Cronologia dei paragrafi

Conversione di Ninive e perdono divino
Disappunto del profeta e risposta divina

Conversione di Ninive e perdono divino (gna 3,1-99)

3:1 Fu rivolta a Giona una seconda volta questa parola del Signore: 2 "àlzati, va' a Ninive, la grande città, e annuncia loro quanto ti dico". 3 Giona si alzò e andò a Ninive secondo la parola del Signore. Ninive era una città molto grande, larga tre giornate di cammino. 4 Giona cominciò a percorrere la città per un giorno di cammino e predicava: "Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta". 5 I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, grandi e piccoli. 6 Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere. 7 Per ordine del re e dei suoi grandi fu poi proclamato a Ninive questo decreto: "Uomini e animali, armenti e greggi non gustino nulla, non pascolino, non bevano acqua. 8 Uomini e animali si coprano di sacco, e Dio sia invocato con tutte le forze; ognuno si converta dalla sua condotta malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani. 9 Chi sa che Dio non cambi, si ravveda, deponga il suo ardente sdegno e noi non abbiamo a perire!". 10 Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si ravvide riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.

3:1 3:1 E LA parola del Signore fu indirizzata a Giona, la seconda volta, dicendo: 2 3:2 Levati, va' in Ninive, la gran citta', e proedicale la proedicazione che io ti dichiaro. 3 3:3 E Giona si levo', e se ne ando' in Ninive, secondo la parola del Signore. Or Ninive era una grandissima citta', di tre giornate di cammino. 4 3:4 E Giona comincio' ad andar per la citta' il cammino d'una giornata, e proedico', e disse: Infra quaranta giorni Ninive sara' sovvertita. 5 3:5 E i Niniviti credettero a Dio, e bandirono il digiuno, e si vestirono di sacchi, dal maggiore fino al minor di loro. 6 3:6 Anzi, essendo quella parola pervenuta al re di Ninive, egli si levo' su dal suo trono, e si tolse d'ad-dosso il suo ammanto, e si coperse di un sacco, e si pose a sedere in su la cenere. 7 3:7 E fece andare una grida, e dire in Ninive: Per decreto del re, e de' suoi grandi, vi si fa assapere, che ne' uomo, ne' bestia, ne' minuto, ne' grosso bestiame, non assaggi nulla, e non pasturi, e non beva acqua. 8 3:8 e che si coproano di sac-chi gli uomini, e le bestie. e che si gridi di forza a Dio. e che ciascuno si converta dalla sua via malvagia, e dalla violenza ch'e' nelle sue mani. 9 3:9 Chi sa se Iddio si rivolgera', e si pentira', e si storra' dall'ardor della sua ira. si' che noi non periamo? 10 3:10 E Iddio vide le loro opere. come si erano convertiti dalla lor via malvagia. ed egli si penti' del male, ch'egli avea detto di far loro, e non lo fece.

3:1 3:1 E la parola dell'Eterno fu rivolta a Giona per la seconda volta, in questi termini: 2 3:2 'Le'vati, va' a Ninive, la gran citta' e proclamale quello che io ti comando'. 3 3:3 E Giona si levo', e ando' a Ninive, secondo la parola dell'Eterno. Or Ninive era una grande citta' dinanzi a Dio, di tre giornate di cammino. 4 3:4 E Giona comincio' a inoltrarsi nella citta' per il cammino d'una giornata, e proedicava e diceva: 'Ancora quaranta giorni, e Ninive sara' distrutta!' 5 3:5 E i Niniviti credettero a Dio, bandirono un digiuno, e si vestirono di sacchi, dai piu' grandi ai piu' piccoli. 6 3:6 Ed essendo la notizia giunta al re di Ninive, questi s'alzo' dal trono, si tolse di dosso il manto, si coproi' d'un sacco, e si mise a sedere sulla cenere. 7 3:7 E per decreto del re e dei suoi grandi, fu pubblicato in Ninive un bando di questo tenore: 'Uomini e bestie, armenti e greggi, non assaggino nulla. non si pascano e non bevano acqua. 8 3:8 uomini e bestie si coproano di sacchi e gridino con forza a Dio. e ognuno si converta dalla sua via malvagia, e dalla violenza perpetrata dalle sue mani. 9 3:9 Chi sa che Dio non si volga, non si penta, e non acqueti l'ardente sua ira, si' che noi non periamo'. 10 3:10 E Dio vide quel che facevano, vide che si convertivano dalla loro via malvagia, e si penti' del male che avea parlato di far loro: e non lo fece.

3:1 3:1 La parola del SIGNORE fu rivolta a Giona, per la seconda volta, in questi termini: 2 3:2 'Alzati, và a Ninive, la gran città, e proclama loro quello che io ti comando'. 3 3:3 Giona partò e andò a Ninive, come il SIGNORE aveva ordinato. Ninive era una città grande davanti a Dio. ci volevano tre giorni di cammino per attraversarla. 4 3:4 Giona cominciò a inoltrarsi nella città per una giornata di cammino e proclamava: 'Ancora quaranta giorni, e Ninive sarà distrutta!'. 5 3:5 I Niniviti credettero a Dio, proclamarono un digiuno, e si vestirono di sac-chi, tutti, dal più grande al più piccolo. 6 3:6 E poichè la notizia era giunta al re di Ninive, questi si alzò dal trono, si tolse il mantello di dosso, si coproò di sacco e si mise seduto sulla cenere. 7 3:7 Poi, per decreto del re e dei suoi grandi, fu reso noto in Ninive un ordine di questo tipo: 'Uomini e animali, armenti e greggi, non assaggino nulla. non vadano al pascolo e non bevano acqua. 8 3:8 uomini e animali si coproano di sacco e gridino a Dio con forza. ognuno si converta dalla sua malvagità e dalla violenza compiuta dalle sue mani. 9 3:9 Forse Dio si ricrederà, si pentirà e spegnerà la sua ira ardente, cosò che noi non periamo'. 10 3:10 Dio vide ciò che facevano, vide che si convertivano dalla loro malvagità, e si pentò del male che aveva minacciato di far loro. e non lo fece.

3:1 3:1 La parola dell’Eterno fu rivolta a Giona per la seconda volta, dicendo: 2 3:2 ’Lèvati, và a Ninive, la grande città, e proclama ad essa il messaggio che ti comando'. 3 3:3 Così Giona si levò e andò a Ninive, secondo la parola dell’Eterno. Or Nini-ve, era una città molto grande davanti a Dio, di tre giornate di cammino. 4 3:4 Giona cominciò a inoltrarsi nella città per il cammino di una giornata e proedicando diceva: ’Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta'. 5 3:5 Allora i Niniviti credettero a DIO, proclamarono un digiuno e si vestirono di sacco, dal più grande al più piccolo di loro. 6 3:6 Quando la notizia giunse al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coproì di sacco e si mise a sedere sulla cenere. 7 3:7 Per decreto del re e dei suoi grandi, fece quindi proclamare e divulgare in Ni-nive un ordine che diceva: ’Uomini e bestie, armenti e greggi non assaggino nulla, non mangino cibo e non bevano acqua. 8 3:8 ma uomini e bestie si coproano di sacco e gridino a DIO con forza. ognuno si converta dalla sua via malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani. 9 3:9 Chi sa che DIO non si volga, non si penta e metta da parte la sua ira ardente, e così noi non periamo'. 10 3:10 Quando DIO vide ciò che facevano, e cioè che si convertivano dalla loro via malvagia, DIO si pentì del male che aveva detto di far loro e non lo fece.

3:1 Fu rivolta a Giona una seconda volta questa parola del Signore: 2 ""Alzati, va' a Ninive la grande città e annunzia loro quanto ti dirò"". 3 Giona si alzò e andò a Ninive secondo la parola del Signore. Ninive era una città molto grande, di tre giornate di cammino. 4 Giona cominciò a percorrere la città, per un giorno di cammino e predicava: ""Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta"". 5 I cittadini di Ninive credettero a Dio e bandirono un digiuno, vestirono il sacco, dal più grande al più piccolo. 6 Giunta la notizia fino al re di Ninive, egli si alzò dal trono, si tolse il manto, si coprì di sacco e si mise a sedere sulla cenere. 7 Poi fu proclamato in Ninive questo decreto, per ordine del re e dei suoi grandi: ""Uomini e animali, grandi e piccoli, non gustino nulla, non pascolino, non bevano acqua. 8 Uomini e bestie si coprano di sacco e si invochi Dio con tutte le forze; ognuno si converta dalla sua condotta malvagia e dalla violenza che è nelle sue mani. 9 Chi sa che Dio non cambi, si impietosisca, deponga il suo ardente sdegno sì che noi non moriamo?"". 10 Dio vide le loro opere, che cioè si erano convertiti dalla loro condotta malvagia, e Dio si impietosì riguardo al male che aveva minacciato di fare loro e non lo fece.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-27°martedi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(Lc 10,38-42)}; (gna 3,1-10)}; (sal 129,1-4.129,7-8)};

quaresima

-1°mercoled dell'anno dove si leggono i seguenti passi
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia