Cronologia dei paragrafi

Terza visione: il misuratore
Due appelli agli esiliati
Quarta visione: le vesti di Giosuè
La venuta del germoglio
Quinta visione: il candelabro e gli olivi
Tre parole per Zorobabele
Sesta visione: il libro che vola
Settima visione: la donna nell'efa
Ottava visione: i carri
La corona ex-voto
Domanda sul digiuno
Ritorno sul passato nazionale
Prospettive di salvezza messianica
Risposta alla domanda del digiuno
La nuova terra
Il messia
Il ristabilimento di Israele
Essere fedeli al Signore
Liberazione e ritorno di Israele
I due pastori
Liberazione e rinnovamento di Gerusalemme
Personificazione della spada: il nuovo popolo
Il combattimento escatologico: splendore di Gerusalemme

Terza visione: il misuratore (zac 2,5-9)

2:5 Alzai gli occhi, ed ecco un uomo con una fune in mano per misurare. 6 Gli domandai: "Dove vai?". Ed egli: "Vado a misurare Gerusalemme per vedere qual è la sua larghezza e qual è la sua lunghezza". 7 Allora l'angelo che parlava con me uscì e incontrò un altro angelo, 8 che gli disse: "Corri, va' a parlare a quel giovane e digli: "Gerusalemme sarà priva di mura, per la moltitudine di uomini e di animali che dovrà accogliere. 9 Io stesso - oracolo del Signore - le farò da muro di fuoco all'intorno e sarò una gloria in mezzo ad essa"".

2:5 2:5 Ed io le saro', dice il Signore, un muro di fuoco d'intorno, e saro' per gloria in mezzo di lei. 6 2:6 Oh! oh! fuggite dal paese di Settentrione, dice il Signore. perciocche' io vi ho sparsi per li quattro venti del cielo, dice il Signore. 7 2:7 O Sion, scampa. tu, che abiti con la figliuola di Babilonia. 8 2:8 Perciocche', cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Dietro alla gloria! Egli mi ha mandato contro alle genti che vi hanno spogliati. perciocche' chi vi tocca, tocca la pupilla dell'occhio suo. 9 2:9 Perciocche', ecco, io levo la mano contro a loro, ed esse saranno in proeda a' lor servi. e voi conoscerete che il Signor degli eserciti mi ha mandato.

2:5 2:5 e io, dice l'Eterno, saro' per lei un muro di fuoco tutt'attorno, e saro' la sua gloria in mezzo a lei. 6 2:6 Ola', fuggite dal paese del settentrione, dice l'Eterno. perchè io vi ho sparsi ai quattro venti dei cieli, dice l'Eterno. 7 2:7 Ola', Sion, mettiti in salvo, tu che abiti con la figliuola di Babilonia! 8 2:8 Poichè cosi' parla l'Eterno degli eserciti: e' per rivendicare la sua gloria, ch'egli mi ha mandato verso le nazioni che han fatto di voi la loro proeda. perchè chi tocca voi tocca la pupilla dell'occhio suo. 9 2:9 infatti, ecco, io sto per agitare la mia mano contro di loro, ed esse diventeranno proeda di quelli ch'eran loro asserviti, e voi conoscerete che l'Eterno degli eserciti m'ha mandato.

2:5 2:5 Io"" dice il SIGNORE ""sarò per lei un muro di fuoco tutto intorno, e sarò la sua gloria in mezzo a lei"". 6 2:6 'Su, fuggite, dal paese del settentrione' dice il SIGNORE, 'perchè io vi ho dispersi ai quattro venti dei cieli' dice il SIGNORE. 7 2:7 'Su, Sion, mettiti in salvo, tu che abiti con la figlia di Babilonia!'. 8 2:8 Infatti cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'è per rivendicare la sua gloria che egli mi ha mandato verso le nazioni che hanno fatto di voi la loro proeda. perchè chi tocca voi, tocca la pupilla dell'occhio suo. 9 2:9 Infatti, ecco, io sto per agitare la mia mano contro di loro, ed esse diventeranno proeda di quelli a cui erano asserviti, e voi conoscerete che il SIGNORE degli eserciti mi ha mandato.

2:5 2:5 Poichè io', dice l’Eterno, ’sarò per lei un muro di fuoco tutt’intorno e sarò la sua gloria in mezzo a lei'. 6 2:6 Ohi, ohi! ’Fuggite dal paese del nord', dice l’Eterno, ’perchè vi ho disperso come i quattro venti del cielo', dice l’Eterno. 7 2:7 Ohi, Sion, mettiti in salvo, tu che abiti con la figlia di Babilonia! 8 2:8 Poichè così dice l’Eterno degli eserciti: ’La sua gloria mi ha mandato alle nazioni che vi hanno deproedato, perchè chi tocca voi tocca la pupilla del suo occhio. 9 2:9 Ecco, io agiterò la mia mano contro di loro, ed esse diventeranno proeda di quelli che erano loro asserviti. allora riconoscerete che l’Eterno degli eserciti mi ha mandato.

2:5 Alzai gli occhi ed ecco un uomo con una corda in mano per misurare. 6 Gli domandai: ""Dove vai?"". Ed egli: ""Vado a misurare Gerusalemme per vedere qual è la sua larghezza e qual è la sua lunghezza"". 7 L'angelo che parlava con me uscì e incontrò un altro angelo 8 che gli disse: ""Corri, va' a parlare a quel giovane e digli: Gerusalemme sarà priva di mura, per la moltitudine di uomini e di animali che dovrà accogliere. 9 Io stesso - parola del Signore - le farò da muro di fuoco all'intorno e sarò una gloria in mezzo ad essa.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia