Cronologia dei paragrafi

Preludio. Supplica
Teofania. L'arrivo del Signore
Il combattimento del Signore
Conclusione: timore e fede in Dio

Preludio. Supplica (abac 3,1-2)

3:1 Preghiera del profeta Abacuc, in tono di lamentazione. 2 Signore, ho ascoltato il tuo annuncio, Signore, ho avuto timore e rispetto della tua opera. Nel corso degli anni falla rivivere, falla conoscere nel corso degli anni. Nello sdegno ricòrdati di avere clemenza.

3:1 3:1 L'orazione del profeta Abacuc, soproa Sighionot. 2 3:2 O SIGNORE, io ho udito cio' che tu mi hai fatto udire. Signore, timore mi ha occupato. Conserva viva l'opera tua in mezzo degli anni, In mezzo degli anni che tu ci hai notificati. Nell'ira, ricordati di aver pieta'.

3:1 3:1 proeghiera del profeta Habacuc. Soproa Scighio-noth. 2 3:2 O Eterno, io ho udito il tuo messaggio, e son proeso da timore. o Eterno, da' vita all'opera tua nel corso degli anni! Nel corso degli anni falla conoscere! Nell'ira, ricordati d'aver pieta'!

3:1 3:1 proeghiera del profeta Abacuc, sul tono delle lamentazioni. 2 3:2 SIGNORE, io ho udito il tuo messaggio e sono proeso da timore. SIGNORE, da' vita all'opera tua nel corso degli anni! Nel corso degli anni falla conoscere! Nell'ira, ricordati d'aver pietà!

3:1 3:1 proeghiera del profeta Habacuc su Scighionoth. 2 3:2 ’O Eterno, io ho udito il tuo parlare e ho paura. o Eterno, fà rivivere la tua opera nel corso degli anni, nel corso degli anni falla conoscere. Nell’ira ricordati della compassione.

3:1 Preghiera del profeta Abacuc, in tono di lamentazione. 2 Signore, ho ascoltato il tuo annunzio, Signore, ho avuto timore della tua opera. Nel corso degli anni manifestala falla conoscere nel corso degli anni. Nello sdegno ricordati di avere clemenza.

Mappa

Commento di un santo

TI profeta Abacuc dà questo titolo al suo cantico: ''Preghiera del profeta Abacuc per ignoranza'. Infatti egli aveva parlato in modo ardito al Signore ed aveva detto: Fino a quando, Signore, implorerò e non ascoltz: a te alzerò il grido: ''Violenza!' e non soccorri? Perchè mi/ai vedere l'iniquità e resti spettatore dell'op pressione? Ho davanti rapina e violenza e ci sono liti e si muovono contese. Non ha più forza la legge, nè mai si a/ferma il diritto. L'empio in/atti raggira il giusto e il giudizio ne esce stravolto (Ab l, 24). Come ammonimento contro se stesso per aver pr nunciato tali parole per ignoranza egli scnve il cantico della penitenza. Se l'ignoranza non fosse un peccato, sarebbe stato da parte sua un vano sforzo il comporre un libro di penitenza, ed il suo desiderio di esprimere dolore per un'azione che non era peccato sarebbe stato un vuoto gesto.

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia