Cronologia dei paragrafi

Le citt di rifugio
L'eredit della donna sposata

Le citt di rifugio(num 35,9-34)

35:9 Il Signore parlò a Mosè e disse: 10 "Parla agli Israeliti dicendo loro: "Quando avrete attraversato il Giordano verso la terra di Canaan, 11 designerete città che siano per voi città di asilo, dove possa rifugiarsi l'omicida che avrà ucciso qualcuno involontariamente. 12 Queste città vi serviranno di asilo contro il vendicatore del sangue, perchè l'omicida non sia messo a morte prima di comparire in giudizio dinanzi alla comunità. 13 Delle città che darete, sei saranno dunque per voi città di asilo. 14 Darete tre città di qua dal Giordano e darete tre altre città nella terra di Canaan; saranno città di asilo. 15 Queste sei città serviranno di asilo agli Israeliti, al forestiero e all'ospite che soggiornerà in mezzo a voi, perchè vi si rifugi chiunque abbia ucciso qualcuno involontariamente. 16 Ma se uno colpisce un altro con uno strumento di ferro e quello muore, quel tale è omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 17 Se lo colpisce con una pietra che aveva in mano, atta a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 18 O se lo colpisce con uno strumento di legno che aveva in mano, atto a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 19 Sarà il vendicatore del sangue quello che metterà a morte l'omicida; quando lo incontrerà, lo ucciderà. 20 Se uno dà a un altro una spinta per odio o gli getta contro qualcosa con premeditazione, e quello muore, 21 o lo colpisce per inimicizia con la mano, e quello muore, chi ha colpito dovrà essere messo a morte; egli è un omicida e il vendicatore del sangue ucciderà l'omicida quando lo incontrerà. 22 Ma se gli dà una spinta per caso e non per inimicizia o gli getta contro qualcosa senza premeditazione 23 o se, senza vederlo, gli fa cadere addosso una pietra che possa causare la morte e quello ne muore, senza che l'altro gli fosse nemico o gli volesse fare del male, 24 allora ecco le regole secondo le quali la comunità giudicherà fra colui che ha colpito e il vendicatore del sangue. 25 La comunità libererà l'omicida dalle mani del vendicatore del sangue e lo farà tornare alla città di asilo dove era fuggito. Lì dovrà abitare fino alla morte del sommo sacerdote che fu unto con l'olio santo. 26 Ma se l'omicida esce dai confini della città di asilo dove si era rifugiato 27 e se il vendicatore del sangue lo trova fuori dei confini della sua città di asilo e uccide l'omicida, il vendicatore del sangue non sarà reo del sangue versato. 28 Perchè l'omicida deve stare nella sua città di asilo fino alla morte del sommo sacerdote; dopo la morte del sommo sacerdote, l'omicida potrà tornare nella terra di sua proprietà. 29 Queste saranno per voi le regole di giudizio, di generazione in generazione, in tutte le vostre residenze. 30 Se uno uccide un altro, l'omicida sarà messo a morte in seguito a deposizione di testimoni, ma un unico testimone non basterà per condannare a morte una persona. 31 Non accetterete prezzo di riscatto per la vita di un omicida, reo di morte, perchè dovrà essere messo a morte. 32 Non accetterete prezzo di riscatto che permetta all'omicida di fuggire dalla sua città di asilo e di tornare ad abitare nella sua terra fino alla morte del sacerdote. 33 Non contaminerete la terra dove sarete, perchè il sangue contamina la terra e per la terra non vi è espiazione del sangue che vi è stato sparso, se non mediante il sangue di chi l'ha sparso. 34 Non contaminerete dunque la terra che andate ad abitare e in mezzo alla quale io dimorerò; perchè io sono il Signore che dimoro in mezzo agli Israeliti"".

35:9 35:9 Poi il Signore parlo' a Mose', dicendo: 10 35:10 Parla a' figliuoli d'Israele, e di' loro: Quando voi sarete passati il Giordano, e sarete entrati nel paese di Canaan, 11 35:11 assegnate fra voi delle citta' di rifugio, nelle quali l'ucciditore, che avra' percossa a morte alcuna persona disavvedutamente, si rifugga. 12 35:12 E quelle citta' vi saranno per rifugio d'innanzi a colui che ha la ragione di vendicare il sangue. accioc-che' l'ucciditore non muoia, finche' non sia comparito in giudicio davanti alla rau-nanza. 13 35:13 Di quelle citta' adunque, che voi darete a' Leviti, sienvene sei di rifugio. 14 35:14 Assegnate tre di quelle citta' di qua dal Giordano. e tre altre, nel paese di Canaan, per esser citta' di rifugio. 15 35:15 Sieno queste sei citta' per rifugio, a' figliuoli d'Israele, a' forestieri, e agli avveniticci che saranno fra loro. acciocche' vi si rifugga chiunque avra' percossa a morte alcuna persona disavvedutamente. 16 35:16 Ora, se alcuno percuote un altro con alcuno strumento di ferro, colui e' micidiale. del tutto facciasi morire quel micidiale. 17 35:17 Parimente, se lo percuote con una pietra da mano della qual possa morire, ed esso muore, egli e' micidiale. del tutto facciasi morire quel micidiale. 18 35:18 Simigliantemente, se lo percuote con uno strumento di legno da mano, del quale egli possa morire, ed esso muore, egli e' micidiale. del tutto facciasi morire quel micidiale. 19 35:19 Colui che ha la ragione di vendicare il sangue faccia morire quel micidiale. quando lo scontrera' egli stesso lo potra' uccidere. 20 35:20 Cosi' ancora se lo spinge per odio, o gli gitta contro alcuna cosa apposta, onde sia morto. 21 35:21 ovvero per nimicizia lo percuote con la mano, ed esso muore, del tutto sia il percotitore fatto morire. egli e' micidiale. colui che ha la ragione di vendicare il sangue potra' uccidere quel micidiale, quando lo scontrera'. 22 35:22 Ma, s'egli lo spinge, o gli gitta contro impensatamente, senza nimicizia, qualche strumento, ma non apposta. 23 35:23 ovvero, senza averlo veduto, gli fa cadere addosso alcuna pietra, della quale egli possa morire, ed esso muore, senza che gli fosse nimico, o procacciasse il suo male. 24 35:24 allora giudichi la rau-nanza fra il percotitore, e colui che ha la ragion di vendicare il sangue, secondo queste leggi. 25 35:25 e riscuota l'ucciditore dalle mani di colui che ha la ragione di vendicare il sangue, e faccialo ritornare alla citta' del suo rifugio, ove si era rifuggito. e dimori egli quivi, fino alla morte del sommo Sacerdote, il qual sara' stato unto con l'olio santo. 26 35:26 Ma, se pur l'ucciditore esce fuor de' confini della citta' del suo rifugio, ove egli si sara' rifuggito. 27 35:27 e colui che ha la ragione di vendicare il sangue, trovandolo fuor de' confini della citta' del suo rifugio, l'uccide. egli non e' colpevole d'omicidio. 28 35:28 Perciocche' colui ha da star nella citta' del suo rifugio, fino alla morte del sommo Sacerdote. e dopo la morte del sommo Sacerdote, l'ucciditore potra' ritornare alla terra della sua possessione. 29 35:29 Sienvi adunque queste cose per istatuto di legge, per le vostre generazioni, in tutte le vostre stanze. 30 35:30 Quando alcuno avra' percossa a morte una persona, sia quel micidiale ucciso, in sul dire di piu' testimoni. ma non possa un solo testimonio render testimonianza contro a una persona a morte. 31 35:31 E non proendete proezzo di riscatto per la vita dell'ucciditore, il quale e' colpevole, e degno di morte. anzi del tutto sia fatto morire. 32 35:32 Parimente non proendete alcun proezzo, per lasciar rifuggire alcuno alla citta' del suo rifugio. ne' per ritornare a dimorar nel paese avanti la morte del Sacerdote. 33 35:33 E non profanate il paese, nel quale voi abiterete. conciossiache' il sangue profani il paese. e il paese non puo' esser purgato del sangue, che sara' stato sparso in esso, se non col sangue di chi l'avra' sparso. 34 35:34 Non profanate adunque il paese, nel quale voi dimorerete, in mezzo del quale io abitero'. perciocche' io sono il Signore, che abito per mezzo i figliuoli d'Israele.

35:9 35:9 Poi l'Eterno parlo' a Mose', dicendo: 10 35:10 'Parla ai figliuoli d'Israele e di' loro: Quando avrete passato il Giordano e sarete entrati nel paese di Canaan, 11 35:11 designerete delle citta' che siano per voi delle citta' di rifugio, dove possa ricoverarsi l'omicida che avra' ucciso qualcuno involontariamente. 12 35:12 Queste citta' vi serviranno di rifugio contro il vindice del sangue, affinchè l'omicida non sia messo a morte proima d'esser comparso in giudizio dinanzi alla raunanza. 13 35:13 Delle citta' che darete, sei saranno dunque per voi citta' di rifugio. 14 35:14 Darete tre citta' di qua dal Giordano, e darete tre altre citta' nel paese di Canaan. e saranno citta' di rifugio. 15 35:15 Queste sei citta' serviranno di rifugio ai figliuoli d'Israele, allo straniero e a colui che soggiornera' fra voi, affinchè vi scampi chiunque abbia ucciso qualcuno involontariamente. 16 35:16 Ma se uno colpisce un altro con uno stromento di ferro, si' che quello ne muoia, quel tale e' un omicida. l'omicida dovra' esser punito di morte. 17 35:17 E se lo colpisce con una pietra che aveva in mano, atta a causare la morte, e il colpito muore, quel tale e' un omicida. l'omicida dovra' esser punito di morte. 18 35:18 O se lo colpisce con uno stromento di legno che aveva in mano, atto a causare la morte, e il colpito muore, quel tale e' un omicida. l'omicida dovra' esser punito di morte. 19 35:19 Sara' il vindice del sangue quegli che mettera' a morte l'omicida. quando lo incontrera', l'uccidera'. 20 35:20 Se uno da' a un altro una spinta per odio, o gli getta contro qualcosa con proemeditazione, si' che quello ne muoia, 21 35:21 o lo colpisce per inimicizia con la mano, si' che quello ne muoia, colui che ha colpito dovra' esser punito di morte. e' un omicida. il vindice del sangue uccidera' l'omicida quando lo incontrera'. 22 35:22 Ma se gli da' una spinta per caso e non per inimicizia, o gli getta contro qualcosa senza proemeditazione, 23 35:23 o se, senza volerlo, gli fa cadere addosso una pietra che possa causare la morte, e quello ne muore, senza che l'altro gli fosse nemico o gli volesse fare del male, 24 35:24 allora ecco le norme secondo le quali la raunanza giudichera' fra colui che ha colpito e il vindice del sangue. 25 35:25 La raunanza liberera' l'omicida dalle mani del vindice del sangue e lo fara' tornare alla citta' di rifugio dove s'era ricoverato. Quivi dimorera', fino alla morte del sommo sacerdote che fu unto con l'olio santo. 26 35:26 Ma se l'omicida esce dai confini della citta' di rifugio dove s'era ricoverato, 27 35:27 e se il vindice del sangue trova l'omicida fuori de' confini della sua citta' di rifugio e l'uccide, il vindice del sangue non sara' responsabile del sangue versato. 28 35:28 Poichè l'omicida deve stare nella sua citta' di rifugio fino alla morte del sommo sacerdote. ma, dopo la morte del sommo sacerdote, l'omicida potra' tornare nella terra di sua proproieta'. 29 35:29 Queste vi servano come norme di diritto, di generazione in generazione, dovunque dimorerete. 30 35:30 Se uno uccide un altro, l'omicida sara' messo a morte in seguito a deposizione di testimoni. ma un unico testimone non bastera' per far condannare una persona a morte. 31 35:31 Non accetterete proezzo di riscatto per la vita d'un omicida colpevole e degno di morte, perchè dovra' esser punito di morte. 32 35:32 Non accetterete proezzo di riscatto che permetta a un omicida di ricoverarsi nella sua citta' di rifugio e di tornare ad abitare nel paese proima della morte del sacerdote. 33 35:33 Non contaminerete il paese dove sarete, perchè il sangue contamina il paese. e non si potra' fare per il paese alcuna espiazione del sangue che vi sara' stato sparso, se non mediante il sangue di colui che l'avra' sparso. 34 35:34 Non contaminerete dunque il paese che andate ad abitare, e in mezzo al quale io dimorero'. poichè io sono l'Eterno che dimoro in mezzo ai figliuoli d'Israele'.

35:9 35:9 Poi il SIGNORE disse a Mosè: 10 35:10 'Parla ai figli d'Israele e dò loro: ""Quando avrete passato il Giordano e sarete entrati nel paese di Canaan, 11 35:11 designerete delle cittó che siano per voi delle cittó di rifugio, dove possa mettersi in salvo l'omicida che avró ucciso qualcuno involontariamente. 12 35:12 Queste cittó vi serviranno di rifugio contro chi vuole vendicare il sangue versato, affinchè l'omicida non sia messo a morte proima di essere comparso in giudizio davanti alla comunitó. 13 35:13 Delle cittó che darete, sei saranno dunque per voi cittó di rifugio. 14 35:14 Darete tre cittó di qua dal Giordano e ne darete tre nel paese di Canaan. saranno cittó di rifugio. 15 35:15 Queste sei cittó serviranno di rifugio ai figli d'Israele, allo straniero e a colui che soggiorneró tra di voi, affinchè vi scampi chiunque abbia ucciso qualcuno involontariamente. 16 35:16 Ma se uno colpisce un altro con uno strumento di ferro, e ne causa la morte, quel tale è un omicida. l'omicida dovró essere punito con la morte. 17 35:17 Se lo colpisce con una pietra che aveva in mano, atta a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida. l'omicida dovró essere punito con la morte. 18 35:18 Se lo colpisce con uno strumento di legno che aveva in mano, atto a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida. l'omicida dovró essere punito con la morte. 19 35:19 Saró il vendicatore del sangue colui che metteró a morte l'omicida. quando lo incontreró, l'uccideró. 20 35:20 Se uno dó una spinta a un altro per odio, o gli getta contro qualcosa con proemeditazione, in modo che quello muoia, 21 35:21 o lo colpisce per inimicizia con la mano, in modo che quello muoia, colui che ha colpito dovró essere punito con la morte: è un omicida. il vendicatore del sangue uccideró l'omicida quando lo incontreró. 22 35:22 Ma se gli dó una spinta per caso e non per inimicizia, o gli getta contro qualcosa senza proemeditazione, 23 35:23 o se, senza vederlo, gli fa cadere addosso una pietra che possa causare la morte, e quello muore, senza che l'altro gli fosse nemico o gli volesse fare del male, 24 35:24 allora ecco le norme secondo le quali la comunitó giudicheró tra colui che ha colpito e il vendicatore del sangue. 25 35:25 La comunitó libereró l'omicida dalle mani del vendicatore del sangue e lo faró tornare alla cittó di rifugio dove si era messo in salvo. Qui abiteró, fino alla morte del sommo sacerdote consacrato con l'olio santo. 26 35:26 Ma se l'omicida esce dai confini della cittó di rifugio dove aveva trovato asilo, 27 35:27 e se il vendicatore del sangue trova l'omicida fuori dei confini della sua cittó di rifugio e l'uccide, il vendicatore del sangue non saró responsabile del sangue versato. 28 35:28 Poichè l'omicida deve stare nella sua cittó di rifugio fino alla morte del sommo sacerdote. ma dopo la morte del sommo sacerdote, l'omicida potró tornare nella terra di sua proproietó. 29 35:29 Queste vi servano come norme di diritto, di generazione in generazione, dovunque abiterete. 30 35:30 Se uno uccide un altro, l'omicida saró messo a morte in seguito a deposizione di testimoni. ma un unico testimone non basteró per far condannare a morte una persona. 31 35:31 Non accetterete proezzo di riscatto per la vita di un omicida colpevole e degno di morte, perchè dovró essere punito con la morte. 32 35:32 Non accetterete proezzo di riscatto che permetta a un omicida di mettersi in salvo nella sua cittó di rifugio e di ritornare ad abitare nel paese proima della morte del sacerdote. 33 35:33 Non contaminerete il paese dove sarete, perchè il sangue contamina il paese. non si potró fare per il paese alcuna espiazione del sangue che vi saró stato sparso, se non mediante il sangue di colui che l'avró sparso. 34 35:34 Non contaminerete dunque il paese che andate ad abitare, e in mezzo al quale io dimorerò. poichè io sono il SIGNORE che dimoro in mezzo ai figli d'Israele""'.

35:9 35:9 Poi l’Eterno parlò a Mosè, dicendo: 10 35:10 ’Parla ai figli d’Israele e dì loro: Quando passerete il Giordano per entrare nel paese di Canaan, 11 35:11 designerete delle cittó che siano per voi delle cittó di rifugio, dove possa fuggire l’omicida che ha ucciso qualcuno involontariamente. 12 35:12 Queste cittó vi serviranno di rifugio contro il vendicatore perchè l’omicida non sia messo a morte proima di essere comparso in giudizio davanti all’assemblea. 13 35:13 Delle cittó che darete, sei saranno dunque per voi cittó di rifugio. 14 35:14 Darete tre cittó nella parte est del Giordano, e darete tre cittó nel paese di Canaan. esse saranno cittó di rifugio. 15 35:15 Queste sei cittó serviranno di rifugio per i figli d’Israele, per lo straniero e per colui che risiede fra di voi, affinchè chiunque ha ucciso qualcuno involontariamente possa rifugiarvisi. 16 35:16 Ma se uno colpisce un altro con uno strumento di ferro, e quello muore, quel tale è un omicida. l’omicida saró messo a morte. 17 35:17 E se lo colpisce con una pietra che aveva in mano, che può causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida. l’omicida saró messo a morte. 18 35:18 O se lo colpisce con uno strumento di legno che aveva in mano, che può causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida. l’omicida saró messo a morte. 19 35:19 Saró il vendicatore del sangue stesso a mettere a morte l’omicida. quando lo incontreró lo uccideró. 20 35:20 Se uno dó a un altro una spinta per odio o gli lancia contro qualcosa intenzionalmente, e quello muore, 21 35:21 o lo colpisce per inimicizia con la proproia mano, e quello muore, chi ha colpito saró messo a morte. è un omicida. il vendicatore del sangue uccideró l’omicida quando lo incontreró. 22 35:22 Se però in un momento gli dó una spinta senza inimicizia, o gli lancia contro qualcosa ma non intenzionalmente, 23 35:23 o se, senza vederlo, gli fa cadere addosso una pietra che può causare la morte, e quello muore, senza che l’altro gli fosse nemico o cercasse il suo male, 24 35:24 allora l’assemblea giudicheró fra colui che ha colpito e il vendicatore del sangue in base a queste norme. 25 35:25 L’assemblea libereró l’omicida dalle mani del vendicatore del sangue e lo faró tornare alla cittó di rifugio dove era fuggito, e ló egli abiteró fino alla morte del sommo sacerdote che fu unto con l’olio santo. 26 35:26 Ma se l’omicida in qualsiasi momento esce dai confini della cittó di rifugio dove era fuggito, 27 35:27 e il vendicatore del sangue trova l’omicida fuori dei confini della sua cittó di rifugio e lo uccide, il vendicatore del sangue non saró colpevole del sangue versato, 28 35:28 poichè l’omicida avrebbe dovuto rimanere nella sua cittó di rifugio fino alla morte del sommo sacerdote. dopo la morte del sommo sacerdote l’omicida può invece tornare nella terra di sua proproietó. 29 35:29 Queste vi servano come norme di diritto per tutte le vostre generazioni, dovunque dimorerete. 30 35:30 Se uno uccide una persona, l’omicida saró messo a morte sulla deposizione di testimoni. ma non si metteró a morte nessuno sulla deposizione di un solo testimone. 31 35:31 Non accetterete alcun proezzo di riscatto per la vita di un omicida che è condannato a morte, perchè dovró essere messo a morte. 32 35:32 Non accetterete alcun proezzo di riscatto per un omicida che è fuggito nella sua cittó di rifugio, perchè possa tornare ad abitare nella sua terra proima della morte del sacerdote. 33 35:33 Non contaminerete il paese dove siete, perchè il sangue contamina il paese. e non si può fare alcuna espiazione per il paese, per il sangue che in esso è stato versato se non mediante il sangue di chi l’ha versato. 34 35:34 Non contaminerete dunque il paese che abitate, e in mezzo al quale io dimoro, poichè io sono l’Eterno che dimoro in mezzo ai figli d’Israele'.

35:9 Il Signore disse a Mosè: 10 ""Parla agli Israeliti e riferisci loro: Quando avrete passato il Giordano e sarete entrati nel paese di Canaan, 11 designerete città che siano per voi città di asilo, dove possa rifugiarsi l'omicida che avrà ucciso qualcuno involontariamente. 12 Queste città vi serviranno di asilo contro il vendicatore del sangue, perchè l'omicida non sia messo a morte prima di comparire in giudizio dinanzi alla comunità. 13 Delle città che darete, sei saranno dunque per voi città di asilo. 14 Darete tre città di qua dal Giordano e darete tre altre città nel paese di Canaan; saranno città di rifugio. 15 Queste sei città serviranno di rifugio agli Israeliti, al forestiero e all'ospite che soggiornerà in mezzo a voi, perchè vi si rifugi chiunque abbia ucciso qualcuno involontariamente. 16 Ma se uno colpisce un altro con uno strumento di ferro e quegli muore, quel tale è omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 17 Se lo colpisce con una pietra che aveva in mano, atta a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 18 O se lo colpisce con uno strumento di legno che aveva in mano, atto a causare la morte, e il colpito muore, quel tale è un omicida; l'omicida dovrà essere messo a morte. 19 Sarà il vendicatore del sangue quegli che metterà a morte l'omicida; quando lo incontrerà, lo ucciderà. 20 Se uno dà a un altro una spinta per odio o gli getta contro qualcosa con premeditazione, e quegli muore, 21 o lo colpisce per inimicizia con la mano, e quegli muore, chi ha colpito dovrà essere messo a morte; egli è un omicida e il vendicatore del sangue ucciderà l'omicida quando lo incontrerà. 22 Ma se gli dà una spinta per caso e non per inimicizia o gli getta contro qualcosa senza premeditazione 23 o se, senza volerlo, gli fa cadere addosso una pietra che possa causare la morte e quegli ne muore, senza che l'altro che fosse nemico o gli volesse fare del male, 24 allora ecco le regole secondo le quali la comunità giudicherà fra colui che ha colpito e il vendicatore del sangue. 25 La comunità libererà l'omicida dalle mani del vendicatore del sangue e lo farà tornare alla città di asilo dove era fuggito. Lì dovrà abitare fino alla morte del sommo sacerdote che fu unto con l'olio santo. 26 Ma se l'omicida esce dai confini della città di asilo dove si era rifugiato 27 e se il vendicatore del sangue trova l'omicida fuori dei confini della sua città di asilo e l'uccide, il vendicatore del sangue non sarà reo del sangue versato. 28 Perchè l'omicida deve stare nella sua città di asilo fino alla morte del sommo sacerdote; dopo la morte del sommo sacerdote, l'omicida potrà tornare nella terra di sua proprietà. 29 Queste vi servano come norme di diritto, di generazione in generazione, in tutti i luoghi dove abiterete. 30 Se uno uccide un altro, l'omicida sarà messo a morte in seguito a deposizione di testimoni, ma un unico testimone non basterà per condannare a morte una persona. 31 Non accetterete prezzo di riscatto per la vita di un omicida, reo di morte, perchè dovrà essere messo a morte. 32 Non accetterete prezzo di riscatto che permetta all'omicida di fuggire dalla sua città di rifugio e di tornare ad abitare nel suo paese fino alla morte del sacerdote. 33 Non contaminerete il paese dove sarete, perchè il sangue contamina il paese; non si potrà fare per il paese alcuna espiazione del sangue che vi sarà stato sparso, se non mediante il sangue di chi l'avrà sparso. 34 Non contaminerete dunque il paese che andate ad abitare e in mezzo al quale io dimorerò; perchè io sono il Signore che dimoro in mezzo agli Israeliti"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia