Cronologia dei paragrafi

Il giudizio di Samaria
Lamento sulle città del sud del paese
Contro gli accaparratori
Il profeta di sventura
Promesse di restaurazione
Contro i capi che opprimono il popolo
Contro i profeti mercenari
Ai responsabili: annuncio della sventura di Sion
Il regno futuro del Signore a Sion
Il raduno a Sion del gregge disperso
Assedio, esilio e liberazione di Sion
Le nazioni stritolate sull'aia
Miseria e gloria della dinastia di Davide
Il vincitore futuro di Assur
Ruolo futuro del resto tra le nazioni
Il Signore sopprimera tutte le tentazioni
Il Signore fa il processo del suo popolo
Contro i defraudatori nella città
L'esempio di Samaria
L'ingiustizia universale
Sion sotto gli insulti della nemica
Oracolo di restaurazione
Preghiera per la confusione delle nazioni
Invocazione del perdono divino

Il giudizio di Samaria (mal 1,1-7)

1:1 Oracolo. Parola del Signore a Israele per mezzo di Malachia. 2 Vi ho amati, dice il Signore. E voi dite: "Come ci hai amati?". Non era forse Esaù fratello di Giacobbe? Oracolo del Signore. Eppure ho amato Giacobbe 3 e ho odiato Esaù. Ho fatto dei suoi monti un deserto e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto. 4 Se Edom dice: "Siamo stati distrutti, ma ci rialzeremo dalle nostre rovine!", il Signore degli eserciti dichiara: "Essi ricostruiranno, ma io demolirò". Saranno chiamati "Territorio malvagio" e "Popolo contro cui il Signore è adirato per sempre". 5 I vostri occhi lo vedranno e voi direte: "Grande è il Signore anche al di là dei confini d'Israele". 6 Il figlio onora suo padre e il servo rispetta il suo padrone. Se io sono padre, dov'è l'onore che mi spetta? Se sono il padrone, dov'è il timore di me? Dice il Signore degli eserciti a voi, sacerdoti che disprezzate il mio nome. Voi domandate: "Come lo abbiamo disprezzato il tuo nome?". 7 Offrite sul mio altare un cibo impuro e dite: "In che modo te lo abbiamo reso impuro?". Quando voi dite: "La tavola del Signore è spregevole"

1:1 1:1 Il carico della parola del Signore, indirizzata ad Israele, per Malachia. 2 1:2 IO vi ho amati, ha detto il Signore. E voi avete detto: In che ci hai amati? Non era Esau' fratello di Giacobbe? dice il Signore. Or io ho amato Giacobbe. 3 1:3 ed ho odiato Esau', ed ho messi i suoi monti in desolazione, ed ho abbandonata la sua eredita' agli sciacalli del deserto. 4 1:4 Se pure Edom dice: Noi siamo impoveriti, ma torneremo a edificare i luoghi deserti. cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Essi edificheranno, ma io distruggero'. e saranno chiamati: Contrada d'empieta'. e: Popolo contro al quale il Signore e' indegnato in perpetuo. 5 1:5 E gli occhi vostri lo vedranno, e voi direte: Il Signore sia magnificato dalla contrada d'Israele. 6 1:6 Il figliuolo deve onorare il padre, e il servitore il suo signore. se dunque io son Padre, ov'e' il mio onore? e se son Signore, ov'e' il mio timore? ha detto il Signor degli eserciti a voi, o sacerdoti che sproezzate il mio Nome. E pur dite: In che abbiamo noi sproezzato il tuo Nome? 7 1:7 Voi offerite sul mio altare del cibo contaminato. E pur dite: In che ti abbiamo noi contaminato? In cio', che voi dite: La mensa del Signore e' sproegevole.

1:1 1:1 Oracolo, parola dell'Eterno, rivolta a Israele per mezzo di Malachia. 2 1:2 Io v'ho amati, dice l'Eterno. e voi dite: 'In che ci hai tu amati?' Esau' non era egli fratello di Giacobbe? dice l'Eterno. e nondimeno io ho amato Giacobbe 3 1:3 e ho odiato Esau', ho fatto de' suoi monti una desolazione, ho dato la sua eredita' agli sciacalli del deserto. 4 1:4 Se Edom dice: 'Noi siamo stati atterrati, ma torneremo e riedificheremo i luoghi ridotti in ruina', cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Essi edificheranno, ma io distruggero'. e saran chiamati Territorio della nequizia, e 'Popolo contro il quale l'Eterno e' indignato per semproe'. 5 1:5 E i vostri occhi lo vedranno, e voi direte: L'Eterno e' magnificato oltre i confini d'Israele. 6 1:6 Un figlio onora suo padre, e un servo il suo signore. se dunque io son padre, dov'e' l'onore che m'e' dovuto? E se son signore, dov'e' il timore che m'appartiene? dice l'Eterno degli eserciti a voi, o sacerdoti, che sproezzate il mio nome, e che pur dite: 'In che abbiamo sproezzato il tuo nome?' 7 1:7 Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, e dite: 'In che t'abbiam contaminato?' L'avete fatto col dire: 'La mensa dell'Eterno e' sproegevole'.

1:1 1:1 Oracolo, parola del SIGNORE, rivolta a Israele per mezzo di Malachia. 2 1:2 'Io vi ho amati' dice il SIGNORE. 'e voi dite: ""In che modo ci hai amati?"". Esaù non era forse fratello di Giacobbe?' dice il SIGNORE. 'eppure io ho amato Giacobbe 3 1:3 e ho odiato Esaù. ho fatto dei suoi monti una desolazione e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto'. 4 1:4 Se Edom dice: 'Noi siamo stati annientati, ma torneremo e ricostruiremo i luoghi ridotti in rovine' cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Essi costruiranno, ma io distruggerò. Saranno chiamati Territorio dell'empietà, Popolo contro il quale il SIGNORE è sdegnato per semproe. 5 1:5 I vostri occhi lo vedranno e voi direte: ""Il SIGNORE è grande anche oltre i confini d'Israele"". 6 1:6 'Un figlio onora suo padre e un servo il suo padrone. se dunque io sono padre, dov'è l'onore che m'è dovuto? Se sono padrone, dov'è il timore che mi è dovuto? Il SIGNORE degli eserciti parla a voi, o sacerdoti, che disproezzate il mio nome! Ma voi dite: ""In che modo abbiamo disproezzato il tuo nome?"". 7 1:7 Voi offrite sul mio altare cibo contaminato, ma dite: ""In che modo ti abbiamo contaminato?"". L'avete fatto dicendo: ""La tavola del SIGNORE è sproegevole"".

1:1 1:1 L’oracolo della parola dell’Eterno rivolta a Israele per mezzo di Malachia. 2 1:2 ’Io v’ho amati', dice l’Eterno. Ma voi dite: ’In che cosa ci hai amati?'. ’E-saù non era forse fratello di Giacobbe?', dice l’Eterno. ’Tuttavia io ho amato Giacobbe 3 1:3 e ho odiato Esaù. ho fatto dei suoi monti una desolazione e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto. 4 1:4 Anche se Edom dicesse: ""Noi siamo stati distrutti, ma torneremo a ricostruire i luoghi desolati""', così dice l’Eterno degli eserciti ’Essi ricostruiranno, ma io demolirò. e saranno chiamati il Territorio dell’iniquità e il popolo contro il quale l’Eterno sarà per semproe indignato. 5 1:5 I vostri occhi vedranno e voi direte: ""L’Eterno è magnificato oltre i confini d’Israele""'. 6 1:6 ’Un figlio onora il padre e un servo il suo signore. Se dunque io sono padre, dov’è il mio onore? E se sono signore, dov’è il timore di me?', dice l’Eterno degli eserciti a voi, sacerdoti, ’che disproezzate il mio nome, eppure dite: ""In che cosa abbiamo disproezzato il tuo nome?"". 7 1:7 Voi offrite sul mio altare cibi contaminati, eppure dite: ""In che cosa ti abbiamo contaminato?'. Quando dite: ""La mensa dell’Eterno è sproegevole""

1:1 Oracolo. Parola del Signore a Israele per mezzo di Malachia. 2 Vi ho amati, dice il Signore. E voi dite: ""Come ci hai amati?"". Non era forse Esaù fratello di Giacobbe? - oracolo del Signore - Eppure ho amato Giacobbe 3 e ho odiato Esaù. Ho fatto dei suoi monti un deserto e ho dato la sua eredità agli sciacalli del deserto. 4 Se Edom dicesse: ""Siamo stati distrutti, ma ci rialzeremo dalle nostre rovine!"", il Signore degli eserciti dichiara: Essi ricostruiranno: ma io demolirò. Saranno chiamati Regione empia e Popolo contro cui il Signore è adirato per sempre. 5 I vostri occhi lo vedranno e voi direte: ""Grande è il Signore anche al di là dei confini d'Israele"". 6 Il figlio onora suo padre e il servo rispetta il suo padrone. Se io sono padre, dov'è l'onore che mi spetta? Se sono il padrone, dov'è il timore di me? Dice il Signore degli eserciti a voi, sacerdoti, che disprezzate il mio nome. Voi domandate: ""Come abbiamo disprezzato il tuo nome?"". 7 Offrite sul mio altare un cibo contaminato e dite: ""Come ti abbiamo contaminato?"". Quando voi dite: ""La tavola del Signore è spregevole""

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia