Cronologia dei paragrafi

I veri discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione del servo del centurione
Guarigione della suocera di Pietro
Varie guarigioni
Esigenze della vocazione apostolica
La tempesta sedata
Gli indemoniati Gadareni
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Matteo
Pasto con peccatori
Discussione sul digiuno
Guarigione dell'emorroissa e resurrezione della figlia di un capo
Guarigione di due ciechi
Guarigione di un muto indemoniato
Miseria delle folle
Missione dei dodici
I missionari saranno perseguitati
Parlare apertamente e senza timore
gesù causa di dissensi
Rinnegarsi per seguire gesù
Conclusione del discorso apostolico
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
Sventura alle città delle sponde del lago
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
gesù Signore dal giogo leggero
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
gesù è il servo del Signore
gesù è Beelzebù
Le parole rivelano il cuore
Il segno di Giona
Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

I veri discepoli (Mat 7,21-99)

7:21 Non chiunque mi dice: "Signore, Signore", entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22 In quel giorno molti mi diranno: "Signore, Signore, non abbiamo forse profetato nel tuo nome? E nel tuo nome non abbiamo forse scacciato demòni? E nel tuo nome non abbiamo forse compiuto molti prodigi?". 23 Ma allora io dichiarerò loro: "Non vi ho mai conosciuti. Allontanatevi da me, voi che operate l'iniquità!". 24 Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. 25 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perchè era fondata sulla roccia. 26 Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. 27 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande". 28 Quando Gesù ebbe terminato questi discorsi, le folle erano stupite del suo insegnamento: 29 egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come i loro scribi.

7:21 7:21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrera' nel regno de' cieli. ma chi fa la volonta' del Padre mio, che e' ne' cieli. 22 7:22 Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiam noi profetizzato in nome tuo, e in nome tuo cacciati demoni, e fatte, in nome tuo, molte potenti operazioni? 23 7:23 Ma io allora protestero' loro: Io non vi conobbi giammai. dipartitevi da me, voi tutti operatori d'iniquita'. 24 7:24 Percio', io assomiglio chiunque ode queste mie parole, e le mette ad effetto, ad un uomo avveduto, il quale ha edificata la sua casa soproa la roccia. 25 7:25 E quando e' caduta la pioggia, e son venuti i torrenti, e i venti hanno soffiato, e si sono avventati a quella casa, ella non e' pero' caduta. perciocche' era fondata soproa la roccia. 26 7:26 Ma chiunque ode queste parole, e non le mette ad effetto, sara' assomigliato ad un uomo pazzo, il quale ha edificata la sua casa soproa la rena. 27 7:27 E quando la pioggia e' caduta, e son venuti i torrenti, e i venti hanno soffiato, e si sono avventati a quella casa, ella e' caduta, e la sua ruina e' stata grande. 28 7:28 Ora, quando Gesu' ebbe finiti questi ragionamenti, le turbe stupivano della sua dottrina. 29 7:29 perciocche' egli le ammaestrava, come avendo autorita', e non come gli Scribi.

7:21 7:21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrera' nel regno de' cieli, ma chi fa la volonta' del Padre mio che e' ne' cieli. 22 7:22 Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiam noi profetizzato in nome tuo, e in nome tuo cacciato demoni, e fatte in nome tuo molte opere potenti? 23 7:23 E allora dichiarero' loro: Io non vi conobbi mai. dipartitevi da me, voi tutti operatori d'iniquita'. 24 7:24 Percio' chiunque ode queste mie parole e le mette in proatica sara' paragonato ad un uomo avveduto che ha edificata la sua casa soproa la roccia. 25 7:25 E la pioggia e' caduta, e son venuti i torrenti, e i venti hanno soffiato e hanno investito quella casa. ma ella non e' caduta, perchè era fondata sulla roccia. 26 7:26 E chiunque ode queste mie parole e non le mette in proatica sara' paragonato ad un uomo stolto che ha edificata la sua casa sulla rena. 27 7:27 E la pioggia e' caduta, e son venuti i torrenti, e i venti hanno soffiato ed hanno fatto impeto contro quella casa. ed ella e' caduta, e la sua ruina e' stata grande. 28 7:28 Ed avvenne che quando Gesu' ebbe finiti questi discorsi, le turbe stupivano del suo insegnamento, 29 7:29 perch'egli le ammaestrava come avendo autorita', e non come i loro scribi.

7:21 7:21 'Non chiunque mi dice: Signore, Signore! entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22 7:22 Molti mi diranno in quel giorno: ""Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome tuo e in nome tuo cacciato demoni e fatto in nome tuo molte opere potenti?"". 23 7:23 Allora dichiarerò loro: ""Io non vi ho mai conosciuti. allontanatevi da me, malfattori!? 24 7:24 'Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in proatica sarà paragonato a un uomo avveduto che ha costruito la sua casa soproa la roccia. 25 7:25 La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti hanno soffiato e hanno investito quella casa. ma essa non è caduta, perchè era fondata sulla roccia. 26 7:26 E chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in proatica sarà paragonato a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. 27 7:27 La pioggia è caduta, sono venuti i torrenti, i venti hanno soffiato e hanno fatto impeto contro quella casa, ed essa è caduta e la sua rovina è stata grande'. 28 7:28 Quando Gesù ebbe finito questi discorsi, la folla si stupiva del suo insegnamento, 29 7:29 perchè egli insegnava loro come uno che ha autorità e non come i loro scribi.

7:21 7:21 Non chiunque mi dice: ""Signore, Signore"", entrerà nel regno dei cieli. ma chi fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22 7:22 Molti mi diranno in quel giorno: ""Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato nel tuo nome, e nel tuo nome scacciato demoni e fatte nel tuo nome molte opere potenti?"". 23 7:23 E allora dichiarerò loro: ""Io non vi ho mai conosciuti. allontanatevi da me, voi tutti operatori di iniquità"". 24 7:24 Perciò, chiunque ascolta queste mie parole e le mette in proatica, io lo paragono ad un uomo avveduto, che ha edificato la sua casa soproa la roccia. 25 7:25 Cadde la pioggia, vennero le inondazioni, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa. essa però non crollò, perchè era fondata soproa la roccia. 26 7:26 Chiunque invece ode queste parole e non le mette in proatica, sarà paragonato ad un uomo stolto, che ha edificato la sua casa sulla sabbia. 27 7:27 Cadde poi la pioggia, vennero le inondazioni, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa. essa crollò e la sua rovina fu grande'. 28 7:28 Ora, quando Gesù ebbe finito questi discorsi, le folle stupivano della sua dottrina, 29 7:29 perchè egli le ammaestrava, come uno che ha autorità e non come gli scribi.

7:21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. 22 Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demòni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? 23 Io però dichiarerò loro: Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità. 24 Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. 25 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perchè era fondata sopra la roccia. 26 Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, è simile a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. 27 Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde, e la sua rovina fu grande"". 28 Quando Gesù ebbe finito questi discorsi, le folle restarono stupite del suo insegnamento: 29 egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità e non come i loro scribi.

Mappa

Commento di un santo

Un giorno, stavo passeggiando lungo il mare; come dice la Scrittura, ''il mare era agitato, perchè soffiava un forte vento'' (Gv 6,18). Le onde si sollevavano da lontano e invadevano la riva, sbattendo gli scogli, spezzandosi e trasformandosi in schiuma e in goccioline. Piccoli sassi, alghe e le conchiglie più leggere erano strascinati dalle acque e gettati sulla sponda, mentre le rocce rimanevano ferme e incrollabili, come se tutto fosse calmo, pur in mezzo ai flutti che appena le avevano battute... Ho imparato una lezione da questo spettacolo. Questo mare, non è forse la nostra vita e la nostra condizione umana? Anche lì si trova molta amarezza e instabilità. E i venti non sono forse le tentazioni che ci assalgono e tutti i colpi imprevisti della vita? Questo, secondo me, meditava Davide quando esclamò: ''Salvami, o Dio: l`acqua mi giunge alla gola. Affondo nel fango e non ho sostegno; sono caduto in acque profonde e l`onda mi travolge'' (Sal 68, 23). Tra gli uomini che vengono provati, gli uni mi sembrano essere come questi oggetti leggeri e senza vita che si lasciano strascinare senza opporre la minima resistenza; non hanno nessuna fermezza; non hanno una ragione saggia che possa fare da contrappeso contro gli assalti. Gli altri mi sembrano delle rocce, degne di questa Roccia sulla quale sono fondati e che adoriamo; sono formati dai ragionamenti della vera sapienza, coloro si elevano al di sopra della comune debolezza e sopportano tutto con una costanza incrollabile.

Autore

Nazianzeno

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento

-1°giovedi dell'anno dove si leggono i seguenti passi

ordinario

-9°domenica dell'anno A dove si leggono i seguenti passi
[(deu 11,18-18.11,26-28.11,32-32)}; (sal 30,2-4.30,17-17.30,25-25)}; (Rm 3,21-25.3,28-28)}; (mat 7,21-27)};
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia