Cronologia dei paragrafi

il Padre Nostro
Digiunare in segreto
Il vero tesoro
L'occhio lucerna del corpo
Dio e il denaro
Abbandonatevi alla Provvidenza
Non giudicare
Non profanare le cose sante
Efficacia della preghiera
La regola d'oro
Le due vie
I falsi profeti
I veri discepoli
Guarigione di un lebbroso
Guarigione del servo del centurione
Guarigione della suocera di Pietro
Varie guarigioni
Esigenze della vocazione apostolica
La tempesta sedata
Gli indemoniati Gadareni
Guarigione di un paralitico
Chiamata di Matteo
Pasto con peccatori
Discussione sul digiuno
Guarigione dell'emorroissa e resurrezione della figlia di un capo
Guarigione di due ciechi
Guarigione di un muto indemoniato
Miseria delle folle
Missione dei dodici
I missionari saranno perseguitati
Parlare apertamente e senza timore
gesù causa di dissensi
Rinnegarsi per seguire gesù
Conclusione del discorso apostolico
Domanda di Giovanni Battista e testimonianza che gli rende gesù
Giudizio di gesù sulla sua generazione
Sventura alle città delle sponde del lago
Il vangelo rivelato ai semplici. Il Padre e il Figlio
gesù Signore dal giogo leggero
Le spighe strappate
Guarigione di un uomo dalla mano inaridita
gesù è il servo del Signore
gesù è Beelzebù
Le parole rivelano il cuore
Il segno di Giona
Ritorno offensivo dello spirito immondo
I veri parenti di gesù
Introduzione
Parabola del seminatore
Perchè gesù parla in parabole
Spiegazione della parabola del seminatore
Parabola della zizzania
Parabola del grano di senapa. Parabola del lievito
Le folle ascoltano solo parabole
Spiegazione della parabola della zizzania
Parabole del tesoro e della perla
Parabola della rete
Conclusione
Visita è Nazaret
Erode e gesù. Esecuzione di Giovanni Battista
Prima moltiplicazione dei pani
gesù cammina sulle acque e Pietro con lui
Guarigioni nel paese di Genesaret
Discussione sulle tradizioni farisaiche
Insegnamento sul puro e sull'impuro
Guarigione della figlia di una Cananea
Molte guarigioni presso il lago
Seconda moltiplicazione di pani
Si domanda a gesù un segno dal cielo
Il lievito dei Farisei e dei Sadducei
Professione di fede e primato di Pietro
Primo annunzio della passione
Condizioni per seguire gesù
La trasfigurazione
Domanda su Elia
L'epilettico indemoniato
Secondo annuncio della Passione
La tassa per il tempio pagata da gesù e da Pietro
Chi è il più grande
La pecora smarrita
Correzione fraterna
Preghiera in comune
Perdono delle offese Parabola del servo spietato
Questione sul divorzio
La continenza volontaria
gesù e i bambini
Il giovane ricco
Il pericolo delle ricchezze
Ricompensa promessa alla rinuncia
Parabola degli operai mandati nella vigna
Terzo annunzio della Passione
Domanda della madre dei figli di Zebedeo
I capi devono servire
I due ciechi di Gerico
Ingresso messianico a Gerusalemme
I venditori cacciati dal tempio
Il fico sterile e seccato. Fede e preghiera
Obiezione dei Giudei sull'autorità di gesù
Parabola dei due figli Parabola dei vignaioli omicidi
Parabola del banchetto nuziale
Il tributo a Cesare
La resurrezione dei morti
Il più grande comandamento
Il Cristo, figlio e signore di Davide
Ipocrisia è vanità degli scribi è dei farisei
Sette maledizioni agli scribi e ai farisei
Delitti e castighi imminenti
Apostrofe a Gerusalemme
Introduzione
L'inizio dei dolori
La grande tribolazione di Gerusalemme
L'avvento del figlio dell'uomo sarà manifesto
Dimensione cosmica di questo avvento
Parabola del fico. Vegliare per non essere sorpresi
Parabola del maggiordomo
Parabola delle dieci vergini
Parabola dei talenti
Il giudizio finale
Complotto contro gesù
L'unzione è Betenia
Il tradimento di Giuda
Preparativi del pasto pasquale
Annunzio del tradimento di Giuda
Istituzione dell'Eucaristia
Predizione del rinnegamento di Pietro
Al Getsamani
L'arresto di gesù
gesù davanti al sinedrio
Rinnegamenti di Pietro
gesù condotto davanti a Pilato
Morte di Giuda
gesù davanti a Pilato
La corona di spine
La crocifissione
gesù in croce deriso e oltraggiato
La morte di gesù
La sepoltura
La custodia della tomba
La tomba vuota. Messaggio dell'angelo
L'apparizione alle pie donne
Sopruso dei capi giudei
Apparizione in Galilea e missione universale
Ascendenti di Gesú
Giuseppe assume la paternitŕ legale di Gesů
La visita dei Magi
Ascendenti di Gesú

il Padre Nostro(Mat 6,7-15)

6:7 Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. 8 Non siate dunque come loro, perchè il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate. 9 Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, 10 venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. 11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano, 12 e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori, 13 e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male. 14 Se voi infatti perdonerete agli altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonerete agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

6:7 6:7 Ora, quando farete orazione, non usate soverchie dicerie, come i pagani. per-ciocche' pensano di essere esauditi per la moltitudine delle lor parole. 8 6:8 Non li rassomigliate adunque. perciocche' il Padre vostro sa le cose di che voi avete bisogno, innanzi che gliele chiediate. 9 6:9 Voi adunque orate in questa maniera: PADRE NOSTRO che sei ne' cieli, sia santificato il tuo nome. 10 6:10 Il tuo regno venga. La tua volonta' sia fatta in terra come in cielo. 11 6:11 Dacci oggi il nostro pane cotidiano. 12 6:12 E rimettici i nostri debiti, come noi ancora li rimettiamo a' nostri debitori. 13 6:13 E non indurci in tentazione, ma liberaci dal maligno. perciocche' tuo e' il regno, e la potenza, e la gloria, in sempiterno. Amen. 14 6:14 Perciocche', se voi rimettete agli uomini i lor falli, il vostro Padre celeste rimettera' ancora a voi i vostri. 15 6:15 Ma se voi non rimettete agli uomini i lor falli, il Padre vostro altresi' non vi rimettera' i vostri.

6:7 6:7 E nel proegare non usate soverchie dicerie come fanno i pagani, i quali pensano d'essere esauditi per la moltitudine delle loro parole. 8 6:8 Non li rassomigliate dunque, poichè il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, proima che gliele chiediate. 9 6:9 Voi dunque proegate cosi': Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. 10 6:10 venga il tuo regno. sia fatta la tua volonta' anche in terra com'e' fatta nel cielo. 11 6:11 Dacci oggi il nostro pane cotidiano. 12 6:12 e rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori. 13 6:13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. 14 6:14 Perchè se voi perdonate agli uomini i loro falli, il Padre vostro celeste perdonera' anche a voi. 15 6:15 ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonera' i vostri falli.

6:7 6:7 Nel proegare non usate troppe parole come fanno i pagani, i quali pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. 8 6:8 Non fate dunque come loro, poichè il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, proima che gliele chiediate. 9 6:9 Voi dunque proegate cosò: ""Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. 10 6:10 venga il tuo regno. sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo. 11 6:11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano. 12 6:12 rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori. 13 6:13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. Perchè a te appartengono il regno, la potenza e la gloria in eterno, amen. "" 14 6:14 Perchè se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi. 15 6:15 ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

6:7 6:7 Ora, nel proegare, non usate inutili ripetizioni come fanno i pagani, perchè essi pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. 8 6:8 Non siate dunque come loro, perchè il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, proima che gliele chiediate. 9 6:9 Voi dunque proegate in questa maniera: ""Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. 10 6:10 Venga il tuo regno. Sia fatta la tua volontà in terra come in cielo. 11 6:11 Dacci oggi il nostro pane necessario. 12 6:12 E perdonaci i nostri debiti, come anche noi perdoniamo ai nostri debitori. 13 6:13 E non esporci alla tentazione, ma liberaci dal maligno, perchè tuo è il regno e la potenza e la gloria in eterno. Amen"". 14 6:14 Perchè, se voi perdonate agli uomini le loro offese, il vostro Padre celeste perdonerà anche a voi. 15 6:15 ma se voi non perdonate agli uomini le loro offese, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre.

6:7 Pregando poi, non sprecate parole come i pagani, i quali credono di venire ascoltati a forza di parole. 8 Non siate dunque come loro, perchè il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate. 9 Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; 10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. 11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano, 12 e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, 13 e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. 14 Se voi infatti perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonerete agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

Mappa

Commento di un santo

Prima di tutto Gesù, il Dottore della pace e il Maestro dell'unità non ha voluto che la preghiera fosse individuale e privata, cosicchè pregando, ognuno preghi solo per sè. Non diciamo : '' Padre mio che sei nei cieli ' ; nè '' dammi il mio pane '. Ognuno domanda non che il debito sia rimesso soltanto a lui, e non è per lui solo che sollecita di non essere indotto in tentazione e di essere liberato dal male. Per noi la preghiera è pubblica e comunitaria. E quando preghiamo, intercediamo non per uno solo ma per tutto il popolo. Perchè noi, popolo tutto intero, siamo una cosa sola. Il Dio della pace e il Maestro della concordia, che ci ha insegnato l'unità, ha voluto che uno solo pregasse per tutti, come lui stesso ha portato tutti gli uomini. I tre giovani Ebrei circondati dalla fornace ardente hanno osservato questa legge della preghiera (cf Dn 3, 51). E gli Apostoli e i discepoli, dopo l'Ascensione del Signore, pregavano in tal modo. '' Tutti erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù e con i fratelli di lui ' (At 1, 14). Erano assidui e concordi nella preghiera ; per il loro fervore e il loro amore reciproco, testimoniavano che Dio, che fa abitare in una stessa casa gli uomini unanimi, ammette nella sua dimora soltanto quelli la cui preghiera traduce l'unione delle anime (cf Sal 67,7). Fratelli carissimi, quando chiamiamo Dio '' Padre ', dobbiamo sapere e ricordarci che dobbiamo agire come figli di Dio ; Come noi ci rallegriamo di aver Dio per Padre, così che lui si rallegri di avere noi per figli.

Autore

Cipriano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-11°giovedi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 6,7-15)}; (sal 111,1-8)}; (sir 48,1-14)};

quaresima

-1° dell'anno dove si leggono i seguenti passi
E nelle seguenti solennitĂ 
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

QuantitĂ  nel testo
misura bibblica
QuantitĂ  convertita
UnitĂ  di misura attuale

Genealogia