Cronologia dei paragrafi

La sentenza contro Edom
L'annientamento di Edom
La colpa di Edom
Nel giorno del Signore, rivincita di Israele su Edom
Il nuovo Israele

La sentenza contro Edom (abd 1,1-4)

1:1 Visione di Abdia. Così dice il Signore Dio per Edom: Udimmo un messaggio da parte del Signore, un messaggero è stato inviato fra le nazioni: "Alzatevi, marciamo contro Edom in battaglia!". 2 "Ecco, ti faccio piccolo fra le nazioni, tu sei molto spregevole. 3 La superbia del tuo cuore ti ha ingannato, tu che abiti nelle caverne delle rocce, delle alture fai la tua dimora e dici in cuor tuo: "Chi potrà gettarmi a terra?". 4 Anche se, come l'aquila, ponessi in alto il tuo nido, anche se lo collocassi fra le stelle, di lassù ti farò precipitare". Oracolo del Signore.

1:1 1 La visione di Abdia. COSi' ha detto il Signore Iddio ad Edom: Noi abbiamo udito un grido da parte del Signore, ed un ambasciatore e' stato mandato fra le genti, dicendo: Movetevi, e leviamoci contro a lei in battaglia. 2 2 Ecco, io ti ho fatto piccolo fra le genti. tu sei grandemente sproezzato. 3 3 La superbia del cuor tuo ti ha ingannato, o tu che abiti nelle fessure delle rocce, che son l'alta tua stanza. che dici nel cuor tuo: Chi mi trarra' giu' in terra? 4 4 Avvegnache' tu avessi innalzato il tuo nido come l'aquila, e l'avessi posto fra le stelle. pur ti trarro' giu' di la', dice il Signore.

1:1 1 Visione di Abdia. Cosi' parla il Signore, l'Eterno, riguardo a Edom: Noi ab-biam ricevuto un messaggio dall'Eterno, e un ambasciatore e' stato mandato alle nazioni: 'Levatevi! Leviamoci contro Edom a combattere!' 2 2 Ecco, io ti rendo piccolo tra le nazioni, tu sei profondamente sproezzato. 3 3 L'orgoglio del tuo cuore t'ha ingannato, o tu che abiti fra le spaccature delle rocce, che son l'alta tua dimora, tu che dici in cuor tuo: 'Chi mi trarra' giu' a terra?' 4 4 Quand'anche tu facessi il tuo nido in alto come l'aquila, quand'anche tu lo ponessi fra le stelle, io ti trarro' giu' di la', dice l'Eterno.

1:1 1 Visione di Abdia. Cosò parla il Signore, DIO, riguardo a Edom: 'Abbiamo ricevuto un messaggio dal SIGNORE e un ambasciatore è stato mandato alle nazioni: ""Alzatevi! Alziamoci contro di lui, alla guerra!"". 2 2 Ecco, io ti rendo piccolo fra le nazioni, tu sei profondamente disproezzato. 3 3 L'orgoglio del tuo cuore ti ha ingannato, o tu che abiti nei crepacci delle rocce, e stabilisci la tua abitazione in alto. tu che dici in cuor tuo: ""Chi potrà farmi proecipitare a terra?"". 4 4 Anche se tu facessi il tuo nido in alto come l'aquila, anche se tu lo mettessi fra le stelle, io ti farò proecipitare di lassù' dice il SIGNORE.

1:1 1 La visione di Abdia. Così dice il Signore, l’Eterno, riguardo a Edom: ’Noi abbiamo udito un messaggio dall’Eterno e un ambasciatore è stato mandato tra le nazioni, per dire: ""Muovetevi e leviamoci contro di lei per combattere"". 2 2 Ecco, io ti renderò piccola fra le nazioni. tu sarai grandemente disproezzata. 3 3 L’orgoglio del tuo cuore ti ha ingannata, o tu che abiti nelle fessure delle rocce, di cui hai fatto la tua alta dimora, che dici in cuor tuo: ""Chi mi farà scendere a terra?"". 4 4 Anche se t’innalzassi come un’aquila e ponessi il tuo nido fra le stelle, io ti farò scendere di lassù', dice l’Eterno.

1:1 Visione di Abdia. Così dice il Signore Dio per Edom: Udimmo un messaggio da parte del Signore e un araldo è stato inviato fra le genti: ""Alzatevi, marciamo contro Edom in battaglia"". 2 Ecco, ti faccio piccolo fra le nazioni, tu sei molto spregevole. 3 L'orgoglio del tuo cuore ti ha esaltato, tu che abiti nei crepacci rocciosi, delle alture fai la tua dimora e dici in cuor tuo: ""Chi potrà gettarmi a terra?"". 4 Anche se t'innalzassi come un'aquila e collocassi il tuo nido fra le stelle, di lassù ti farei precipitare, dice il Signore.

Mappa

Commento di un santo

li Salvatore non è venuto a portare pace ,sulla terra, ma guerra (cf. Mt 10, 34). E caduto Lucifero, che sorgeva al primo mattino. E il primo uomo, nutrito nel paradiso delle delizie, meritò il rimprovero: ''Se volerai alto come l'aquila, di lassù ti farò precipitare: dice il Signore'. Aveva detto in cuor suo: Collocherò il mio trono oltre le stelle, e sarò simile al l'Altissimo (Is 14, 1314). Ogni giorno a coloro che scendono la scala sognata da Giacobbe, Dio rivolge le parole: Io l'ho detto: siete dèi e tutti figli dell'Altissimo; ma come uomini morrete e cadrete come un principe qualunque (Sal 81, 67). Per primo è caduto il diavolo. Dio ha preso posto nel concilio divino; in mezzo agli dèi giudica (Sal 81, l).

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia