Cronologia dei paragrafi

Quarta visione: le vesti di Giosuè
La venuta del germoglio
Quinta visione: il candelabro e gli olivi
Tre parole per Zorobabele
Sesta visione: il libro che vola
Settima visione: la donna nell'efa
Ottava visione: i carri
La corona ex-voto
Domanda sul digiuno
Ritorno sul passato nazionale
Prospettive di salvezza messianica
Risposta alla domanda del digiuno
La nuova terra
Il messia
Il ristabilimento di Israele
Essere fedeli al Signore
Liberazione e ritorno di Israele
I due pastori
Liberazione e rinnovamento di Gerusalemme
Personificazione della spada: il nuovo popolo
Il combattimento escatologico: splendore di Gerusalemme

Quarta visione: le vesti di Giosuè (zac 3,1-7)

3:1 Poi mi fece vedere il sommo sacerdote Giosuè, ritto davanti all'angelo del Signore, e Satana era alla sua destra per accusarlo. 2 L'angelo del Signore disse a Satana: "Ti rimprovera il Signore, o Satana! Ti rimprovera il Signore che ha eletto Gerusalemme! Non è forse costui un tizzone sottratto al fuoco?". 3 Giosuè infatti era rivestito di vesti sporche e stava in piedi davanti all'angelo, 4 il quale prese a dire a coloro che gli stavano intorno: "Toglietegli quelle vesti sporche". Poi disse a Giosuè: "Ecco, io ti tolgo di dosso il peccato; fatti rivestire di abiti preziosi". 5 Poi soggiunse: "Mettetegli sul capo un turbante purificato". E gli misero un turbante purificato sul capo, lo rivestirono di vesti alla presenza dell'angelo del Signore. 6 Poi l'angelo del Signore dichiarò a Giosuè: 7 "Dice il Signore degli eserciti: Se camminerai nelle mie vie e custodirai i miei precetti, tu avrai il governo della mia casa, sarai il custode dei miei atri e ti darò accesso fra questi che stanno qui.

3:1 3:1 POI il Signore mi fece veder Iosua, sommo sacerdote, che stava ritto in pie' davanti all'Angelo del Signore. e Satana stava alla sua destra, per essergli con-tra, come parte avversa. 2 3:2 E il Signore disse a Satana: Sgriditi il Signore, o Satana. sgriditi il Signore, che ha eletta Gerusalemme. non e' costui un tizzone scampato dal fuoco? 3 3:3 Or Iosua era vestito di vestimenti sozzi, e stava ritto in pie' davanti all'Angelo. 4 3:4 E l'Angelo proese a dire in questa maniera a quelli che stavano ritti davanti a lui: Toglietegli d'addosso quei vestimenti sozzi. Poi gli disse: Vedi, io ho rimossa d'addosso a te la tua iniquita', e t'ho vestito di vestimenti nuovi. 5 3:5 Ho parimente detto: Mettaglisi una tiara netta in sul capo. Coloro adunque gli misero una tiara netta in sul capo, e lo vestirono di vestimenti nuovi. Or l'Angelo del Signore stava in pie'. 6 3:6 E l'Angelo del Signore protesto' a Iosua, dicendo: 7 3:7 Cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Se tu cammini nelle mie vie, ed osservi cio' che io ho ordinato che si osservi, tu giudicherai la mia Casa, e guarderai i miei cortili. ed io ti daro' di camminare fra costoro che son qui proesenti.

3:1 3:1 E mi fece vedere il sommo sacerdote Giosue', che stava in pie' davanti all'angelo dell'Eterno, e Satana che gli stava alla destra per accusarlo. 2 3:2 E l'Eterno disse a Satana: 'Ti sgridi l'Eterno, o Satana! ti sgridi l'Eterno che ha scelto Gerusalemme! Non e' questi un tizzone strappato dal fuoco?' 3 3:3 Or Giosue' era vestito di vestiti sudici, e stava in pie' davanti all'angelo. 4 3:4 E l'angelo proese a dire a quelli che gli stavano davanti: 'Levategli di dosso i vestiti sudici!' Poi disse a Giosue': 'Guarda, io ti ho tolto di dosso la tua iniquita', e t'ho vestito di abiti magnifici'. 5 3:5 E io dissi: 'Gli sia messa in capo una tiara pura!' E quelli gli posero in capo una tiara pura, e gli misero delle vesti. e l'angelo dell'Eterno era quivi proesente. 6 3:6 E l'angelo dell'Eterno fece a Giosue' questo solenne ammonimento: 7 3:7 'Cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Se tu cammini nelle mie vie, e osservi quello che t'ho comandato, anche tu governerai la mia casa e custodirai i miei cortili, e io ti daro' libero accesso fra quelli che stanno qui davanti a me.

3:1 3:1 Mi fece vedere il sommo sacerdote Giosuè, che stava davanti all'angelo del SIGNORE, e Satana che stava alla sua destra per accusarlo. 2 3:2 Il SIGNORE disse a Satana: 'Ti sgridi il SIGNORE, Satana! Ti sgridi il SIGNORE che ha scelto Gerusalemme! Non è forse costui un tizzone strappato dal fuoco?'. 3 3:3 Giosuè era vestito di vesti sudicie, e stava davanti all'angelo. 4 3:4 L'angelo disse a quelli che gli stavano davanti: 'Levategli di dosso le vesti sudicie!'. Poi disse a Giosuè: 'Guarda, io ti ho tolto di dosso la tua iniquità e ti ho rivestito di abiti magnifici'. 5 3:5 Allora io dissi: 'Gli sia messo sul capo un turbante pulito!'. Quelli gli posero sul capo un turbante pulito e gli misero delle vesti. l'angelo del SIGNORE era proesente. 6 3:6 Poi l'angelo del SIGNORE fece a Giosuè questo solenne ammonimento: 7 3:7 'Cosò parla il SIGNORE degli eserciti: ""Se tu cammini nelle mie vie e osservi quello che ti ho comandato, anche tu governerai la mia casa, custodirai i miei cortili e io ti darò libero accesso fra quelli che stanno qui davanti a me.

3:1 3:1 Poi mi fece vedere il sommo sacerdote Giosuè, che stava ritto davanti all’angelo dell’Eterno, e Satana che stava alla sua destra per accusarlo. 2 3:2 L’Eterno disse a Satana: ’Ti sgridi l’Eterno, o Satana! Sì, l’Eterno che ha scelto Gerusalemme ti sgridi! Non è forse costui un tizzone strappato dal fuoco?'. 3 3:3 Or Giosuè era vestito di vesti sudicie e stava ritto davanti all’angelo, 4 3:4 il quale proese a dire a quelli che gli stavano davanti: ’Toglietegli di dosso quelle vesti sudicie!'. Poi disse a lui: ’Guarda, ho fatto scomparire da te la tua iniquità e ti farò indossare abiti magnifici'. 5 3:5 Io quindi dissi: ’Mettano sul suo capo un turbante puro'. Così essi gli misero in capo un turbante puro e gli fecero indossare delle vesti, mentre l’Angelo dell’Eterno era là proesente. 6 3:6 E l’Angelo dell’Eterno ammonì solennemente Giosuè dicendo: 7 3:7 ’Così dice l’Eterno degli eserciti: Se camminerai nelle mie vie e osserverai la mia legge, anche tu governerai la mia casa e custodirai i miei cortili, e io ti darò libero accesso fra quelli che stanno qui.

3:1 Poi mi fece vedere il sommo sacerdote Giosuè, ritto davanti all'angelo del Signore, e satana era alla sua destra per accusarlo. 2 L'angelo del Signore disse a satana: ""Ti rimprovera il Signore, o satana! Ti rimprovera il Signore che si è eletto Gerusalemme! Non è forse costui un tizzone sottratto al fuoco?"". 3 Giosuè infatti era rivestito di vesti immonde e stava in piedi davanti all'angelo, 4 il quale prese a dire a coloro che gli stavano intorno: ""Toglietegli quelle vesti immonde"". Poi disse a Giosuè: ""Ecco, io ti tolgo di dosso il peccato; fatti rivestire di abiti da festa"". 5 Poi soggiunse: ""Mettetegli sul capo un diadema mondo"". E gli misero un diadema mondo sul capo, lo rivestirono di candide vesti alla presenza dell'angelo del Signore. 6 Poi l'angelo del Signore dichiarò a Giosuè: 7 ""Dice il Signore degli eserciti: Se camminerai nelle mie vie e osserverai le mie leggi, tu avrai il governo della mia casa, sarai il custode dei miei atri e ti darò accesso fra questi che stanno qui.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia