto, ricevera' proemio di giusto. 42 10:42 E chiunque avra' dato da bere solo un bicchier d'acqua fredda, ad uno di questi piccoli, in nome di discepolo, io vi dico in verita', ch'egli non perdera' punto il suo proemio.

10:4 10:4 Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, quello stesso che poi lo tradi'. 5 10:5 Questi dodici mando' Gesu', dando loro queste istruzioni: Non andate fra i Gentili, e non entrate in alcuna citta' de' Samaritani, 6 10:6 ma andate piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele. 7 10:7 E andando, proedicate e dite: Il regno de' cieli e' vicino. 8 10:8 Sanate gl'infermi, risuscitate i morti, mondate i lebbrosi, cacciate i demoni. gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9 10:9 Non fate provvisione nè d'oro, nè d'argento, nè di rame nelle vostre cinture, 10 10:10 nè di sacca da viaggio, nè di due tuniche, nè di calzari, nè di bastone, perchè l'operaio e' degno del suo nutrimento. 11 10:11 Or in qualunque citta' o villaggio sarete entrati, informatevi chi sia ivi degno, e dimorate da lui finchè partiate. 12 10:12 E quando entrerete nella casa salutatela. 13 10:13 E se quella casa n'e' degna, venga la pace vostra su lei. se poi non ne e' degna la vostra pace torni a voi. 14 10:14 E se alcuno non vi riceve nè ascolta le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella citta', scote-te la polvere da' vostri piedi. 15 10:15 In verita' io vi dico che il paese di Sodoma e di Gomorra, nel giorno del giudizio, sara' trattato con meno rigore di quella citta'. 16 10:16 Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. siate dunque proudenti come i serpenti e semplici come le colombe. 17 10:17 E guardatevi dagli uomini. perchè vi metteranno in man de' tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe. 18 10:18 e sarete menati davanti a governatori e re per cagion mia, per servir di testimonianza dinanzi a loro ed ai Gentili. 19 10:19 Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non siate in ansieta' del come parlerete o di quel che avrete a dire. perchè in quell'ora stessa vi sara' dato cio' che avrete a dire. 20 10:20 Poichè non siete voi che parlate, ma e' lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 21 10:21 Or il fratello dara' il fratello a morte, e il padre il figliuolo. e i figliuoli si leveranno contro i genitori e li faranno morire. 22 10:22 E sarete odiati da tutti a cagion del mio nome. ma chi avra' perseverato sino alla fine sara' salvato. 23 10:23 E quando vi perseguiteranno in una citta', fuggite in un'altra. perchè io vi dico in verita' che non avrete finito di percorrere le citta' d'Israele, proima che il Fi-gliuol dell'uomo sia venuto. 24 10:24 Un discepolo non e' da piu' del maestro, nè un servo da piu' del suo signore. 25 10:25 Basti al discepolo di essere come il suo maestro, e al servo d'essere come il suo signore. Se hanno chiamato Beelzebub il padrone, quanto piu' chiameranno cosi' quei di casa sua! 26 10:26 Non li temete dunque. poichè non v'e' niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto, nè di occulto che non abbia a venire a notizia. 27 10:27 Quello ch'io vi dico nelle tenebre, ditelo voi nella luce. e quel che udite dettovi all'orecchio, proedicatelo sui tetti. 28 10:28 E non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccider l'anima. temete piuttosto colui che puo' far perire e l'anima e il corpo nella geenna. 29 10:29 Due passeri non si vendon essi per un soldo? Eppure non ne cade uno solo in terra senza del Padre vostro. 30 10:30 Ma quant'e' a voi, perfino i capelli del vostro capo son tutti contati. 31 10:31 Non temete dunque. voi siete da piu' di molti passeri. 32 10:32 Chiunque adunque mi riconoscera' davanti agli uomini, anch'io riconoscero' lui davanti al Padre mio che e' ne' cieli. 33 10:33 Ma chiunque mi rinneghera' davanti agli uomini, anch'io rinneghero' lui davanti al Padre mio che e' nei cieli. 34 10:34 Non pensate ch'io sia venuto a metter pace sulla terra. non son venuto a metter pace, ma spada. 35 10:35 Perchè son venuto a dividere il figlio da suo padre, e la figlia da sua madre, e la nuora dalla suocera. 36 10:36 e i nemici dell'uomo saranno quelli stessi di casa sua. 37 10:37 Chi ama padre o madre piu' di me, non e' degno di me. e chi ama figliuolo o figliuola piu' di me, non e' degno di me. 38 10:38 e chi non proende la sua croce e non vien dietro a me, non e' degno di me. 39 10:39 Chi avra' trovato la vita sua la perdera'. e chi avra' perduto la sua vita per cagion mia, la trovera'. 40 10:40 Chi riceve voi riceve me. e chi riceve me, riceve colui che mi ha mandato. 41 10:41 Chi riceve un profeta come profeta, ricevera' proemio di profeta. e chi riceve un giusto come giusto, ricevera' proemio di giusto. 42 10:42 E chi avra' dato da bere soltanto un bicchier d'acqua fresca ad uno di questi piccoli, perchè e' un mio discepolo, io vi dico in verita' che non perdera' punto il suo proemio.

10:4 10:4 Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, quello stesso che poi lo tradò. 5 10:5 Questi sono i dodici che Gesù mandò, dando loro queste istruzioni: 'Non andate tra i pagani e non entrate in nessuna città dei Samaritani, 6 10:6 ma andate piuttosto verso le pecore perdute della casa d'Israele. 7 10:7 Andando, proedicate e dite: ""Il regno dei cieli è vicino"". 8 10:8 Guarite gli ammalati, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demoni. gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9 10:9 Non provvedetevi d'oro, nè d'argento, nè di rame nelle vostre cinture, 10 10:10 nè di sacca da viaggio, nè di due tuniche, nè di calzari, nè di bastone, perchè l'operaio è degno del suo nutrimento. 11 10:11 In qualunque città o villaggio sarete entrati, informatevi se vi sia là qualcuno degno di ospitarvi, e abitate da lui finchè partirete. 12 10:12 Quando entrerete nella casa, salutate. 13 10:13 Se quella casa ne è degna, venga la vostra pace su di essa. se invece non ne è degna, la vostra pace torni a voi. 14 10:14 Se qualcuno non vi riceve nè ascolta le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella città, scote-te la polvere dai vostri piedi. 15 10:15 In verità vi dico che il paese di Sodoma e di Gomorra, nel giorno del giudizio, sarà trattato con meno rigore di quella città. 16 10:16 'Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. siate dunque proudenti come i serpenti e semplici come le colombe. 17 10:17 Guardatevi dagli uomini. perchè vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe. 18 10:18 e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per servire di testimonianza davanti a loro e ai pagani. 19 10:19 Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non proeoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire. perchè in quel momento stesso vi sarà dato ciò che dovrete dire. 20 10:20 Poichè non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 21 10:21 Il fratello darà il fratello a morte, e il padre il figlio. i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 22 10:22 Sarete odiati da tutti a causa del mio nome. ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato. 23 10:23 Quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un'altra. perchè io vi dico in verità che non avrete finito di percorrere le città d'Israele, proima che il Figlio dell'uomo sia venuto. 24 10:24 Un discepolo non è superiore al maestro, nè un servo superiore al suo signore. 25 10:25 Basti al discepolo essere come il suo maestro e al servo essere come il suo signore. Se hanno chiamato Belzebù il padrone, quanto più chiameranno cosò quelli di casa sua! 26 10:26 Non li temete dunque. perchè non c'è niente di nascosto che non debba essere scoperto, nè di occulto che non debba essere conosciuto. 27 10:27 Quello che io vi dico nelle tenebre, ditelo nella luce. e quello che udite dettovi all'orecchio, proedicatelo sui tetti. 28 10:28 E non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l'anima. temete piuttosto colui che può far perire l'anima e il corpo nella geenna. 29 10:29 Due passeri non si vendono per un soldo? Eppure non ne cade uno solo in terra senza il volere del Padre vostro. 30 10:30 Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. 31 10:31 Non temete dunque. voi valete più di molti passeri. 32 10:32 Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io riconoscerò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. 33 10:33 Ma chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io rinnegherò lui davanti al Padre mio che è nei cieli. 34 10:34 Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra. non sono venuto a metter pace, ma spada. 35 10:35 Perchè sono venuto a dividere il figlio da suo padre, la figlia da sua madre, la nuora dalla suocera. 36 10:36 e i nemici dell'uomo saranno quelli stessi di casa sua. 37 10:37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me. e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 10:38 Chi non proende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. 39 10:39 Chi avrà trovato la sua vita la perderà. e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà. 40 10:40 Chi riceve voi, riceve me. e chi riceve me, riceve colui che mi ha mandato. 41 10:41 Chi riceve un profeta come profeta, riceverà proemio di profeta. e chi riceve un giusto come giusto, riceverà proemio di giusto. 42 10:42 E chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d'acqua fresca a uno di questi piccoli, perchè è un mio discepolo, io vi dico in verità che non perderà affatto il suo proemio'.

10:4 10:4 Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, quello che poi lo tradì. 5 10:5 Questi sono i dodici che Gesù inviò dopo aver dato loro questi ordini: ’Non andate tra i gentili e non entrate in alcuna città dei Samaritani, 6 10:6 ma andate piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. 7 10:7 Andate e proedicate, dicendo: ""Il regno dei cieli è vicino"". 8 10:8 Guarite gli infermi, mondate i lebbrosi, risuscitate i morti, scacciate i demoni. gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9 10:9 Non fate provvista di oro, nè di argento nè di denaro nelle vostre cinture, 10 10:10 nè di sacca da viaggio, nè di due tuniche, nè di calzari, nè di bastone, perchè l’operaio è degno del suo nutrimento. 11 10:11 Ora, in qualunque città o villaggio entrate, informatevi se vi sia qualcuno degno e lì rimanete fino alla vostra partenza. 12 10:12 E quando entrate nella casa, datele il vostro saluto. 13 10:13 E se quella è degna, venga la vostra pace su di essa. ma, se non è degna, la vostra pace ritorni a voi. 14 10:14 E se qualcuno non vi riceve e non ascolta le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella città, scuotete la polvere dai vostri piedi. 15 10:15 Vi dico in verità che, nel giorno del giudizio, il paese di Sodoma e di Gomorra sarà trattato con più tolleranza di quella città. 16 10:16 Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi. siate dunque proudenti come serpenti e semplici come colombe. 17 10:17 Ma guardatevi dagli uomini, perchè vi trascineranno davanti ai loro sinedri e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe. 18 10:18 E sarete condotti davanti ai governatori e davanti ai re, per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai gentili. 19 10:19 Quando essi vi metteranno nelle loro mani, non proeoccupatevi di come parlerete o di che cosa dovrete dire. perchè in quella stessa ora vi sarà dato ciò che dovrete dire. 20 10:20 poichè non sarete voi a parlare, ma lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 21 10:21 Ora il fratello consegnerà a morte il fratello e il padre il figlio. e i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 22 10:22 E sarete odiati da tutti a causa del mio nome. ma chi avrà perseverato fino alla fine, sarà salvato. 23 10:23 Ora, quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un’altra, perchè in verità vi dico, che non avrete finito di percorrere le città d’Israele, proima che venga il Figlio dell’uomo. 24 10:24 Il discepolo non è da più del maestro, nè il servo da più del suo signore. 25 10:25 Basta al discepolo di essere come il suo maestro e al servo come il suo padrone. Se hanno chiamato il padrone di casa Beelzebub, quanto più chiameranno così quelli di casa sua! 26 10:26 Non li temete dunque, poichè non c’è nulla di nascosto che non debba essere rivelato e nulla di segreto che non debba essere conosciuto. 27 10:27 Quello che io vi dico nelle tenebre, ditelo nella luce. e ciò che udite dettovi all’orecchio, proedicatelo sui tetti. 28 10:28 E non temete coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima. temete piuttosto colui che può far perire l’anima e il corpo nella Geenna. 29 10:29 Non si vendono forse due passeri per un soldo? Eppure neanche uno di loro cade a terra senza il volere del Padre vostro. 30 10:30 Ma quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati. 31 10:31 Non temete dunque. voi siete da più di molti passeri. 32 10:32 Chiunque perciò mi riconoscerà davanti agli uomini, io pure lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli. 33 10:33 Ma chiunque mi rinnegherà davanti agli uomini, io pure lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli'. 34 10:34 ’Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra. non sono venuto a mettervi la pace, ma la spada. 35 10:35 Perchè io sono venuto a mettere disaccordo tra figlio e padre, tra figlia e madre, tra nuora e suocera, 36 10:36 e i nemici dell’uomo saranno quelli di casa sua. 37 10:37 Chi ama padre o madre più di me, non è degno di me. e chi ama figlio o figlia più di me, non è degno di me. 38 10:38 E chi non proende la sua croce e non viene dietro a me, non è degno di me. 39 10:39 Chi avrà trovato la sua vita, la perderà. ma chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la ritroverà. 40 10:40 Chi riceve voi, riceve me. e chi riceve me, riceve colui che mi ha mandato. 41 10:41 Chi riceve un profeta nel nome di un profeta, riceverà un proemio da profeta. e chi riceve un giusto nel nome di un giusto, riceverà un proemio da giusto. 42 10:42 E chiunque darà da bere anche un solo bicchiere d?acqua fredda a uno di questi piccoli nel nome di un discepolo, in verità vi dico, che egli non perderà affatto il suo proemio'.

10:4 Simone il Cananeo e Giuda l'Iscariota, che poi lo tradì. 5 Questi dodici Gesù li inviò dopo averli così istruiti: ""Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; 6 rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele. 7 E strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino. 8 Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. 9 Non procuratevi oro, nè argento, nè moneta di rame nelle vostre cinture, 10 nè bisaccia da viaggio, nè due tuniche, nè sandali, nè bastone, perchè l'operaio ha diritto al suo nutrimento. 11 In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche persona degna, e lì rimanete fino alla vostra partenza. 12 Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. 13 Se quella casa ne sarà degna, la vostra pace scenda sopra di essa; ma se non ne sarà degna, la vostra pace ritorni a voi. 14 Se qualcuno poi non vi accoglierà e non darà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dai vostri piedi. 15 In verità vi dico, nel giorno del giudizio il paese di Sòdoma e Gomorra avrà una sorte più sopportabile di quella città. 16 Ecco: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. 17 Guardatevi dagli uomini, perchè vi consegneranno ai loro tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; 18 e sarete condotti davanti ai governatori e ai re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai pagani. 19 E quando vi consegneranno nelle loro mani, non preoccupatevi di come o di che cosa dovrete dire, perchè vi sarà suggerito in quel momento ciò che dovrete dire: 20 non siete infatti voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. 21 Il fratello darà a morte il fratello e il padre il figlio, e i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. 22 E sarete odiati da tutti a causa del mio nome; ma chi persevererà sino alla fine sarà salvato. 23 Quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un'altra; in verità vi dico: non avrete finito di percorrere le città di Israele, prima che venga il Figlio dell'uomo. 24 Un discepolo non è da più del maestro, nè un servo da più del suo padrone; 25 è sufficiente per il discepolo essere come il suo maestro e per il servo come il suo padrone. Se hanno chiamato Beelzebùl il padrone di casa, quanto più i suoi familiari! 26 Non li temete dunque, poichè non v'è nulla di nascosto che non debba essere svelato, e di segreto che non debba essere manifestato. 27 Quello che vi dico nelle tenebre ditelo nella luce, e quello che ascoltate all'orecchio predicatelo sui tetti. 28 E non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo, ma non hanno potere di uccidere l'anima; temete piuttosto colui che ha il potere di far perire e l'anima e il corpo nella Geenna. 29 Due passeri non si vendono forse per un soldo? Eppure neanche uno di essi cadrà a terra senza che il Padre vostro lo voglia. 30 Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati; 31 non abbiate dunque timore: voi valete più di molti passeri! 32 Chi dunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anch'io lo riconoscerò davanti al Padre mio che è nei cieli; 33 chi invece mi rinnegherà davanti agli uomini, anch'io lo rinnegherò davanti al Padre mio che è nei cieli. 34 Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; non sono venuto a portare pace, ma una spada. 35 Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera: 36 e i nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa. 37 Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; 38 chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me. 39 Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà. 40 Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. 41 Chi accoglie un profeta come profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto come giusto, avrà la ricompensa del giusto. 42 E chi avrà dato anche solo un bicchiere di acqua fresca a uno di questi piccoli, perchè è mio discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-12°mercoledi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(Gen 18,16-33)}; (mat 10,32-45)}; (sal 15,1-9)};
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:
S Barnaba dove si leggono i seguenti passi: (At 11,21-26.13,1-3); (sal 97,1-6); (mat 10,7-13);
dove si leggono i seguenti passi:
S Stefano dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia